Senigallia Atto

Progetto sperimentale per la promozione dei pannolini lavabili negli asili nido comunali

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-CU/2016/1176 del 07 giugno 2016

Presentazione
Approvazione
7.6.2016

Firmatari

  • Carlo Girolametti
    Assessore al welfare e protezione sociale, edilizia sociale e sanità
    Monitorato da 8 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 146
Seduta del 07/06/2016
OGGETTO:	SPERIMENTAZIONE BUONE PRATICHE. ATTUAZIONE PROGETTO SPERIMENTALE PER LA PROMOZIONE DEI PANNOLINI LAVABILI NEGLI ASILI NIDO COMUNALI.

L’anno duemilasedici addì sette del mese di giugno alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore-* Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore-* 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Girolametti Carlo;

Premesso che: 
- l’Amministrazione Comunale persegue obiettivi di sviluppo sostenibile da realizzare mediante azioni che sappiano associare il miglioramento della qualità della vita nei suoi aspetti relazionali, sociali, economici e culturali, alla tutela dell’assetto fisico e ambientale della città;
- tra le azioni individuate e da realizzare che si pongono l’obiettivo di stimolare comportamenti ambientalmente virtuosi ed economicamente vantaggiosi, accanto alla raccolta differenziata, c’è anche la promozione di iniziative volte a favorire la riduzione dei rifiuti, in particolare di quelli da smaltire in modo invasivo;
- a tal  fine l’Amministrazione intende sperimentare  l’adozione dei pannolini lavabili nelle proprie strutture per l’infanzia;

- è sperimentato che l’utilizzo di pannolini lavabili da utilizzare in luogo dei pannolini tradizionali usa e getta, consente un notevole risparmio economico e migliora il rapporto con l’ambiente, riducendo la produzione di rifiuti;

- dal punto di vista ambientale, è opportuno sottolineare che nel nostro Paese si consumano ogni giorno una media di sei milioni di pannolini usa e getta e che il loro smaltimento impiega circa 450 anni. Inoltre, la loro produzione richiede l’utilizzo di materie prime fondamentali, come l’acqua e la cellulosa, e di altre sostanze inquinanti, quali solventi e metalli pesanti, che producono diossine. Diversamente, quelli lavabili possono essere di cotone biologico, flanella, micro-pile, canapa e bambù e sono costituiti da tessuti assorbenti nella parte interna e da tessuti impermeabili in quella esterna;

- Per quanto riguarda la salute del bambino, studi di laboratorio hanno dimostrato che i pannolini usa e getta inibiscono la normale traspirazione della pelle, inoltre gli elastici e gli additivi chimici per aumentare la flessibilità e la capacità di assorbimento dei liquidi favorisce il verificarsi di dermatiti, problema risolvibile solo ed esclusivamente attraverso frequenti cambi di pannolino. Al contrario, quelli di stoffa non contengono fibre sintetiche che irritano il derma del bambino. Inoltre, favoriscono il controllo delle funzioni fisiologiche e l’abbandono anticipato del pannolino;


- Considerato dunque che i materiali utilizzati per la produzione dei pannolini lavabili si rivelano:

- ideali per il bambino in quanto naturali e traspiranti con una elevata adattabilità che favorisce   la naturale postura  dei  neonati  con  le  anche  divaricate,  il  salutare  sviluppo  delle articolazioni e un controllo in tempi più brevi degli sfinteri, in quanto il bambino non perde la naturale sensazione della minzione;

- ideali per l'ambiente: Nei primi anni di vita un solo bambino consuma più di 4000 pannolini usa e getta, che corrisponde ad una montagna di rifiuti di 1000 kg. ovvero al 10% dei rifiuti totali finiti in discarica. I pannolini lavabili rispettano l´ambiente e danno un contributo decisivo alla riduzione dei rifiuti.

- ideali per l´economia familiare: rispetto ai pannolini usa e getta, i pannolini lavabili  ermettono un risparmio del 70% dei costi totali, infatti visti  i tempi di crisi, bisogna valutare anche l’aspetto economico in considerazione del fatto che nei primi tre anni di vita del bambino si spendono all’incirca tra i 1.500 e i 2000 euro per l’acquisto dei pannolini monouso. Considerato lo stesso arco di tempo, la spesa media per quelli lavabili varia tra i 200 e gli 800 euro.

- Ritenuto opportuno, in questa prima fase di lancio sul territorio della esperienza,  dare avvio alla sperimentazione dell’iniziativa nelle sezioni lattanti degli asili nido comunali di Cannella, Mimose e Prato Verde per l’anno educativo 2016 – 2017, secondo la seguente modalità, meglio specificata nell’allegato sub A al presente atto quale parte integrante e sostanziale:

·	la sperimentazione avrà inizio dal mese di settembre (data di inizio anno educativo);
·	dal 1° al 23 dicembre 2016  le famiglie che sperimentano il pannolino lavabile riceveranno un questionario di gradimento finalizzato a valutare il loro grado di soddisfazione, i punti di forza ed i punti di debolezza dell’iniziativa;
·	gli esiti del monitoraggio orienteranno l’Amministrazione Comunale rispetto alla  eventuale prosecuzione del progetto per il restante periodo dell’anno educativo o la eventuale interruzione dello stesso;

