Senigallia Atto

Modifica dell’appalto pulizia e manutenzione dell’arenile per i frequenti eventi atmosferici eccezionali

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-LP/2015/757 del 21 aprile 2015

Presentazione
Approvazione
21.4.2015

Firmatari

  • Maurizio Memè
    Vice sindaco, Assessore ai Lavori Pubblici
    Monitorato da 20 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 92
Seduta del 21/04/2015
OGGETTO:	APPALTO PULIZIA ARENILE DEMANIALE ED OPERE ACCESSORIE DI MANUTENZIONE – VERBALE INTRODUZIONE VARIANTE DALLA STAZIONE APPALTANTE : PRESA D’ATTO.

L’anno duemilaquindici addì ventuno del mese di aprile alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Campanile GennaroAssessore*- Ceresoni SimoneAssessore*- Curzi PaolaAssessore-* Meme' MaurizioAssessore*- Paci Francesca MichelaAssessore*- Schiavoni StefanoAssessore*- Volpini FabrizioAssessore-* 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Meme'  Maurizio;
Questo Ufficio, premesso :

Che con Deliberazione della Giunta Municipale n. 244 del 24/12/2013 sono stati approvati gli elaborati tecnici di progetto relativi all’appalto per la Pulizia dell’arenile demaniale ed opere accessorie di manutenzione – periodo 01/04/2014 – 31/03/2019, dell’importo annuale di Ђ 945.500,00 + IVA 22%;
Che con Determinazione a contrattare n. 234 del 10/03/2014 del Dirigente dell’Area Tecnica Territorio Ambiente è stato avviato il procedimento di stipula del contratto d’appalto per l’affidamento indicato in oggetto, mediante procedura aperta con aggiudicazione a favore dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell’art. 83 del D. Lgs. 163/06;
Che con Determinazione n. 1.189 in data 5 novembre 2014 del sottoscritto Dirigente veniva dichiarata l’efficacia dell’aggiudicazione definitiva dell’appalto in oggetto all’Impresa Consorzio Artigiani Romagnolo Soc. Coop. con sede a Rimini- Via Marzabotto n. 47 -, per un importo complessivo di è di Ђ 3.441.764,51= + IVA 22% di cui Ђ 93.853,55= per oneri per la sicurezza e Ђ 664.643,40= per costi del personale, salvo variazioni all’Indice Istat;
Che con verbale di consegna anticipata sotto le riserve di Legge redatto in data 22 dicembre 2014 si stabiliva la decorrenza dell’appalto a partire dal 1° gennaio 2015 per la durata di cinque anni, con scadenza quindi al 31/12/2019 ;
Che il contratto con l’Impresa Consorzio Artigiani Romagnolo Soc. Coop. è in corso di stipula ;
Che il Consorzio Artigiani Romagnolo Soc. Coop. di Rimini per l’esecuzione dell’appalto si avvarrà del’Impresa Consorziata Ecodemolizioni S.r.l. con sede a Rimini in Via Nabucco n. 58;
Che le prestazioni di cui al contratto principale, comprese opere accessorie, per l’anno 2015,comportano una spesa di Ђ = 950.000,00= Iva 22% compresa;
Che la Giunta Municipale nella seduta del 17 febbraio 2015 ha espresso favorevole alla deroga del limite dei 12/27, autorizzando ad impegnare la spesa di Ђ 893.529,77=, pari all’assestato 2014, per la gestione nell’anno corrente del servizio in oggetto ;
Che con Determinazione del Dirigente dell’Area Tecnica Territorio Ambiente n. 163 del 26/02/2015 è stato assunto l’impegno di spesa sopraindicata (Cap. 1436/21 – IM 2015/1272) ;
che le piene del Fiume Misa del 5-6 febbraio e 6-7 marzo, hanno trasportato enormi quantità di residui di materiale organico (ramaglie, fogliame, sfalci, ecc.) non raccolti, lasciati sull’alveo e sulla parte golenale dei Fiumi Misa e Nevola, a seguito dei lavori di manutenzione per la messa in sicurezza delle aste fluviali ancora in corso di realizzazione da parte della Provincia di Ancona ;
che a seguito di quanto sopra e delle successive mareggiate che hanno interessato il litorale costiero ricadente nel territorio di questo Comune, si è riscontrata una eccezionale quantità di rifiuti spiaggiati, fatto questo che non si era mai verificato nelle quantità riscontrate in precedenza ;
che negli ultimi 5 anni la media dei rifiuti urbani non pericolosi smaltiti presso la discarica ASA di Corinaldo si è attestata sulle 300 - 400 tonnellate annue circa ;
che la quantità complessiva di rifiuti urbani non pericolosi raccolti sull’arenile demaniale ricadente nel territorio comunale e conferiti alla discarica di Corinaldo da inizio anno al tutto il mese di marzo c.a., ammonta a circa 10.000 tonnellate;
che si sta verificando uno spiaggiamento continuo di rifiuti e detriti ed ogni situazione di mare mosso rappresenta un potenziale pericolo di ulteriori spiaggiamenti ;
