Senigallia Atto

Approvazione seconda variante al piano particolareggiato del centro storico. Provvedimenti a seguito delle controdeduzioni della Provincia

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-LP/2017/790 del 26 aprile 2017

Presentazione
Approvazione
26.4.2017

Firmatari

  • Maurizio Memè
    Vice sindaco, Assessore alle pianificazioni urbanistiche, gestione e manutenzione del litorale, Suap
    Monitorato da 20 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 90
Seduta del 26/04/2017
OGGETTO:	APPROVAZIONE SECONDA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO DELLA CITTA' DI SENIGALLIA - ESAME OSSERVAZIONI DELLA PROVINCIA DI ANCONA - PROVVEDIMENTI

L’anno duemiladiciassette addì ventisei del mese di aprile alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore-* Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore-* 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Memè Maurizio;

Premesso che:
- Con deliberazione del Consiglio Comunale n°89 del 14-15-21-27-28/10-4/11/2009 è stato approvato definitivamente il piano particolareggiato del centro storico della città di Senigallia;
- Con deliberazione della Giunta Municipale n°53 del 01.04.2014 è stata approvata la prima variante;
- Con deliberazione della Giunta Municipale n°239 del 13.09.2016 è stata adottata la seconda variante;
- Con deliberazione della Giunta Municipale n°11 del 17.01.2017 è stata approvata la seconda variante;
- Con nota prot. 7682 del 0602.2017 è stata comunicata alla Provincia di Ancona l’approvazione definitiva della seconda variante al piano particolareggiato del centro storico della città di Senigallia;
- La Provincia di Ancona con nota prot. 12849 del 10.02.2017 acquisita agli atti del Comune in data 10.02.2027 con prot. 8936 ha chiesto chiarimenti circa la comunicazione di cui sopra;
- Con nota prot. 11390 del 21.02.2017 l’Ufficio Sviluppo Urbano Sostenibile, dopo verifiche amministrative, ha chiarito che per mero errore materiale, ancorché protocollata – (prot. 65521 del 22.09.2016) -, non è stata trasmessa alla Provincia di Ancona la nota e gli elaborati ai sensi dell’art. 30 comma 3 della L.R. 34/92 e s.m.i.;
Con delibera GM. N. 11 del 17.01.2017 erano state approvate le controdeduzioni alle osservazioni presentate come di seguito specificato:

nDATANUMEROOGGETTOPRIMO SOGGETTO118/11/20160080267PRESENTA OSSERVAZIONE "ADOZIONE SECONDA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO DELLA CITTA'" DELIBERA GM 239/16BENNI GIULIO IMMOBILIARE LA PENNASintesi dell’osservazione:
1 – modifica alla scheda circa la determinazione dell’altezza massima degli edifici dalla quota di imposta di viale Leopardi facendo riferimento agli elaborati già approvati con delibera GM 25/10/2011, n 216.
2 – si propone che la superficie per parcheggi pubblici si possa monetizzare e che la stessa possa essere compensata con la realizzazione in sito di opere di urbanizzazione ove necessario.
3 – relativamente al parcheggio pubblico integrativo di 700 m2 si propone di inserire si rimanda alle prescrizioni particolari.
Prescrizioni particolari:
4 – relativamente ai parcheggi pubblici integrativi si chiede di poter prevedere anche la monetizzazione e che la stessa possa essere compensata con la realizzazione in sito di opere di urbanizzazione ove necessario.
5 – relativamente alla sostituzione della quota di E.R.S. con la corresponsione al Comune di una somma di denaro si chiede di inserire con la facoltà per l’Amministrazione Comunale di utilizzare la risorsa derivante per il completamento delle opere di urbanizzazione in sito ove necessario.
Art. 32 delle NTA del PPCS
6 – si chiede di inserire che la realizzazione delle opere di urbanizzazione siano realizzate in funzione degli interventi edilizi garantendo la funzionalità degli stralci e che il termine della esecuzione delle opere di urbanizzazione potrà essere differito in relazione a particolari esigenze operative dei cantieri ad esse afferenti.Proposta di controdeduzione:
Ritenuto che relativamente:
al punto 1 – la richiesta è accoglibile in quanto la soluzione già approvata con delibera G.M. n°216 del 25.10.2011 è appropriata al contesto.
al punto 2 – la richiesta è parzialmente accoglibile con riferimento alla possibilità di procedere alla monetizzazione della dotazione dei parcheggi pubblici, come per altro già previsto dall’art. 1.2, punto 1 del REGOLAMENTO SULLE MONETIZZAZIONI approvato con delibera C.C. n°86 del 30.10.2012; non è accoglibe relativamente alla richiesta di compensazione con la realizzazione in sito di opere di urbanizzazione ove necessario in quanto i proventi derivanti dalla monetizzazione sono a destinazione vincolata come previsto dall’art. 1.4 del suddetto regolamento.
al punto 3 – la richiesta è accoglibile in quanto si esplicita la modalità di realizzazione.
al punto 4 – la richiesta è non è accoglibile – per le motivazioni indicate al precedente punto 2
al punto 5 – la richiesta non è accoglibile – per analogia con le motivazioni indicate al precedente punto 2;
al punto 6 – la richiesta è parzialmente accoglibile – nella parte in cui la realizzazione delle opere di urbanizzazione e messa in relazione a particolari esigenze operative dei cantieri;
PER QUANTO SOPRA L’OSSERVAZIONE NEL SUO COMPLESSO E’ PARZIALMENTE ACCOLTA
nDATANUMEROOGGETTOPRIMO SOGGETTO221/11/20160080403OSSERVAZIONI D'UFFICIO ALLA SECONDA VARIANTE DEL PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO DI SENIGALLIASintesi dell’osservazione:
1 – A seguito di approfondimenti istruttori, tenuto conto delle criticità evidenziate dal Servizio infrastrutture e Trasporti ed Energia P.F. Presidio Territoriale ex genio Civile di Pesaro, Urbino e Ancona si propone di stralciare le previsioni contenute nel punto D.3 ricomposizione volumetrica degli accessori sulle corti interne delle zone B1 e B2.Proposta di controdeduzione:
al punto 1 – la richiesta è accoglibile in quanto consente di provvedere celermente alla conclusione dell’iter amministrativo dell’intera variante.
PER QUANTO SOPRA L’OSSERVAZIONE NEL SUO COMPLESSO E’ ACCOLTA
321/11/20160080407POSTA CERTIFICATA: PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO DELLA CITTA' DI SENIGALLIA - ADOZIONE SECONDA VARIANTE AI SENSI DELLA L.R. 34/92 E S.M.I. - deliberazione della Giunta Municipale n. 239 del 13/09/2016"Per conto di: crediti.leasing@pec.bancamarche.it" <posta-certificata@pec.actalis.it>Sintesi dell’osservazione:
si chiede di confermare l’attuale previsione del PPCS relativamente all’immobile e all’area dell’ex Politeama Rossini
Proposta di controdeduzione:
Richiamate:
1.	le considerazione e le motivazioni esposte al punto D5 delle premesse della delibera di adozione – GM n. 239 del 13.09.2016;
2.	L’ esplicitazione che l’area e l’immobile sono interessati da vincoli di cui al D.Lgs 42/2004 e s.m.i come da Decreto del direttore regionale per i beni architettonici e paesaggistici delle Marche del 13.05.2005 e pertanto la variante relativa a questo punto sarà inoltrata alla Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici per le Marche per l’assunzione delle determinazioni di competenza.
Richiamato il punto 1 del deliberato della delibera di adozione – GM n. 239 del 13.09.2016 relativo al punto D5 della variante concernente L’INTERVENTO DI RIQUALIFICAZIONE DELL’EX POLITEAMA ROSSINI che chiaramente esplicita che Trattandosi di bene tutelato ai sensi dell’art. 10, comma 3 del D.Lgs 42/2004 e s.m.i. come da Decreto del direttore regionale per i beni architettonici e paesaggistici delle Marche del 13.05.2005, la variante relativa a questo punto sarà inoltrata alla Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici per le Marche per l’assunzione delle determinazioni di competenza.
