Senigallia Atto

Adesione alla Carta Nazionale dei Contratti di Fiume

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-LP/2015/240 del 03 febbraio 2015

Presentazione
Approvazione
3.2.2015

Firmatari

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 18
Seduta del 03/02/2015
OGGETTO:	Adesione alla Carta Nazionale dei Contratti di Fiume.

L’anno duemilaquindici addì tre del mese di febbraio alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Campanile GennaroAssessore*- Ceresoni SimoneAssessore*- Curzi PaolaAssessore*- Meme' MaurizioAssessore*- Paci Francesca MichelaAssessore*- Schiavoni StefanoAssessore*- Volpini FabrizioAssessore-* 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Ceresoni Simone;

- Preso atto che  i Contratti di fiume si ispirano nei loro elementi fondanti alla Direttiva Quadro 2000/60/CE, che prefigura politiche sistemiche di riqualificazione delle acque superficiali e sotterranee, creando obiettivi comuni con altre normative europee che promuovono l’utilizzo di strumenti di governance e sussidiarietà per attuare le politiche ambientali, quali: la Direttiva Habitat 92/42/CEE, che prevede la creazione di una Rete ecologica europea; la Direttiva 2007/60/CE, relativa alla gestione del rischio alluvioni, e la Proposta di Direttiva Quadro per la Protezione del Suolo, SFD-Soil Framework Directive, avente l’obiettivo di proteggere il suolo dall’erosione e dall’inquinamento;

- Visto che a livello nazionale, i riferimenti sono costituiti dal D.Lgs 152/2006, che si configura come normativa quadro sull’Ambiente, e dal Codice dei Beni culturali e del Paesaggio (D.Lgs. 42/2004 e successive modifiche).

- Visti i contenuti e le indicazioni della Carta Nazionale dei Contratti di Fiume (allegata e parte sostanziale del presente Atto)

- Preso atto positivamente della Delibera Regionale n. 1470 del 29 dicembre 2014 (allegata e parte sostanziale del presente Atto) con la quale  la Regione Marche  dichiara  1- di aderire alla Carta Nazionale dei Contratti di Fiume .. parte integrante e sostanziale, condividendone principi e contenuti ed impegnandosi a diffonderla sul territorio regionale; 2- di riconoscere e promuovere i  Contratti di Fiume quali forme di programmazione strategica negoziata e partecipata ai fini della riqualificazione ambientale e della riduzione del rischio idraulico dei bacini idrografici della Regione Marche;

- Riscontrato che il Contratto di Fiume, in quanto strumento di programmazione negoziata potrà consentire l’adozione di un sistema di regole in cui i criteri di pubblica utilità, rendimento economico, valore sociale, sostenibilità ambientale interverranno in maniera paritaria nella ricerca di soluzioni efficaci per la salvaguardia della Valle e dell’intero sistema idrico comprensoriale, attraverso l’applicazione di interventi di protezione e tutela degli ambienti naturali, di tutela delle acque, di difesa del suolo, di protezione dal rischio idraulico, di tutela delle bellezze naturali.

- Riscontrato, inoltre, che il  Contratto di Fiume , in quanto  possibile accordo di programma rappresenta il quadro generale delle iniziative da porre in essere a livello locale, rendendo altresì possibile il coordinamento e l’ordinamento a sistema di quanto pianificato a livello provinciale e regionale permettendo così un utilizzo più efficace delle risorse, anche attraverso il raccordo degli obiettivi comuni;

- Verificato che il  Contratto di Fiume  è il riconoscimento di un processo istituzionale con modalità privilegiata per la pianificazione dei bacini fluviali: che tale scelta si configura come interpretazione dei valori espressi in protocolli internazionali, direttive comunitarie, normative nazionali e regionali che richiedono di raggiungere obiettivi di qualità  sulle  acque, sulla sicurezza idrogeologica,,  sulla qualità  paesistico-ambientale, eco sistemica e  insediativa nonché sulla governance dei processi decisionali;

- Ritenuto necessario, a tal fine,  costruire un sistema di rapporti, fondato su un coinvolgimento interattivo in grado di garantire il consenso e l’attuabilità delle azioni, strutturato come accordo volontario tra gli attori e portatori di interesse del territorio interessato e   finalizzato alla condivisione di strategie di intervento;

Preso atto del seguente parere favorevole reso ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente responsabile dell’Area tecnica territorio ambiente;
- Con votazione palese ed unanime;



DELIBERA

1)	di aderire alla Carta Nazionale dei Contratti di Fiume  quale documento di principi e di indirizzo cui devono ispirarsi i Contratti Regionali e Territoriali intesi quali strumenti per  evitare il degrado e promuovere la riqualificazione dei territori fluviali  e per la conciliazione degli interessi pubblici e privati presenti sul territorio;

2)	di recepire integralmente  i contenuti della Delibera della  Giunta Regionale con l’allegato documento istruttorio ;

3)	di promuovere la Costituzione  di un Comitato, costituito da   pubblica amministrazione, associazioni, soggetti pubblici e privati a vario titolo, tutti  portatori di interesse  che  dia vita al  Contratto di fiume - bacino idrografico Misa-Nevola , secondo i principi ispiratori della Carta Nazionale.

4)	DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-



Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 10 marzo 2015 al 25 marzo 2015 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 26 marzo 2015	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 21 marzo 2015, essendo stata pubblicata il  10 marzo 2015
Lì, 23 marzo 2015	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,