Senigallia Atto

Progetto esecutivo dei lavori sulle banchine del porto peschereccio

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° OM/10_92_GM del 20 aprile 2010

Presentazione
Approvazione
20.4.2010

Firmatari

Testo

COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N°      92
Seduta del 20/04/2010
OGGETTO:	LAVORI DI AMMODERNAMENTO, RISTRUTTURAZIONE ED AMPLIAMENTO DELLE BANCHINE DEL PORTO PESCHERECCIO DI SENIGALLIA - PO F.E.P. 2007 - 2013 - INTERVENTO 2010 - APPROVAZIONE PROGETTO ESECUTIVO IN LINEA TECNICA. 

L’anno DUEMILADIECI addì VENTI del mese di APRILE alle ore 8,15 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di  Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il  Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Maurizio Mangialardi, Sindaco;
Premesso:
- Che con Convenzione Rep. n° 1314 stipulata il 07/11/1991 tra il Comune di Senigallia e la Regione Marche, venivano affidati a questo Comune gli adempimenti relativi alla progettazione delle opere portuali di cui all’art, 2 della L.R. n° 9 del 03/05/1989, nonché la predisposizione degli studi e degli atti necessari per rendere appaltabili le opere in progetto;
- Che la medesima convenzione prevede che questo Ente, avvalendosi di professionisti esterni, si impegni a fornire gli elaborati di cui sopra suddivisi in stralci funzionali corrispondenti ai relativi stanziamenti iscritti nel Bilancio Regionale;
- Che con Convenzione Rep. n° 15193 del 05/11/1991 registrata a Senigallia il 21/11/1991 al n° 1332 Serie 3^, questo Ente affidava al Prof. Ing. Alessandro Mancinelli, all’Ing. Raffaele Solustri e all’Arch. Fabio Maria Ceccarelli, l’incarico per la redazione del progetto generale  e degli stralci esecutivi, nonché lo studio della Valutazione di impatto Ambientale (V.I.A.) delle opere previste nel Piano Particolareggiato del Porto di Senigallia;
- Che i Professionisti citati hanno già provveduto alla redazione del progetto generale del Porto di Senigallia e sistemazione zona attigua, oltre a 6 stralci esecutivi e 3 interventi con fondi S.F.O.P. 2000 – 2006 (annualità 2003 – 2004 e 2007) ;
- Che i lavori relativi ai progetti fino al 6° stralcio esecutivo sono già stati realizzati;
- Vista la D.G.R. n° 2471 del 23/10/2001 con cui la Regione Marche ha provveduto ad approvare la variante al Piano Regolatore del Porto di Senigallia, ai sensi dell’art. 5, comma 4, legge 84/94, art. 60. L.R.  n° 10/99;
- Atteso che tra gli interventi rientranti nel PO F.E.P. Italia 2007-2013 – Misura 3.3 – “Porti, luoghi di sbarco e ripari di pesca”, in attuazione dell’art. 39 del Reg. (CE) n. 1198/2006 e nel rispetto di quanto previsto dalla D.G.R. n. 1285 del 29/09/2008, è prevista la possibilità di realizzare diverse tipologie di opere, dirette ad incentivare investimenti volti a migliorare i servizi offerti nei porti di pesca esistenti, migliorare le condizioni di trattamento del pesce sbarcato, anche attraverso la ristrutturazione dei luoghi di sbarco esistenti, acquisto di beni ed attrezzature, ecc. ;
- Visto il Decreto n. 4/PEA_10 emesso dal Dirigente della P.F. Pesca e Zootecnia del 05/02/2009 avente ad oggetto: “Approvazione avviso pubblico per la concessione di contributi ai sensi della misura 3.3 – Porti, luoghi di sbarco e ripari di pesca del PO FEP 2007 – 2013 – Reg. (CE) n. 1198/2006 art. 39”, pubblicato sul B.U.R. Marche n. 17 del 19/02/2009 ;
