Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 26 del 23 maggio 2017

Precedente | Successiva

RINEGOZIAZIONE PER L’ANNO 2017 DEI PRESTITI CONCESSI AI COMUNI DALLA CASSA DEPOSITI E PRESTITI S.P.A. AI SENSI DELLA CIRCOLARE DELLA CDP N. 1287 DEL 12.04.2017.

  • Campanile, Gennaro
    Assessore al bilancio e patrimonio, sviluppo economico e commercio
    Monitorato da 17 cittadini
L’Assessore CAMPANILE: si buonasera Presidente buonasera Sindaco colleghi di Giunta e i Consiglieri tutti. Mi scuso per il ritardo, ho avuto un problema personale e quindi ringrazio il Sindaco per aver relazionato su questa pratica che insieme ai commissari della Commissione bilancio abbiamo approfondito e anche ascoltando la relazione della dirigente Filonzi che ringrazio e che è presente anche oggi qui con noi. Come avevamo detto in Commissione è un’occasione per la città di poter liberare risorse pari a 390.000 euro, una occasione dovuta appunto alla Cassa depositi e prestiti che si è resa disponibile alla rinegoziazione e ai finanziamenti che sono stati concessi ai Comuni che attualmente sono in ammortamento e che entro il 26 dovrà avvenire il programma di rinegoziazione e di adesione a questa proposta. È stato già detto che non c’è nessun onere a carico dell’ente e considerato anche il principio che prima accennava anche il dirigente dell’equivalenza finanziaria, l’emendamento si rende necessario per aggiornare in due parti nella colonna quota interessi al 31/12/2017 il totale di 598.691,23 viene sostituito con 598.535,36 quindi con una riduzione per la quota interessi di 156,57 euro e nella colonna rata quota capitale semestrale dal 30/6/2018 il totale di 958.010,30 viene sostituito con 957.898,77 con una riduzione di 115,57 euro e vengono confermati tutti gli altri dati qui sotto riportati in particolar modo il debito residuo al primo di luglio 2017 che è pari a 28.191.029,64 e la quota capitale del secondo semestre 2017 che non dovrà essere corrisposta pari a 390.671,78 quindi l’emendamento riprende e conferma la quota che non sarà pagata per il secondo semestre giugno - dicembre dal Comune di Senigallia e da tutti i Comuni che hanno aderito e che potevano aderire di 390.000 euro che saranno destinati per investimenti e viene aggiornato chiaramente il debito residuo. Mi sento di comunicarvi se alcuni non lo sapessero che in una fase di esercizio finanziario 2017 nei mesi scorsi abbiamo alienato l’ex casa del comandante per un valore di 600.000 euro e questa destinazione vincolata della vendita della casa del comandante è del 75% per l’estinzione dei debiti a carico dell’ente comunale il 25% va utilizzato per la riduzione del debito pubblico, quindi in questo anno 450.000 euro, queste risorse saranno utilizzate per appunto l’estinzione di mutui in particolar modo quei mutui che non sono con la Cassa depositi e prestiti che non hanno penali e quindi andremo ad estinguere completamente grazie a questa alienazione 450.000 euro di debito, quindi mi sembra che rinegoziare in questo momento i mutui, queste 178 posizioni liberando 390.000 euro di risorse che come diceva il Sindaco serviranno per investire nel nostro territorio ma nel contesto l’azione dell’alienazione della casa del comandante porterà a un’estinzione di alcuni mutui che avevamo acceso negli anni, in particolar modo erano quelli che ci eravamo accordati quando abbiamo avuto lo stabilimento del BIC quando avevamo chiuso la società partecipata, avevamo acquisito al patrimonio comunale l’edificio ma ci eravamo accollati anche i due rimanenti mutui che c’erano all’interno appunto del Bic e che saranno estinti attraverso queste risorse che saranno utilizzate, quindi Presidente l’emendamento è molto semplice e mi sembra che dà il quadro preciso di questo momento e di questa fase di rinegoziazione dei mutui.