Senigallia Atto

Provvedimenti a seguito della conclusione della fase di sperimentazione del Programma operativo per la riqualificazione urbana (PORU)

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-LP/2015/572 del 31 marzo 2015

Presentazione
Approvazione
31.3.2015

Firmatari

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 63
Seduta del 31/03/2015
OGGETTO:	LEGGE REGIONALE N°22/2011 - PROGRAMMA OPERATIVO PER LA RIQUALIFICAZIONE URBANA (PORU) – CONCLUSIONE DELLA FASE DI SPERIMENTAZIONE – PROVVEDIMENTI

L’anno duemilaquindici addì trentuno del mese di marzo alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Campanile GennaroAssessore-* Ceresoni SimoneAssessore*- Curzi PaolaAssessore*- Meme' MaurizioAssessore-* Paci Francesca MichelaAssessore*- Schiavoni StefanoAssessore*- Volpini FabrizioAssessore-* 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Ceresoni Simone;

PREMESSO CHE:
 - Con delibera della G.M. del 08.11.2011, n° 223 Linee guida per l'avvio di un percorso partecipativo in ambito urbanistico e l'aggiornamento degli strumenti urbanistici comunali, l’amministrazione comunale ha deliberato l’avvio di un processo di rinnovamento della pianificazione urbanistica comunale sulla base dei nuovi strumenti introdotti nella Legge Regionale 22/2011 e in particolare del Programma Operativo per la Riqualificazione Urbana (PORU), attivando in tal senso un tavolo di confronto con partner istituzionali e istituti di ricerca in tema di pianificazione, finalizzato ad individuare una procedura per redigere tale nuovo strumento urbanistico e a promuovere un percorso di conoscenza volto ad aumentare la partecipazione dei cittadini a tali tipologie di processi.
 - Con Determinazione del Dirigente dell’area Tecnica territorio Ambiente del 07.05.2012, n° 438 Affidamento incarichi per Nuove Energie Urbane - processo di pianificazione ai sensi della L.R. 22/2011, tali obiettivi sono stati esplicitati medianti le seguenti azioni operative:
a) Perfezionamento di un percorso di condivisione con la Regione Marche, finalizzato all’individuazione del quadro di coerenze territoriali e strategiche all’interno delle quali collocare la redazione del PORU della città di Senigallia, vista come punto di partenza di un processo-pilota che parte dalla L.R. 22/2011 per ridefinire obiettivi e azioni per una nuova legge regionale per il governo del territorio.
b) Coinvolgimento del Dipartimento di Architettura e Pianificazione del Politecnico di Milano - referente scientifico prof. Federico Oliva - nell’attivazione di un percorso che parte dal PORU per definire le strategie a scala territoriale dello sviluppo della città e del suo contesto di riferimento.
c) Coinvolgimento dell’Istituto Nazionale di Urbanistica, quale partner per la predisposizione di un ciclo di seminari e incontri pubblici, nell’ambito del percorso di Urbanistica Partecipata Nuove Energie Urbane, finalizzati ad approfondire e contestualizzare i temi-chiave della riqualificazione urbana all’interno del dibattito nazionale.
Successivamente sono state coinvolte ulteriori figure professionali, in particolare, da ultimo, l’Architetto Antonio Minetti – ex dirigente del Servizio Territorio e Ambiente della regione Marche - cfr DD del 19.06.2014, n. 611 e DD. 04.09.2014, n. 909, gettando le basi per la costituzione di un laboratorio permanente, che affronti i temi della riqualificazione urbana e del governo del territorio della città di Senigallia nell’ambito territoriale della valle Misa-Nevola, anche alla luce della gravissima crisi economica che impone una riflessione comune tra le principali tipologie di attori coinvolti in tali processi.
Con delibera del CC. del 24.07.2013, n. 65 è stato approvato l’atto di indirizzo contenente la strategia di riqualificazione urbana e paesaggistica per le trasformazioni da introdurre con il programma operativo per la riqualificazione urbana - (PORU) - nonché l’avviso pubblico;
A seguito della pubblicazione dell’avviso per la formulazione delle manifestazioni di interesse per la partecipazione al PORU – (dal 10.09.2013 al 03.12.2013) - l’amministrazione comunale ha attivato un percorso di condivisione/accompagnamento all’iniziativa – (workshop, incontri tematici e riunioni di approfondimento delle singole proposte) - che ha consentito di acquisire a tutto gennaio 2014 50 istanze preliminari tra cui alcune particolarmente significative per la successiva elaborazione del PORU;
