Senigallia Atto

Aree destinate alla pesca in sede fissa presso il Porto

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-LP/2011/1177 del 05 luglio 2011

Presentazione
Approvazione
5.7.2011

Firmatari

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 141
Seduta del 05/07/2011
OGGETTO:	INTERPRETAZIONE DELLA NORMATIVA TECNICA DEL PIANO DELL'AREA PORTUALE (ADEGUAMENTO TECNICO FUNZIONALE APPROVATO CON D.R.M. P.F. DEMANIO IDRICO, PORTI, LAVORI PUBBLICI N. 106 DEL 28/06/2010) RELATIVA ALLE "AREE DESTINATE ALLA PESCA IN SEDE FISSA".

L’anno duemilaundici addì cinque del mese di luglio alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Campanile GennaroAssessore-* Ceresoni SimoneAssessore*- Colocci MassimoAssessore*- Curzi PaolaAssessore*- Meme' MaurizioAssessore*- Paci Francesca MichelaAssessore-* Schiavoni StefanoAssessore-* Volpini FabrizioAssessore-* 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Ceresoni Simone;
Premesse.
- Con Decreto del Dirigente della P.F. Demanio Idrico, Porti e LL.PP. n. 106 del  28/06/2010, è stato approvato l’Adeguamento Tecnico Funzionale del Piano Regolatore del Porto di Senigallia.
- Dalla lettura delle NTA riportate nella tavola n. 6 – Destinazioni d’uso, il Piano dell’Area Portuale destina alla pesca in sede fissa n. 14 aree per complessivi mq. 622 di Superficie Utile Lorda (S.U.L.) di cui mq. 300 definiti esistenti e mq. 322 di nuovo impianto.
- Le categorie di intervento che regolano le modalità di attuazione riportate nella tavola 5 – Planivolumetrico e N.T.A. sono due: la Ristrutturazione (R) e la Nuova Edificazione (NE).
- Considerato il notevole incremento assegnato a questa destinazione, è evidente che il Piano consideri gli impianti per la pesca in sede fissa elementi caratterizzanti il Porto in grado quindi di qualificarlo sotto il profilo paesaggistico e, nello stesso tempo, in grado di mantenere un’attività vitale dagli importanti risvolti sociali, radicata nella tradizione cittadina e molto apprezzata dalla città e dai turisti. 
- Per i motivi di cui sopra le finalità del Piano sono da un lato quelle di consentire lo sviluppo dell’attività attraverso la previsione di 8 nuovi impianti da insediare sui moli recentemente realizzati per una SUL complessiva di mq. 322; dall’altro quella di incentivare la riqualificazione dei 6 impianti esistenti attraverso la ristrutturazione ed anche l’ampliamento all’interno di una SUL complessiva di mq. 300.
- Pertanto, per i motivi di cui sopra, si ritiene che, la dove è indicata la modalità di intervento della Ristrutturazione (R) sono da ritenersi ammissibili anche gli ampliamenti degli impianti esistenti all’interno di un quadro di ricomposizione volumetrica e funzionale della superficie complessiva ad essi destinata dal Piano stesso.
- Ritenuto di deliberare in merito.
- Preso atto del seguente parere favorevole reso ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente Responsabile dell’Area Tecnica Territorio Ambiente;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - DI DEFINIRE gli impianti per la pesca in sede fissa elementi caratterizzanti il Porto in grado quindi di qualificarlo sotto il profilo paesaggistico e, nello stesso tempo, in grado di mantenere un’attività vitale dagli importanti risvolti sociali, radicata nella tradizione cittadina e molto apprezzata dalla città e dai turisti. 
2°) - DI INTERPRETARE le norme che regolano le categorie di intervento contenute nella tavola 5 – Planivolumetrico e N.T.A. nel senso che, la dove è indicata la modalità di intervento della Ristrutturazione (R) sono da ritenersi ammissibili anche gli ampliamenti degli impianti esistenti all’interno di un quadro di ricomposizione volumetrica e funzionale della superficie complessiva ad essi destinata dal Piano stesso.
3°) - DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
     


Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 12 luglio 2011 al 27 luglio 2011 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 28 luglio 2011  	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 23 luglio 2011, essendo stata pubblicata il 12 luglio 2011
Lì, 25 luglio 2011	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,