Senigallia Atto

Approvazione del progetto interventi edilizi ed area ex arena Italia e porta Lambertina

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-LP/2017/55 del 17 gennaio 2017

Presentazione
Approvazione
17.1.2017

Firmatari

  • Maurizio Memè
    Vice sindaco, Assessore alle pianificazioni urbanistiche, gestione e manutenzione del litorale, Suap
    Monitorato da 19 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 12
Seduta del 17/01/2017
OGGETTO:	APPROVAZIONE DEL PROGETTO PER L’ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI EDILIZI ED URBANISTICI RICOMPRESE NELL'AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE URBANA DELL'AREA "EX ARENA ITALIA – PORTA LAMBERTINA, NEL CENTRO ANTICO DI SENIGALLIA

L’anno duemiladiciassette addì diciassette del mese di gennaio alle ore 8,00 nel Centro Civico della frazione di Vallone, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Memè Maurizio;

Premesso che:
- Con deliberazione del Consiglio Comunale n°89 del 14-15-21-27-28/10-4/11/2009 è stato approvato definitivamente il piano particolareggiato del centro storico della città di Senigallia ai sensi e per gli effetti dell’art.30 L.R. 34/92 e s.m.i;
- Con deliberazione della Giunta Municipale n°53 del 01/04/2014 è – stata approvata definitivamente la 1° variante al PPCS;
- Con deliberazione della Giunta Municipale n°239 del 13/0972016 è – stata adottata la 2° variante al PPCS;
 - L’art. 5.2 delle vigenti N.T.A. del PPCS, individua ambiti fuori e dentro le mura in stato di degrado, di rilevanza strategica per la funzionalità della città murata, per il reperimento di parcheggi o per la riqualificazione morfologica della zona sottoposta ad intervento unitario di riqualificazione urbana ed edilizia, oggetto di schede norma tra cui quella afferente l’intervento di riqualificazione in argomento - AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE URBANA DELL’EX ARENA ITALIA – PORTA LAMBERTINA – SCHEDA B;
- L’art. 23.2 Ambiti di riqualificazione urbana - delle vigenti N.T.A. del PPCS, detta le prescrizioni di carattere generale per l’attuazione degli interventi di riqualificazione;
 - Con istanza del 05.08.2016 prot. n°55233, pratica edilizia n°16/138 i Sigg. Bonvini Eugenia e altri, in qualità di proprietari, hanno presentato la richiesta di permesso di costruire convenzionato per l’attuazione dell’intervento di riqualificazione in argomento;
 - A seguito dell’istruttoria della pratica sono state trasmesse le integrazioni della documentazione precedentemente deposita;
 - Da ultimo, con note trasmesse a mezzo PEC del 13/12/2016, prot. 85263, del 20/12/2016, prot. 86810, del 21/12/2016, prot. 87160, del 13/01/2017, prott. 2086 e 2283, del 16/01/2017, prot. 2429 è stato trasmesso il progetto definitivo dell’intervento di riqualificazione in argomento, redatto dal professionista incaricato, Arch. Bacchiocchi Albero di Senigallia, è composto dai documenti ed elaborati indicati nell’allegato alla presente deliberazione per farne parte integrate e sostanziale - allegato A – ELENCO DEI DOCUMENTI E DEGLI ELABORATI;
Gli elementi tecnico-amministrativi afferenti il progetto dell’intervento di riqualificazione in argomento sono dettagliatamente e univocamente individuati nell’allegato alla presente deliberazione per farne parte integrate e sostanziale - allegato B – RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA ASSEVERATA;
I pareri e nulla osta conseguiti e da conseguire afferenti l’intervento di riqualificazione in argomento contenenti le prescrizioni alle quali il soggetto attuatore dovrà uniformarsi sono dettagliatamente e univocamente individuati nell’allegato alla presente deliberazione per farne parte integrate e sostanziale - allegato C – DOCUMENTO ISTRUTTORIO;
Di seguito si riassumono i principali elementi tecnico - amministrativi inerenti l’intervento di riqualificazione in argomento:
A - in ordine allo stato di fatto
Attualmente, dall’estate del 2014, l’area è utilizzata a parcheggio pubblico, concesso al Comune in di comodato d’uso gratuito con atto d’obbligo del 28.11.2013, prot. 63568;
Precedentemente l’area era occupata da un complesso di manufatti componenti l’ex cinema Arena Italia. La loro area di sedime occupava l’intero immobile che confina su due lati con le vie Rodi e Mamiani e, sugli altri due, con le mura urbane e con la proprietà contigua posta a nord.
