Senigallia Atto

Sostegno all'estensione del corridoio "baltico-adriatico" da Ravenna fino a Brindisi

Mozione del Consiglio Comunale N° S-SG/2012/154 del 25 gennaio 2012

Presentazione
Approvazione
25.1.2012
  • 25.1.2012
  • approvato

Firmatari

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N° 5 
Seduta del 25/01/2012
OGGETTO:	MOZIONE PRESENTATA DAL CONSIGLIERE ROMANO PER IL SOSTEGNO ALL'ESTENSIONE DEL CORRIDOIO "BALTICO-ADRIATICO" DA RAVENNA FINO A BRINDISI
L’anno duemiladodici addì venticinque del mese di gennaio alle ore 16:30  nel Palazzo Municipale di Senigallia e nella solita sala delle adunanze consiliari.
Previa convocazione nei modi di rito, si è oggi riunito, in seduta straordinaria il Consiglio Comunale.
Fatto l’appello nominale risultano:
ConsiglierePres.Ass.ConsiglierePres.Ass.1 Angeletti Margherita*-17 Marcantoni Fabrizio-*2 Antonacci Monica *-18 Marcellini Massimo-*3 Battisti Paolo-*19 Mazzarini Alessandro-*4 Brucchini Adriano*-20 Monachesi Enzo*-5 Bucari Simonetta*-21 Paradisi Roberto*-6 Bucci Vania*-22 Pergolesi Enrico*-7 Cameruccio Gabriele*-23 Perini Maurizio*-8 Cicconi Massi Alessandro*-24 Quagliarini Luciano*-9 Donatiello Giulio*-25 Ramazzotti Ilaria-*10 Fiore Mario*-26 Rebecchini Luigi C.D.*-11 Giacchella Massimiliano*-27 Rimini Enrico*-12 Girolametti Carlo*-28 Romano Dario*-13 Gregorini Mauro*-29 Salustri Maurizio*-14 Magi Galluzzi Lorenzo*-30 Sardella Simeone*-15 Mancini Roberto*-31 Sartini Oliviano*-16 Mangialardi Maurizio*-T O T A L E     P R E S E N T I    N° 26

 Shamsuddin BhuiyanConsigliere Straniero Aggiunto-* Md Abdur KaiumConsigliere Straniero Aggiunto-*
Sono altresì presenti gli assessori: Ceresoni Simone, Curzi Paola, Meme' Maurizio, Paci Francesca Michela, Schiavoni Stefano.
Essendo legale l’adunanza per il numero degli intervenuti, il Sig. Enzo Monachesi nella qualità di Presidente dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario Comunale Dott. Morganti Stefano 
Chiama a fungere da scrutatori i Consiglieri Signori: 1°  Rebecchini Luigi; 2° Bucci Vania;  3° Donatiello Giulio .
Il Presidente del Consiglio MONACHESI enuncia l’argomento iscritto al punto 5 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari relativo a: MOZIONE PRESENTATA DAL CONSIGLIERE ROMANO PER IL SOSTEGNO ALL'ESTENSIONE DEL CORRIDOIO "BALTICO-ADRIATICO" DA RAVENNA FINO A BRINDISI e concede la parola al Consigliere Romano per l’illustrazione della stessa.

