Senigallia Atto

Realizzazione segnaletica per delimitare due posti auto dedicati ai portatori di handicap al dipartimento di prevenzione

Ordine del giorno del Consiglio Comunale N° S-SG/2018/200 del 31 gennaio 2018

Presentazione
Approvazione
31.1.2018

Firmatari

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N° 5 
Seduta del 31/01/2018
OGGETTO:	ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DAL GRUPPO CONSILIARE SENIGALLIA BENE COMUNE AD OGGETTO: REALIZZAZIONE SEGNALETICA PER DELIMITARE DUE POSTI AUTO DEDICATI AI PORTATORI DI HANDICAP AL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE
L’anno duemiladiciotto addì trentuno del mese di gennaio alle ore 15:30  nel Palazzo Municipale di Senigallia e nella solita sala delle adunanze consiliari.
Previa convocazione nei modi di rito, si è oggi riunito, in seduta straordinaria il Consiglio Comunale.
Fatto l’appello nominale risultano:
ConsiglierePres.Ass.ConsiglierePres.Ass.1 Angeletti Margherita*-14 Paradisi Roberto*-2 Beccaceci Lorenzo *-15 Pedroni Luana*-3 Bedini Mauro*-16 Perini Maurizio-*4 Brucchini Adriano*-17 Pierfederici Mauro*-5 Canestrari Alan*-18 Profili Vilma*-6 Da Ros Davide*-19 Rebecchini Luigi*-7 Fileri Nausicaa-*20 Romano Dario*-8 Giuliani Ludovica*-21 Salustri Maurizio*-9 Gregorini Mauro-*22 Santarelli Luca*-10 Mandolini Riccardo*-23 Sardella Simeone*-11 Mangialardi Maurizio-*24 Sartini Giorgio*-12 Martinangeli Stefania*-25 Urbinati Sandro*-13 Palma Elisabetta*-T O T A L E     P R E S E N T I    N° 21

 Alam Mohammad ShafiualConsigliere Straniero Aggiunto*- Becka MaksimConsigliere Straniero Aggiunto*-
Sono altresì presenti gli assessori: Bomprezzi Chantal, Bucari Simonetta, Campanile Gennaro, Girolametti Carlo, Memè Maurizio, Ramazzotti Ilaria
Essendo legale l’adunanza per il numero degli intervenuti, il Sig. Romano Dario nella qualità di Presidente dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Vice Segretario Comunale Dott. Mirti Paolo
Chiama a fungere da scrutatori i Consiglieri Signori: 1°  Pedroni Luana; 2° Santarelli Luca;  3° Palma Elisabetta .

Il Presidente del Consiglio ROMANO enuncia l’argomento iscritto al punto 5 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari relativo a: ORDINE DEL GIORNO PRESENTATO DAL GRUPPO CONSILIARE SENIGALLIA BENE COMUNE AD OGGETTO: REALIZZAZIONE SEGNALETICA PER DELIMITARE DUE POSTI AUTO DEDICATI AI PORTATORI DI HANDICAP AL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE e concede la parola al Consigliere Sartini per l’illustrazione dello stesso.

