Senigallia Atto

Approvazione piano triennale 2016/2018 di razionalizzazione delle spese di funzionamento dell'ente comprendente la relazione a consuntivo dell'anno 2015 di cui al piano triennale 2015/2017

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-OF/2016/869 del 30 aprile 2016

Presentazione
Approvazione
30.4.2016

Firmatari

  • Gennaro Campanile
    Assessore con delega a risorse finanziarie e patrimoniali, sviluppo economico e commercio
    Monitorato da 17 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 99
Seduta del 30/04/2016
OGGETTO:	APPROVAZIONE DEL PIANO TRIENNALE 2016/2018 DI RAZIONALIZZAZIONE DELLE SPESE DI FUNZIONAMENTO DELL'ENTE AI SENSI DELL'ART. 2 COMMI 594 E SEGUENTI DELLA L. N. 244/2007, COMPRENDENTE LA RELAZIONE A CONSUNTIVO DELL'ANNO 2015 DI CUI AL PIANO TRIENNALE 2015/2017

L’anno duemilasedici addì trenta del mese di aprile alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Vice Segretario del Comune Dott. Mirti Paolo  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Campanile Gennaro;
RICORDATO che:
- la Legge n. 244 del 24.12.2007 (legge finanziaria 2008) prevede alcune rilevanti disposizioni dirette al contenimento e alla razionalizzazione delle spese di funzionamento delle pubbliche amministrazioni;
- in particolare, l’art. 2, comma 594, prevede che ai fini del contenimento delle spese di funzionamento delle proprie strutture, le amministrazioni pubbliche di cui all’art. 1, comma 2, del Decreto Legislativo 30 marzo 2001, n. 165, adottano piani triennali per l’individuazione di misure (le succitate disposizioni normative, nello stabilire il principio di contenimento della spesa di funzionamento, non recano alcuna indicazione operativa sulla determinazione del quantum, né sul come contenere la spesa, rimettendo all’autonoma determinazione degli enti, il compito di indicare le azioni da intraprendere), finalizzate alla razionalizzazione dell’utilizzo:
a) delle dotazioni strumentali, anche informatiche, che corredano le stazioni di lavoro nell’automazione d’ufficio;
b) delle autovetture di servizio, attraverso il ricorso, previa verifica di fattibilità a mezzi alternativi di trasporto, anche cumulativo;
c) dei beni immobili ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali;
- il comma 595 stabilisce che nei piani relativi alle dotazioni strumentali occorre prevedere le misure dirette a circoscrivere l’assegnazione di apparecchiature di telefonia mobile ai soli casi in cui il personale debba assicurare, per esigenze di servizio, pronta a costante reperibilità e limitatamente al periodo necessario allo svolgimento delle particolari attività che ne richiedono l’uso, individuando, nel rispetto della normativa sulla tutela della riservatezza dei dati personali, forme di verifica, anche a campione circa il corretto utilizzo delle relative utenze;
- il comma 596 prevede che nei casi in cui gli interventi esposti nel piano triennale implichino la dismissione di dotazioni strumentali, lo stesso piano è corredato dalla documentazione necessaria a dimostrare la congruenza dell’operazione in termini di costi e benefici;
- il comma 597 impone alle amministrazioni pubbliche di trasmettere a consuntivo e con cadenza annuale una relazione agli organi di controllo interni e alla sezione regionale della Corte di conti competente;
- il comma 598 prevede che i suddetti piani siano resi pubblici sul sito internet istituzionale; 

- il comma 599 impone alle amministrazione pubbliche, sulla base di criteri e modalità definiti con decreto del Presidente del Consiglio dei ministri da adottare, sentita l’Agenzia del demanio, entro 90 giorni dalla data entrata in vigore della presente legge, all’esito della ricognizione propedeutica all’adozione dei piani triennali di cui al lettera c) del comma 594, di provvedere a comunicare al ministero dell’economia e delle finanze i dati relativi a:
- 	i beni immobili ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali, sui quali vantino a qualunque titolo diritti reali, distinguendoli in base al relativo titolo, determinandone la consistenza complessiva e indicando gli eventuali proventi annualmente ritratti dalla cessione in locazione o in ogni caso dalla costituzione in relazione agli stessi di diritti in favore di terzi;
- i beni immobili ad uso abitativo o di servizio, con esclusione dei beni infrastrutturali, dei quali abbiano a qualunque titolo la disponibilità, distinguendoli in base al relativo titolo, e determinandone la consistenza complessiva, nonché quantificando gli oneri annui complessivamente sostenuti a qualunque titolo per assicurarne la disponibilità;

RICHIAMATA la propria deliberazione n. 143 del 21.07.2015 di approvazione del Piano triennale 2015/2017 di razionalizzazione dell’utilizzo dei beni mobili ed immobili finalizzato al contenimento delle spese di funzionamento di cui all’art. 2, comma 594 e segg. della L. n. 244/2007;

VISTO l’allegato Piano contenente misure e direttive finalizzate alla razionalizzazione e al contenimento delle spese in argomento per il triennio 2016/2018, consistente sostanzialmente nell’aggiornamento del piano triennale 2015/2017 e nella rendicontazione a consuntivo dei risultati raggiunti rispetto a quanto previsto per l’anno 2015 dal piano di razionalizzazione triennale 2015/2017;

SOTTOLINEATO che l’attività di contenimento e razionalizzazione delle spese di funzionamento coinvolge trasversalmente tutte le aree dell’Ente e che, con il coinvolgimento dell’Ufficio Economato, sono stati raccolti ed assemblati i dati e le informazioni per la stesura del nuovo piano triennale 2016/2018, compresa la parte riguardante la rendicontazione relativa a quanto previsto dal piano 2015/2017 per l’anno 2015; 

RICORDATO che il piano triennale di razionalizzazione è reso pubblico con la pubblicazione sul sito istituzionale dell’ente;

RITENUTO, pertanto, necessario approvare l’allegato Piano contenente misure e direttive finalizzate alla razionalizzazione ed al contenimento delle spese in argomento per il triennio 2016/2018 nei contenuti come sopra descritti;      

 Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente responsabile dell’Area Organizzazione e Risorse Finanziarie;
Con votazione palese ed unanime;

D E L I B E R A
1°) –  DI CONSIDERARE le premesse quale parte integrante e sostanziale del presente atto;

2°) - DI APPROVARE l’allegato Piano contenente misure e direttive finalizzate alla razionalizzazione e al contenimento delle spese in argomento per il triennio 2016/2018, consistente sostanzialmente nell’aggiornamento del piano triennale 2015/2017 e nella rendicontazione a consuntivo dei risultati raggiunti rispetto a quanto previsto per l’anno 2015 dal piano di razionalizzazione triennale 2015/2017;

3°) - DI INVITARE tutti i responsabili dei servizi comunali a porre la massima attenzione alla concreta realizzazione delle azioni e degli interventi previsti nel piano e ad inviare all’Ufficio Economato, al termine dell’anno 2016, una relazione a consuntivo, finalizzata alla predisposizione del rapporto da inviare con cadenza annuale agli organi di controllo interno (Collegio dei Revisori) e alla sezione regionale di controllo della Corte dei Conti delle Marche; 

4°) - DI PROVVEDERE alla pubblicazione del Piano triennale 2016 – 2018 sul sito istituzionale dell’ente; 

5°) - DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
Per copia conforme ad uso amministrativo.




Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il   Vice Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	Mirti PaoloF/to MirMi

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 09 maggio 2016 al 24 maggio 2016 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 25 maggio 2016	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 20 maggio 2016, essendo stata pubblicata il 09 maggio 2016
Lì, 23 maggio 2016	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,
















COMUNE DI SENIGALLIA
Provincia di Ancona

PIANO TRIENNALE DI RAZIONALIZZAZIONE
DELL’UTILIZZO DELLE DOTAZIONI STRUMENTALI, DELLE AUTOVETTURE DI SERVIZIO E DEI BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO O DI SERVIZIO

(Art. 2, commi 594-598, della L n. 244/2007)


Il presente piano triennale 2016/2018 riguarda, così come previsto dall’art. 2, commi 594-598, della L. n. 244/2007, le misure da adottare per razionalizzare le spese derivanti dall’utilizzo delle dotazioni strumentali, delle autovetture di servizio e dei beni immobili ad uso abitativo o di servizio. Tale piano consiste sostanzialmente nell’aggiornamento del piano triennale 2015/2017 e nella rendicontazione a consuntivo dei risultati raggiunti rispetto a quanto previsto per l’anno 2015 dal piano di razionalizzazione triennale 2015/2017.

Richiamando quanto previsto nella delibera di Giunta Municipale n. 143 del 21.07.2015 si relaziona quanto segue.


A) DOTAZIONI STRUMENTALI

Le dotazioni strumentali che corredano le stazioni di lavoro nell’automazione d’ufficio dei dipendenti amministrativi, sono costituite dai computer e da alcune stampanti di rete assegnate ai vari servizi per il regolare svolgimento delle attività istituzionali. Il parco macchine è composto da circa 280 postazioni di cui il 70% thin client, strumento che consente un notevole risparmio in termini di acquisto apparecchiature e in termini di gestione; il rimanente 30% è costituito da computer di proprietà per il quale si intende valutare un ipotesi di noleggio negli anni a venire.
Ai fini di una migliore razionalizzazione e ottimizzazione della distribuzione delle attrezzature di stampa e riproduzione è stato utilizzato come gli anni precedenti, il meccanismo della condivisione tra uffici. 
Con il procedimento di gara avviato nell’anno 2013 tramite Consip si è proceduto ad affidare la fornitura in noleggio con assistenza di fotocopiatrici e stampanti multifunzione del Comune di Senigallia alla ditta Sedap Ufficio di Morettini G. & C. Snc di Jesi, la quale alla scadenza del 30.09.2015 si è dichiarata disposta a rinnovare l’appalto per ulteriori 24 mesi alle medesime condizioni economiche già in vigore, ma offrendo migliorie tecniche sia dal punto di vista dei servizi software e di gestione, sia dal punto di vista hardware; l’adesione alla proposta di proroga di cui sopra ha evitato un aumento dei costi copia a carico del bilancio, assicurando nel contempo il continuo adeguamento tecnologico per le nuove installazioni come quella che è avvenuta a Settembre 2015 a favore dell’Ufficio Attività Istituzionali e da ultima l’installazione di una nuova stampante formato A4 b/n presso la Rotonda a Mare.
Si confermano pertanto nel 2015 i medesimi livelli di costo registrati nel 2014; la spesa per l’anno 2015 relativa al noleggio full service è stata di Ђ 35.000,06. Inoltre, alle vigenti condizioni contrattuali, che rimarranno ferme sino al 30.09.2017, il Comune di Senigallia non sostiene costi fissi a titolo di canoni mensili di noleggio. 
Anche per il triennio 2016-2018 si dispone pertanto il contenimento della spesa a quella assestata negli anni precedenti.


B) AUTOVETTURE ED ALTRI MEZZI DI SERVIZIO

Introduzione
Visto che negli ultimi anni più volte è stata richiamata l’attenzione delle Pubbliche Amministrazioni sulle modalità di gestione e di utilizzo delle autovetture in dotazione al fine di contenerne e ridurne la spesa, il presente Piano è finalizzato ad adottare misure di razionalizzazione, sia per le autovetture di servizio, che per quelle di rappresentanza. Si consideri da ultimo il comma 636 della L. 208/2015 che proroga al 31 dicembre 2016 il divieto di acquisto  di autovetture e di stipula di contratti di locazione finanziaria aventi medesimo oggetto, di cui all’art. 1 comma 143 L. 24 dicembre 2012, n. 228. Le disposizioni, ai sensi del successivo comma 144, non si applicano per gli acquisti effettuati per le esigenze del Corpo nazionale dei V.d.F., per i servizi istituzionali di tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica, per i servizi sociali e sanitari svolti per garantire i livelli essenziali di assistenza.


Situazione attuale del parco automezzi
I mezzi di servizio sono assegnati ai diversi uffici che sono responsabili della loro gestione operativa in relazione:
- ai motivi di servizio per cui sono utilizzati;
- alle percorrenze effettuate;
- ai rifornimenti di carburante e alla custodia delle carte magnetiche con cui sono effettuati;
- alla revisione c/o officine autorizzate;
- allo stato generale del veicolo;
- alle segnalazioni al Servizio Economato di qualsiasi notizia rilevante: dismissioni per obsolescenza, cessioni in comodato d’uso ad altri soggetti, ecc.
- alle manutenzioni.
L’Ufficio Economato provvede alla gestione delle spese per il carburante e per la polizza assicurativa mentre al pagamento della tassa automobilistica provvede l’Ufficio Ragioneria.

I mezzi devono essere utilizzati esclusivamente per esigenze di servizio quali sopralluoghi, notifiche, accertamenti anagrafici, distribuzione di materiale destinato ad asili nido e materiale di cancelleria dai magazzini centrali alle sedi distaccate, assistenza anziani e disabili, manutenzione infrastrutture, ecc. all’interno del territorio comunale. 
Le autovetture possono essere utilizzate, inoltre, in occasioni di missioni da parte dei dipendenti presso uffici pubblici e privati in territorio extracomunale, oltre che dagli amministratori a fini istituzionali e di rappresentanza, nei casi in cui l’utilizzo dei mezzi pubblici sia diseconomico, secondo un’analisi costi benefici, sia a livello di spesa che di efficienza (onde evitare carenze a livello organizzativo e tempistiche dispendiose).