Preso atto che a tutt’oggi non è pervenuta alcuna determinazione da parte del Segretariato regionale del MIBAC alla richiesta del 28/1072016, prot. 75272, con la quale è chiaramente esplicitato che le determinazioni dello stesso costituiscono condicio sine qua non perché la decisione di carattere pianificatorio assunta dall’Amministrazione Comunale con delibera di Giunta Municipale del 13.09.2016, n. 239 relativamente AL PUNTO D.5) INTERVENTO DI RIQUALIFICAZIONE DELL’EX POLITEAMA ROSSINI sia efficace
Ritenuto che il punto D5 della variante concernente L’INTERVENTO DI RIQUALIFICAZIONE DELL’EX POLITEAMA ROSSINI deve essere stralciata e rimandata a quando sarà acquisita la determinazione del Segretariato regionale del MIBAC dopo di che saranno assunte le determinazioni in merito all’osservazione in oggetto.
PER QUANTO SOPRA L’OSSERVAZIONE SARA’ ESAMINATA DOPO CHE SARA’ ACQUISITA LA DETERMINAZIONE DEL SEGRETARIATO REGIONALE DEL MIBAC.
421/11/20160080544PRESENTA OSSERVAZIONE "ADOZIONE SECONDA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO DELLA CITTA'" DELIBERA GM 239/16LA CITTA' FUTURA ASSOCIAZIONE POLITICA E CULTURALESintesi dell’osservazione:
1 – Relativamente all’ambio di riqualificazione dell’incrocio della Penna si chiede di non approvare l’incremento della SUL da 4.105 a 4.655 m2.
2 - Relativamente all’ambio di riqualificazione dell’ex mulino Tarsi si chiede di eliminare la previsione della possibilità di prevedere la dotazione dei parcheggi privati afferenti la villa nell’adiacente parcheggio della pesa.
3 – relativamente all’art. 31 delle NTA circa la dimensione minima degli alloggi – si propone di fissare la superficie degli alloggi a 45 m2 e di fissare una quota massima del 20% di alloggi con detta superficie sul totale della superficie utile netta complessiva dell’intervento.Proposta di controdeduzione:
Ritenuto che relativamente:
al punto 1 - la richiesta non è accoglibile in quanto, rispetto alla soluzione già approvata con delibera G.M. n°216 del 25.10.2011 il modesto incremento di SUL è appropriato al contesto.
al punto 2 - la richiesta è accoglibile anche in considerazione della possibilità di procedere alla monetizzazione della dotazione dei parcheggi pubblici, come per altro già previsto dall’art. 1.2, punto 1bis del REGOLAMENTO SULLE MONETIZZAZIONI approvato con delibera C.C. n°86 del 30.10.2012.
al punto 3 - la richiesta è parzialmente accoglibile fissando:
3.	per gli interventi edilizi diretti il limite di 40m2 di superficie utile netta;
4.	Per gli interventi previsti negli ambiti di riqualificazione di cui all’art. 5.2 tale limite è elevato a 45 m2 con l’ulteriore limitazione che la superficie di alloggi con superficie compresa tra 45 m2 e 52 m2 non può superare il 20% della superficie utile netta complessiva dell’intero intervento edilizio.
PER QUANTO SOPRA L’OSSERVAZIONE NEL SUO COMPLESSO E’ PARZIALMENTE ACCOLTA
521/11/20160080548PER CONTO DI GIOVENALI FRANCESCA PRESENTA OSSERVAZIONE "ADOZIONE SECONDA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO DELLA CITTA'" DELIBERA GM 239/16STUDIO LEGALE ASSOCIATO RICCIO PIANELLI PIZZI SARDELLASintesi dell’osservazione:
relativamente all’ambito di riqualificazione dell’area Ferri, ex parcheggio via Baroccio si chiede di eliminare la previsione del percorso pedonale di collegamento tra Via Baroccio e Viale Leopardi.Proposta di controdeduzione:
Premesso che la previsione del percorso pedonale di collegamento tra Via Baroccio e Viale Leopardi era stato previsto già dall’origine del PPCS approvato con delibera CC 89/2009 e riportato nella 1° variante approvata con delibera Giunta Municipale n°53 del 01.04.2014.
Considerato che con la variante in argomento non si intende modificare la previsione del percorso pedonale di collegamento tra Via Baroccio e Viale Leopardi.
la richiesta non è accoglibile.
PER QUANTO SOPRA L’OSSERVAZIONE NEL SUO COMPLESSO E’ RESPINTA
622/11/20160080713PRESENTA OSSERVAZIONE SECONDA VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO DI SENIGALLIAMANDOLINI RICCARDO MOVIMENTO 5 STELLESintesi dell’osservazione:
1 – si chiede di ripristinare la superficie utile minima di 52 m2 degli alloggi residenziale di nuova costruzione, mentre per le ristrutturazioni e per i risanamenti conservativi degli edifici con struttura portante in muratura di mattoni di garantire almeno una superficie minima di 45 m2.
2 – eliminare la previsione di piani e parcheggi pubblici interrati o semi interrati
3 – che sia verificato e rispettato l’indice di densità edilizia previsto dal DM 1444/68.Proposta di controdeduzione:
Ritenuto che relativamente:
al punto 1 – la richiesta è parzialmente accoglibile fissando i parametri come definito nella precedente controdeduzione al punto n.2 dell’osservazione n° 4.
al punto 2 – la richiesta non è accoglibile stante le caratteristiche urbanistico-edilizie del centro antico di Senigallia e le vigenti disposizioni in materia dettate dalle NTA del PRG.
al punto 3 – la richiesta è accoglibile rimettendo agli uffici preposti la verifica del rispetto dell’art. 7 del DM 1444/68.
PER QUANTO SOPRA L’OSSERVAZIONE NEL SUO COMPLESSO E’ E’ PARZIALMENTE ACCOLTA
Preso atto che:
- La Provincia di Ancona con Decreto del Presidente n°28 del 15.03.217, comunicato con nota prot. 20360 del 21.03.2017, acquisita agli atti del Comune in data 22.03.2017 con prot. 20267, ha formulato osservazioni alla seconda variante al piano particolareggiato del centro storico della città di Senigallia, e pertanto si procede a formulare la seguente controdeduzione:

DATANUMEROOGGETTOPRIMO SOGGETTO22.03.201720267POSTA CERTIFICATA: PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO DELLA CITTA' DI SENIGALLIA - ADOZIONE SECONDA VARIANTE AI SENSI DELLA L.R. 34/92 E S.M.I. - deliberazione della Giunta Municipale n. 239 del 13/09/2016Provincia di Ancona
Sintesi dell’osservazione:
-	mancata comunicazione alla provincia di Ancona ai sensi dell’art. 30 comma 3 della L.R. 34/92 e s.m.i. del’avvenuta adozione della seconda variante;
-	relativamente al punto D.5) INTERVENTO DI RIQUALIFICAZIONE DELL’EX POLITEAMA ROSSINI non essendo pervenuta alcuna determinazione da parte del Segretariato regionale del MIBAC alla richiesta del 28/1072016, prot. 75272, la proposta di variante al PPCS, viene di fatto annullata con la cancellazione della modifica e con il ripristino della norma del piano particolareggiato vigente. Ne consegue che ogni altra azione dovrà essere oggetto di un nuovo procedimento di pianificazione territoriale;
-	si inviata l’Amministrazione Comunale che qualora le decisioni assunte in fase si approvazione abbiano comportato modifiche (siano esse in aggiunta o in diminuzione) al Piano Particolareggiato del Centro Storico adottato, questo non comporti la necessità di rinnovare la pubblicazione;Proposta di controdeduzione:
Ritenuto che relativamente:
al punto 1 - costituisce una presa d’atto;