Il Consigliere SARTINI (Senigallia Bene Comune): con questo ordine del giorno voglio portare in Consiglio comunale il problema esistente per le persone disabili di poter giungere agevolmente ad usufruire dei servizi offerti dal Dipartimento di Prevenzione sito in via Po. In tutti i parcheggi in prossimità delle strutture sanitarie esistenti sia nella nostra città che nelle altre esistono dei posti riservati e in numero adeguato alle persone disabili, solo nel parcheggio esistente a fianco del Dipartimento di prevenzione dove tra l’altro c’è il servizio vaccinazioni, non c’è alcun posto riservato alla categoria dei portatori di handicap i quali per trovare parcheggio per la loro autovettura devono poi percorrere centinaia di metri a piedi o in carrozzina. L’ordine del giorno riprendendo anche una richiesta della dottoressa Cimini responsabile del servizio vaccinazioni del 23 gennaio 2017 con cui chiedeva all’Ufficio tecnico dell’Asur Area Vasta 2 di voler programmare un intervento migliorativo presso il Dipartimento di Prevenzione di Senigallia sito in via Po volto a realizzare una segnaletica per delimitare numero 2 posti auto dedicati ai portatori di handicap in prossimità dell’ingresso del servizio vaccinazioni. Questo ordine del giorno chiede al Consiglio comunale di impegnare il Sindaco affinché si faccia promotore con la Direzione Asur per la realizzazione di due posti auto dedicati ai portatori di handicap in prossimità dell’ingresso esistente tra il parcheggio dello stradone Misa e il Dipartimento di Prevenzione. Il parcheggio che è di proprietà parte comunale e parte Asur è attualmente gestito da una cooperativa incaricata dalla nostra Amministrazione comunale, quindi l’ordine del giorno tende appunto a ripristinare delle condizioni utili per tutti i portatori di handicap per poter giungere al dipartimento di prevenzione ed essendo un parcheggio che abbiamo dato in appalto e quindi abbiamo anche una parte di proprietà dell’intera area assieme all’Asur chiediamo appunto che il Sindaco si faccia promotore perché l’Asur e il Comune realizzino insieme questi due posti auto riservati ai portatori di handicap.

Si dà atto che entra il Consigliere Gregorini: Presenti con diritto di voto n. 22.

Il Presidente del Consiglio ROMANO: apriamo la discussione.

Il Consigliere GREGORINI (Art. 1 MDP): è un’interrogazione molto giusta perché dobbiamo avere rispetto e dare risposte in particolar modo a persone in difficoltà. La cosa dovrà avere uno studio perché come diceva la mozione una parte di quell’area è comunale e una parte invece è privata pertanto il titolare è l’Asur che dovrebbe concedere questi spazi. L’altra cosa invece che io penso sia ancora più fattibile in maniera diversa e perciò non dobbiamo neanche discuterne in ambiente comunale è all’interno di quella struttura dove ci sono tanti parcheggi, dove molto spesso ci sono i parcheggi dei dipendenti o ci sono le macchine dell’Asur, perciò potremmo chiedere all’Asur di togliere via magari una o due macchine, riservare gli spazi per portatori di handicap e le macchine come al poliambulatorio vengono messe nel parcheggio esterno ma sempre di competenza dell’Asur, all’interno della struttura possono prevedere due spazi nelle immediate vicinanze del servizio vaccinazioni per far sì che una struttura già asfaltata, cosa che invece la struttura dove dovremo prevedere questi parcheggi non sappiamo di chi è la competenza come ha detto prima e non è una struttura comunque che ha una pavimentazione liscia per l’accesso facile per i portatori di handicap. Non avendo gli atti in mano non so se è nostra competenza, però io rilancerei anche il fatto che la struttura, il dispensario ha un suo parcheggio dove si potrebbero individuare questi posti perciò ritengo anche questo da valutare.

Il Consigliere SARTINI (Senigallia Bene Comune): per rispondere all’intervento. Il parcheggio interno al dipartimento di prevenzione serve per i mezzi del dipartimento e poi è in pendenza quindi difficilmente usufruibile per i portatori di handicap con tutte le difficoltà che sussistono. Per quello che riguarda il parcheggio visto che la proprietà è condivisa sia del Comune che dell’Asur ma la gestione è demandata in toto all’Amministrazione comunale perché poi chi va lì parcheggia e paga al casottino che c’è all’uscita, alla cooperativa che ha avuto l’appalto per la gestione di quel parcheggio, penso che la volontà di far sì che il Sindaco e la Giunta si faccia portavoce con l’Area Vasta 2 di poter individuare questi due parcheggi a fianco dell’ingresso in zona pianeggiante e a cinque metri dall’imboccatura dell’Ufficio vaccinazioni potrebbe essere, come ha detto la dottoressa Cimini, una soluzione valida per le persone che hanno appunto difficoltà a poter parcheggiare perché nell’area circostante i parcheggi per disabili più vicini sono a centinaia di metri dalla nostra sede e con le pendenze che ci sono non sono tanto comodi per accedere ai portatori di handicap, quindi la richiesta è molto semplice, di valutare la possibilità di realizzarla e di farsi portavoce con l’Amministrazione di una richiesta che è già stata trasmessa dalla dirigente responsabile delle vaccinazioni nel 2017.

