Senigallia Atto

Piano triennale 2017/2019 di razionalizzazione delle spese di funzionamento dell'ente, comprendente la relazione a consuntivo dell'anno 2016

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-OF/2016/2878 del 03 gennaio 2017

Presentazione
Approvazione
3.1.2017

Firmatari

  • Gennaro Campanile
    Assessore al bilancio e patrimonio, sviluppo economico e commercio
    Monitorato da 17 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 4
Seduta del 03/01/2017
OGGETTO:	APPROVAZIONE DEL PIANO TRIENNALE 2017/2019 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELL'ENTE AI SENSI DELL'ART. 2 COMMI 594 E SEGUENTI DELLA L. 244/2007, COMPRENDENTE LA RELAZIONE A CONSUNTIVO DELL'ANNO 2016 DI CUI AL PIANO TRIENNALE 2016/2018.

L’anno duemiladiciassette addì tre del mese di gennaio alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Campanile Gennaro;

Ricordato che:
- la Legge n. 244 del 24.12.2007 (legge finanziaria 2008) prevede alcune rilevanti disposizioni dirette al contenimento e alla razionalizzazione delle spese di funzionamento delle pubbliche amministrazioni;
- in particolare, l’art. 2, comma 594, prevede che ai fini del contenimento delle spese di funzionamento delle proprie strutture, le amministrazioni pubbliche di cui all’art. 1, comma 2, del Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n. 165, adottano piani triennali per l’individuazione di misure (le succitate disposizioni normative, nello stabilire il principio di contenimento della spesa di funzionamento, non recano alcuna indicazione operativa sulla determinazione del quantum, né sul come contenere la spesa, rimettendo all’autonoma determinazione degli enti, il compito di indicare le azioni da intraprendere), finalizzate alla razionalizzazione dell’utilizzo:
a) delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell’automazione d’ufficio;
b) delle autovetture di servizio, attraverso il ricorso, previa verifica di fattibilità a mezzi alternativi di trasporto, anche cumulativo;
c) dei beni immobili ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali;
- il comma 595 stabilisce che nei piani relativi alle dotazioni strumentali occorre prevedere le misure dirette a circoscrivere l’assegnazione di apparecchiature di telefonia mobile ai soli casi in cui il personale debba assicurare, per esigenze di servizio, pronta a costante reperibilità e limitatamente al periodo necessario allo svolgimento delle particolari attività che ne richiedono l’uso, individuando, nel rispetto della normativa sulla tutela della riservatezza dei dati personali, forme di verifica, anche a campione circa il corretto utilizzo delle relative utenze;
- il comma 596 prevede che nei casi in cui gli interventi esposti nel piano triennale implichino la dismissione di dotazioni strumentali, lo stesso piano è corredato dalla documentazione necessaria a dimostrare la congruenza dell’operazione in termini di costi e benefici;
- il comma 597 impone alle amministrazioni pubbliche di trasmettere a consuntivo e con cadenza annuale una relazione agli organi di controllo interni e alla sezione regionale della Corte di conti competente;
- il comma 598 prevede che i suddetti piani siano resi pubblici sul sito internet istituzionale; 
- il comma 599 impone alle amministrazione pubbliche, sulla base di criteri e modalità definiti con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri da adottare, sentita l’Agenzia del demanio, entro 90 giorni dalla data entrata in vigore della presente legge, all’esito della ricognizione propedeutica all’adozione dei piani triennali di cui al lettera c) del comma 594, di provvedere a comunicare al ministero dell’economia e delle finanze i dati relativi a:
- 	i beni immobili ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali, sui quali vantino a qualunque titolo diritti reali, distinguendoli in base al relativo titolo, determinandone la consistenza complessiva e indicando gli eventuali proventi annualmente ritratti dalla cessione in locazione o in ogni caso dalla costituzione in relazione agli stessi di diritti in favore di terzi;
- i beni immobili ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali, dei quali abbiano a qualunque titolo la disponibilità, distinguendoli in base al relativo titolo, e determinandone la consistenza complessiva, nonché quantificando gli oneri annui complessivamente sostenuti a qualunque titolo per assicurarne la disponibilità;
- Richiamata la propria deliberazione n. 99 del 30.04.2016 di approvazione del Piano Triennale 2016/2018 di razionalizzazione dell’utilizzo dei beni mobili ed immobili finalizzato al contenimento delle spese di funzionamento di cui all’art. 2, comma 594 e segg. della L. 244/2007;
- Visto l’allegato Piano contenente misure e direttive finalizzate alla razionalizzazione e al contenimento delle spese in argomento per il triennio 2017/2019, consistente sostanzialmente nell’aggiornamento del piano triennale 2016/2018 e nella rendicontazione a consuntivo dei risultati raggiunti rispetto a quanto previsto per l’anno 2016 dal piano di razionalizzazione triennale 2016/2018;
- Sottolineato che l’attività di contenimento e razionalizzazione delle spese di funzionamento coinvolge trasversalmente tutte le aree dell’Ente e che, con il coinvolgimento dell’Ufficio Economato, sono stati raccolti ed assemblati i dati e le informazioni per la stesura del nuovo piano triennale 2017/2019, compresa la parte riguardante la rendicontazione relativa a quanto previsto dal piano 2016/2018 per l’anno 2016; 
- Ricordato che il piano triennale di razionalizzazione è reso pubblico con la pubblicazione sul sito istituzionale dell’ente;
- Ritenuto, pertanto, necessario approvare l’allegato Piano contenente misure e direttive finalizzate alla razionalizzazione ed al contenimento delle spese in argomento per il triennio 2017/2019 nei contenuti come sopra descritti;      
- Preso atto del seguente parere favorevole reso ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - DI CONSIDERARE le premesse quale parte integrante e sostanziale del presente atto;
2°) - DI APPROVARE l’allegato Piano contenente misure e direttive finalizzate alla razionalizzazione e al contenimento delle spese in argomento per il triennio 2017/2019, consistente sostanzialmente nell’aggiornamento del piano triennale 2016/2018 e nella rendicontazione a consuntivo dei risultati raggiunti rispetto a quanto previsto per l’anno 2016 dal piano di razionalizzazione triennale 2016/2018;
3°) - DI INVITARE tutti i responsabili dei servizi comunali a porre la massima attenzione alla concreta realizzazione delle azioni e degli interventi previsti nel piano e ad inviare all’Ufficio Economato, al termine dell’anno 2017, una relazione a consuntivo, finalizzata alla predisposizione del rapporto da inviare con cadenza annuale agli organi di controllo interno (Collegio dei Revisori) e alla sezione regionale di controllo della Corte dei Conti delle Marche; 
4°) - DI PROVVEDERE alla pubblicazione del Piano Triennale 2017 – 2019 sul sito istituzionale dell’ente; 
5°) – DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dall’11 gennaio 2017 al 26 gennaio 2017 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 27 gennaio 2017	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 22 gennaio 2017, essendo stata pubblicata l’11 gennaio 2017
Lì, 23 gennaio 2017	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,