Il parco automezzi di proprietà comunale è attualmente costituito da n. 109 mezzi e n. 1 autovettura di rappresentanza assegnata per scopi di servizio e istituzionali (Lancia Delta DT263DM); dei n. 110 mezzi totali, la maggior parte sono destinati esclusivamente allo svolgimento di servizi specifici; n. 13 sono considerate autovetture di servizio. Di seguito, in calce, un prospetto riepilogativo dei mezzi risultanti alla data del 20.04.2016 e relativi costi sostenuti nel 2015;    

                            Consistenza attuale parco automezzi (dettaglio per settore)
MEZZOTARGATIPO ALIM.SERVIZIOFIAT PUNTO 1,3BF900XPBATTIVITA' ISTITUZ.LILANCIA DELTADT263DMB/MATTIVITA' ISTITUZ.LIFIAT PANDADT304DMB/MATTIVITA' ISTITUZ.LI
MEZZOTARGATIPO ALIM.SERVIZIOMERCEDES CARRO FUNEBREAA294DEBCIMITEROAUTOCARRO FIAT DUCATOAD174RWGECONOMATOFIAT PANDA 1001BG305RDBECONOMATOFIAT PANDA 1101BX818AEBCIMITERO
MEZZOTARGATIPO ALIM.SERVIZIOFIAT DOBLO'CJ490RRGFARMACIA

MEZZOTARGATIPO ALIM.SERVIZIOFIAT PANDA 1001AA865DGBISTRUZIONE
MEZZOTARGATIPO ALIM.SERVIZIOFIAT PANDA BASE 901AL604SXBLL.PP.
MEZZOTARGATIPO ALIM.SERVIZIOFIAT FIORINO BIANCOAZ818HTBMANUT. IMMOB.AUTOVETTURA FIAT SCUDO ELAZ947HSBMANUT. IMMOB.FIAT FIORINO BIANCOBA724GPBMANUT. IMMOB.AUTOVETTURA FIAT PUNTO BIANCA 56BC095HXBMANUT. IMMOB.APE PORTER 16/V PIAGGIO S85LPBG100RGBMANUT. IMMOB.AUTOCARRO C/GRU FIAT DAILY IVECO 36BM907GYGMANUT. IMMOB.FIAT PUNTO 1200 CC. 1,3BP797TDBMANUT. IMMOB.FIAT DOBLO'BT068GYBMANUT. IMMOB.AUTOCARRO PIAGGIO PORTER S85BT244HBBMANUT. IMMOB.FIAT PUNTO ELXBV045TXBMANUT. IMMOB.AUTOFURGONE FIAT SCUDO IVECO 80CT778PAGMANUT. IMMOB.AUTOVETTURA FIAT PUNTODH596MCB/MMANUT. IMMOB.AUTOCARRO NISSAN F241 PIATTAFORMA AEREAEL530FSGMANUT. IMMOB.
MEZZOTARGATIPO ALIM.SERVIZIOFIAT PUNTO 1,3CV611CHBPATRIMONIO
MEZZOTARGATIPO ALIM.SERVIZIORIMORCHIO AUTO marca CRESCIAF91000 P.M.MOTOCICLO HONDA XL650 HONDA 651AX64946BP.M.MOTOCICLO HONDA XL650 HONDA 651AX64947BP.M.AUTOVETTURA FIAT PANDA 4X4 1101AZ153HTBP.M.AUTOVETT. RADIOMOBILE ALFA ROMEOBL602EABP.M.FIAT DOBLO'BT527DRGP.M.MOTOCICLO HONDA XL650 HONDA 651CM35847BP.M.MOTOCICLO HONDA XL650 HONDA 651CM35848BP.M.HYUNDAI GETZ 1100 BIANCA 1,2CW903SVBP.M.FIAT PUNTODH197MEM/BP.M.FIAT SCUDODH198MEGP.M.FIAT NUOVO DOBLO'EK335FFB/MP.M.AUTOVETT. RADIOMOBILE FIAT PUNTO 56YA041AGM/BP.M.FIAT NPOWER PANDAYA060AGM/BP.M.FIAT NPOWER PANDAYA061AGM/BP.M.AUTOVEICOLO RENAULT AD USO SPECIALE KW 81 YA038ALGP.M.AUTOVEICOLO RENAULT AD USO SPECIALE KW 81 YA039ALGP.M.

MEZZOTARGATIPO ALIM.SERVIZIORENAULT KANGOOCA193SHGPROTEZIONE CIVILE FIAT PANDA 4X4 1101AZ152HTBPROTEZIONE CIVILEAUTOVETT. RADIOMOBILE FIAT PUNTO 60BJ555TZBPROTEZIONE CIVILERENAULT KANGOOBF032WFGPROTEZIONE CIVILESCOOTER PIAGGIO FREEX48ZVKBP.M.SCOOTER PIAGGIO FREEX48ZVLBP.M.SCOOTER PIAGGIO FREEX48ZVMBP.M.SCOOTER PIAGGIO FREEX48ZVNBP.M.
MEZZOTARGATIPO ALIM.SERVIZIOBOBCAT CASE 85 XT CON ACCESSORIAAW700GSTRADEBOB CASE 1840 CASEACY944GSTRADEFIAT FIORINO 1.7 D CC 1697AD792SBGSTRADEAUTOFURGONE FIORINO DIESEL 1700 FIATAG283EFGSTRADETRATTORE SAME SILVERAK114PGSTRADEAUTOCARRO NISSAN TRADE 3.1AK745BMGSTRADECOMPATTATORE FIAT 110 IMM. 1974 FIAT 111AN204665GSTRADEMOTO GREDER FIAT ALLIS- LIVELLATRICEAN219AAGSTRADEFIAT DUCATO PROMISCUOAN436736GSTRADETERNA BENATI S.10AN476AAGSTRADEAUTOCARRO FIAT 190 CON GRU IDRAULICA FIAT 190 FAN508237GSTRADEPALA CARICATRICE FIAT ALLIS FR7B GEOTECHAN518AAGSTRADEAUTOVETTURA FIAT UNO 46AN548833BSTRADERULLO COMPRESSORE BOMAG AD-3AN635AEGSTRADEESCAVATORE SEMOVENTE CASE POCLAIN 580 SLEAN710AEGSTRADEAUTOCARRO IVECO TURBO DAILY FIAT IVECO 35 E 12 AAZ544HXGSTRADEAUTOVETTURA FIAT PANDA 4X4 1101BB812YLBSTRADEAUTOCARRO PORTE PIAGGIO S 85 LPBJ132VABSTRADEAUTOCARRO PIAGGIO S85 LPBJ142VAGSTRADEAUTOCARRO FIAT IVECO 27-151BT074HAGSTRADEAUTOCARRO FIAT IVECO 18-80BT075HAGSTRADEAUTOCARRO FIAT IVECO 5302CZ921WZGSTRADE FURGONE FIAT DOBLO’223WXD1AAXDN878YMMSTRADEFIAT 190 FEA237NHGSTRADEBOB CAT CLARK 631 TELAIO N. AN12044NO TARGAGSTRADE
MEZZOTARGATIPO ALIM.SERVIZIOFIAT PUNTO ELX TURBODIESELAL641TJGSERVIZI SOCIALIFIAT DUCATO BZ503FNGSERVIZI SOCIALIFIAT DOBLO' 1.2 ELCH814ZPBSERVIZI SOCIALIFIAT DUCATO COMBYCW099MPGSERVIZI SOCIALIFIAT DUCATODW448NDGSERVIZI SOCIALI
MEZZOTARGATIPO ALIM.SERVIZIOTRATTORE PASQUALI 506.11AC420ZGSPORTAUTOCARRO FIAT DUCATOAG863EZGSPORTAPE POKER PIAGGIOAN117520BSPORTFIAT FIORINO BIANCOAN415824BSPORTMOTOCARRO APE POKER PIAGGIOAX65378GSPORTAUTOVETTURA FIAT PUNTO 1.3BL853EABSPORT
MEZZOTARGATIPO ALIM.SERVIZIOFIAT PUNTO 1.3BJ556TZBURBANISTICA
MEZZOTARGATIPO ALIM.SERVIZIOFIAT FIORINO 1.7 D CC 1697AD793SBGAMBIENTETRATTORINO CARRARO TRX-7400 - TRATTRICEAK163PGAMBIENTEMOTOCARRO PIAGGIO APEAM75454BAMBIENTEPIAGGIO APE CAR P3AN 113049BAMBIENTEAUTOSCALA ALFA ROMEOAN274152GAMBIENTEAUTO ANNAFFIATRICE FIAT 160-161AN346912GAMBIENTECAMION FIAT 160 CON GRU IVECO 80AN383615GAMBIENTEFIAT PANDA 750 FIRE LAN436930BAMBIENTEAUTOCARRO FIAT IVECO 79-14 FIAT IVECO 80AN452903GAMBIENTECOMPATTATORE IVECO FIAT 175-IVECO 176AN480019GAMBIENTEAUTOVETTURA FIAT PANDA 901AP448AKBAMBIENTEPORTE PIAGGIO DIESEL S85 LPBC788LRGAMBIENTEAUTOFURGONE FIAT SCUDO BN252BAGAMBIENTEAUTOCARRO CON GRU FIAT DAILY IVECO 36BN321AVGAMBIENTEAUTOCOMPATTATORE FIAT IVECO 240BP726TGGAMBIENTEAPE PIAGGIO TMS85 PORTERCM36777BAMBIENTEFIAT PANDA 4X4DF292TAGAMBIENTEFIAT PANDADF776BHGAMBIENTEAUTOVEICOLO  PIAGGIO S89FB972EEBAMBIENTEAUTOVEICOLO  PIAGGIO S89FB973EEBAMBIENTEAUTOVEICOLO  PIAGGIO S89FB974EEBAMBIENTEAUTOVEICOLO  PIAGGIO S89FB975EEBAMBIENTEBOBCAT 751 MEL ROERNAA171GAMBIENTEAUTOCARRO FIAT 100 NC IVECO 80TE295815GAMBIENTE
A seguito dell’evento alluvionale del maggio 2014, sono andati distrutti n. 14 mezzi appartenenti al Servizio Verde Ambiente. A seguito di tale dismissione si è provveduto ad acquistare alla fine di novembre 2015 n. 4 autoveicoli Piaggio S89 targhe: FB972EE, FB973EE, FB974EE ed FB975EE.
Altre dismissioni per vetustà si sono avute nell’anno 2015:
- Motocarro APE Piaggio, targa AM75362, appartenente al Servizio Affissioni, immatricolato nel 2000;
- Autovettura Fiat Panda 900, targa AZ151HT, appartenente al Servizio Strade, immatricolata nel 1998;
Relativamente alle nuove acquisizioni anno 2015, con D.D. n. 463 del 12.05.2015 è stato disposto l’acquisto di un mezzo usato (Furgone Fiat Doblò targa DN878YM – alimentazione a metano), da lavoro, per garantire l’efficienza del servizio strade in seguito alla contestuale rottamazione dell’autoveicolo AZ151HT. 