- Ritenuto opportuno procedere a presentare alla Regione Marche la richiesta per l’ammissione a finanziamento per la realizzazione di opere finalizzate all’ammodernamento, ristrutturazione ed ampliamento delle banchine del porto peschereccio di Senigallia, come da bando pubblicato sul BUR Marche n. 17 in data 19/02/2009; con possibilità quindi di accedere ai finanziamenti ivi previsti ;
- Considerato che i citati lavori rientrano tra quelli previsti dal vigente P.R.G. dell’Area Portuale;
- Vista la D.G.M. n° 1222 del 04/11/1997 dichiarata immediatamente eseguibile, con cui si estendeva l’incarico Professionale ai progettisti Prof. Ing. Alessandro Mancinelli, Dott. Ing. Raffaele Solustri e Dott. Arch. Fabio Maria Ceccarelli per progettazione, Direzione e Contabilità Lavori di miglioramento degli impianti, attrezzature e banchine del porto peschereccio di Senigallia ;
- Che i citati Professionisti incaricati hanno provveduto a trasmettere il progetto esecutivo funzionale delle opere in argomento, dell’importo complessivo di € 1.000.000,00  così suddiviso:
Importo dei lavori soggetto a ribasso di cui:			€	832.344,87
Lavori a misura	€	819.617,32
Lavori a corpo	€	12.727,55
Oneri sicurezza non soggetti a ribasso di cui:			€	17.210.78
Oneri per piano di sicurezza a misura	€	16.910,24
Oneri per piano di sicurezza a corpo	€	300,54
A. Totale a base d’appalto	€	849.555,65	€	849.555,65
B. Somme a disposizione dell’Amministrazione
a) Spese tecniche (progettazione, rilievi, direzione lavori, contabilità, Coordinatore Sicurezza in fase di esecuzione, Piano Sicurezza e contributo 2%)	€	106.315,62
b) IVA 20% su voci a) 	€	21.263,23
c) Responsabile del Procedimento e Responsabile dei Lavori (D.Lgs. 494/96)	€	16.991,11
d) Spese per l’espletamento dell’appalto	€	5.500,00
e) Imprevisti	€	374,39
B. Totale somme a disposizione	€	150.444,35	€	150.444,35
IMPORTO COMPLESSIVO			€	1.000.000,00
- Che il progetto redatto dai Professionisti incaricati è composto dai seguenti elaborati:
- Relazione Tecnica Illustrati
- Computo Metrico Estimativo con quadro economico riassuntivo
- Computo Metrico
- Computo Metrico Estimativo degli oneri della sicurezza inclusi
- Elenco Prezzi
- Analisi Prezzi
- Capitolato Speciale d’Appalto
- Schema di contratto
- Piano di sicurezza e coordinamento
- Cronoprogramma
- Piano di manutenzione dell’opera
- Quadro d’incidenza della manodopera
- Lista delle categorie di lavoro e forniture previste per  l’esecuzione dell’appalto
- Documentazione fotografica
ELABORATI GRAFICI
Tav. 1 - Stralcio di cartografia C.T.R. (scala 1:10.000)
Tav. 2 - Planimetria generale dello stato attualecon evidenziate le darsene e le    banchine a servizio della  pesca (scala 1:1.000)
Tav. 3 - Planimetria dello stato attuale con evidenziata l’area d’intervento (scala 1:500)
Tav. 4 - Planimetria di progetto (scala 1:200)
Tav. 5 - Sezioni dello stato attuale e di progetto (scala 1:50)
Tav. 6 - Planimetria con individuazione dei sottoservizi da realizzare (scala 1:200)
Tav. 7 - Particolare esecutivo bitta d’ormeggio (scala 1:20)
Tav. 8 - Particolare esecutivo erogatore acqua e luce per pescherecci (scala 1:20)
Tav. 9 - Particolare esecutivo pavimentazione (scala 1:20)
Tav. 10 - Planimetria con individuazione degli spazi a terra per l’occupazione durante il corso dei lavori (scale varie) ;
- Che le opere di cui sopra rientrano nel progetto generale di massima del Porto di Senigallia approvato con D.G.M. n° 335 del 24/02/1994 dell’importo di € 16.485.304,22;
- Visto il provvedimento di Compatibilità Ambientale (V.I.A.) espresso dal Ministero dell’Ambiente al riguardo al Piano Particolareggiato dell’Area Portuale di Senigallia con Decreto n° 2260 del 18/10/1995, prot. n° 8239/VIA/A.O.13.H.;
