Senigallia Atto

Proroga del termine per l'adozione della delibera di salvaguardia degli equilibri di bilancio

Ordine del giorno del Consiglio Comunale N° S-SG/2013/1817 del 30 settembre 2013

Presentazione
Approvazione
30.9.2013

Firmatari

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N° 73 
Seduta del 30/09/2013
OGGETTO:	ORDINE DEL GIORNO PER LA RICHIESTA DI PROROGA DEL TERMINE PER LA ADOZIONE DA PARTE DEI COMUNI DELLA DELIBERAZIONE DI SALVAGUARDIA DEGLI EQUILIBRI DI BILANCIO
L’anno duemilatredici addì trenta del mese di settembre alle ore 17:30  nel Palazzo Municipale di Senigallia e nella solita sala delle adunanze consiliari.
Previa convocazione nei modi di rito, si è oggi riunito, in seduta straordinaria il Consiglio Comunale.
Fatto l’appello nominale risultano:
ConsiglierePres.Ass.ConsiglierePres.Ass.1 Allegrezza Elisabetta-*17 Marcantoni Fabrizio-*2 Angeletti Margherita *-18 Marcellini Massimo-*3 Antonacci Monica-*19 Mazzarini Alessandro-*4 Battisti Paolo-*20 Monachesi Enzo*-5 Brucchini Adriano*-21 Paradisi Roberto-*6 Bucari Simonetta*-22 Pergolesi Enrico*-7 Bucci Vania*-23 Perini Maurizio*-8 Cameruccio Gabriele*-24 Quagliarini Luciano*-9 Cicconi Massi Alessandro*-25 Ramazzotti Ilaria*-10 Donatiello Giulio*-26 Rebecchini Luigi C.D.*-11 Fiore Mario*-27 Rimini Enrico*-12 Giacchella Massimiliano-*28 Romano Dario*-13 Girolametti Carlo*-29 Salustri Maurizio*-14 Gregorini Mauro*-30 Sardella Simeone*-15 Mancini Roberto-*31 Sartini Oliviano*-16 Mangialardi Maurizio-*T O T A L E     P R E S E N T I    N° 21

Shamsuddin BhuiyanConsigliere Straniero Aggiunto-*Md Abdur KaiumConsigliere Straniero Aggiunto-*

Sono altresì presenti gli assessori: Campanile Gennaro, Ceresoni Simone, Curzi Paola, Meme' Maurizio, Paci Francesca Michela, Schiavoni Stefano.
Essendo legale l’adunanza per il numero degli intervenuti, il Sig. Enzo Monachesi nella qualità di Presidente dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario Comunale Dott. Morganti Stefano 
Chiama a fungere da scrutatori i Consiglieri Signori: 1°  Perini Maurizio; 2° Pergolesi Enrico;  3° Bucci Vania .
Il Presidente del Consiglio MONACHESI enuncia l’argomento iscritto al punto 8 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari relativo a: ORDINE DEL GIORNO PER LA RICHIESTA DI PROROGA DEL TERMINE PER LA ADOZIONE DA PARTE DEI COMUNI DELLA DELIBERAZIONE DI SALVAGUARDIA DEGLI EQUILIBRI DI BILANCIO.
 Questo ordine del giorno accettato fuori termine dalla Conferenza dei capigruppo lo presento io. È sulla scia dei ragionamenti fatti sin d’ora, è un ordine del giorno che tutti i comuni valuteranno ed è proposto dall’ANCI regionale. Vado a leggerlo. 
Premesso che l’articolo 8 del D.L. 8 agosto 2013 numero 102 ha differito il termine di approvazione del bilancio di previsione 2013 al 30 novembre 2013, mentre per i Comuni che lo hanno già approvato permane l’obbligo di adottare ai sensi dell’articolo 193 del D. Lgs.vo 267/2000, entro il 30 settembre la deliberazione di salvaguardia degli equilibri di bilancio; ravvisata in linea generale la materiale impossibilità per i Comuni di procedere efficacemente entro il termine del 30 settembre all’approvazione della deliberazione sulla salvaguardia degli equilibri di bilancio, a causa dell’assoluta incertezza e contraddittorietà del quadro di finanza pubblica locale resa ancor più drammatica dall’attuale crisi del Governo nazionale che rende difficile ipotizzare la rapida ricostituzione di una solida maggioranza parlamentare in grado di condurre in porto gli annunciati provvedimenti in materia di finanza pubblica locale, proseguendo così nella strada intrapresa; considerato che nello specifico le incertezze riguardano i seguenti elementi: a) in materia di trasferimenti statali nulla di certo si sa in ordine all’entità dei tagli applicati ai singoli Comuni in applicazione della spending review e sull’entità delle somme spettanti a titolo di fondo di solidarietà comunale, non essendo a tutt’oggi è stato emanato il DPCM annunciato in sede di legge di stabilità 2013; b)  mancano elementi certi circa i trasferimenti compensativi ai Comuni del mancato gettito IMU 2013 su abitazione principale ed altre fattispecie escluse dal citato D.L. 102 del 2013 che deve essere tuttavia ancora convertito in legge ordinaria, forti dubbi permangono sulla possibilità che venga riconosciuto ai Comuni l’importo del mancato gettito IMU prima e seconda rata ad aliquote 2013, con il conseguente inevitabile sorgere di evidenti problemi a livello di equilibri di bilancio per gli enti locali; valutato che anche ipotizzando una rapida soluzione della crisi del Governo nazionale e la conseguente nuova formazione di una solida maggioranza parlamentare, i provvedimenti normativi destinati ad incidere sulle finanze dei comuni verranno emanati dopo il 30 settembre con il serio rischio di squilibri finanziari a carico dei Comuni i quali, scaduto il termine previsto dall’articolo 193 del TUEL, non sarebbero più nelle condizioni giuridiche per intervenire con altre manovre fiscali facendo leva su altre leve tributarie. Tale situazione sarebbe molto grave in quanto i Comuni coinvolti non avendo la possibilità di compensare entrate mancanti con altre manovre fiscali, chiuderebbero l’esercizio 2013 inevitabilmente in disavanzo e senza rispettare il patto di stabilità interno. Ravvisata la necessità di un formale pronunciamento del Ministero degli interni che, come già avvenuto anche lo scorso anno con la circolare FL numero 11/2013, autorizzi i comuni ad adottare la deliberazione di salvaguardia degli equilibri di bilancio oltre il termine del 30 settembre 2013, in considerazione dell’incertezza e contraddittorietà dell’attuale quadro normativo di finanza pubblica locale. Visto lo schema di ordine del giorno trasmesso in data 30 settembre dal presidente dell’ANCI Marche Maurizio Mangialardi. Tutto ciò premesso dispone la trasmissione del contenuto del presente ordine del giorno al signor Prefetto affinché possa farsi interprete presso il Ministero dell’Interno dell’esigenza rappresentata dal nostro Comune; impegna quindi il Sindaco e la Giunta comunale a svolgere in stretto raccordo con l’ANCI regionale, tutte le azioni di sensibilizzazione e pressione politica per garantire ai cittadini quelle risorse economiche e certezze finanziarie indispensabili per garantire il soddisfacimento dei bisogni delle comunità locali.

