Senigallia Atto

Presentazione ricorso collettivo per rimborso tasse di concessioni governative sulle telecomunicazioni indebitamente corrisposte

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° OM/10_101_GM del 06 maggio 2010

Presentazione
Approvazione
6.5.2010

Firmatari

Testo

COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N°     101
Seduta del 06/05/2010
OGGETTO:	INDIRIZZI PER LA PRESENTAZIONE DI RICORSO PRESSO LE COMPETENTI AUTORITA' PER IL RIMBORSO DELLE TASSE DI CONCESSIONI GOVERNATIVE INDEBITAMENTE CORRISPOSTE 

L’anno DUEMILADIECI addì SEI del mese di MAGGIO alle ore 14,30 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di  Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il  Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Maurizio Mangialardi, Sindaco;
Premesso:
- che questa Amministrazione dall’anno 2007 ad oggi ha sempre versato la tassa di concessione governativa per l’utilizzo di apparecchiature terminali per il servizio radiomobile pubblico terrestre di comunicazione, ai sensi dell’art. 21 della tariffa allegata al DPR 641/1972;
- che a seguito dell’entrata in vigore del nuovo Codice delle Telecomunicazioni (D. Lgs.vo 259/03) la fonte normativa della tassa in oggetto è stata abrogata;
- che proprio in tal senso si sono espressele Commissioni Tributarie di Perugia (Sent. 222/04/07), Milano (Sent. n. 35/16/09), Vicenza (Sent. nn. 60, 63, 67, 68/10/08); 100 e 102/10/09, 11/10/10), Venezia (sent. n. 11/12/10), Pordenone (sent. n. 03/01/10), Verona (Sent. 102/05/09 e 114/05/09) dichiarando nulli gli avvisi di accertamento per omesso pagamento della TCG dell’Amministrazione delle Finanze e conseguentemente rimborsando le tasse cc.gg. ad alcune amministrazioni comunali;
- che questa amministrazione dal mese di aprile 2007 ad oggi ha avuto ed attualmente ha in essere n° 83 utenze di telefonia cellulare con il gestore di telefonia Telecom;
- che la tassa in oggetto comporta mensilmente il versamento di € 12,91 per ogni anno di abbonamento e per ogni singolo apparecchio cellulare in dotazione dell’amministrazione, conseguentemente il buon esito dell’azione di rimborso garantirebbe un importante introito per le casse comunali;
Preso atto:
- che Anci Marche, tramite lo Studio Legale Ranci e lo Studio Legale Mazzaro, per il tramite rispettivamente degli Avv.ti Pietro Ranci ed Emanuele Mazzaro, con circolare del 15 aprile 2010 si è resa disponibile ad assistere i comuni delle Marche nell’azione amministrativa e giurisdizionale finalizzata ad ottenere il rimborso della TCG indebitamente versata dal mese di aprile 2007 ad oggi salvo decadenza;
- che a tal fine l’associazione suddetta per sostenere le relative spese chiede il versamento di un contributo/rimborso a seconda del numero di cellulari in dotazione dei singoli comuni;
- Ritenuto opportuno individuare il Sig. Andrea Messersì quale responsabile del procedimento amministrativo per l’Amministrazione Comunale e quale referente per l’Associazione;
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente Responsabile dell’Ufficio Controllo di Gestione;
- dal Dirigente Responsabile del Servizio Finanziario;
- Vista altresì l'attestazione sulla copertura finanziaria della spesa ai sensi dell’art. 153 del D. Lgs. 18/8/2000 n. 267, prevista dalla presente deliberazione resa dal responsabile del servizio finanziario;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - DI AUTORIZZARE il Sindaco pro-tempore di questo Comune ad aderire all’iniziativa presentata da Anci Marche al fine di recuperare le TCG indebitamente versate;
2°) - DI INCARICARE a tal fine, congiuntamente e disgiuntamente i legali Avv. Pietro Ranci ed Avv. Emanuele Mazzaro, di redigere il ricorso amministrativo ed, in caso di esito negativo, il successivo ricorso giurisdizionale, eleggendo domicilio presso la sede di Anci Marche in Corso Garibaldi, 78 Ancona;
3°) - DI PREVEDERE una spesa di €. 1.500,00 che verrà imputata al Cap. 1020/21 “Spese per liti e legali” del P.E.G. del Bilancio 2010, nel quale sono previsti i fondi necessari – Centro di Costo 5700 - Voce di Spesa 1493 (IMPEGNO 10/2057) da versare ad Anci Marche, a titolo di contributo/spese per l’azione de qua Euro come da relativa circolare del 15 aprile 2010;
4°) - DI VERSARE ad Anci Marche, in caso di esito positivo dell’azione intrapresa, il 15% di quanto ottenuto a titolo di rimborso della tassa di concessione governativa indebitamente pagata;
5°) - DI INDIVIDUARE il Sig. Andrea Messersì quale responsabile del procedimento amministrativo e referente per l’Associazione;
6°) - DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
     
AM/nm