Sono da segnalare inoltre i seguenti mezzi a noleggio per i quali esistono due contratti di locazione con scadenza novembre 2017 che prevedono una spesa complessiva annua pari ad Ђ 264.672,03 oltre la spesa per il carburante.
Nel prossimo triennio, al fine di una sempre più attenta razionalizzazione della spesa, si intendono valutare ipotesi alternative di gestione, valutando la convenienza economico-finanziaria per garantire un servizio sempre più efficace.
 
  MEZZI A NOLEGGIOTARGATIPO ALIM.SERVIZIOSPAZZATRICE SWINGOAFB043G AMBIENTESPAZZATRICE SWINGOAFB080G AMBIENTESPAZZATRICE RAVOAFB181G AMBIENTESPAZZATRICE RAVOAFB182G AMBIENTESPAZZATRICE MOD. SCMIDT MOD SWINGOAFB337G AMBIENTEAPE CAREL730HZBAMBIENTEAPE CAREL731HZBAMBIENTEAPE CAREL732HZBAMBIENTEAPE CAREL733HZBAMBIENTEAPE CAREL734HZBAMBIENTE

I mezzi in comodato d’uso a disposizione dei Servizi Sociali sono i seguenti, per i quali l’Ente non sostiene né le spese per  l’assicurazione né per la tassa automobilistica, ma provvede alla spesa relativa al carburante e alla manutenzione:

MEZZI IN COMODATO D'USOTARGATIPO ALIM.SERVIZIOFIAT DOBLO'
 (dalla ditta PGM)DM547HWGSERVIZI SOCIALIFIAT DUCATO (da Fondazione Città di Senigallia)DK877ASGSERVIZI SOCIALIFORD TRANSIT
(da Anteas/Auser)EZ975VTGSERVIZI SOCIALI
Spese carburante
Per quanto riguarda l’acquisto del carburante il Comune di Senigallia, ai fini del raggiungimento degli obiettivi di contenimento e di razionalizzazione della spesa pubblica, è ricorso nel 2013 all’adesione alla Convenzione, stipulata in data 20.12.2012 tra Consip Spa e TotalErg SpA, per la fornitura di carburante per autotrazione (benzina e gasolio) mediante fuel card denominata Carburanti Rete – Fuel Card 5 – Lotto 3. Tale convenzione, valida fino al 20.12.2015 è stata prorogata per ulteriori 4 mesi alle medesime condizioni contrattuali:
	uno sconto pari a Ђ 0,075 per litro (IVA esclusa) rispetto al prezzo consigliato con servizio ore diurne al lordo delle variazioni geografiche e delle variazioni relative ai rifornimenti in autostrade e/o tangenziali comunicato al Ministero delle Attività Produttive;
	l’uso di carte magnetiche;
	possibilità di utilizzo delle fuel card c/o le stazioni di servizio, abilitate ad accettarle, contraddistinte dal marchio TotalErg ubicate su tutto il territorio nazionale;
	pagamento delle fatture a 30 gg. F.M. 
Con questa modalità di fornitura la spesa per l’anno 2015 è stata pari ad Ђ 199.470,12.
Per quanto riguarda la fornitura di gas metano effettuata presso le locali stazioni di servizio è stata sostenuta una spesa per l’anno 2015 pari ad Ђ 7.316,34.

A seguito della scadenza della convenzione con TotalErg, in data 11.03.2016 il Comune di Senigallia ha aderito alla convenzione Consip per la fornitura di carburante per autotrazione mediante Fuel Card 6 – Lotto 3 ai sensi dell’art. 1 comma 7 del D.L. 95/2012 e s.m.i. convertito in legge 135/2012 con la ditta Kuwait Petroleum Italia SpA, la cui scadenza è fissata per il 2.11.2018. Anche questo contratto, come il precedente prevede:
	l’uso di carte magnetiche;
	possibilità di utilizzo delle fuel card c/o le stazioni di servizio, abilitate ad accettarle, contraddistinte dal marchio Q8 nonché ReteItalia ubicate su tutto il territorio nazionale;
	uno sconto pari a Ђ 0,125 per litro (IVA esclusa) rispetto al prezzo consigliato con servizio ore diurne al lordo delle variazioni geografiche e delle variazioni relative ai rifornimenti in autostrade e/o tangenziali comunicato al Ministero dello Sviluppo Economico.
Il corrispettivo dovuto per ciascun litro è comunque pari al minore tra il prezzo consigliato al netto dello sconto ed il prezzo praticato alla pompa all’atto del prelievo.
In virtù dell’adesione alla citata Convenzione Consip per il triennio 2016-2018, l’Ente conseguirà un risparmio sulla spesa di circa Ђ 6.000,00 annuali.