I manufatti, databili, in parte, ai primi anni venti e, in parte, intorno alla seconda metà degli anni quaranta del secolo scorso, si trovavano in condizioni di notevole degrado. Gli stessi manufatti presentavano altezze variabili, raggiungendo, alla chiave delle volte di copertura in eternit, i 10,50 ml. Lo stesso immobile, negli anni ’20 del novecento, era un opificio per la produzione dei bottoni. La sua realizzazione aveva comportato la demolizione delle mura cinquecentesche, nel tratto tra la Porta ed il bastione e l’occupazione di un’area a cavallo delle mura il cui limite, verso la città, era costituito dall’odierna via Rodi.
Gli stessi confini sono stati mantenuti nella trasformazione del bottonificio nel cinema. Dopo la chiusura dell’attività commerciale connessa al cinema, sono stati effettuati scavi richiesti dal Comune per individuare la presenza e il tracciato delle mura demolite. Si è posto alla luce un brano delle mura di circa 3 ml da cui è derivabile anche il suo orientamento che permette di tracciare il segmento completo, di collegamento tra la Porta e il bastione.
B - In ordine al progetto urbanistico - edilizio
Il progetto di riqualificazione, in conformità agli obiettivi indicati dalla scheda B – AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE URBANA DELL’EX ARENA ITALIA – PORTA LAMBERTINA – SCHEDA B - intende perseguire i seguenti obiettivi:
- la tutela e la valorizzazione delle mura e della Porta Lambertina;
- il riferimento del progetto ai caratteri tradizionali dell’edilizia storica compresa nella città murata;
Sotto il profilo urbanistico, la sistemazione proposta si configura come la soglia separatrice e, insieme, connettiva tra l’edificato settecentesco degli isolati a losanga sviluppatisi fuori le mura, verso nord e le stesse mura dell’ampliazione urbana cinquecentesca, in particolare, la settecentesca Porta Lambertina.
L’edificio e la sua area di pertinenza si propongono di costituire un luogo in cui sia possibile comprendere almeno una parte del processo di sedimentazione della città antica.
La collocazione al piano terra di attività commerciali al servizio della città accresce la qualità pubblica del luogo.
I tre livelli fuori terra e l’interrato, sono serviti da un gruppo scala principale con ascensore collocato al centro del lato nord dell’edificio. Gli alloggi di testata del piano primo, invece, sono serviti da due corpi scala indipendenti, anch’essi dotati di ascensore, accessibili come il principale, dal piano terra e dal medesimo percorso pedonale.
Il progetto, non prevede la realizzazione di alloggi da destinare a edilizia residenziale pubblica.
I parametri urbanistico edilizi e la dotazione di servizi, così come desunti dalla RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA ASSEVERATA sono i seguenti:
PARAMETRI URBANISTICO-EDILIZIa – PARAMETRI AFFERENTI LA SFERA PRIVATAoggettou.mstato di fattoP.U.A./
scheda BprogettoSUPERFICI(ST_c) - superficie territoriale - catastalem22.803-2.803(ST_r) - superficie territoriale - realem22.825-2.825(SF_c) - superficie fondiaria - catastalem21.3111.3111.010(SF_r) superficie fondiaria - realem21.341-1.032(SC) - superficie copertam20-459,86(SS_p) - superficie scoperta permeabilem20-0(SS_i) - superficie scoperta impermeabilem21.341-572,14(SS_tot) - superficie scoperta totale (SS_p + SS_i)m21.341-572,14DESTINAZIONE D’USO E CONSISTENZA – superficie utile lorda – (Sul) – volume (V)(Sul_r) - per attività residenzialim20-1.290,31(V_r) - per attività residenzialim30-3.853,43(Num_r) - numero allogginum0-10(Sul_c) - per attività commercialim20-365,80(V_c) - per attività commercialim30-1.152,27(Num_c) – numero attività commercialinum0-4(Sul_tot) – superficie utile lorda totalem20-1.647,42(V_interr) - Volume interrato per calcolo oneri – 25% del Volume effettivom30-512,23(V_tot) - Volume totalem30-5.005,70DISTANZE, ALTEZZE E NUMERO DEI PIANI(D_f) - distacco tra gli edificim0--(D_c) - distacco dai confinim0Vedi scheda B21,50 lato nord
8,00 dalle mura(D_s) - distanza dalle stradem0--(H_f) - altezza delle fronti m0-10,50(H-max) - altezza massima degli edifici m010,5010,50(Num_pi) - numero dei piani interratim0Vedi scheda B21(Num_ps) - numero dei piani seminterratim0Vedi scheda B20(Num-pf) - numero dei piani fuori terram0Vedi scheda B23INDICI URBANISTICI(IT) - indice di fabbricabilità territorialenum0-1,772(UT) - indice di utilizzazione territorialenum0-0,586(IF_c) - indice di fabbricabilità fondiaria su (SF_r)num0-4,850(UF_r) - indice di utilizzazione fondiaria su (SF-r)num0-1,604(IC) - indice di copertura su (SF-r)num0-0,445(AC) - abitanti convenzionali – ( vol_tot / 120)num0-42(P) - Indice di piantumazionenum0--
b – PARAMETRI AFFERENTI LA DOTAZIONE DI SERVIZIoggettou.mstato di fattoP.U.A./
scheda B/ RECprogettoDOTAZIONI PRIVATE(Park_r) -parcheggio per attività residenzialim20449,03445,99(Num_park_r) - numero parchegginum01013(Park_c) - per attività commercialim20127,29127,29(Num_park_c) – numero parchegginum045(Park_tot) – superficie parcheggi totalem20576,32573,28(num-park_tot) – numero parcheggi totalem20--(Num_a) – numero autorimessenum01418(Vp_c) - verde privato e condominialem20--(Su_sc) – superficie spazi integrativi alla residenza – cd. Sala Condominialem20300(Su_it) - superficie impianti tecnologicim20-36,99(V_it) - volume impianti tecnologicim30-92,94(Num_it) – numero impianti tecnologicinum0-1DOTAZIONI OO.UU. PRIMARIE(Su_park) – superficie parcheggim20284,870(Num_park) – numero parchegginum0100(Num_piante park) – numero piante per parcknum0100DOTAZIONI OO.UU. SECONDARIE(A.U.S.) – Aree per urbanizzazione secondariam20496,33692,00C - Considerazioni in ordine alla dotazione delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria e alla cessione delle aree.
I tratti di via Mamiani e via Rodi, interessati dall’intervento, saranno ripavimentati con basoli di pietra di Cingoli, o simili, disposti a spina, come nel resto della viabilità del centro antico ed, in particolare, dell’attigua via Carducci.
La nuova viabilità pedonale si incardina sulla prosecuzione del tratto porticato esistente nell’edificio a nord di quello in progetto, disponendo su questa direttrice il nuovo marciapiede dell’edificio, sulla via Mamiani. In questa stessa direzione, il percorso pedonale prosegue lungo un nuovo marciapiede, che disegna il margine esterno di via Rodi e ne assume la direzione, per dirigersi verso le mura occidentali e percorrere il giro del bastione utilizzando il percorso pubblico su di esso, da tempo disponibile. Inoltre la nuova sistemazione dell’area pavimentata permetterà di dirigersi anche verso la Porta Lambertina e attraversarla a piedi, secondo la consuetudine precedente all’abbattimento delle mura in quel tratto. Anche il nuovo marciapiede sarà pavimentato con basoli della stessa pietra, disposti a correre e bordato di pietra calcarea.