l’Amministrazione Comunale, di concerto con l’istituto Nazionale di Urbanistica ha inoltre organizzato un ciclo di 6 seminari, finalizzati ad approfondire le tematiche più significative connesse alla riqualificazione urbana della città di Senigallia, che ha visto la partecipazione di esperti di livello nazionale:
1. - 11 maggio 2012 - La riqualificazione urbana per lo sviluppo della città e del territorio (seminario di start);
2. - 08 giugno 2012 - Dal paesaggio alla riduzione del consumo di suolo-;
3. - 26 ottobre 2012 - I territori e l’area vasta;
4. - 30 novembre 2012 - La città pubblica – L’attuazione della città pubblica, il ruolo del progetto urbano e l’utilizzo degli strumenti di perequazione e compensazione;
5. - 15 marzo 2013 - Politiche e risorse per la casa;
6. - 12 aprile 2013 - Cultura, risorse identitarie e vocazioni territoriali;
Parallelamente l’amministrazione Comunale, sempre all’interno del percorso di Urbanistica Partecipata Nuove Energie Urbane ha organizzato una serie di incontri rivolti in particolare alle organizzazioni culturali, sociali, professionali e imprenditoriali:
18 maggio 2012 – workshop per i tecnici del territorio – presentazione degli incontri con i professionisti del territorio;
25 maggio 2012 – focus tematico – la città come bene collettivo identitario – le ville del 1930 a Senigallia;
15 giugno 2012 – 1° workshop – le pratiche edilizie: tipologie e iter di presentazione;
19 ottobre 2012 – lezioni di piano – il SUAP – (sportello unico per le attività produttive);
16 novembre 2012 – focus tematico – Il nuovo regolamento edilizio per Senigallia;
23 novembre 2012 – evento MAUS – Alla ricerca della qualità architettonica – Il concorso dell’Opera Pia Mastai Ferretti;
14 dicembre 2012 – lezioni di piano – il piano casa;
24 maggio 2013 – evento MAUS – uno strumento per la tutela e a valorizzazione del patrimonio storico identitario della città di Senigallia – il piano delle mura urbiche;
31 maggio 2013 – focus tematico – Il nuovo regolamento edilizio - REC;
7 giugno 2013 – seminario – presentazione dell’atto di indirizzo del Programma Operativo per la Riqualificazione Urbana - PORU;
I temi emersi nel ciclo di seminari e workschop sono riportati nel documento di sintesi finale e resoconto dei seminari allegati alla presente delibera come parte integrante e sostanziale.
Infine – dopo l’approvazione dell’atto di indirizzo sono stati organizzati ulteriori workshop rivolti in particolare ai tecnici e professionisti per definire e approfondire gli aspetti tecnico-amministrativi connessi alla presentazione delle manifestazioni di interesse.
Con delibera della GM. del 01.07.2014, n. 109, in considerazione della gravissima situazione che si è verificata a seguito dell’alluvione del 3 maggio scorso, si è provveduto a prorogare il termine per la presentazione delle manifestazioni di interesse, fissato inizialmente al 16.07.2014 (cfr. punto 5 del dispositivo della delibera CC 65/2013), di un ulteriore periodo fino a venerdì 14 ottobre 2014;
Alla data del 04.11.2014 sono pervenute 32 manifestazioni di interesse di seguito elencate, di cui solo l’ultima non aveva avuto precedentemente la stesura di una istanza preliminare:
Manifestazione di interesseSoggettoid ISTid MIdatan. prot.oggettoSoggetto titolare o legale rappresentanteIndirizzo e recapitoA5B107/01/2014
14/10/2014486
70101Conferma istanza precedenteSO.DE.CO.REAL ESTATE SURLMilano, piazza V giornate 10A8B214/10/201470144Da valutareVilla Silvia Casa di cura, Immobiliare Salus Srl Roma, via Quirino Majorana, 203A9B306/10/201467614Conferma istanza precedenteLucio PierangeliCupramontana (AN), corso Leopardi, 16A10B430/07/2014
10/10/201448182
69065Conferma istanza precedenteGiuliano GiacominiA12B520/10/201471292Conferma istanza precedenteAgostino ManduchiA13B610/10/201469066Conferma istanza precedenteFiliberto Verdinivia Cesano-BruciataA17B710/10/201469069Conferma istanza precedenteAlberto CecchiniA18B815/10/201470197Conferma istanza precedentePamela PrincipiA20B914/10/201469969Conferma istanza precedenteFranco PetroliniAncona, Viale della Vittoria, 23A21B1014/10/201470099Conferma istanza precedenteSusanna Mantonivia Casini Soccorso, 21A24B1114/10/201470100Conferma istanza precedenteAdriatica 19Ripe, via Meucci, 6A25B1206/10/201467612Conferma istanza precedenteAndrea Fiorinivia Cattabeni, 28A26B1314/10/2014
