Senigallia Atto

Intervento edilizio in via Rapallo - revoca dell'impegno all'esecuzione di un marciapiede pubblico

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-LP/2015/1454 del 28 luglio 2015

Presentazione
Approvazione
28.7.2015
  • 28.7.2015
  • approvato


Firmatari

  • Maurizio Memè
    Vice sindaco, Assessore con delega a pianificazione urbanistica e progettazione ambientale, gestione e manutenzione del litorale, area portuale, Suap
    Monitorato da 20 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 148
Seduta del 28/07/2015
OGGETTO:	Intervento edilizio in località Marzocca, via Rapallo n. 5. Revoca dell'impegnoalla esecuzione di marciapiede pubblico. Ditta: Bonvini Lorenzo e Bonvini Francesca.

L’anno duemilaquindici addì ventotto del mese di luglio alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco-* Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore-* Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore-* 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Memè Maurizio nella qualità di Vice Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Memè Maurizio;

Premesse.

	In data 23/05/2006 il sig. Bonvini Luigi faceva istanza per il rilascio di un Permesso di Costruire per la costruzione di una villa bifamiliare in località Marzocca, via Rapallo n. 5 (pratica edilizia n. 158/2006).

	In relazione alla suddetta istanza, il GPA (Gruppo Piani Attuativi) esprimeva il seguente parere: - il confine di proprietà (lato strada via Rapallo) dovrà essere arretrato di m. 1,50 rispetto a quello attuale in modo tale da consentire la realizzazione di un marciapiede, fermo restando l’ubicazione del fabbricato da realizzare; - il marciapiede in progetto dovrà avere una larghezza di m. 1,50 e lunghezza m. 45,00 circa e dovrà prevedere una linea interrata per futuro impianto di illuminazione pubblica; - la pavimentazione dovrà essere realizzata con autobloccanti (tipo e colore saranno stabiliti dall’Ufficio Strade del Servizio LL.PP.).

	Con atto di Giunta Municipale n. 44 del 27/02/2007 veniva definita la larghezza stradale di via Rapallo pari a m. 7,00 con arretramento dei confini di proprietà di m. 1,50 rispetto a quelli esistenti, il tutto ai sensi dell’art. 13 delle NTA del PRG.

	Con atto d’obbligo 23/03/2007 il sig. Bonvini Luigi si impegnava a realizzare il marciapiede in conformità a quanto richiesto dal GPA.

	In data 26/03/2007 veniva rilasciato quindi al sig. Bonvini Luigi il Permesso di Costruire n. 07/81 con la prescrizione che contestualmente alla presentazione dell’istanza di agibilità dovesse essere perfezionata la cessione dell’area con il marciapiede realizzato, come da atto d’obbligo 23/03/2007.

	In data 04/07/2008 veniva volturato il citato Permesso di Costruire n. 07/81 ai sigg. Bonvini Lorenzo e Bonvini Francesca a seguito dell’avvenuta donazione effettuata ai propri figli dal sig. Bonvini Luigi (atto notaio D. Sgolacchia rep. 185.533 del 15/11/2007).

	In data 09/04/2010 la sig.ra Bonvini Francesca chiedeva il rilascio dell’agibilità dell’immobile individuato al foglio n. 18, mappale n. 1121 sub. 2-4-6 facendo presente che i lavori di sistemazione esterna non erano ancora iniziati.

	In data 24/11/2010 i sig. Bonvini Luigi, Lorenzo e Francesca chiedevano di non cedere più l’area per la realizzazione di un marciapiede pubblico della lunghezza di m. 45,00 e larghezza di m. 1,50, ma di prevedere alla sua monetizzazione.

	In relazione alla richiesta di cui sopra la Giunta Municipale nella seduta del 18/01/2011 esprimeva il seguente parere: mantenimento degli obblighi previsti in sede di rilascio del Permesso di Costruire. Parere favorevole al non arretramento.

	Con nota 27/01/2011 l’Ufficio Programmazione di questo Comune comunicava ai sigg. Bonvini l’accoglimento dell’istanza con le seguenti prescrizioni: - gli accessi carrabili alla proprietà privata dovranno essere opportunamente arretrati secondo quanto stabilito dall’art. 77, comma 2 del vigente R.E.C.; - il marciapiede, da realizzarsi su via Rapallo lungo il fronte del lotto, dovrà essere eseguito secondo tipologia e materiali precedentemente approvati.

	In data 31/03/2011 i sigg. Bonvini chiedevano il rilascio di un Permesso di Costruire per la realizzazione di un marciapiede nell’area urbana di via Rapallo, nonché la modifica della recinzione (pratica edilizia n. 89/2011).

	Con nota 21/04/2011 l’Ufficio Programmazione comunicava all’Ufficio Strade che l’area per la esecuzione del marciapiede pubblico non poteva essere monetizzata. Comunicava inoltre che la G.M. con nota 20/01/2011 prot. 2783 aveva espresso il proprio assenso alla realizzazione del marciapiede pubblico in via Rapallo, ma su suolo pubblico, secondo le prescrizioni esecutive del GPA; secondo le suddette indicazioni veniva a cadere l’impegno dei sigg. Bonvini a cedere l’area per l’allargamento strada, ma anche quanto stabilito nella D.G.M. n. 44/2007 relativamente alla larghezza stradale. Si invitava quindi l’Ufficio Strade a  rettificare gli atti secondo il citato parere del 20/01/2011.

	Con atto di Giunta Municiple n. 123 del 21/06/2011 veniva revocato il precedente atto di G.M. n. 44/2007 definendo la larghezza stradale di via Rapallo nella misura attuale esistente ai sensi dell’art. 13, comma 8 delle NTA del PRG.

	Il Comune di Senigallia rilasciava ai sigg. Bonvini il Permesso di Costruire n. 11/185  del 19/07/2011 per la realizzazione di un marciapiede e modifica della recinzione.

	In relazione alla limitata larghezza stradale di via Rapallo, l’Ufficio Strade di questo Comune valutava tecnicamente che la realizzazione del marciapiede su un limitato tratto della stessa via avrebbe determinato una limitazione e pericolosità del traffico veicolare e pedonale, per cui in data 16/07/2015 esprimeva parere negativo alla sua realizzazione.

	Considerato che i sig.ri Bonvini hanno assolto agli obblighi relativi al pagamento degli oneri di urbanizzazione, ritiene di sollevare gli stessi dall’impegno dall’esecuzione del marciapiede. 


- Richiamato l’art. 48 del D. Lgs 18/08/2000 n. 267 e s.m.i.;

- Preso atto del seguente parere favorevole reso ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/08/2000 n. 267 sull’Ordinamento degli Enti Locali:
- del Segretario Generale;

 con votazione palese ed unanime;


DELIBERA

1°) DI PRENDERE ATTO del parere 16/07/2015 del Servizio Strade di questo Ente sulla non opportunità di realizzare un tratto di marciapiede su via Rapallo data l’esigua larghezza della strada e la conseguente pericolosità veicolare e pedonale che si verrebbe a determinare con l’esecuzione dell’opera.

2°) DI SOLLEVARE i sigg. Bonvini Lorenzo e Bonvini Francesca dall’impegno alla esecuzione del marciapiede avendo comunque, gli stessi, assolto gli obblighi relativi al pagamento degli oneri concessori. 

3) DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/08/2000 n. 267 mediante separata ed unanime votazione palese.








Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Vice Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Memè Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 12 agosto 2015 al 27 agosto 2015 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 28 agosto 2015	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 23 agosto 2015, essendo stata pubblicata il 12 agosto 2015
Lì, 24 agosto 2015	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,