Gli elementi economici relativi agli interventi afferenti la sfera privata e pubblica, così come desunti dalla RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA ASSEVERATA sono i seguenti:
RIEPILOGO GENERALE DEGLI INTERVENTI - QUADRO ECONOMICO PROGETTO - ESECUTIVODESCRIZIONEtotali parziali - Ђ.totali - Ђ.A - IMPORTO LAVORI A BASE D'APPALTO (a+b+c)2.645.038ainterventi edilizi afferenti il promotore2.338.346binterventi per OO.UU. primarie137.363cinterventi per OO.UU. secondarie169.329B - SOMME A DISPOSIZIONE DELL'AMMINISTRAZIONE (d+e+f)367.603dinterventi edilizi afferenti il promotore283.802einterventi per OO.UU. primarie38.646finterventi per OO.UU. secondarie45.155C - IMPORTO interventi edilizi afferenti il promotore – (a + d)2.622.148C - IMPORTO interventi per OO.UU. primarie – (b + e)176.009C - IMPORTO interventi per OO.UU. secondarie – (c + f)214.484D - TOTALE IMPORTO INTERVENTO – (A + B)3.012.641E – incidenza delle OO.UU. al m2 di Superficie Utile Lorda – (SUL)237.03Le opere di urbanizzazione primaria e secondaria previste nell’ambito di riqualificazione consistono principalmente:
- nella realizzazione delle pavimentazioni esterne in pietra;
- nel recupero del paramento murario delle mura urbiche;
- nella realizzazione dell’impianto di pubblica illuminazione,
- nell’adeguamento/implementazione dei servizi a rete quali ENEL, GAS, TELECOM, ACQUEDOTTO, FOGNATURA, ecc. 
Le suddette opere saranno realizzate a scomputo del contributo di costruzione commisurato alle opere di urbanizzazione primaria e secondaria secondo gli importi vigenti all’atto del rilascio del permesso di costruire dell’intervento edilizio afferente la sfera privata;
Le aree afferenti alle opere di urbanizzazione primaria e l’A.U.S. previste nell’ambito di riqualificazione in da cedere al Comune e/o asservire all’uso pubblico ammontano a:
INDIVIDUAZIONE DELLE AREE DA CEDERE AL COMUNEa) – AREE DA CEDERE PER AUSDitta catastaleTitolof.m.Sub.intero – I– parte Psuperficie
m2BONVINI EUGENIA
BONVINI MARIA GABRIELLA
MONTANARI MARIA CRISTINAproprietarie7270-P309,00b) – AREE DA ASSERVIRE ALL’USO PUBBLICO PERPETUO PER OPERE DI URBANIZZAZIONE SECONDARIABONVINI EUGENIA
BONVINI MARIA GABRIELLA
MONTANARI MARIA CRISTINAproprietarie7270-P383,00C) (a + b) - TOTALE AREE DA CEDERE O ASSERVIRE ALL’USO PUBBLICO PERPETUO PER AUS692,00D) – incidenza delle aree per AUS al m2 di Superficie Utile Lorda complessiva (SUL)0,42D - Considerazioni in ordine al contributo di costruzione e monetizzazioni
Il promotore corrisponderà all’atto del ritiro del permesso di costruire dell’intervento edilizio afferente la sfera privata l’importo del contributo di costruzione e di tutti gli altri oneri e monetizzazioni, nei termini, per gli importi con le garanzie e le modalità vigenti al momento del rilascio permesso di costruire stesso.
Gli importi, così come desunti dalla RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA ASSEVERATA a tutt’oggi ammontano a:
DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONEoggettoImporto in Ђ.Da scomputare / versareContributo di costruzione commisurato alle OO.UU. primarie47.140,23Da scomputareContributo di costruzione commisurato alle OO.UU secondarie42.685,78Da scomputareContributo di costruzione commisurato al costo di costruzione24.405,1524.405,15TOTALE CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE114.230,9424.405,15
MONETIZZAZIONI DELLE DOTAZIONI A STANDARDSoggettoImporto in Ђ.MONETIZZAZIONE DOTAZIONI PRIVATEdotazione dei parcheggi privati825,99Piantumazione - P0Spazi integrativi alla residenza – cd. Sala condominiale
La monetizzazione qui indicata è subordinata all’approvazione definitiva della 2° variante al PPCS adottata con delibera GM. N. 239 del 13/09/2016; in caso di non approvazione della monetizzazione la dotazione prevista dall’art. 86 del REC di 30 m2 dovrà essere reperita.45.000,00TOTALE MONETIZZAZIONE DOTAZIONI PRIVATE45.825,99MONETIZZAZIONE DOTAZIONI PUBBLICHEdotazione dei parcheggi pubblici80.997,22Dotazione piante da mettere a dimora nel parck2.500,00Aree per urbanizzazione secondaria – A.U.S0TOTALE MONETIZZAZIONE DOTAZIONI PUBBLICHE83.497,22TOTALE MONETIZZAZIONI PRIVATE E PUBBLICHE129.323,21E - Considerazioni in ordine alla dotazione dei parcheggi pubblici e privati
In ordine alla dotazione degli spazi a parcheggio pubblico e privato di cui all’art. 63 del REC vigente il progetto di riqualificazione in argomento prevede le seguenti dotazioni:
- parcheggi privati: 573,28 m2, numero di autorimesse - 18
- circa la dotazione dei parcheggi pubblici pari a 284,87 m2 è prevista la monetizzazione conformemente a quanto disposto dal titolo I del Regolamento sulle monetizzazioni di cui alla delibera CC. del 30.10.2012, n. 86, come indicato al precedente punto D.