09/10/2014
02/01/201469981
68893
22Conferma istanza precedenteLoris Emanuele Romagnolivia R. Sanzio, 271A27B1414/10/201469968Conferma istanza precedenteSamantha D'aprileA29B1506/10/201467730Conferma istanza precedenteGiovanni Luziettivia Podesti, 193/aA30B1615/107201470201Conferma istanza precedenteGiancarlo Bigellivia Mameli, 70A31B1706/10/201467831Conferma istanza precedenteAdriana AllegrezzaA32B1814/10/2014
10/10/201469970
69221Conferma istanza precedenteGiuseppe Zampini, Giovanni Zampini, Giorgio Zampini, Giancarlo Zampini, Francesco Patruno, Gabriella Patrunovia Scalzadonne, 18/aA33B1910/10/201469206Conferma istanza precedenteGiovanni Giovannettivia Vico, 75A34B2007/10/201468079Conferma istanza precedenteClaudio Esposto A35B2110/10/201469205Conferma istanza precedenteGabriele Tombarivia Campanella, 12A37B2215/10/201470200Conferma istanza precedenteFilippo Filipponivia Arceviese, 58A38B2313/10/201469564Conferma istanza precedenteSilverio Conigli, Sestilio Conigli, Dino Pignarelli, Ottavio GoffiA39B2414/10/201470098Conferma istanza precedenteRenato Perugini, Anna Maria GiambartolomeiA41B2510/10/201469204Conferma istanza precedentePerini Servizi Srl, unico Amm. Gelsomino PeriniJesi, viale dell’Industria, 32A42B2614/107201470102Conferma istanza precedenteCarlo Marchinivia R.Sanzio, 27A44B2716/10/201470589Recede dall’istanza precedenteGiorgio Giorgi, Andrea Giorgi, Silvia Giorgi Via botticelli, 14 e via Paisiello, 15A45B2817/07/201445684Da valutareModulo Casa soc. coop PIVA 01098440421Ancona, via Togliatti, 37/IA45B2809/09/201461054IntegrazioneModulo Casa soc. coop PIVA 01098440421Ancona, via Togliatti, 37/IA46B2915/10/201470333Conferma istanza precedenteLatini Luigi e Figli Srl A47B3010/10/201469223Conferma istanza precedenteZampini Giuseppe, Zampini Giorgio, Zampini Giancarlo, Patruno Francesco, Patruno Gabriellavia Scalzadonne, 18/aA48B3123/12/2013
14/10/201468549
69975Da valutareGiacomini Sandrovia Cavallieri di Vittorio V.to, 24-B3210/10/201469218Da valutareCIRIACHI STEFANO & C.via Galilei, 7
Conformemente a quanto stabilito dalla LR 22/2011, in particolare dagli artt. 6 e 7 del Regolamento regionale del 06.08.2012, n.6 e dall’atto di indirizzo il gruppo di lavoro costituito da:
- Arch. Stefano Ciacci in qualità di responsabile dell’Ufficio Sviluppo urbano Sostenibile dell’Area tecnica Territorio e Ambiente;
- Dipartimento di Architettura e Pianificazione del Politecnico di Milano - referente scientifico prof. Federico Oliva;
- Arch. Antonio Minetti a far data dal 04.09.2014
ha provveduto ad esaminare le manifestazioni di interesse pervenute per valutare l’inserimento delle suddette all’interno del Programma Operativo di Riqualificazione Urbana.
Come si evince dal documento istruttorio allegato alla delibera GM. del 04.11.2014, n. 182, le manifestazioni di interesse non sono risultate conformi a quanto indicato dal bando; ciò nonostante, lo stesso documento istruttorio contiene una proposta di prosecuzione del proficuo lavoro di sperimentazione della Legge 22/2011 individuandone i relativi indirizzi.
Durante il percorso di partecipazione-condivisione sono emerse – tra le tante proposte due iniziative estremamente interessanti e pertinenti:
1 - Riqualificazione dell’area ex Agostinelli a Marzocca;
2 - Riqualificazione dell’area produttiva della Cesanella;
L’amministrazione comunale unitamente al gruppo di lavoro si è adoperata affinché fossero approfonditi tutti gli aspetti tecnico amministrativi per l’inserimento delle stesse nel PORU.
1 - Riqualificazione dell’area ex Agostinelli a Marzocca;
La proposta, ancorché non sia conforme a quanto indicato nel bando e presenti delle criticità, ha visto un serrato confronto tra l’amministrazione, il gruppo di lavoro e i soggetti proponenti per ingegnerizzare la manifestazione di interesse al fine di adottare il Programma Operativo di Riqualificazione Urbana.
Infatti con la suddetta delibera GM. del 04.11.2014, n. 182 si è stabilito:
1°) - DI APPROVARE: - Il documento istruttorio concernente la valutazione delle manifestazioni di interesse pervenute a seguito del bando di cui alla delibera CC. del 24.07.2013, n. 65, per il loro inserimento nel PORU; - La proposta di prosecuzione del proficuo lavoro di sperimentazione della Legge 22/2011 che individua alcuni indirizzi per l’avanzamento dell’esperienza di riqualificazione/rigenerazione urbana;
2°) - DI STABILIRE: - Di procedere alla elaborazione del PORU individuando l’ambito costituito dall’area ex Agostinelli a Marzocca, dall’adiacente area di proprietà comunale, dall’area prospiciente la statale adriatica di proprietà del sig. Manduchi, e altri, dell’area in via 24 maggio di proprietà di NEW DREAM Immobiliare di Ancona fornendo gli indirizzi operativi contenuti nel documento istruttorio che si allega e che illustra i requisiti territoriali entro cui il progetto si dovrà sviluppare.
- Che l’insieme degli elaborati necessari per l’adozione del PORU, stante le caratteristiche dell’ambito territoriale – pressochè coincidente con l’area denominata ex Agostinelli dovranno essere predisposti a cura e spese degli operatori interessati i quali dovranno fornire anche tutta la documentazione necessaria per acquisire i pareri previsti dalla legge e per svolgere sia la procedura di Valutazione Ambientale Strategica (VAS) che la verifica di compatibilità idraulica e di invarianza idraulica di cui alla DGR del 27.01.2014, n. 53. - Quanto sopra non costituirà, anche ai sensi e per gli effetti dell’art. 5 del regolamento regionale del 08.12.2012, n. 6, alcun titolo nei confronti del Comune per pretese di indennizzo o rimborso di alcun genere anche nel caso in cui non si proceda all’adozione e/o approvazione del PORU.
3°) - DI DARE ATTO: - Conformemente a quanto stabilito dall’art. 3, comma 8 della LR 22/2011 che omissis il Comune è autorità competente nel procedimento di valutazione ambientale strategica se necessaria ai sensi della legislazione statale e regionale vigente. Le province sono soggetti con competenze ambientali nell’ambito del procedimento di valutazione ambientale strategica. - Che il responsabile del procedimento è l’Ing. Gianni Roccato, Dirigente dell’Area Tecnica Territorio Ambiente;
4°) - DI AUTORIZZARE il Dirigente dell’area Tecnica Territorio e Ambiente ad assumere tutte le iniziative utili al fine di adottare il Programma Operativo di Riqualificazione Urbana concernete l’ambito di riqualificazione dell’area Ex Agostinelli a Marzocca negli stretti tempi tecnici necessari alla sua elaborazione possibilmente prima della scadenza del mandato amministrativo;
A seguito di successivi incontri e riunioni tra il gruppo di lavoro e la Cooperativa MODULO CASA conformemente a quanto inicato al punto 2 del dispositivo della delibera GM del 04.11.2014, n. 182, la coop. MODULO CASA ha trasmesso la seguente documentazione:
- Con PEC del 03.02.2015, prot. 7214
a) PORU di Senigallia composto dai seguenti elaborati:
A. Relazione illustrativa
B. Relazione geologica e verifica di compatibilità idraulica
C. Planimetria generale dello strumento urbanistico
D. Elaborati grafici del PORU
E. Schemi delle reti di urbanizzazione primaria e relativi allacciamenti
F. Estratto di mappa catastale ed elenchi catastali
G. Norme tecniche di attuazione (con allegate le schede programma)
H. Schemi delle convenzioni
b) Rapporto di scoping composto da:
1. Rapporto preliminare 
2. PORU: proposta di massima (trasmesso in 2 parti)
Specificando che:
Al fine di facilitare le segnalazioni di modifiche e/o integrazioni si fa presente che gli elaborati allegati sostituiscono ogni altro elaborato trasmesso in precedenza.
La relazione illustrativa del PORU, nonché la relazione geologica, sono in corso di redazione e verranno trasmesse quanto prima, mentre gli elenchi catastali delle proprietà comprese nel PORU dovrebbero essere compilati dal Comune.
Si fa presente che gli elaborati grafici, pur contenendo  le indicazioni necessarie, sono ancora in stato di bozza sommaria e dopo aver ricevuto sostanziale conferma da parte della A.C. dei relativi contenuti verranno redatti in una forma grafica più consona ad un Piano Attuativo.
Il rapporto di scoping dovrà essere trasmesso dall’Autorità procedente all’Autorità competente affinchè, dopo aver concordato gli SCA – (Soggetti con Competenze Ambientali), venga convocata la relativa conferenza.