- Vista la Circolare Regionale n° 14 del 16/08/1994 prot. n° 19/1384/SAG che stabilisce la costruzione di nuovi manufatti all’interno delle zone portuali esistenti (banchine, impianti tecnologici e simili) non costituiscono opere di rilevante trasformazione del territorio;
- Ritenuto opportuno approvare dal punto di vista tecnico il progetto dei lavori di ammodernamento, ristrutturazione ed ampliamento delle banchine del Porto peschereccio di Senigallia;
- Atteso che il finanziamento della spesa e l’individuazionedel metodo d’appalto verranno stabiliti con apposito successivo atto;
- Che le opere in progetto figurano già inserite nel Programma Triennale delle Opere Pubbliche 2010/2012 approvato con D.C.C n. 120 del 20-21/12/2009, dichiarata immediatamente eseguibile ;
- Visto il vigente Regolamento Comunale per la disciplina dei Contratti;
- Preso atto del seguente parere favorevole reso ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente Responsabile del Servizio Lavori e Servizi Pubblici Ambiente;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - DI CONSIDERARE, la narrativa esposta in premessa parte integrante e sostanziale del presente atto;
2°) - DI APPROVARE in linea tecnica il progetto esecutivo dei lavoridi ammodernamento, ristrutturazione ed ampliamento delle banchine del Porto peschereccio di Senigallia – PO F.E.P. 2007-2013 – Intervento 20101 - composto dagli elaborati tecnici e grafici sopra elencati, radatto dal Prof. Ing. Alessandro Mancinelli, Dott. Ing. Raffaele Solustri e dal Dott. Arch. Fabio Maria Ceccarelli, per un importo complessivo di € 1.000.000,00 suddiviso come in premessa;
3°) - DI DARE ATTO che le opere in progetto rientrano nel progetto Generale di massima del Porto di Senigallia approvato con D.G.M. n. 335 del 24/02/1994, dell’importo di € 16.485.304,22;
4°) - DI DARE ATTO il Ministero dell’Ambiente ha approvato il provvedimento di Compatibilità Ambientale (V.I.A.) riguardante il Piano Particolareggiato dell’Area Portuale di Senigallia con  Decreto n. 2260 del 18/10/1995, prot. n. 8239/VIA/A.O.13.H.;
5°) - DI DARE ATTO che la Regione Marche con  D.G.R. n° 2471 del 23/10/2001 ha provveduto ad approvare la variante al Piano Regolatore del Porto di Senigallia, ai sensi dell’art. 5, comma 4, legge 84/94, art. 60. L.R.  n° 10/99;
6°) - DI DARE ATTO, altresì, che i lavori in oggetto rientrano tra le previsioni del vigente Piano Regolatore del Porto di Senigallia, perfettamente coincidente con il Piano Particolareggiato dell‘Area Portuale e che gli stessi sono localizzati all’interno della perimetrazione dell’area portuale;
7°) - DI DICHIARARE  ai sensi dell’art. 63/ter delle N.T.A. del P.P.A.R., la compatibilità paesistico ambientale delle opere in argomento;
8°) - DI IMPEGNARE sin d’ora l’A.C. a coprire con fondi propri, l’eventuale quota di investimento per la quale non interverranno finanziamenti pubblici e, nel caso di finanziamento parziale, ad integrare sempre con fondi propri dell’Ente, l’eventuale differenza tra l’importo del contributo concesso e quello ottenuto, qualora non possa essere effettuata una riduzione del valore del progetto ;
9°) - DI STABILIRE con successivo e separato atto l’individuazione del metodo d’appalto, modo ed entità, non appena nota, del cofinanziamento necessario per la copertura totale della spesa ;
10°) - DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
     
SS/nm