F - in ordine all’interesse pubblico conseguito
L’intervento costituisce un ambito di riqualificazione strategico per il raggiungimento degli obiettivi del PPCS.
G - Considerazioni in ordine alla sostenibilità energetico – ambientale dell’intervento edilizio
L’intervento di riqualificazione, ai sensi e per gli effetti dell’art. 23.2 delle NTA del PPCS della città di Senigallia approvato definitivamente con delibera Consiglio comunale n°89 del 14 – 15 – 21 – 27 – 2810 – 4/11/2009 nonché ai sensi della L.R. 17.06.2008 n°14 – norme per l’edilizia sostenibile, è corredato dalla relazione sulla sostenibilità ambientale redatta dal professionista incaricato – Ing. Stefano Urbertini di Senigallia - dalla quale si rileva che il livello della prestazione energico ambientale previsto è pari a 1,99 - così come articolato dal protocollo ITACA MARCHE.
L’intervento edilizio dovrà pertanto essere progettato e verificato in sede di agibilità per il conseguimento del suddetto livello sulla base delle disposizioni regionali in vigore, con particolare riferimento alle linee guida della Regione Marche – (cfr. D.G.R. 11.05.2009, n°760 - Linee guida per la valutazione energetico-ambientale degli edifici residenziali).
H - Considerazioni in ordine al piano di classificazione acustica
Il Consiglio comunale, in attuazione della Legge 26.10.1995 n°447 e s.m.i. - Legge quadro sull'inquinamento acustico e suoi decreti attuativi, ha adottato con atto n°50 del 06.07.2004  e ss.mm.ii. la Classificazione acustica del territorio comunale ai sensi dell’art.4 della L.R. del 14.11.2001, n°28; tale provvedimento classifica le aree oggetto del presente intervento di riqualificazione tra quelle in classe III e IV - aree di tipo misto e aree ad intensa attività umana.
Ai sensi dell’art. 8 comma 3 della L. 26.10.1995, n°447 e s.m.i., l’intervento di riqualificazione è corredato dalla relazione sulla sostenibilità ambientale redatta dal professionista incaricato – Ing. Stefano Urbertini di Senigallia -, che sarà oggetto di verifica in sede di agibilità previa presentazione del certificato di conformità ai requisiti acustici passivi precisando che quest’ultimo sia redatto completo delle prove di collaudo in opera.
I - Considerazioni in ordine alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica, vincoli di carattere storico ambientale, espropriazioni
Il progetto di riqualificazione in argomento:
- Non è assoggettato alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica, ai sensi del D.Lgs. 03.04.2006, n.152 e s.m.i., della L.R. 12.06.2007, n.6 e s.m.i. tenuto conto della D.G.R. n.1813 del 21.12.2010;
- è interessato da vincoli di cui al D.Lgs 42/2004 e s.m.i.
- Non prevede espropri e/o asservimenti di aree di altre proprietà.
L -  Considerazioni in ordine alla procedura amministrativa
La procedura di approvazione del progetto di riqualificazione in argomento, ai sensi dell’art. 23.2 delle NTA del PPCS prevede il rilascio del permesso di costruire convenzionato.