L’Assessore MEMÈ: solo Presidente per dire che è interesse dell’Amministrazione e prestare la massima attenzione alle persone in difficoltà, penso che rispetto a questo e per avere la più efficace soluzione pensando ai cittadini è quella di creare all’interno della struttura dell’Asur e non del parcheggio perché soprattutto per il periodo invernale bisognerebbe uscire, scendere dalla macchina, fare il giro uscendo dal cancello in via Po, percorrere il marciapiede. Noi faremo le verifiche rispetto al parcheggio, reputo che la soluzione migliore è all’interno della struttura dell’Asur stessa privando durante le ore di funzionamento 2 posti che sono attribuiti di solito o alle macchine di servizio o alle macchine dei dipendenti, quella sarebbe la risposta più precisa rispetto all’ingresso dello stesso edificio.

Il Consigliere PALMA (Movimento 5 Stelle): a ulteriore completamento. Quanto diceva prima il Consigliere Gregorini può essere una soluzione individuata però ribadisco, dato che poi comunque ci lavoro, non proprio nel dipartimento di prevenzione ma è comunque una struttura che conosco bene, all’interno dell’area ci sono anche dei pini quindi le macchine del Dipartimento di Prevenzione parcheggiano fra le piante quindi per il caso dei disabili non ci sarebbe poi eventualmente neanche l’apertura della portiera necessaria e sufficiente da far salire o scendere un disabile in carrozzina e poi comunque la pendenza, magari poi gli Uffici faranno una supervisione, c’è una pendenza importante, quindi potrebbe essere poco opportuno, poco fruibile dalle persone disabili che dovessero accedere al dipartimento di prevenzione anche perché il discorso del cancelletto, prima ero fuori microfono non si è sentito, tra lo spiazzo che è di brecciolino bianco dove non ci sono strisce per terra quindi il parcheggio è assolutamente libero e selvaggio e il Dipartimento di prevenzione oltre al cancello che c’è su via Po, c’è un cancelletto interno una specie di servitù di passaggio pedonale e da lì il cancelletto è sufficientemente ampio, da lì il disabile che parcheggia potrebbe eventualmente avendo il posto a disposizione con lo spazio laterale previsto per l’apertura della portiera per salire e scendere con la carrozzina potrebbe utilizzare quella servitù di passaggio dopodiché di fianco c’è subito lo scivolo che fa accedere all’ufficio vaccinazioni, quindi magari tenere in conto tutti questi particolari.

Il Consigliere MARTINANGELI (Movimento 5 Stelle): io consiglierei di esaminare l’ipotesi di un rinvio in Commissione anche per questa considerazione che gli spazi di cui si sta parlando, il dipartimento di prevenzione è anche il Dipartimento presso cui si fanno le vaccinazioni a cui accedono spesso oltre che magari le persone disabili molto spesso le mamme con i neonati che debbono sottoporsi alla profilassi vaccinale, ci siamo passati tutti di non trovare posto nelle immediate vicinanze e di dover magari poi con il neonato, carrozzina e via dicendo fare dei percorsi tortuosi per recarci all’ufficio vaccinazioni, per cui in Commissione magari potrebbe essere presa in considerazione una soluzione che magari tenga conto anche di questa ulteriore problematica, quindi per questo mi sono permessa di chiedere il rinvio in Commissione.

Si dà atto che entra il Consigliere Perini: Presenti con diritto di voto n. 23.