Il Consigliere ROMANO (Vivi Senigallia): Senza leggere questa mozione che ha un carattere molto tecnico volevo spiegare in breve in cosa consiste il testo. Il corridoio Baltico Adriatico, prendo spunto dalla definizione del sito ufficiale, è un corridoio ferroviario intermodale che collega il Baltico, il mare Adriatico e i loro porti rilevanti e le principali città che arrivano dalla Finlandia fino all’Italia. Cosa vuol dire questo? Che gli imprenditori hanno un'opportunità in più attraverso un sistema infrastrutturale integrato a livello europeo di poter trasportare la propria merce liberamente all’interno dei confini dell’Unione Europea.
Il corridoio Baltico Adriatico originariamente era previsto da Helsinki fino a Ravenna e ovviamente questa cosa non è andata giù alle Regioni Marche, Molise, Abruzzo e Puglia che si sono viste tagliate fuori da questa situazione, infatti l’11 ottobre 2011, proprio in quest'ottica, il Comitato delle Regioni ha dato il via libera a una macroregione Adriatico Ionica che significherebbe programmi di finanziamento dedicati che riguardino le Regioni Italia e i propri dirimpettai, quindi parliamo di Albania, Serbia, Croazia, Grecia e tutte le altre nazioni limitrofe. Oltre a questo però c'è un problema derivante dai trasporti, perché è inutile avere programmi di finanziamento dedicati se poi non ci sono dei sistemi integrati che riescano e permettano ai cittadini di usufruire liberamente dei trasporti. A questo scopo anche la Camera dei Deputati il 20 dicembre ha approvato una mozione che impegnava il Governo a sostenere politicamente l’estensione di questo corridoio fino a Brindisi comprendendo i porti di Ancona,  Bari, Brindisi fino ad arrivare a Taranto con un altro collegamento ferroviario.
Quello che si chiede in questa mozione fondamentalmente, Presidente, è chiedere alla Giunta di sostenere politicamente la Regione Marche e il Governo italiano nella richiesta di estensione di questo corridoio e poi di proporre l’approvazione di questa mozione a tutti i Comuni costieri da Ravenna a Brindisi. Detto tra noi se questa mozione l’approviamo solo a noi serve a ben poco, se invece tutti i Comuni o almeno buona parte di essi l’approvasse sarebbe un ulteriore tassello da presentare presso i palazzi di Bruxelles. È quel famoso fare squadra collettivo che cerco di invocare da anni che però purtroppo a noi italiani riesce difficile, magari in questa situazione ci riusciremo.

Il Consigliere RIMINI (PDL): Dichiarazione di voto ovviamente favorevole perché quando vi è un'iniziativa politica positiva,  propositiva di larghe vedute come questa sento di esprimermi in maniera favorevole. Capisco, e l’amico Dario Romano l’ha detto nello spiegare la sua mozione, che se viene approvata solamente dal Comune di Senigallia servirà ben poco, se invece vi fosse una unità e un'approvazione globale darebbe un segnale forte che potrebbe arrivare dove si prendono questo tipo di decisioni e potrebbe essere determinante poichè è un' operazione molto importante alla quale noi abbiamo sempre creduto e crediamo. Esprimiamo il nostro sostegno con voto favorevole. 

Il SINDACO: Solo per esprimere il voto favorevole alla proposta avanzata dal consigliere Dario Romano con un impegno, come è stato sottolineato, di portare intanto al tavolo regionale questo tema che è stato già comunque articolato proprio negli ultimi giorni dal Presidente, quindi penso che ci siano le condizioni almeno di porlo come obiettivo transregionale e quindi riprendere un tema che per noi può diventare strategico, che invece vedrebbe la nostra Regione completamente tagliata fuori da un processo di riorganizzazione europeo. Per riconfermare Consigliere l’impegno del Sindaco all’interno del direttivo dell’ANCI e in ogni occasione che ci potrà capitare e sulla quale il ruolo di Senigallia può da essere assunto a favore di questo ordine del giorno. La ringrazio per averlo posto come tema al Consiglio.

Il Presidente del Consiglio MONACHESI pone in votazione, palese con modalità elettronica, la mozione iscritta al punto 5 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari, che allegata al presente atto ne forma parte integrante e sostanziale, che viene approvata con 23 voti favorevoli, nessuno contrario, nessuno astenuto, 3 presenti non votanti (Mancini, Paradisi, Rebecchini) come proclama il Presidente ai sensi di legge.

     
Letto, confermato e sottoscritto
	Il Presidente	Il  Segretario Comunale
	F/to Enzo Monachesi	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 6 febbraio 2012 al 21 febbraio 2012  ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 22 febbraio 2012	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 17 febbraio 2012, essendo stata pubblicata il 6 febbraio 2012
Lì, 20 febbraio 2012	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,