il cronoprogramma per l’attuazione del piano urbanistico attuativo a far data dalla stipula della convenzione è individuato come segue:

CRONOPROGRAMMA PER L’ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO
A FAR DATA DALLA STIPULA DELLA CONVENZIONEoggettoin mesi0 – PREDISPOSIZIONE DELLE AREE E UTILIZZO TEMPORANEO01Esecuzione dell’indagine preliminare volta alla verifica della qualità dei suoli e dei sottosuoli, pulizia, disinfestazione, derattizzazione delle aree e degli immobili.Già avvenuto02Consegna gratuita al Comune delle aree da adibire a parcheggio temporaneo.Già avvenutoA - ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI EDILIZIA1Comunicazione inizio dei lavoriMax 3A2Efficacia dell’agibilità degli interventi ediliziMax 24B - OPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIAB1Comunicazione inizio dei lavoriMax 18B2Cessione delle areeMax 22
comunque prima di A2B3Certificato positivo di CollaudoMax 23
comunque prima di A2B4Presa in consegna delle OO.UU.Max 24
comunque prima di A2Ritenuto di approvare il progetto di riqualificazione in argomento in conformità alle previsioni del PPCS per le motivazioni sopra indicate:
Visto il PPCS approvato definitivamente con delibera C.C. n°89 del 14-15-21-27-28/10-4/11/2009 e successive varianti, tenuto conto che con deliberazione della Giunta Municipale n°239 del 13/0972016 è – stata adottata la 2° variante al PPCS, tutt’ora in salvaguardia;
Vista la L. 17.08.1942 – n°1150 e s.m.i.;
Vista la L.R. 05.08.1992 – n°34 e s.m.i.;
Visto il D.P.R. 06.6.2001 n°380 e s.m.i;
Vista la L.R. 17.06.2008 – n°14 e s.m.i.;
Richiamato l'art. 48 del D.Lgs 18.08.2000, n°267 e s.m.i.;
- Preso atto che l’approvazione del presente intervento di riqualificazione non ha rilevanza ai fini contabili;
- Preso atto del seguente parere favorevole reso ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente responsabile dell’Area Tecnica Territorio Ambiente;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - DI APPROVARE, tenuto conto delle considerazioni esposte in premessa, il progetto relativo all’intervento dell’AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE URBANA DELL’EX ARENA ITALIA – PORTA LAMBERTINA – SCHEDA B, su istanza del 05.08.2016 prot. n°55233, pratica edilizia n°16/138 dei Sigg. Bonvini Eugenia e altri, in qualità di proprietari e redatto dal professionista incaricato Arch. Bacchiocchi Alberto di Senigallia composto dai documenti ed elaborati indicati nell’allegato alla presente deliberazione per farne parte integrate e sostanziale - allegato A – ELENCO DEI DOCUMENTI E DEGLI ELABORATI);
2°) - DI PRENDERE ATTO degli elementi tecnico-amministrativi afferenti il progetto dell’intervento di riqualificazione in argomento i quali sono dettagliatamente e univocamente individuati negli allegati alla presente deliberazione per farne parte integrate e sostanziale:
- allegato B – RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA ASSEVERATA;
- allegato C – DOCUMENTO ISTRUTTORIO;
3°) - DI APPROVARE lo schema di convenzione allegato alla presente deliberazione per farne parte integrate e sostanziale - allegato D) –  SCHEMA DI CONVENZIONE;
4°) - DI AUTORIZZARE il Dirigente incaricato dell’Area Tecnica Territorio Ambiente a procedere alla firma della suddetta convenzione, una volta intervenuta l'esecutività del presente atto deliberativo, accordandogli la facoltà di inserire nella convenzione tutte le integrazioni o precisazioni, fatta salva la sostanza del negozio che si rendessero necessarie ed utili a definire in tutti i suoi aspetti il negozio stesso, con facoltà di provvedere pertanto in via esemplificativa ad una più completa ed esatta descrizione delle opere oggetto della convenzione, curando la rettifica di eventuali errori materiali intervenuti nella descrizione, nonché nell'individuazione dei nominativi dei soggetti costituenti controparte, precisare quantità, ed includere clausole di rito e di uso;
5°) - DI DARE ATTO che il responsabile del procedimento amministrativo è il responsabile dell’Ufficio Sviluppo Urbano Sostenibile – Arch. Stefano Ciacci,
6°) - DI DARE ATTO che l’intervento di riqualificazione non prevede espropri e/o asservimenti di aree di altre proprietà;
7°) - DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 27 gennaio 2017 all’11 febbraio 2017 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 13 febbraio 2017	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 7 febbraio 2017, essendo stata pubblicata il 27 gennaio 2017
Lì, 8 febbraio 2017	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,