Il Presidente del Consiglio ROMANO: abbiamo la richiesta di rinvio in Commissione della pratica, intervento a favore e intervento contro.

Il Consigliere GREGORINI (Art. 1 MDP): un parere contrario non per l’importanza dei posti dedicati ma investire la Commissione o i Consiglieri comunali per una cosa per cui abbiamo dei tecnici, l’ufficio tecnico dell’ospedale con gli uffici tecnici comunali dove basta vedersi dieci minuti con una planimetria e stabilire quanto possa essere meglio fare, penso che non sia necessario approfondirlo noi come Consiglieri. Ripeto molto importante individuare i posti per l’handicap, non è nostra competenza.

Il Consigliere SARTINI (Senigallia Bene Comune): per quello che riguarda il rinvio in Commissione per me non c’è problema a discuterne in Commissione perché è un problema che ultimamente parecchie persone hanno fatto rilevare, questa esigenza del parcheggio è indifferibile nel senso che va fatta quanto prima, quindi dal mio punto di vista mandarla in Commissione se siamo d’accordo va bene anche perché ci sono i tempi della Commissione, mi auguro che i tempi siano veloci per poter consentire di risolvere questa problematica che è semplicissima in brevissimo tempo, quindi se si vuole affrontare in Commissione ben venga altrimenti andiamo alla votazione, ma sono d’accordo a mandarla in commissione.

Si dà atto che esce il Consigliere Mandolini ed entra il Sindaco: Presenti con diritto di voto n. 23.

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica,  la proposta di  rinvio in Commissione che viene respinta con 7 voti favorevoli, 13 contrari (Angeletti, Beccaceci, Brucchini, Giuliani, Gregorini, Mangialardi, Pedroni, Profili, Rebecchini, Romano, Salustri, Santarelli, Urbinati), nessuno astenuto, 3 presenti non votanti (Bedini, Canestrari, Paradisi), come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Il Presidente del Consiglio ROMANO: continuiamo la discussione generale.

L’Assessore GIROLAMETTI: la mozione del Consigliere Sartini cade a proposito. Quest’estate pensando di proporre alla Cooperativa Sociale che gestisce i parcheggi lungo lo stradone Misa l’avevo contattata appunto per modificare la modalità di entrata e uscita dal parcheggio, la cooperativa mi rispose ma il Comune di Senigallia non ha titolo per proporre queste modifiche perché il Comune di Senigallia non è proprietario dell’area. Ho preso per buona questa dichiarazione ma ho verificato e in effetti le cose stanno così in quanto l’area è individuata da due particelle, una particella di 594 metri quadri che era di proprietà dell’ospedale civile di Senigallia, che nell’81 è passata al Comune di Senigallia nell’ambito dei cambiamenti del sistema sanitario nazionale, nel ‘96 il Comune di Senigallia l’ha receduta all’ASUR Marche, anzi per la precisione alla USL numero 4 di Senigallia perché era il 1996, alla Unione Sanitaria Locale quando ancora si parlava di Unione Sanitaria Locale e da quel momento la particella che individua 594 metri quadri che è quell’area limitrofa allo stradone Misa è di fatto di proprietà oggi dell’Asur. L’altra particella pari a 2020 metri quadri era di proprietà dell’ENEL e nel 2012 l’ENEL l’ha ceduta con atto notarile notaio Biondi di Senigallia è stata ceduta dall’Enel all’Asur Marche, quindi attualmente tutta l’area è di proprietà dell’ASUR Marche, quindi io non so chi abbia richiesto a quale ufficio tecnico, il facente funzione del Servizio di Igiene e Sanità pubblica a che titolo abbia fatto richiesta, abbia inviato lettere, quello che sicuramente faremo come Amministrazione è sentire l’attuale dirigente del Dipartimento di Prevenzione e correttamente sentire se effettivamente c’è questa necessità, ce lo dirà chi è competente per farlo, quindi il dirigente, ci dirà se c’è questa necessità e se c’è questa necessità noi sosterremo questa scelta che non può che essere una scelta dell’Asur Marche non del Comune di Senigallia perché il Comune di Senigallia non ha titolo per farlo, quindi correttezza e chiarezza per quanto riguarda la situazione, però nel merito se il problema esiste ce lo sentiremo dire e ce lo dirà la dirigente attuale del Dipartimento di Prevenzione e qualora fosse avrà la nostra indicazione a seguire quello che è l’iter per individuare i parcheggi che possono essere utili per gli anziani o i portatori di handicap perché per quanto riguarda i portatori di handicap non si discute che possano essere utili, per quanto riguarda gli anziani che vanno a fare i vaccini per l’influenza mi pare un pochino fuori luogo perché a Senigallia i vaccini agli anziani li fanno i medici di famiglia, li fanno nel proprio ambulatorio, quando non possono muoversi lo fanno a domicilio del paziente quindi non è il vaccino antinfluenzale che fa l’anziano e anche il disabile che deve fare il vaccino è nostra tradizione, tradizione quantomeno dei medici di famiglia di Senigallia di farla presso il domicilio del paziente o presso il proprio ambulatorio di medico di famiglia. Ristabilendo un pochino la realtà delle cose e stabilendo anche le dimensioni ma ce lo dirà il Dirigente se le dimensioni pongono l’esigenza di due posti auto riservati, cosa che personalmente io riterrei anche corretta riservarlo, però non compete al Comune di Senigallia.