Il Consigliere RAMAZZOTTI (PD): Intervengo a favore di questo ordine del giorno in quanto è evidente la necessità e l’urgenza anche di chiedere alla Prefettura un rinvio di questa pratica in quanto è paradossale la situazione in cui si trova il nostro Comune, come tanti altri Comuni purtroppo del nostro Paese, che avendo avuto la possibilità di approvare un bilancio a metà anno, comunque sia molto tardi ma in maniera ancora vicino il più possibile a quello che poteva essere un bilancio di previsione, si trova penalizzato rispetto a quei Comuni che invece hanno avuto la possibilità di differire di fatto fino a novembre votando praticamente un consuntivo e un preventivo contemporaneamente. Quindi la situazione finanziaria di quest’anno dei Comuni è più che paradossale, forse è quasi una situazione di totale incapacità di programmare e di decidere anche come gestire le risorse in quanto si rincorrono le date, le scadenze, si rincorrono i provvedimenti che fino all’ultimo secondo non arrivano, fino al punto tale addirittura da vedere la caduta del Governo e quindi la totale incertezza in tutti i settori, in modo particolare per ciò che riguarda l’ente comunale. Quindi è ovvio che questo ordine del giorno ha una sua urgenza e una sua necessità in quanto l’augurio è che oltretutto in questi venti giorni, in questo lasso di tempo che la Prefettura eventualmente vorrà concederci, a livello nazionale sì prendano delle decisioni tali che non siano dannose o gravose per i cittadini perché comunque sia siamo in una situazione alquanto difficile in quanto non sappiamo in questo momento se la rata dell’IMU dovrà essere pagata a dicembre per intero dai cittadini o addirittura senza più nemmeno dividerla nel corso dell’anno in due rate, se verrà rimborsata dallo Stato, se verranno fatte altre operazioni, per cui siamo nella totale più assoluta incertezza non avendo più nemmeno un Governo, un ministro, qualcuno che possa essere di riferimento. L’augurio è che la Prefettura prenda in considerazione questo rinvio, ma che soprattutto il lavoro più grande a livello nazionale si appresti un Governo provvisorio e che questi provvedimenti siano decisi in quanto non è pensabile e possibile che siano sempre e solo i cittadini a pagare le conseguenze di una cattiva politica e dell’interesse palese di pochi che poi venga invece spalmato sulle tasche di tutti.

Il Consigliere REBECCHINI (Gruppo Misto): Questo ordine del giorno nella parte che riguarda le premesse, le considerazioni e valutazioni avrei tanto da aggiungere in linea con le cose che dicevo prima, e cioè questo ruolo che i Comuni purtroppo hanno accettato che è il ruolo di essere la mano da mettere nelle tasche dei cittadini. Comunque sono d’accordo nella parte finale che è la parte importante, dove dice si dispone e impegna il Sindaco e la Giunta comunale in stretto rapporto con l’ANCI regionale a che ci siano opere di sensibilizzazione e pressione politica per garantire le risorse e le certezze finanziarie per il soddisfacimento dei bisogni delle comunità locali. Quindi essendo d’accordo con la parte propositiva di questo ordine del giorno, voterò a favore.

Il Presidente del Consiglio MONACHESI pone in votazione, palese con modalità elettronica, l’ordine del giorno iscritto al punto 8 dei lavori consiliari, che allegato al presente atto ne forma parte integrante e sostanziale, che viene approvato con 20 voti favorevoli, nessuno contrario, 1 astenuto (Rimini) come proclama il Presidente ai sensi di legge.

      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il Presidente	Il  Segretario Comunale
	F/to Enzo Monachesi	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 28 ottobre 2013 al 12 novembre 2013 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 13 novembre 2013	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 8 novembre 2013, essendo stata pubblicata il 28 ottobre 2013
Lì, 11 novembre 2013	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,