·	la sperimentazione, per il primo periodo, ovvero settembre – dicembre sarà a carico del Comune di Senigallia, mentre per il restante periodo dell’anno educativo sarà a carico delle famiglie, che avranno la retta maggiorata del costo dei pannolini secondo quanto previsto nell’allegato A al presente atto quale parte integrante e sostanziale;
- Ritenuto necessario al fine di dare attuazione al presente progetto predisporre apposito avviso di manifestazione di interesse al fine di individuare il soggetto fornitore dei pannolini lavabili  in esecuzione dell’art. 36 comma 2 lett. a) del D.Lgs. 50/2016  e delle Linee Guida ANAC del Nuovo Codice degli appalti che prevede, nel caso di affidamenti diretti di importo inferiore ad Ђ 40.000,00, in ossequio ai principi di non discriminazione e concorrenza, di svolgere una preliminare indagine, esplorativa del mercato, volta ad identificare la platea dei potenziali affidatari;

- Considerato che:

- così come previsto dall’art. 3.10 del Regolamento Asili Nido, approvato con DCC n. 35 del 29.03.2006, con specifico atto di Giunta Municipale, da adottarsi prima entro il 31 dicembre 2016 sulla base degli esiti della prima sperimentazione del progetto, saranno stabilite le rette di frequenza prevedendo la relativa maggiorazione per la fornitura dei pannolini lavabili, come da progetto allegato;
	
- la spesa derivante dalla sperimentazione, presumibilmente pari ad Ђ 5.200,00, sarà  impegnata, successivamente alla individuazione del soggetto fornitore tramite procedura specifica e alla effettiva iscrizione dei bambini con modalità di frequenza tempo pieno o part-time, con apposito atto del dirigente dell’Ufficio Comune Esercizio Associato funzione Sociale al cap. 1499/47 del Bilancio e del PEG 2016;

- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente Responsabile dell’ Area Persona/Ufficio Comune;
- dal Dirigente Responsabile dell’Area Organizzazione e Risorse Finanziarie;
- Con votazione palese ed unanime;

D E L I B E R A  di

- 1°) DARE ATTO che le premesse che precedono formano parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;

- 2°) DARE ATTUAZIONE alla sperimentazione dei pannolini lavabili nelle sezioni lattanti degli asili nido Comunali di Cannella, Mimose e Prato Verde per l’anno educativo 2016 – 2017, secondo la seguente modalità, meglio specificata nell’allegato sub A al presente atto quale parte integrante e sostanziale:

·	la sperimentazione avrà inizio dal mese di settembre (data di inizio anno educativo);
·	dal 1° al 23 dicembre 2016  le famiglie che sperimentano il pannolino lavabile riceveranno un questionario di gradimento finalizzato a valutare il loro grado di soddisfazione, i punti di forza ed i punti di debolezza dell’iniziativa;
·	gli esiti del monitoraggio orienteranno l’Amministrazione Comunale rispetto alla  eventuale prosecuzione del progetto per il restante periodo dell’anno educativo o la eventuale interruzione dello stesso;

·	la sperimentazione, per il primo periodo, ovvero settembre – dicembre sarà a carico del Comune di Senigallia, mentre per il restante periodo dell’anno educativo sarà a carico delle famiglie, che avranno la retta maggiorata del costo dei pannolini secondo quanto previsto nell’allegato A al presente atto quale parte integrante e sostanziale;

- 3°) DARE ATTO che:

- al fine di effettuare il monitoraggio della sperimentazione, dal 1° al 23 dicembre le famiglie che sperimentano il pannolino lavabile riceveranno un questionario di gradimento finalizzato a valutare il loro grado di soddisfazione, i punti di forza ed i punti di debolezza dell’iniziativa;

- gli esiti del monitoraggio orienteranno l’Amministrazione Comunale rispetto rispetto alla  eventuale prosecuzione del progetto per il restante periodo dell’anno educativo o la eventuale interruzione dello stesso;

- così come previsto dall’art. 3.10 del Regolamento Asili Nido, approvato con DCC n. 35 del 29.03.2006, con specifico atto di Giunta Municipale, da adottarsi prima entro il 31 dicembre 2016 sulla base degli esiti della prima sperimentazione del progetto, saranno stabilite le rette di frequenza prevedendo la relativa maggiorazione per la fornitura dei pannolini lavabili, come da progetto allegato;
	
- la spesa derivante dalla sperimentazione, presumibilmente pari ad Ђ 5.200,00, sarà  impegnata, successivamente alla individuazione del soggetto fornitore tramite procedura specifica e alla effettiva iscrizione dei bambini con modalità di frequenza tempo pieno o part-time, con apposito atto del dirigente dell’Ufficio Comune Esercizio Associato funzione Sociale al cap. 1499/47 del Bilancio e del PEG 2016;


- 4°) DARE MANDATO al Dirigente dell’Area Persona/Ufficio Comune Esercizio Associato Funzione Sociale,  al fine di dare attuazione al presente progetto:
- di  predisporre apposito avviso di manifestazione di interesse per la individuazione del soggetto fornitore dei pannolini lavabili  in esecuzione dell’art. 36 comma 2 lett. a) del D.Lgs. 50/2016  e delle Linee Guida ANAC del Nuovo Codice degli appalti che prevede, nel caso di affidamenti diretti di importo inferiore ad Ђ 40.000,00, in ossequio ai principi di non discriminazione e concorrenza, di svolgere una preliminare indagine, esplorativa del mercato, volta ad identificare la platea dei potenziali affidatari; 
- di predisporre, successivamente alla individuazione del soggetto fornitore tramite procedura specifica e alla effettiva iscrizione dei bambini con modalità di frequenza tempo pieno o part-time, apposito atto di impegno al cap. 1499/47 del Bilancio e del PEG 2016;

- 5°) DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-




Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 20 giugno 2016 al 05 luglio 2016 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 06 luglio 2016	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 01 luglio 2016, essendo stata pubblicata il 20 giugno 2016
Lì, 04 luglio 2016	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,