Il Consigliere SARTINI (Senigallia Bene Comune): in effetti nell’ordine del giorno quello che viene chiesto è che il Consiglio comunale chiede al Sindaco di farsi promotore con la Direzione Asur al fine di realizzare due posti auto dedicati ai portatori di handicap. Quando io ho parlato del Dipartimento di prevenzione non lo deve fare il Comune, deve farsi promotore perché è l’unico parcheggio a fianco di una struttura sanitaria sprovvisto di parcheggi per portatori di handicap. Non stiamo parlando di vaccinazioni, ho capito che non è la proprietà del Comune però quella proprietà lì è riservata a parcheggio, c’è una cooperativa che lo gestisce, gli utenti che accedono a questo parcheggio devono venire per vari motivi non solo per le vaccinazioni perché c’è l’ufficio vaccinazioni, c’è il servizio veterinario, c’è l’ufficio igiene e sanità pubblica, c’è l’ufficio per la prevenzione sui luoghi di lavoro, ci sono sei uffici al suo interno e quindi qualunque persona che ha difficoltà a muoversi e quindi che ha una disabilità non può avere un posto riservato, in quella zona i posti non ci sono quotidianamente, nell’orario d’ufficio è pressoché impossibile trovare un parcheggio, quindi sono destinati come visto più volte a farsi un sacco di strada sulla carrozzina per poter venire a usufruire dei nostri servizi. Torno a ripetere c’è una richiesta della responsabile dell’ufficio vaccinazioni, l’ha sollevato lei il problema nel 2017 e comunque farsi carico presso la Direzione Asur perché individui due posti per rendere accessibile ai portatori di handicap questa struttura.

Il SINDACO io Presidente non so se sono in imbarazzo, sono decontestualizzato o sono dissociato, delle tre una. Sartini guardi con tutta la disponibilità che uno ci può mettere, stamattina ho letto un articolo suo, dice noi non siamo solo quelli che mandano tutto in Procura, quelli che stanno lì tutti i giorni a chiedere migliaia di copie di atti e tutti gli uffici lavorano solo per quello, non chiudono più una buca perché tutti fanno le fotocopie per Sartini, siamo anche quelli della proposta, due posti auto per portatori di handicap in un’area non nostra. Ma c’è bisogno di fare la mozione e rimandarla anche in Commissione così spendiamo più soldi. Ma lei è un dipendente dell’Asur, lo chieda lei al suo dirigente, ma di cosa parliamo? Ma anche per la gente che ascolta, il problema del Comune di Senigallia sono due posti, due stalli dentro un’area non propria. Ma la testa è sempre quella, l’area non propria per il parcheggio, i ponti che devono essere rifatti che spetta agli altri, gli argini che devono essere fatti che non sono i nostri, sempre quella testa lì, questo è l’approccio strategico che Senigallia male comune mette in campo, mica è possibile, lo dico per la dignità di tutti, è un’ora che tutti qui, ognuno di voi fa un lavoro, ognuno di noi rappresenta qualcosa, bastava una telefonata.

