Senigallia Consiglio

Seduta del Consiglio Comunale num. 20 del 30 novembre 2016

Precedente | Successiva

INTERROGAZIONI ED INTERPELLANZE

  • Memè, Maurizio
    Vice sindaco, Assessore alle pianificazioni urbanistiche, gestione e manutenzione del litorale, Suap
    Monitorato da 19 cittadini

Il Vice Sindaco MEMÈ: buonasera Consiglieri, colleghi di Giunta e quanti ci stanno ascoltando o in streaming o via radio. Per quanto riguarda l’interrogazione proposta da Sartini in merito all’ispezione del MEF la riteniamo un adempimento a cui tutti i comuni sono assoggettati in Italia perché è una procedura normale di verifica dell’operato delle amministrazioni comunali, rispettiamo e prendiamo sul serio la relazione che hanno fatto in merito ad alcuni punti che sono stati osservati rispetto ai quali siamo chiamati a controdedurre, è chiaro che le attività del MEF sono attività autonome e che vanno ad indagare atti amministrativi e nell’ambito della propria attività a conclusione dell’iter informativo hanno prodotto una relazione dove sono stati sintetizzati 18 punti e l’Amministrazione sta predisponendo le controdeduzioni come recita proprio il documento consegnato a firma del Ragioniere generale dello Stato, il quale recita si rimane in attesa di conoscere l’esito delle iniziative intraprese dall’Amministrazione comunale per sanare le situazioni di rilievo emerse nell’ispezione. È un atto formale, siamo a metà del percorso perché sono state fatte delle osservazioni, abbiamo il tempo di controdedurre, non c’è nessuna disposizione che ci impone, né lo Statuto né nessun altro regolamento, di informare puntualmente il Consiglio comunale rispetto a questa procedura perché è un atto amministrativo e quindi abbiamo proceduto in questa strada come facciamo in tantissime altre occasioni dove vengono richiesti gli atti o dove siamo chiamati a dare delle risposte perché riguarda la parte amministrativa gestionale. Il Sindaco comunque, come ha ricordato il Presidente, ha già richiesto di poter organizzare una Commissione per approfondire, è chiaro che non sarà la Commissione che detterà le controdeduzioni ma saranno i dirigenti preposti, viste le osservazioni, a dare per ogni singolo punto dei 18 evidenziati delle risposte puntuali e rispetto alla sua interrogazione i termini per rispondere a tutte le domande non ci sono soprattutto alle ultime due in quanto l’Amministrazione sta approfondendo e valutando le singole osservazioni fatte proprio per controdedurre in modo puntuale e preciso. Dico questo perché non abbiamo nascosto niente, non abbiamo da nascondere nulla, perché è un atto amministrativo normale, sono stati assoggettati tanti Comuni a questo tipo di verifiche e a tutti come in altre occasioni la Corte dei conti ci chiede perché abbiamo fatto delle scelte e perché non altre, risponderemo con la tranquillità e l’onestà che ci contraddistingue dopodiché intraprenderemo anche tutte le misure che eventualmente ci verranno in qualche modo sottoposte, quindi da parte dell’Amministrazione comunale c’è la piena disponibilità a collaborare con il MEF perché lo riteniamo un atto dovuto di grande trasparenza e quindi questa è la risposta alla interrogazione. Si dà atto che entrano l’Assessore Campanile e il Consigliere Beccaceci: Presenti con diritto di voto n. 15.