al punto 2 - l’osservazione è accoglibile specificando che la controdeduzione n. 3 – sopra riportata - di cui alla delibera GM 11/2017 inerente il PUNTO D.5) INTERVENTO DI RIQUALIFICAZIONE DELL’EX POLITEAMA ROSSINI viene modificata come segue:
Anche in caso di acquisizione del parere del Segretariato regionale del MIBAC, richiesto con nota del 28/10/2016, prot. 75272, si procederà all’adozione di una nuova variante puntuale al PPCS.

Al punto 3 – le modifiche apportate, stante le consistenze urbanistico-edilizie interessate non necessitano di procedere al rinnovo della pubblicazione della variante.
PER QUANTO SOPRA L’OSSERVAZIONE E’ ACCOLTARitenuto:
- Di procedere alla rideterminazione della 2° variante al PPCS di cui alla delibera GM. N.11 del 17.01.2017 integrandola con la controdeduzione all’osservazione della Provincia, in conformità a quanto disposto dall’art. 30, comma 3 della LR. 34/92 e s.m.i.;
- Che ricorrono le condizioni di cui all’art. 11 della Legge Regionale 23.11.2011 n°22;
- Vista la L. 17.08.1942 – n°1150 e s.m.i.
- Vista la L.R. 05.08.1992 – n°34 e s.m.i.
- Vista la L.R. 17.06.2008 – n14 e s.m.i.
- Vista la L.R. 23.11.2011 – n°22 e s.m.i.
- Richiamato l'art. 48 del D. Lgs 18 agosto 2000, n°267 e s.m.i.;
- Preso atto che la presente variante al PPCS non ha rilevanza ai fini contabili;
- Preso atto del seguente parere favorevole reso ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente responsabile dell’Area Tecnica Territorio Ambiente;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - DI PROCEDERE ALLA RIDETERMINAZIONE della 2° variante al PPCS di cui alla delibera GM. N.11 del 17.02.2017 integrandola con la controdeduzione all’osservazione della Provincia di cui al Decreto del Presidente n°28 del 15.03.217 comunicato con nota prot. 20360 del 21.03.2017 acquisita agli atti del Comune in data 22.03.2017 con prot. 20267, in conformità a quanto disposto dall’art. 30, comma 3 della LR. 34/92 e s.m.i.;
2°) - DI APPROVARE DEFINITIVAMENTE ai sensi e per gli effetti dell’art. 30 della L.R. 05.08.1992 n°34 e s.m.i. la seconda variante al Piano Particolareggiato del Centro Storico di Senigallia adottata con delibera della Giunta Municipale della n°239 del 13.09.2016, approvata con delibera Giunta Municipale della n°11 del 17.01.2017, conformandola a quanto stabilito al precedente punto 1);
3°) - DI DISPORRE che, ai sensi dell’art. 40 comma 2 bis della Legge Regionale n°34/92 e s.m.i., un estratto del presente atto venga pubblicato nel Bollettino Ufficiale della Regione Marche;
4°) - DI DARE ATTO che il responsabile del procedimento amministrativo è l’Arch. Stefano Ciacci;
5°) – DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dall’11 maggio 2017 al 26 maggio 2017 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 29 maggio 2017	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 22 maggio 2017, essendo stata pubblicata l’11 maggio 2017
Lì, 23 maggio 2017	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,