Il Consigliere SARTINI (Senigallia Bene Comune): cominciamo subito a rispondere alle sciocchezze che dice il Sindaco perché qui si tratta di sciocchezze perché quando ho inoltrato l’ordine del giorno ho anche specificato che un responsabile di una unità operativa ha già fatto la richiesta che è rimasta lettera morta. Siccome all’interno dell’Amministrazione comunale abbiamo una realtà che si occupa dei servizi sociali, quindi che rilascia le certificazioni di quali sono le macchine dei portatori di handicap e riserva parcheggi, visto che l’Amministrazione dell’Asur, non posso richiedere io all’Amministrazione in qualità di dipendente semplice di fare dei parcheggi ma c’è stato già un dirigente che l’ha fatta la richiesta ma è rimasta lettera morta, sto chiedendo di farsi promotore presso l’Area Vasta 2 di realizzare due parcheggi. Non è competenza dell’Amministrazione comunale di realizzare i parcheggi chiaramente ma di farsi promotore affinché nel parcheggio che gestisce l’H Muta, poi se lo gestisce per l’Amministrazione comunale o per l’Asur ancora è da definire, però questo parcheggio non ha posti riservati a persone disabili, il problema è che chi ha difficoltà a deambulare non riesce a giungere in prossimità di questa struttura. Poi riguardo al male comune se c’è un male comune quello lo sta creando lei Sindaco, ogni tanto prima di dire idiozie dovrebbe pensarci perché tutti i disastri che ha fatto lei all’Amministrazione comunale sicuramente hanno creato molto più male delle mie richieste di accesso agli atti perché la spesa è stata molto limitata visto che è tutto quanto digitale.

L’Assessore GIROLAMETTI: prego io faccio veramente fatica a farmi capire. Quell’area è di proprietà dell’Asur, gli introiti derivanti dal parcheggio vanno all’Asur, chiaro? L’Asur li può mettere tutti gratuiti, li può mettere tutti riservati ai disabili, può decidere di metterli tutti riservati ai dipendenti, agli utenti, il Comune fornisce semplicemente il servizio tramite una cooperativa sociale punto. Siccome a me sembrava non strutturato bene quel parcheggio, ma non solo per quello che dice lei, mi ero permesso 7 mesi fa di farlo presente alla cooperativa ed è in quel momento che sono venuto a conoscenza del fatto che non è una nostra proprietà, io addirittura credevo che fosse una nostra proprietà esclusiva, non è così e non è proprietà esclusiva nostra nella parte che lo fu dal 1996 punto. Dopodiché tramite il Comune che è coinvolto ma molto indirettamente perché fornisce il servizio tramite una cooperativa sociale ma chi vuole destinare quei posti auto nel modo che ritiene più opportuno è l’Asur quindi lei deve domandarlo al suo responsabile, al dirigente della sua unità operativa complessa se lo vuole fare o non lo vuole fare non al Comune di Senigallia, questo è il punto, siamo a parlare del niente. Dopodiché lei vuole un mio parere personale? Il mio personale parere è possono essere utili due stalli riservati ai portatori di handicap. Dirò di più ma perché non farli addirittura all’interno dell’area parcheggio del Dipartimento di Prevenzione e magari così è proprio dentro e magari riservare due posti ai dipendenti fuori, ma questo è un mio personale punto di vista, non sposta niente, probabilmente se contattato il dirigente dovesse dirmi che non è d’accordo io proverò a sollecitarlo dicendo che abbiamo rilevato questa necessità, che a Senigallia in ogni area dove ci sono parcheggi ci sono almeno due parcheggi riservati a portatori di handicap e chiederò di adeguarsi all’ASUR tramite il dirigente del dipartimento di prevenzione, ma qui finisce la nostra azione, dopodiché se non si vuole capire vuol dire che non si vuole capire.