Spese polizza assicurativa RCA
Per la polizza RC Auto si è proceduto già ad aprile 2015 ad esperire una nuova gara, a procedura aperta, di  n. 8 lotti, per la gestione dei servizi assicurativi per il quinquennio 30.06.2015 – 30.06.2020 che si è conclusa con l’aggiudicazione definitiva della polizza RCA alla Compagnia Unipol Assicurazioni SpA. Tale aggiudicazione ha comportato in capo all’Ente un notevole risparmio economico. Nella fattispecie, per la RCA, un risparmio pari ad Ђ 5.941,68 annui. 
Anche per il triennio 2016-2018, in virtù della durata di tale polizza, si dispone il contenimento della spesa nei limiti di Ђ 51.611,33 salvo regolazione premi.   


MONITORAGGIO AUTOVETTURE DI SERVIZIO

Di seguito il riepilogo delle spese sostenute per le autovetture di servizio:

 SPESE SOSTENUTE 2015 SERVIZIO MODELLO AUTONUMERO TARGA Carburante  riparazioni (per servizio)  assicurazioni   bolli        Totale spese     AMBIENTEFIAT PANDA 901 AP448AK          763,71           1.329,00               251,71          89,45     2.433,87 STRADEFIAT PANDA 4*4BB812YL          554,17           1.260,00               271,03        122,67     2.207,87     MAN. IMMOB.FIAT PUNTOBC095HX          201,69              126,39               292,19        122,67        742,94 MAN. IMMOB.FIAT PUNTOBV045TX          758,85              111,69               371,49        130,35     1.372,38 MAN. IMMOB.FIAT PUNTODH596MC          189,66              100,00               264,41        124,63        678,70     ISTRUZIONEFIAT PANDAAA865DG          249,12              263,52               277,88        105,16        895,68     LL.PP. PROGETTAZ.FIAT PANDAAL604SX          156,17              100,00               262,06          89,45        607,68     URBANISTICAFIAT PUNTOBJ556TZ          330,64              820,49               264,41        180,05     1.595,59     CIMITEROFIAT PANDABX818AE          746,39              305,00               277,88 118,67     1.447,94     PATRIMONIOFIAT PUNTOCV611CH          381,24              158,26               271,03        130,35        940,88     ATT. ISTITUZ.FIAT PUNTOBF900XP       1.273,64           1.438,43               320,73        134,75     3.167,55 ATT. ISTITUZ.LANCIA DELTADT263DM       1.663,22              795,37               514,44        308,77     3.281,80 ATT. ISTITUZ.FIAT PANDADT304DM          555,64              135,77               292,19        124,63     1.108,23 TOTALI       7.824,14           6.943,92 3.931,45    1.781,60   20.481,11 
C) BENI IMMOBILI AD USO ABITATIVO O DI SERVIZIO (con esclusione dei beni infrastrutturali)

C.1) immobili ad uso abitativo

Il patrimonio ad uso abitativo è assestato per l’anno 2015 in n. 76 unità abitative di cui:
1.	n. 62 attualmente gestite dall’Erap la quale riscuote i canoni e provvede alla manutenzione straordinaria. Tali unità sono destinate alle categorie sociali bisognose (sfratti, casi sociali, ecc.) tenendo conto delle graduatorie valide, del possesso dei requisiti di cui alla vigente legge regionale ed applicando diverse modalità di assegnazione/locazione in base al reddito posseduto dai soggetti beneficiari;
2.	n. 2 attualmente gestite dal Comune di Senigallia con modalità di locazione abitativa stipulata ai sensi della L. 431/98 e s.m.i.. Il Comune provvede direttamente alla manutenzione straordinaria e alla riscossione dei canoni di affitto; l’inquilino provvede al pagamento delle utenze.
 Il canone riscosso nell’anno 2015 per le due unità abitative ammonta ad Ђ 5.312,88.
Si conferma la stessa entrata per il triennio 2016 – 2018.
3.	Casa Albergo sita in Senigallia - Via U. Giordano, 97. Trattasi di una residenza costituita da n. 12 unità abitative ognuna delle quali si compone di una camera, una cucina e un bagno; è riservata ad anziani senza reti familiari, autosufficienti e pensionati con assegno sociale; la permanenza dura finchè permane l’autosufficienza. Gli occupanti pagano una quota di partecipazione comprensiva delle utenze nella misura di Ђ 127,36 mensili per le persone singole ed Ђ 154,12 mensili per le coppie. 
 

C.2) immobili di servizio

Nel prospetto che segue si evidenziano gli affitti attivi per gli esercizi commerciali:

AFFITTUARIOINDIRIZZOIMMOBILECANONE ANNUO senza IVACANONE ANNUO con IVAFEDELIDAN S.R.L.MAMELI - CESANO 265/BLOCALEЂ 8.000,00Ђ 9.760,00AGRI DANIELEFORO ANNONARIOLOCALEЂ 912,84Ђ 1.113,66ARCANGELI PIEROFORO ANNONARIOMAGAZZINOЂ 1.550,64Ђ 1.891,78PONGETTI BRUNOFORO ANNONARIOMAGAZZINOЂ 373,44Ђ 455,60POLLERIA NORMA di DI LIBERTO V. E.FORO ANNONARIO 10/11LOCALEЂ 14.721,24Ђ 17.959,91POSTE ITALIANEBORGO MARZI 60LOCALIЂ 3.845,88Ђ 4.691,97DOLCI SIMONETTADE LIGUORILOCALEЂ 2.795,74Ђ 3.410,80FERRI MARIA PIAFILETTOAMBULATORIOЂ 2.448,00Ђ 2.986,56AGRI GIANMARCO & MERCANTI MICHELE sncFORO ANNONARIO XIVLOCALEЂ 8.214,36Ђ 10.021,52PREFETTURA DI ANCONASAN REMO 47CASERMAЂ 30.729,18Ђ 37.489,60SINICATO DONATELLAFORO ANNONARIO 16LOCALEЂ 12.841,20Ђ 15.666,26DAMONE SALVATOREFORO ANNONARIOMAGAZZINOЂ 1.226,40Ђ 1.496,21GRILLI MASSIMILIANOFORO ANNONARIO 30-31LOCALEЂ 7.434,36Ђ 9.069,92COOP SENA GALLICA (Grottino)FORO ANNONARIO 9MAGAZZINOЂ 834,96Ђ 1.018,65VERDENELLI MARCOFORO ANNONARIO 12LOCALEЂ 11.651,76Ђ 14.215,15NUOVA MACELLERIA di ROMANI SILVANA & C.FORO ANNONARIO XXILOCALEЂ 5.630,64Ђ 6.869,38ZAMBONI ALESSANDROFORO ANNONARIO 33-34LOCALEЂ 12.840,00Ђ 15.664,80DA SENIDO FORO ANNONARIO 4LOCALEЂ 34.114,94Ђ 41.620,23ANTICA MACELLERIA CANESTRARI di PELOSI LIVI A.FORO ANNONARIO 24-25LOCALEЂ 16.178,40Ђ 19.737,65MARONI FAUSTO (grottino)FORO ANNONARIOMAGAZZINOЂ 509,04Ђ 621,03RICCIOTTI MASSIMILIANODE LIGUORILOCALEЂ 1.706,03Ђ 2.081,36FULVI MARCO(dispensario)SAN GIOVANNI BORGO 2LOCALEЂ 954,36Ђ 1.164,32SAVINI SABRINA (ex Ivana)DE LIGUORILOCALEЂ 1.933,08Ђ 2.358,36SAVINI SABRINADE LIGUORILOCALEЂ 1.693,68Ђ 2.066,29ORTOFRUTTA F.LLI SERRITELLI DE LIGUORI 27LOCALEЂ 1.706,25Ђ 2.081,63OMENETTI SAURO (Bettolelle)BETTOLELLE - BRUGNETTOAMBULATORIOЂ 1.635,60Ђ 1.995,43OMENETTI SAURO (Vallone)CHIUSA (STRADA DELLA)2AMBULATORIOЂ 1.666,56Ђ 2.033,20PESARESI & LUCERTINIFORO ANNONARIO 3MAGAZZINOЂ 957,60Ђ 1.168,27GIAMPAOLINI GIOVANNI (Montignano)GARIBALDI 101AMBULATORIOЂ 1.692,36Ђ 2.064,68VOLPINI FABRIZIOSAN GIOVANNI BORGO 2AMBULATORIOЂ 1.656,00Ђ 2.020,32ESPOSTO LORENZOFORO ANNONARIO 20-23LOCALEЂ 35.150,40Ђ 42.883,49VIVEREVERDE SRL (ex Bonaccorsi)FORO ANNONARIOLOCALEЂ 12.051,90Ђ 14.703,32TOMBESI DORIANAFORO ANNONARIO 9LOCALEЂ 9.048,12Ђ 11.038,71MULTISERVIZI S.P.A.GERANI 27LOCALIЂ 14.023,20Ђ 17.108,30GIAMPAOLINI GIOVANNI (Marzocca)GARIBALDIAMBULATORIOЂ 1.656,00Ђ 2.020,32GUIDI FABRIZIO & BELARDINELLI CLAUDIAI^ STRADA CESANO 2AMBULATORIOЂ 2.411,06Ђ 2.941,49COOP SENA GALLICA (Negozio - Laboratorio)BONOPERA 47LOCALIЂ 20.265,48Ђ 24.723,89MATIS DI RENZI MATTEO & c.FORO ANNONARIO 26-29LOCALEЂ 17.927,04Ђ 21.870,99TOTALIЂ 304.987,74Ђ 372.085,04

Nel prospetto che segue si evidenziano gli affitti attivi per le aree in concessione/locazione:

AFFITTUARIOINDIRIZZOCANONE ANNUOCANONE ANNUO C/IVACOOP. PET VILLAGETORRE (STRADA DELLA)Ђ 2.345,00Ђ 2.860,90CONTI MAURIZIO MARIAALIGHIERIЂ 7.524,96Ђ 9.180,45MAGIC PARK di Ortolani L.ALIGHIERIЂ 8.684,04Ђ 10.594,53EL TOWERS S.P.A.CONE (STRADA DELLE)Ђ 9.000,00Ђ 10.980,00G.A.R. SPADA VINCIЂ 2.063,28Ђ 2.517,20SEBASTIANELLI LUCIANODA VINCIЂ 535,80Ђ 653,68PRINCIPI MAURIZIOARCEVIESEЂ 129,96Ђ 158,55CONDOMINIO VIA MATTEI 18/A (BELENCHIA)MATTEI 18/AЂ 53,04Ђ 64,71FRANCESCHINI FRANCESCOFATTORI 13Ђ 1.588,00Ђ 1.937,36FGM AUTO GROUP ex Mega AutoMATTEIЂ 2.029,56Ђ 2.476,06MINI GAND PRIX DI ABBRUCIATI R. & M.ALIGHIERIЂ 7.838,60Ђ 9.563,09CAPPELLO ANTONIOARCEVIESE 12Ђ 3.306,00Ђ 4.033,32PA.SO.TOSALIGHIERI 87Ђ 31.532,28Ђ 38.469,38SBROLLINI & GORDINI - PIZZERIA MAWARIADRIATICA NORD, 15Ђ 1.904,04Ђ 2.322,93MANONI MARINAALIGHIERIЂ 845,68Ђ 1.031,73ALBERGO LUCIA s.n.c.DA VINCI 91Ђ 2.826,12Ђ 3.447,87POMPEI LUCABONOPERA 55Ђ 552,96Ђ 674,61BARUCCA GILBERTOPARCO CESANELLAЂ 305,23Ђ 372,38MODESTINI VANDA (EREDI)MONTELLOЂ 25,82Ђ 31,50CASAGRANDE MAURIZIO e SUSANNAMONTELLOЂ 70,00Ђ 85,40BRUSCHI LUISA MONTELLOЂ 70,00Ђ 85,40ROSSOLINI ANNA MARIAMONTELLOЂ 70,00Ђ 85,40CAVALLETTI ENRICO e BALDARELLI NADIAMONTELLOЂ 70,00Ђ 85,40MADDALONI SARAMONTELLOЂ 70,00Ђ 85,40LUCIDI LUCAMONTELLOЂ 70,00Ђ 85,40SEBASTIANELLI ALDOMONTELLOЂ 70,00Ђ 85,40SANGIANANTONI PALMIRAMONTELLOЂ 70,00Ђ 85,40CASAVECCHIA GIOVANNIMONTELLOЂ 70,00Ђ 85,40GASPERINI BRUNA SILVANAMONTELLOЂ 70,00Ђ 85,40FELICI MASSIMOMONTELLOЂ 70,00Ђ 85,40MONTESI DINAMONTELLOЂ 70,00Ђ 85,40TARLI RAFFAELEMONTELLOЂ 70,00Ђ 85,40TOTALIЂ 83.064,55Ђ 101.338,75

Nel prospetto che segue si evidenziano gli affitti attivi per le associazioni:

DENOMINAZIONEIMMOBILEINDIRIZZOCANONE INTERORIDUZ.CANONE RIDOTTOCANONE CON IVAAssociazione Giuliano RosaCentro GiovanileVia Abbagnano9.000,0080%1.800,00    2.196,00 Club Alpino ItalianoLocale c/o Centro Sociale ValloneStr. Comunale, 76 - Vallone600,0050%300,00       366,00 Associazione Promotrice MontignaneseCasa GrancettaStrada Grancetta3.860,0070%1.158,00    1.412,76 G.R.A.T.I.S. LaboratorioLocaliV.le Bonopera, 5517.493,6080%3.498,72    4.268,44 Il Paese delle Mille DanzeCasa GrancettaStrada Grancetta960,0080%192,00       234,24 Club Motori D’ EpocaLocaliV.le Bonopera, 553.019,2050%1.509,60    1.841,71 Associazione La SciabicaCasa GrancettaStrada Grancetta768,0070%230,40       281,09 Assoc. Teatro  la PannaCasa GrancettaStrada Grancetta1.070,4070%321,12       391,77 Associazione Italia/CubaLocale sotto tribuneVia Montenero991,2050%495,60       604,63 Associazione OIKOSLocale sotto tribuneVia dello Stadio4.099,2090%409,92       500,10 A.R.C.I. SenigalliaLocaleV.le Bonopera, 551.065,6050%532,80       650,02 Gruppo Societa’ e AmbienteLocaleV.le Bonopera, 551.172,1650%586,08       715,02 Sub Center SenigalliaLocale sotto tribuneVia Montenero1.098,0050%549,00       669,78 Montimar Associazione CivicaLocale a MarzoccaVia S.A.M. de Liguori2.432,4050%1.216,20    1.483,76 A.N.M.I.L.LocaleV.le Bonopera, 553.552,0090%355,20       433,34 ANCOS & Circolo Scacchistico SenigalliaLocaleV.le Bonopera, 553.542,4050%1.771,20    2.160,86 Società  Naz. Mutuo Soccorso (COABIT.1/6)LocaleV.le Bonopera, 55330,4850%165,24       201,59 Associazione Senigallia CalcioLocale sotto tribuneVia Montenero, 31.323,3650%661,68       807,25 Club Ragazzi della NordLocale sotto tribuneVia dello Stadio2.871,6050%1.435,80    1.751,68 Assoc. Naz. BersaglieriLocale ex UISPVia Perilli, 223.541,2090%354,12       432,03 Pro Loco Senigallia Spiaggia di VellutoLocaleV.le Bonopera, 553.671,2850%1.835,64    2.239,48 Ass. Micologica Marche (COABIT.5/6)LocaleV.le Bonopera, 551.659,6650%829,83    1.012,39  TOTALI  68.121,74 20.208,1524.653,94

Nel prospetto che segue, sono evidenziate le locazioni passive:

DESTINAZIONEUBICAZIONESOGGETTODECORR. CONTRATTOSCAD. CONTRATTOCANONE 2016CANONE RIDOTTO 15% Legge 135/12 e  Legge 89/14CORTE SCUOLA ELEM. CESANELLAGIOTTOANTILI STEFANO E SIMONETTA 01/09/201531/08/2021Ђ 993,00 AREA CAMPO RUGBY VIA ROSCIOLOFOND.NE CITTA' DI SENIGALLIA01/03/201028/02/2025Ђ 1.851,73 DISCARICA S. ANGELOS. ANGELOFOND.NE OPERA PIA MASTAI FERRETTI 01/03/200328/02/2027Ђ 13.600,00 DISCARICA S. ANGELOS. ANGELOSERGIACOMI01/07/200730/06/2018Ђ 240,00 FABBRICATO +TERRENO VIA BRUCIATA14FOND.NE OPERA PIA MASTAI FERRETTI 01/01/200831/12/2016Ђ 18.776,08 FARMACIA COMUNALE 1 LARGO PUCCINI 5SBRISCIA FIORETTI ALESSANDRO01/01/200731/12/2018Ђ 35.870,24 MAGAZZINO MANUTENZ. IMMOBILIVIA CIMABUE 21IMMOBILIARE B.I.C.01/11/201231/10/2018 Ђ 10.640,86APPARTAMENTO - CESARI A. E M.A. VIA CUPETTA CESARI A. E M.AUGUSTA01/04/201531/03/2019Ђ 6.000,00 MAGAZZINO ECONOMATOVIA CIMABUE 21IMMOBILIARE B.I.C.01/06/201331/05/2019 Ђ 7.219,63AREA DEPOSITO INERTI BORGO BICCHIAFOND.NE CITTA' DI SENIGALLIA01/01/201131/12/2016 Ђ 2.226,09PARCHEGGIO CIMITERO MONTIGNANO MONTIGNANOCONSORZIO GORGOVIVO01/01/200631/12/2017Ђ 649,41 FARMACIA COMUNALE 2 VIA R. SANZIO 369IMP. COST. BENNI G. CESARE & FIGLI01/02/201331/01/2019Ђ 33.075,96 AREA CAMPO SPORTIVO CESANOFOND.NE OPERA PIA MASTAI FERRETTI 01/07/201430/06/2020Ђ 4.800,72 AREA PALO POSTAZIONI RADIOFONICHESTRADA CONEFOND.NE OPERA PIA MASTAI FERRETTI 09/05/201408/05/2020Ђ 9.000,00 FALEGNAMERIA COMUNALE CESANELLAVIA MODIGLIANI 6SANTINELLI ALDA01/06/200331/05/2021 Ђ 7.493,60SC. MEDIA MERCANTINI - SEMINARIOVIA CELLINI 13SEMINARIO VESCOVILE01/01/200831/12/2019 Ђ 110.500,00SC. ELEM. PUCCINI - SEMINARIOVIA CELLINI SEMINARIO VESCOVILE01/07/201530/06/2017Ђ 8.000,00 LOCALI VICINO S. ROCCOVIA GHERARDI 3FOND.NE CITTA' DI SENIGALLIA01/01/200231/12/2019 Ђ 4.463,72CENTRO TENNIS PONTE ROSSOVIA LA SPEZIAREGIONE MARCHE16/05/200115/05/2019Ђ 2.879,46 PARCHEGGIO + PENSILINA TAXISTAZIONE FF.SS.FERSERVIZI01/10/201030/09/2016Ђ 1.682,52 LOCALE TAXISTISTAZIONE FF.SS.FERSERVIZI01/10/201130/09/2017 Ђ 808,86TOTALI PARZIALIЂ 136.426,12Ђ 143.352,76TOTALE GENERALE    Ђ 279.778,88

Misure di razionalizzazione per il triennio 2016 – 2018

Per quanto riguarda gli immobili gestiti dall’Ufficio Patrimonio, le modalità di gestione assicurano da un lato delle buone entrate: gli immobili con destinazione commerciale e dedicati alle associazioni nonché le aree, sono attualmente locati o concessi con una morosità contenuta; dall’altro lato comportano esborsi modesti per la manutenzione.
Sul fronte delle locazioni attive, le misure di razionalizzazione più rilevanti del prossimo triennio sono volte a garantire il rispetto dei contratti e delle scadenze delle rate dei canoni di locazione; per quanto concerne la locazione passiva, l’azione del Comune di Senigallia mira alla riduzione dei fitti passivi, con la ricerca di un utilizzo completo e razionale degli immobili di proprietà, tale da rendere disdettabili alcuni dei contratti di locazione passiva. Nella fattispecie i due magazzini che il Comune dispone per fini istituzionali, per i quali sostiene oneri di locazione passiva e intestati alla IMMOBILIARE B.I.C., passeranno di proprietà del Comune di Senigallia con un risparmio annuale di Ђ 17.860,49.


