Senigallia Atto

Contenzioso amministrativo in Appello con Spiaggia di Velluto srl per l'area ex-villa Pieralisi. Nomina avv. Lubrano

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-FF/2013/2407 del 03 dicembre 2013

Presentazione
Approvazione
3.12.2013

Firmatari

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 223
Seduta del 03/12/2013
OGGETTO:	AUTORIZZAZIONE AL SINDACO A RESISTERE NEL RICORSO IN APPELLO AL CONSIGLIO DI STATO (RIC. 8031/13) AVVERSO LA SENTENZA TAR MARCHE N. 173/13 – DESIGNAZIONE LEGALI.

L’anno duemilatredici addì tre del mese di dicembre alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Campanile GennaroAssessore*- Ceresoni SimoneAssessore*- Curzi PaolaAssessore*- Meme' MaurizioAssessore*- Paci Francesca MichelaAssessore*- Schiavoni StefanoAssessore*- Volpini FabrizioAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Maurizio Mangialardi;

- Premesso che la SPIAGGIA DI VELLUTO s.r.l. ha proposto ricorso dinanzi al Tar Marche contro il Comune di Senigallia notificato il 23 9 2011 e nei confronti della Provincia di Ancona e di Belenchia Servizi Immobiliare s.r.l., per l’annullamento, previa sospensione dell’esecuzione, del provvedimento 9.6.11 prot. n. 29514 a firma del Dirigente del Servizio Urbanistica, con cui il Comune di Senigallia dispone a carico della ricorrente il versamento di Ђ 672.005,69 a titolo di monetizzazione di A.U.S. a tenore dell’art. 1 della convenzione urbanistica 27.7.98; dell'atto 9.8.11, di conferma del provvedimento e di invito alla costituzione della servitù d'uso pubblico sui portici, a firma del Responsabile del Procedimento, dell'ordinanza sindacale n. 421 del 10.8.11, con cui si intima alla società di provvedere alla ripulitura della piazza e delle aiuole e alla manutenzione della fontana e delle zone verdi di pertinenza, pena denuncia di inosservanza di ordine dell'autorità a sensi dell'art. 650 c.p.; di tutti gli atti ai predetti presupposti, preordinati, preparatori, connessi, conseguenti ed esecutivi, ivi comprese, in parte qua, le delibere G.M. n. 259 dell’11.12.07 e C.C. n. 13 del 31.1.02 (modificativa del regolamento edilizio: di qui la notificazione del ricorso alla Provincia), nonché per l’accoglimento delle conclusioni appresso spiegate;
- Premesso inoltre che il Comune di Senigallia si è costituito in detto ricorso al Tar Marche n. 914/11 e che l’Organo giudicante con sentenza n. 173/2013 ha così disposto: a. lo respinge relativamente all’impugnazione dell’Ordinanza n. 421 del 10.8.2011; b. lo respinge relativamente all’impugnazione della comunicazione 9.8.2011 prot. 42090; c. lo accoglie parzialmente per quanto concerne l’impugnazione del provvedimento 9.6.2011 prot. 29514, che viene quindi annullato nei limiti di cui in motivazione; d. lo accoglie per quanto concerne l’impugnazione introdotta con ricorso per motivi aggiunti e, per l’effetto, annulla la comunicazione 6.12.2011 prot. 63786. Spese compensate.
- Premesso infine che la SPIAGGIA DI VELLUTO srl ha notificato a questo Comune in data 22.10.2013, ricorso in appello dinanzi al Consiglio di Stato chiedendo in merito: in riforma dell’impugnata sentenza, annullare l’Ordinanza sindacale n. 421 del 10.8.2011 e la comunicazione dell’Amministrazione 9.8.2011; dichiarare che nulla più deve la società appellante a titolo di monetizzazione della carenza di A.U.S. ed anzi ha diritto al rimborso di Ђ 32.133,53, corrisposti in più del dovuto; condannare, pertanto, l’Amministrazione al rimborso di tale somma; dichiarare che la costituzione della servitù di passaggio pedonale pubblico è limitata al solo porticato colorato in giallo nella tavola n. 24; condannare il Comune al ristoro all’appellante del costo delle opere imposte oltre le previsioni della convenzione di lottizzazione, pari ad Ђ 238.832,42, nonché alla refusione dell’indebito arricchimento conseguito dalla gestione dei parcheggi e al risarcimento del danno dalla mancata riduzione e tempestivo svincolo delle fidejussioni: il tutto gravato da rivalutazione monetaria ed interessi dal dovuto al saldo; con vittoria di spese del doppio grado di giudizio;