Il Presidente del Consiglio ROMANO: non è un botta e risposta continua, state dicendo una cosa uno e una cosa un altro, se continuiamo non finisce più quindi prego Consigliere Sartini e poi magari chiudiamo.

Il Consigliere SARTINI (Senigallia Bene Comune): chiudo anche perché qui ci stiamo dimenticando che non sono in veste di dipendente dell’Asur ma in qualità di Consigliere comunale e rappresento una parte dei cittadini che hanno delle esigenze e me le hanno sollecitate quindi io sto portando un ordine del giorno per delle esigenze che hanno manifestato dei cittadini che si sono rivolti a me relativamente al fatto che mancano dei parcheggi, allora io chiedo adesso all’Assessore che si occupa di servizi sociali di farsi promotore presso l’Asur perché realizzi due posti nel parcheggio per portatori d’handicap visto che non volete affrontare una votazione che dice solo di fare quello che le ho chiesto, faccia almeno di persona questo passaggio, poi chiudo perché pare che sto facendo un botta e risposta ma la mia funzione qui è di Consigliere non di dipendente Asur e quindi ho portato la richiesta di persone che non riescono a giungere al dipartimento di prevenzione e hanno difficoltà in qualità di portatori di handicap per poter accedere ai servizi che noi forniamo.

Il Presidente del Consiglio ROMANO: chiudiamo qui la fase di discussione generale, dichiarazioni di voto.

Il Consigliere MARTINANGELI (Movimento 5 Stelle): è per esprimere chiaramente il mio voto favorevole. Ritengo sì che ci sia un errore nell’indicare la proprietà a due enti mentre in realtà la proprietà è solo dell’Asur Marche. Nella sostanza ritengo che però non venga cambiato il senso dell’ordine del giorno presentato da Senigallia Bene Comune perché la richiesta, facendo le premesse che sono state approfondite e che sono scritte nell’ordine del giorno, si chiede in questo ordine del giorno che il Consiglio comunale chieda al Sindaco di farsi promotore con la Direzione Asur al fine di realizzare due posti auto dedicati ai portatori di handicap rendendo appunto la situazione un po’ più legittima di quello che attualmente è, quindi non vedo proprio in che cosa il Sindaco non possa farsi promotore. Non si chiede al Comune di fare due posti auto dedicati ai portatori di handicap, si chiede al Sindaco di farsi promotore presso l’Asur perché l’Asur sta disattendendo alcune richieste che gli sono già pervenute da parte di dipendenti addirittura dirigenti, quindi questa è un’azione politica di Senigallia Bene Comune come consigliere e non certo come dipendente, a cui io ritengo di dover aderire, anzi ritengo che sia proprio un dovere del Sindaco, della Giunta o dell’Assessore di farsi promotore di questa richiesta.

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica,  l’ordine del giorno iscritto al punto 5 dei lavori consiliari che viene respinto con 6 voti favorevoli, 14 contrari (Angeletti, Beccaceci, Bedini, Brucchini, Giuliani, Gregorini, Mangialardi, Pedroni, Pierfederici, Profili, Salustri, Santarelli, Sardella, Urbinati), 1 astenuto (Romano), 2 presenti non votanti (Da Ros, Perini), come proclama il Presidente ai sensi di legge.

      

Letto, confermato e sottoscritto
	Il Presidente	Il Vice Segretario Comunale
	F/to Romano Dario	F/to  Mirti Paolo

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 10 agosto 2018 al 25 agosto 2018 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 27 agosto 2018	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 21 agosto 2018, essendo stata pubblicata il 10 agosto 2018
Lì, 22 agosto 2018	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,