D) APPARECCHIATURE DI TELEFONIA

D-1) fissa:
Al fine di effettuare una razionalizzazione attenta della spesa ma adeguata alle esigenze di ogni struttura ed ufficio, è stato necessario avviare, già dall’anno 2013, una ricognizione generale e valutare le possibili modifiche e tagli da apportare a tutte le linee telefoniche esistenti. Dopo una ponderata valutazione si è convenuto di disdire definitivamente alcune linee telefoniche con un traffico quasi inesistente e di disdire alcune voci di accessori in dotazione come noleggio suoneria, noleggio apparato principale, noleggio contascatti, ecc. in quanto inutili e non più usati, apportando un risparmio annuo medio di circa Ђ 13.000,00. Per concludere la ricognizione si sono poi riviste tutte le linee ADSL intestate all’ente e, verificato che erano superate in termini di velocità di navigazione, sono state attivate su di esse nuovi contratti molto più performanti con un profilo contrattuale 7M ADAPTIVE (7Mbps/384/Kbps-20/20Kbps) con un costo mensile di Ђ 20,00 a linea, ottenendo un risparmio annuale pari a circa Ђ 7.000,00.
Le disdette e le modifiche contratti di cui sopra, sono stati espletati dall’Ente con la massima regolarità, adeguandosi alle nuove norme di finanza pubblica, accedendo al mercato elettronico e rispettando pertanto tutte le direttive impartite da Consip.
Anche nel 2015 l’Ente ha provveduto ad effettuare un vantaggioso piano di razionalizzazione delle linee ADSL nelle seguenti proprietà comunali: n. 9 scuole materne, n. 6 scuole elementari, n. 3 scuole, Deposito Comunale, C.A.G. Bubamara, pista atletica Saline e Porto. La migrazione delle linee dal gestore Telecom a Filomeno, nonostante n. 14 nuove attivazioni, ha portato comunque ad un risparmio economico  pari ad Ђ 655,88 annuali, nonché ad una maggiore ampiezza di banda download/upload, oltre ad altri molteplici vantaggi.
Attualmente questo Ente usufruisce dei costi previsti dalla convenzione Consip Telefonia fissa e connettività IP4, stipulata fra Consip e Telecom Italia Spa, che ha durata triennale con possibilità di proroga per ulteriori 12 mesi, alla quale questo Ente ha aderito nell’anno 2012 ed è ora in proroga fino al prossimo 15.09.2016. Tale convenzione prevede prezzi notevolmente ridotti, sia per quanto riguarda il traffico telefonico che i canoni delle linee. 
L’adesione alla Convenzione Consip Telefonia fissa e connettività IP4 consente all’Ente di rispettare la  normativa intervenuta in merito, che ha rafforzato l’obbligo per le Pubbliche Amministrazioni di aderire alle convenzioni Consip (art. 1 comma 7 D.L. 95 convertito in L. 135/2012 Spending Review bis da ultimo modificato con L. 208/2015 – Legge di stabilità 2016).
Per il triennio 2016-2018, considerata prossima la scadenza della Convenzione Consip Telefonia fissa e connettività IP4, l’Ente si impegnerà a stipulare già da Settembre 2016 apposita nuova convenzione Consip così come previsto dalla normativa vigente.  

D-2) mobile:
L’assegnazione e l’uso dei telefoni cellulari devono essere finalizzati ad accrescere l’efficienza e l’efficacia dell’attività amministrativa, al miglioramento della qualità del lavoro, della produttività, per garantire pronta e costante reperibilità, continuità e rapidità nello svolgimento del servizio.
L’uso del telefono cellulare assegnato deve avvenire esclusivamente per esigenze di servizio; l’utilizzo per telefonate personali è consentito solo quando l’utente si avvale della fatturazione a proprio carico delle telefonate private con un contratto del tipo Dual Billing con il gestore, con l’introduzione di un codice che permette di addebitare tali costi direttamente all’assegnatario dell’utenza.
Sono assegnati telefoni cellulari ai seguenti soggetti:
	Amministratori (Assessori);
	Dirigenti e Segretario Generale;
	Alcuni dipendenti quando la natura delle prestazioni e dell’incarico richiedano pronta e costante reperibilità o quando sussistono specifiche esigenze di comunicazione, su valutazione di ciascun dirigente.
Al fine di ridurre i costi complessivi relativi al traffico delle utenze in abbonamento questo Ente ha aderito nell’anno 2012 alla Convenzione Telefonia Mobile 5 stipulata fra Consip e Telecom Italia SpA per la prestazione dei servizi di telefonia mobile. Tale convenzione è scaduta nei primi mesi del 2015.
La migrazione delle utenze e servizi dalla precedente convenzione Telefonia Mobile 5 alla nuova Convenzione Telefonia Mobile 6 è stata effettuata nel mese di aprile 2015, mese di adesione a quest’ultima convenzione che giungerà a scadenza il prossimo 1° aprile 2017. La convenzione prevede:
	traffico telefonico a Ђ 0,0010/min.;
	sms;
	traffico internet parametrato in base ai GIGA attivati;
	noleggio apparati che vanno dalla categoria base di Ђ 1,00 + IVA alla categoria top di Ђ 4,40 + IVA al mese;
	in caso di guasto è prevista la sostituzione dell’apparecchio a costo zero;
	Tassa Concessione Governativa pari ad Ђ 25,82 per ogni bimestre.
Si precisa che l’Ente dispone di molteplici SIM DATI, alcune delle quali attivate di recente, appartenenti alla convenzione di cui sopra e necessarie per attivare allarmi, per il funzionamento dei parcometri, quadri pubblica illuminazione, tablet P.M., programmi per refezione scolastica, ecc.

In attuazione del programma di razionalizzazione delle spese e al fine di evitare il pagamento bimestrale della Tassa di Concessione Governativa, sono state valutate anche delle tessere prepagate diversificate, tenendo conto delle effettive necessità di ciascun utilizzatore. A tal fine si è provveduto ad attivare ad Ottobre/2015, tramite il mepa, un ulteriore contratto con Telecom Italia SpA, per alcune nuove utenze e per altre che non rientravano nella convenzione Consip, denominato TIM TO POWER TO che prevedeva la scelta tra:
	un canone fisso mensile di Ђ 19,50 + IVA con telefonate e sms illimitati + 1GB di internet 
	un canone fisso mensile di Ђ 9,90 + IVA comprendente 400 minuti di telefonate + 400 SMS + 1GB di internet
	una modalità di ricarica al raggiungimento di una soglia di credito residuo di Ђ 4,95 con un tetto massimo di due ricariche automatiche di Ђ 12,00 al mese.

Per il prossimo triennio 2016 – 2018 il piano di razionalizzazione già avviato grazie all’adesione alla nuova convenzione nell’anno 2015 e alla sottoscrizione dei nuovi contratti che prevedono utenze prepagate, avrà completa attuazione principalmente attraverso:
	la migrazione per ulteriori utenze ai profili tariffari previsti nel Mepa, che prevedendo utenze prepagate, non comportano il pagamento della Tassa di Concessione Governativa, che ammonta ad Ђ 25,82 per ogni bimestre;
	il controllo e monitoraggio dei costi;
	il monitoraggio dei consumi effettuati dalle singole utenze in abbonamento.