- Considerato che detto ricorso, già assegnato alla Quarta Sezione del Consiglio di Stato con il numero 8031/2013, è stato notificato in data 22.10.2013 e che l’eventuale appello incidentale dovrà essere proposto entro il 18.12.2013;
- Sentita l’Area Tecnica, Territorio, Ambiente;
- Ritenuto di provvedere alla costituzione anche nel giudizio innanzi al Consiglio di Stato al fine di tutelare l’operato dell’Ente;
- Ritenuto pertanto di affidare la difesa del ricorso in appello al Consiglio di Stato (Ric. n. 8031/2013), proprio per la particolarità dell’oggetto della causa e per quanto già esposto, al Prof. Avv. Filippo Lubrano di chiara fama professionale, in quanto ha già seguito il precedente grado di giudizio, congiuntamente e disgiuntamente all’Avv. Laura Amaranto dell’Ufficio Legale di questo Comune, eleggendo domicilio presso lo Studio del Prof. Avv. Filippo Lubrano, con studio in Roma, via Flaminia, 79, Roma;
- Visto il preventivo di spesa del Prof. Avv. Filippo Lubrano;
- Ritenuto di approvare il preventivo presentato dal Prof. Avv. Filippo Lubrano del 29.11.2013 ns. protocollo n. 63861 del 29.11.2013; 
- Atteso che il giudizio può dilungarsi per più anni ed occorre dare mandato al Segretario Generale di assumere l’impegno di spesa di cui ai punti precedenti;
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Segretario Generale;
- dal Dirigente responsabile dell’Area Organizzazione e Risorse Finanziarie;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - AUTORIZZARE il Sindaco a resistere in giudizio nonché a proporre appello incidentale dinanzi al Consiglio di Stato (Ric. n. 8031/2013) nell’azione promossa da SPIAGGIA DI VELLUTO srl, avverso la sentenza n. 173/2013 emessa dal TAR Marche, così come esposto e precisato in premessa;
2°) - AFFIDARE l’incarico di rappresentare e difendere questo Ente nel presente giudizio, congiuntamente e disgiuntamente, al Prof. Avv. Filippo Lubrano di Roma e all’Avv. Laura Amaranto dell’Ufficio Legale di questo Comune, attribuendo agli stessi ogni più ampia facoltà difensiva al riguardo, inclusa quella di farsi sostituire;
3°) - AUTORIZZARE il Sindaco a rilasciare procura speciale, congiunta e disgiunta ai predetti legali, eleggendo domicilio presso lo Studio del Prof. Avv. Filippo Lubrano con studio in Roma via Flaminia, 79, Roma;
4°) - APPROVARE il preventivo del 29.11.2013 presentato dal Prof. Avv. Filippo Lubrano ns. prot. 63861 del 29.11.2013;
5°) - DARE ATTO che la spesa prevista di cui al citato preventivo sarà imputata al cap. 1652/20 spese per contenzioso giudiziario, stragiudiziale e legali e sarà assunta con successiva determina dirigenziale per acconto e saldo dovuto a conclusione del giudizio;
6°) - DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
      


Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 9 dicembre 2013 al 24 dicembre 2013  ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 30 dicembre 2013	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 20 dicembre 2013, essendo stata pubblicata il 9 dicembre 2013
Lì, 23 dicembre 2013	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,