Senigallia Atto

Concessione contributo per il completamento della cappella di Loreto a Cracovia

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-SG/2016/1051 del 31 maggio 2016

Presentazione
Approvazione
31.5.2016

Firmatari

  • Simonetta Bucari
    Assessore con delega alla cultura e beni culturali, istruzione e politiche dell’educazione
    Monitorato da 19 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 133
Seduta del 31/05/2016
OGGETTO:	CONCESSIONE CONTRIBUTO PER IL COMPLETAMENTO DELLA CAPPELLA DI LORETO A CRACOVIA

L’anno duemilasedici addì trentuno del mese di maggio alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Vice Segretario del Comune Dott. Mirti Paolo  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Bucari Simonetta;

- Premesso
che nell’ambito delle manifestazioni organizzato dall’ANCI Marche per ricordare la liberazione dalle truppe naziste da parte del 2° Corpo Polacco inquadrato nell’8° Armata Alleata, ha organizzato una visita ai campi di concentramento nazisti di Auschwitz e al comune di Cracovia durante il quale si sono svolti significativi incontri con gli amministratori locali ed alcuni reduci dei Lanceri di Carpazia che parteciparono alla liberazione delle città marchigiane;
che durante tale visita si è rilevato lo stretto legame che la città di Cracovia intrattiene con le Marche e con diversi comuni della regione;
che tale legame ha una serie di significative motivazioni:
-	la presenza a Loreto del più importante cimitero di soldati polacchi deceduti durante le operazioni belli del 1944;
-	la presenza di numerose famiglie costituite tra italiane e polacchi durante il periodo bellico;
-	il legame di gemellaggio tra il Centro Giovanni Paolo II di Loreto e quello di Cracovia;
-	la memoria che unisce Cracovia alle Marche per l’affetto che San Giovanni Paolo II nutriva per Loreto e la regione marchigiana visitata dal Papa ben undici volte;
che durante la visita a Cracovia la delegazione dell’ANCI Marche è stata calorosamente accolta dall’Arcivescovo di Cracovia Card. Stanislao Dziwisz già segretario personale di Papa Giovanni Paolo II, il quale ha condotto personalmente la delegazione a visitare il Centro Giovanni Paolo II di Cracovia Non abbiate paura  che sarà meta dei giovani di tutto il mondo specie nel periodo della XXXI Giornata Mondiale della Gioventù che si svolgerà a Cracovia nel 2016 nell’ambito delle celebrazioni indette da Papa Francesco per il Giubileo della Redenzione il cui culto è nato proprio a Cracovia;
che nel corso della visita al Centro Giovanni Paolo II è stato rilevato che Sua Eminenza Card. Dziwisz ha scelto di destinare, tra le numerosissime richieste provenienti da i Santuari di tutto il mondo,  una delle 7 cappelle alla Madonna di Loreto;
che mentre tutte le cappelle sono state già arredate a spese degli Enti dei luoghi ove risiede il Santuario principale, quella destinata alla Madonna di Loreto risulta spoglio e senza arredo;
che tale mancanza deve essere con urgenza recuperata anche perché risulta dalle statistiche che per i polacchi, dopo Roma, la località più visitata risulta essere Loreto;
che la Fondazione  Giovanni Paolo II per la Gioventù ha provveduto a far redigere un progetto il cui costo finale di allestimento si aggira sui 160 mila euro;
che tale progetto prevede la collocazione di due significativi mosaici che ricordano le visite e gli avvenimenti lauretani presieduti da Giovanni Paolo II e che tutti i materiali e la loro composizione saranno realizzati nelle Marche;
che si stanno attuando accordi affinché si consolidi un rapporto di collaborazione, amicizia e conoscenza tra le realtà marchigiane e Cracovia, consolidato anche dal progetto del recupero di una delle vie lauretane che da Cracovia porta a Loreto e quindi a Roma;
che la Cappella sia anche degno luogo per ricordare i numerosi soldato polacchi che morirono nelle nostre terre per liberare i Comuni marchigiani.
- Rilevato che, ai sensi dell’art. 13 del D. Lgs. 18/08/2000, n. 267 (Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali), spettano al Comune tutte le funzioni amministrative che riguardano la popolazione ed il territorio comunale, precipuamente nei settori organici dei servizi alla persona e alla comunità, dell’assetto ed utilizzazione del territorio e dello sviluppo economico;
- che, come previsto dall’art. 1, comma 4, dello Statuto del Comune di Senigallia, il Comune  intende favorire le iniziative volte a sviluppare conoscenze e rapporti fra popolazioni e culture diverse,
- Richiamato l’art. Art. 5 dello Statuto del Comune di Senigallia laddove si afferma che Il Comune per soddisfare bisogni e fini della comunità cittadina stabilisce collegamenti con Comuni di altri Stati;
- Visto l’art. 6, comma 9, del D. L. 31/02/2010, n. 78, convertito con modificazioni in L. 30/07/2010, n. 122, che vieta alle amministrazioni pubbliche inserite nel conto economico consolidato della pubblica amministrazione di effettuare spese per sponsorizzazioni;
- Dato Atto che il contributo in oggetto non configura una spesa di sponsorizzazione, dal momento che la finalità della presente spesa non si esaurisce nella semplice promozione dell’immagine del Comune, ma è quella di sostenere iniziative di interesse della collettività, in quanto tali rientranti nei compiti del Comune, portate avanti da soggetti terzi sulla base dei principi di sussidiarietà orizzontale di cui all’art. 118 della Costituzione;
- Visto il Regolamento per la concessione di contributi approvato con delibera di Consiglio comunale n. 10 del 06.03.2014 e, in particolare, l’art. 3, comma 1 C) del Regolamento stesso che prevede – previa deliberazione della Giunta municipale – l’erogazione di contributi speciali per sostenere iniziative ed eventi giudicati capaci di promuovere ed accrescere l’immagine di Senigallia nel panorama nazionale ed internazionale;
 Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente responsabile dell’Area Attività Istituzionali Cultura e Comunicazione;
- dal Dirigente responsabile dell’Area Organizzazione e Risorse Finanziarie;
- Con votazione palese ed unanime;


