Senigallia Atto

Partecipazione al bando regionale con la proposta progettuale “Ecoporto”

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-LP/2016/2693 del 28 novembre 2016

Presentazione
Approvazione
28.11.2016

Firmatari

  • Enzo Monachesi
    Assessore con delega a manutenzione e sicurezza del territorio, mobilità e trasporti, partecipazione, frazioni, politiche per lo sviluppo sostenibile, gestione dei rifiuti, nuove energie
    Monitorato da 25 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 287
Seduta del 28/11/2016
OGGETTO:	Partecipazione al bando della Regione Marche- Servizio Ambiente Agricoltura- PF Caccia e Pesca, a valere sul Programma Operativo FEAMP Italia 2014-2020 priorità 1 – obiettivo specifico 4 – misura 1.43: porti, luoghi di sbarco, sale per la vendita all’asta e ripari di pesca (art. 43 reg (ue) n. 508/2014 – paragrafi 1 e 3) con la proposta progettuale Ecoporto

L’anno duemilasedici addì ventotto del mese di novembre alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore-* Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore-* Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Vice Segretario del Comune Dott. Mirti Paolo  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Monachesi Enzo;

Premesso che 
Con D.G.M. n° 23 del 02/02/2016 l’amministrazione comunale ha deliberato di individuare progetti, partenarizzazioni  e più in generale opportunità connesse al ciclo di programmazione 2014-2020 finalizzate all’accrescimento delle possibilità attuative dell’ente in merito ai temi progettuali oggetto del programma amministrativo;
Visto che 
L’amministrazione comunale di Senigallia porta avanti da tempo una strategia di rigenerazione, in chiave sostenibile dell’area del Porto della Rovere.
Innumerevoli sono gli interventi di riqualificazione, bonifica e infrastrutturazione che hanno interessato l’area negli ultimi decenni, con risorse sia pubbliche che private.
A sancire la qualità degli interventi di bonifica e di riqualificazione nel 2015 è arrivato anche il riconoscimento della Bandiera Blu per gli approdi turistici, che chiude una stagione di lavori infrastrutturale e apre una nuova stagione di valorizzazione del porto ai fini turistici, culturali e sociali, che trova nel tema della pesca, anche in chiave turistico – recettiva ma anche socio-culturale, essendo la pesca e i pescatori parte fondante della storia e della cultura dell’intera comunità locale, uno dei suoi punti di forza.
La strategia di rivitalizzazione del Porto della Rovere attraverso la valorizzazione della pesca e del pescato vede come intervento- bandiera la realizzazione, grazie ad un bando del PSL GAC Marche nord  (fondi FEP 2009-2013) della Pescheria, una struttura per la vendita del pescato locale all’interno della quale sono stati realizzati 18 posti per la vendita, di cui 16 assegnati alle associazioni della pesca e altri 2 affidati alle associazioni dell’agricoltura, intervento che ha dato un forte impulso alla micro-economia legata al pescato locale, oltre a valorizzare e a far rivivere un’area dall’indubbio valore culturale, sociale e ambientale.
In questo senso, la strategia di valorizzazione del Porto Della Rovere, è già stata oggetto di importanti finanziamenti SIE, ed è stata inoltre presentata nell’ambito del bando del Ministero delle Infrastrutture  - c.d. Piano Città (progetto risultato tra quelli selezionati, anche se non finanziati per mancanza di risorse), e del bando, sempre del Ministero delle Infrastrutture, sulle aree degradate 2015 ( ancora in fase di svolgimento).
Preso atto che
Con D.D.P.F n. 177 del 23 settembre 2016 è stato approvato l’avviso pubblico, finanziato con fondi FEAMP, concernente la Misura 1.43 Porti, luoghi di sbarco, sale per la vendita all´asta e ripari da pesca;
La misura è diretta a migliorare la qualità, il controllo e la tracciabilità dei prodotti sbarcati, accrescere l’efficienza energetica, contribuire alla protezione dell’ambiente e migliorare la sicurezza e le condizioni di lavoro, sostenendo investimenti volti a migliorare le infrastrutture dei porti di pesca, delle sale per la vendita all’asta, dei siti di sbarco, inclusi gli investimenti destinati a strutture per la raccolta di scarti e rifiuti marini. Inoltre, al fine di migliorare la sicurezza dei pescatori, possono essere sostenuti gli investimenti finalizzati alla costruzione o all’ammodernamento di piccoli ripari di pesca. 
Il bando finanzia interventi da un Min. di  50.000 euro ad un max di  1.000.000 di euro, con una percentuale di finanziamento massimo per gli enti locali  dell’ 85%.
Il termine di scadenza per la presentazione delle domande di contributo è il 05 dicembre 2016.
Dato atto che
L’amministrazione comunale ha elaborato una proposta progettuale, in linea con gli obiettivi e le premialità del bando, come specificato negli elaborati allegati alla presente, denominata Ecoporto e costituita dai seguenti interventi:
A.	Un distributore di carburante più sicuro al servizio del porto peschereccio.
B.	Un impianto fotovoltaico per la produzione di energia rinnovabile a servizio della flotta peschereccia.
C.	Una pensilina fotovoltaica per la produzione di energia rinnovabile a servizio delle attività connesse alla vendita del pescato.
Ritenuto che 
Tale proposta progettuale si pone in linea con le priorità politiche di questa amministrazione in ambito di sviluppo sostenibile e di utilizzo delle fonti rinnovabili
- Preso atto del seguente parere favorevole reso ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente responsabile dell’Area Tecnica Territorio e Ambiente;
- Con votazione palese ed unanime.
D E L I B E R A
1°) – DI APPROVARE la proposta progettuale Ecoporto come descritta negli elaborati allegati alla presente;
2°) – DI PARTECIPARE con la proposta progettuale Ecoportoal bando della Regione Marche- Servizio Ambiente Agricoltura- PF Caccia e Pesca, a valere sul Programma Operativo FEAMP Italia 2014-2020 priorità 1 – obiettivo specifico 4 – misura 1.43: porti, luoghi di sbarco, sale per la vendita all’asta e ripari di pesca (art. 43 reg (ue) n. 508/2014 – paragrafi 1 e 3);
3°) – DI RIMANDARE ad atti successivi l’adozione degli eventuali impegni di spesa che deriveranno dall’implementazione del progetto;
4°) – DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.




Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Vice Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Mirti Paolo

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 05 dicembre 2016 al 20 dicembre 2016 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 21 dicembre 2016	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 16 dicembre 2016, essendo stata pubblicata il 05 dicembre 2016
Lì, 19 dicembre 2016	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,