- Con successiva PEC del 05.02.2015, prot. 7782
- la relazione illustrativa sostitutiva dell’analogo documento in precedenza trasmesso incompleto in quanto in corso di redazione.

- Con successiva PEC del 09.03.2015, prot. 14208
- la relazione geologica e verifica di compatibilità idraulica – PORU relativa al lotto di proprietà del Comune di Senigallia inserito nel PORU

La suddetta documentazione è stata sottoposta all’esame del gruppo di lavoro costituito da:
- Arch. Stefano Ciacci in qualità di responsabile dell’Ufficio Sviluppo urbano Sostenibile dell’Area tecnica Territorio e Ambiente;
- Dipartimento di Architettura e Pianificazione del Politecnico di Milano - referente scientifico prof. Federico Oliva;
- Arch. Antonio Minetti a far data dal 04.09.2014
Il gruppo di lavoro ha provveduto ad elaborare il documento istruttorio redatto in data 18.03.2015, allegato alla presente deliberazione dal quale si evince che permangono alcune significative criticità progettuali che debbono necessariamente essere rimosse prima di poter procedere alla adozione del PORU.
Il suddetto documento istruttorio contiene anche specifiche indicazioni circa il cronoprogramma tecnico amministrativo da svolgere.
Comunque è stato già attivato a far data dal 12.03.2015 il procedimento di Valutazione Ambientale Strategica individuando ai sensi dell’art. 3, c. 8 della LR 22/2011 quale autorità procedente  l’Ufficio Sviluppo Urbano Sostenibile e quale autorità competente l’Ufficio Programmazione.