che ogni volta, non appena completata la rimozione di rifiuti e detriti spiaggiati si è stati costretti ad intervenire nuovamente e con ogni probabilità questa situazione si ripeterà al verificarsi di condizioni di mare mosso ;
che quanto accaduto sta mettendo in crisi l’organizzazione delle operazioni di sistemazione della spiaggia in vista della prossima stagione turistica, che prevede la pulizia della spiaggia, la successiva movimentazione di sedimenti marini (sabbia e ghiaia) e il ripristino della livelletta di naturale declivio ;
che la situazione venutasi a creare preoccupa fortemente questa Amministrazione con evidente rischio d’immagine nel caso in cui dovessero essere spiaggiati ulteriori rifiuti provenienti dalla pulizia delle aste fluviali del Misa e del Nevola durante la stagione turistica, con conseguenti danni alle attività turistiche su cui si basa gran parte dell’economia di questa Città ;
che si ritiene indispensabile definire e preordinare le modalità di attuazione degli interventi di manutenzione dei corsi d’acqua in modo che questi risultino efficaci senza creare aggravi di costo al nostro Comune, cosa che invece è già purtroppo avvenuta;
che in relazione a ciò con PEC prot. n. 17.491/2015 è stata convocata una Conferenza dei Servizi svoltasi il giorno 1° aprile scorso, in cui sono stati invitati a partecipare gli Uffici preposti di Regione e Provincia ;
che si è dovuto fronteggiare un fenomeno che mai si era verificato in precedenza, con uno spiaggiamento costante e progressivo al verificarsi di ogni mareggiata ;
che per fronteggiare la situazione ed evitare l’insabbiamento dei rifiuti l’Impresa Appaltatrice del servizio di pulizia dell’arenile demaniale ha provveduto e sta tuttora provvedendo di volta in volta ala rimozione dei rifiuti spiaggiati ed al loro conferimento in discarica ;
che a seguito degli eventi meteorologici avversi dei mesi febbraio e marzo scorsi sono state effettuate le segnalazioni alla Regione Marche per la richiesta di riconoscimento dello stato di calamità da parte dello Stato;
che l’eccezionale evento calamitoso che si è perpetrato nel tempo (dal mese di febbraio 2015 in avanti) ha causato lo spiaggiamento di una quantità rilevantissima di materiale organico (quindi putrescibile) e non. Il suddetto materiale è potenzialmente fonte di grave pericolo per la salute e quindi per la pubblica incolumità anche a causa di problemi igienico sanitari;
che pertanto occorre provvedere con la massima urgenza all’adozione senza ulteriore indugio di tutti i provvedimenti necessari per eliminare ogni inconveniente che possa seriamente compromettere l’ambiente e la qualità dell’arenile demaniale, anche per preservare l’economia della Città, fortemente vocata alle attività turistiche ;
che in relazione a quanto premesso al momento non è possibile quantificare l’incidenza dei maggiori costi da sostenere, in dipendenza di diverse variabili ;
che sarà quindi necessario predisporre una perizia di variante suppletiva non appena sarà possibile definire la esatta quantificazione economica della spesa, da redigere
che per ovviare alla situazione l’Ufficio preposto ha provveduto a redigere in data 31 marzo scorso un verbale per introdurre una perizia di variante suppletiva da redigere ai sensi dell’art.  311 - c. 2 - lett. b -  ex D.P.R. 5 ottobre 2010, n. 207; 
Visto il D.Lgs. 163/2006 Codice dei Contratti Pubblici relativi a lavori, servizi, forniture e s.m.i.;
Visto il vigente Regolamento Comunale per la disciplina dei Contratti;
- Preso atto del seguente parere favorevole reso ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente responsabile dell’Area Tecnica Territorio e Ambiente;
- Con votazione palese ed unanime;



                            DELIBERA


1)	DI CONSIDERARE quanto esposto in premessa parte integrante e sostanziale del presente atto ;
2)	DI PRENDERE ATTO dell’allegato verbale redatto  dall’Ufficio preposto in data 31/03/2015 e del suo contenuto, al fine di procedere alla redazione di una perizia di variante e suppletiva in base a quanto previsto dall’art. 311 – c. 2 – lett. b – ex D.P:r: 5 ottobre 2010, n. 207 ;
3)	DI IMPEGNARSI in sede di predisposizione dello schema di bilancio  di previsione 2015 a prevedere la necessaria copertura finanziaria per il finanziamento delle spese di cui al citato verbale;

 


	 



Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 06 maggio 2015 al 21 maggio 2015 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 22 maggio 2015	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 17 maggio 2015, essendo stata pubblicata il 06 maggio 2015
Lì, 18 maggio 2015	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,