DELIBERA
1°) DI ACCOGLIERE la proposta della Regione Marche e dell’ANCI Marche finalizzata a raccogliere i 160 mila euro necessari al completamento della Cappella di Loreto a Cracovia stabilendo che il Comune di Senigallia concorrerà al costo di realizzazione del progetto con una quota di euro 1.000,00 che sarà accreditata sul conto corrente dell’ANCI Marche presso la Cassa Risparmio di Loreto S.p.A. – CARILO, Fil. Ancona 1, Corso Garibaldi, 46 IBAN: IT56 T061 9502 6000 0000 0005 432;
2°) DI DARE ATTO che l’Anci Marche provvederà alla realizzazione di quanto necessario per portare a termine l’arredo della Cappella che ricorda i giovani polacchi morti per la liberazione della nostra Regione durante la seconda guerra mondiale e San Giovanni Paolo II;
3°) DI PRECISARE Il Comune di Senigallia sarà menzionato in un’apposita lapide presso la Cappella;
4°) DI EROGARE all’Anci Marche con sede in Ancona, Corso Garibaldi 78, nella persona del Presidente pro tempore Maurizio Mangialardi, per quanto esposto in premessa, la somma di euro 1.000,00 a titolo di contributo speciale per il completamento della Cappella di Loreto nella città polacca di Cracovia;
5°) DI DARE MANDATO al Dirigente dell’Area Attività Istituzionali Cultura Comunicazione di adottare i necessari provvedimenti per l’erogazione del contributo di cui al precedente punto 
6°) DI DARE ATTO che la conseguente spesa di euro 1.000,00 sarà impegnata con successivo e separato atto sul cap.1013/3 centro di costo 98;
7°) DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.



Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Mirti Paolo

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 15 giugno 2016 al 30 giugno 2016ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 01 luglio 2016	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 26 giugno 2016, essendo stata pubblicata il 15 giugno 2016
Lì, 27 giugno 2016	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,