2 - Riqualificazione dell’area produttiva della Cesanella;

Si tratta di una delle iniziative più rilevanti e innovative: scaturita all’interno dell’intero processo di sperimentazione del PORU; avviata oltre un anno fa da una serie di primi contatti tra un gruppo di liberi professionisti, un buon numero di imprese localizzate nell’area produttiva della Cesanella e la locale struttura della CNA; è stata ben presto affiancata da uno specifico lavoro di approfondimento e di scambio di idee e di informazioni con il gruppo di lavoro dell’amministrazione e seguita con attenzione dagli amministratori comunali.
Nelle ultime settimane attraverso contatti porta a porta con le imprese interessate – circa 20 – è stato possibile definire le prime analisi sui principali caratteri economici e produttivi delle stesse, sulla relativa localizzazione nell’area della Cesanella, sulle relative intenzioni di sviluppo aziendale ed anche occupazionale, sul loro fabbisogno di spazi, infrastrutture e servizi.
L’iniziativa non si è per ora formalizzata in una vera e propria manifestazione d’interesse ai sensi delle delibere comunali più volte citate, ma dagli incontri tra imprese, professionisti, CNA e ufficio comunale sono emersi incontrovertibili fattori di interesse, che costituiscono una buona base di  lavoro per avviare per parti e per fasi successive il processo di riqualificazione, di innovazione e sviluppo produttivo, sociale, ambientale ed urbanistico dell’intera area della Cesanella.
L’Amministrazione comunale è quindi ora chiamata ad affiancare e ad orientare con atti precisi di guida delle trasformazioni generali il processo di adesione dei soggetti privati al Programma Cesanella, tenendo ben presente quanto gli stessi considerano e propongono nel documento allegato alla presente delibera (pervenuto in 19.03.2015) e mettendo in campo azioni politico-amministrative in particolare su tre aspetti:
a) definire progressivamente una strategia condivisa e partecipata di sviluppo durevole e di rigenerazione dell’area;
b) favorire ogni possibile forma di coordinamento e di sinergia tra i soggetti privati coinvolti;
c) adoperarsi per individuare ogni coerente fonte di finanziamento, soprattutto a valere sui fondi strutturali europei in stretta collaborazione istituzionale con la Regione Marche.

3 - La riforma della legge regionale per il governo del territorio

L’esperienza sperimentale della LR 22/2011 sul PORU è stata accompagnata da un ulteriore e importante approfondimento metodologico circa l’applicazione della proposta di legge ad iniziativa della Giunta Regionale del 14.10.2013, n. 1405 che, grazie al prezioso e qualificato contributo del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico di Milano e dell’Arch. Antonio Minetti ha consentito di elaborare un articolato documento circa un’ipotesi di pianificazione territoriale sia alla scala urbana che in area vasta, individuata nel territorio della valle del Misa e del Nevola.
I documenti allegati alla presente delibera:
- Documento di strategia generale per la riqualificazione urbana;
- Piano strutturale intercomunale della valle del Misa e Nevola – relazione metodologica
- 01– SINTESI
- 02 – RELAZIONE
- 03 - ALLEGATI
costituiscono un fondamentale punto di riferimento per l’attività di governo della città e del territorio che, anche alla luce dei gravissimi danni dell’alluvione del 3 maggio e delle scorse settimane, impongono di ripensare dalle fondamenta il ruolo e la responsabilità dell’amministrare la cosa pubblica, superando l’anacronistica dimensione municipale.

In definitiva l’esperienza avviata con la sperimentazione della Legge Regionale 22/2011 dopo circa tre anni consente di poter affermare come già rilevato nella precedente delibera GM 182/2014 che:
a) – la riqualificazione e la rigenerazione urbana rappresentano non tanto la soluzione al tema della crisi economica ma la soluzione agli obiettivi dello sviluppo durevole della città e del territorio;
b) – tali processi per essere attuati devono diventare patrimonio comune, collettivo e condiviso di una rinnovata maniera di pensare l’urbanistica che assume la centralità della dimensione della qualità come principale paradigma dell’abitare collettivo del luogo urbano.
c) – queste azioni devono essere accompagnate da un processo di formazione, informazione, condivisione dei temi e dei problemi legati al luogo comune per eccellenza – la città; l’esperienza messa in campo a Senigallia con nuove energie urbane dimostra incontrovertibilmente che il percorso è lungo, faticoso e incerto nei risultati ma comunque obbligatorio, stimolante e foriero di positivi risultati nell’interesse generale.
d) – il fatto che gran parte delle manifestazioni di interesse di partecipazione al processo di riqualificazione non siano conformi alla legge e al bando non significa che siano da archiviare, anzi stanno a testimoniare che il percorso intrapreso con la sperimentazione deve procedere perché comunque testimoniano una volontà di cambiamento che chiede al pubblico – al Comune - di farsi carico del ruolo che gli compete di governare la città di tutti e per tutti.
Ribadita la necessità di portare a compimento il percorso di sperimentazione della LR 22/2011 concludendo quanto intrapreso e gettando le basi per un nuovo e impegnativo programma di lavoro per la prossima amministrazione;
- Richiamato l'art. 48 del D.Lgs 18 agosto 2000, n° 267;
- Preso atto del seguente parere favorevole reso ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n°267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- Dal Dirigente Responsabile dell’Area Tecnica Territorio Ambiente;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - DI PROCEDERE nello svolgimento di tutte le fasi tecnico-amministrative utili all’adozione del PORU nell’ambito costituito dall’area ex Agostinelli a Marzocca secondo quanto indicato nel documento istruttorio allegato alla presente delibera;
2°) - DI PRENDERE ATTO delle iniziative intraprese presso alcune aziende insediate nell’area produttiva della Cesanella che hanno sottoscritto un documento pervenuto in data 19.03.2015, allegato alla presente deliberazione, stabilendo che l’amministrazione comunale metta in campo le azioni politico-amministrative in particolare su tre aspetti:
a) - definire progressivamente una strategia condivisa e partecipata di sviluppo durevole e di rigenerazione dell’area;
b) - favorire ogni possibile forma di coordinamento e di sinergia tra i soggetti privati coinvolti;
c) - adoperarsi per individuare ogni coerente fonte di finanziamento, soprattutto a valere sui fondi strutturali europei in stretta collaborazione istituzionale con la Regione Marche;
3°) - DI CONDIVIDERE E APPROVARE, i documenti allegati alla presente delibera:
- Documento di strategia generale per la riqualificazione urbana;
- Piano strutturale intercomunale della valle del Misa e Nevola – relazione metodologica:
- 01 – SINTESI
- 02 – RELAZIONE
- 03 - ALLEGATI
I quali costituiscono da un lato la conclusione positiva di un processo di sperimentazione per la riqualificazione e la rigenerazione urbana dall’altra un fondamentale punto di riferimento anche per la prossima attività di governo della città e del territorio;
4°) - DI AUTORIZZARE il Dirigente dell’area Tecnica Territorio e Ambiente ad assumere tutte le iniziative utili al fine di adottare il Programma Operativo di Riqualificazione Urbana concernete l’ambito di riqualificazione dell’area Ex Agostinelli a Marzocca negli stretti tempi tecnici necessari alla sua elaborazione;
5°) - DI DARE ATTO che il responsabile del procedimento è l’Ing. Gianni Roccato, Dirigente dell’Area Tecnica territorio Ambiente;
6°) – DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 22 aprile 2015 al 07 maggio 2015 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 08 maggio 2015	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 03 maggio 2015, essendo stata pubblicata il 22 aprile 2015
Lì, 05 maggio 2015	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,