Senigallia Atto

Variante 2017 Piano particolareggiato di iniziativa pubblica "Parco della Cesanella"

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-LP/2017/1427 del 27 giugno 2017

Presentazione
Approvazione
27.6.2017

Firmatari

  • Maurizio Memè
    Vice sindaco, Assessore alle pianificazioni urbanistiche, gestione e manutenzione del litorale, Suap
    Monitorato da 20 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 131
Seduta del 27/06/2017
OGGETTO:	PIANO PARTICOLAREGGIATO DI INIZIATIVA PUBBLICA "PARCO DELLA CESANELLA". ADOZIONE VARIANTE 2017 ex artt. 4 e 30 L.R. n. 34/92 e art. 11, comma 8, L.R. 22/2011.

L’anno duemiladiciassette addì ventisette del mese di giugno alle ore 7,30 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore-* Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Memè Maurizio;
Premesso
- Il Piano particolareggiato Parco Cesanella vigente è frutto della Variante 2016 al P.P., approvata con Delibera di Giunta Municipale n. 192 del 13/07/2016. Con tale atto il piano ha visto una riorganizzazione parziale dei suoli e dei relativi usi, preseguendo l'obiettivo di un assetto equilibrato delle destinazioni d’uso con l’addensamento delle superfici edilizie nelle aree in cui erano già presenti nuove costruzioni e le relative urbanizzazioni.
Ora, con la presente variante, viene razionalizzata la distribuzione e l'organizzazione funzionale di alcune aree pubbliche (sia oggetto di cessione che già attribuite al patrimonio comunale) in base ad esigenze legate al miglioramento dell'accessibilità al quartiere Cesanella, alla realizzazione dei parcheggi ed al completamento del parco urbano. 
La Variante parziale 2017 interessa parte del territorio del Piano Particolareggiato, definendo due ambiti di variante:
- Piazzale Michelangelo
- Aree limitrofe all’attività Petroli Marche SRL
- Visto il progetto della variante denominata Piano particolareggiato Parco Cesanella - Variante parziale 2017, redatta dall’Ufficio Governo del Territorio e costituita dai seguenti elaborati in relazione al PP vigente:
Elaborati oggetto di variante e allegati alla presente delibera:
- Relazione illustrativa Variante 2017
- Norme tecniche di attuazione comparate (vigente e variante)
- Tavola 2 - Destinazioni d’uso e prescrizioni edilizie
Elaborati oggetto di modifiche indotte dalla variante 2017, che saranno aggiornati  e allegati in fase di adozione definitiva:
- Tavola 4.1 - Opere  di Urbanizzazione realizzate: Quadro 1 – Viabilità, percorsi pedonali, verde pubblico, Sistema smaltimento acque meteoriche e acque nere. Quadro 2 – Rete acquedotto, Rete gas metano. Quadro 3 – Distribuzione energia elettrica, Pubblica illuminazione, Telefonia. 
- Tavola 4.2 - Opere  di Urbanizzazione convenzionate: Quadro 1 – Viabilità, percorsi pedonali, verde pubblico, Sistema smaltimento acque meteoriche e acque nere. Quadro 2 – Rete acquedotto, Rete gas metano. Quadro 3 – Distribuzione energia elettrica, Pubblica illuminazione, Telefonia. 
- Tavola 4.3 - Opere  di Urbanizzazione in progetto: Quadro 1 – Viabilità, percorsi pedonali, verde pubblico, Sistema smaltimento acque meteoriche e acque nere. Quadro 2 – Rete acquedotto, Rete gas metano. Quadro 3 – Distribuzione energia elettrica, Pubblica illuminazione, Telefonia. 
- Tavola 5 - Planimetria generale
Elaborati non coinvolti dalla variante 2017:
- Relazione illustrativa, completa dei seguenti allegati: 
Allegato A)  Carta unità territoriali elementari sulla base degli estratti di partita catastale ante variante 2016; 
Allegato B) Carta dell’uso dei suoli allo stato di attuazione 2016;
Allegato C) Carta dell’uso dei suoli VARIANTE 2016;
Allegato D) Carta delle  perequazioni, rappresenta in forma tabellare il dimensionamento dei singoli comparti edificatori, convenzionati o meno e delle aree ad attuazione differita con le relative capacità insediative;
SCHEMA DI CONVENZIONE per l’attuazione dei comparti obbligatori ad attuazione privata. Tale schema, fermo restando la struttura prescelta a disciplina dei rapporti tra il Comune ed il soggetto attuatore.
- Elenco possessori iscritti nel registro catastale
- Tavola 1 - Inquadramento generale (Piano particellare, ortofoto, stralcio PRG, verifiche urbanistiche)
- Tavola 3 – Carta dei diritti edificatori
- Preso atto delle finalità della Variante 2017 descritte nella Relazione illustrativa e così sintetizzate:
obiettivo generale:  una migliore organizzazione funzionale di alcune aree pubbliche (sia oggetto di cessione che già attribuite al patrimonio comunale) finalizzata al miglioramento dell'accessibilità al quartiere Cesanella, alla realizzazione dei parcheggi a servizio del parco e della fascia costiera ed al completamento del parco urbano.
Ambito Piazzale Michelangelo: realizzazione di una rotatoria al posto dell'attuale incrocio a raso, con la conseguente messa in sicurezza dei veicoli rispetto al traffico della via Raffaello Sanzio (SS 16 Adriatica) e revisione dell'organizzazione funzionale delle aree al contorno con una razionalizzazione del progetto in relazione alla situazione attuale dei suoli, individuando aree destinate a parco laddove di fatto ci sono già ambiti a verde, e un parcheggio scambiatore in prossimità della rotatoria, sfruttando un'area di fatto già utilizzata a parcheggio che invece il piano vigente destinava a verde pubblico.
Ambito Aree limitrofe all’attività Petroli Marche SRL: sistemazione dell’area a seguito di alcune esigenze sollevate dalla Ditta in ragione dello stato di fatto dei suoli, dell'accessibilità dell’attività da parte dei mezzi pesanti e della presenza di impianti tecnologici sotto la cisterna. La variante prevede una riduzione del parcheggio attestato lungo la strada di penetrazione dalla via Raffaello Sanzio sia in ragione della presenza sul posto del verde di collegamento al parco, sia al fine di consentire un migliore accesso dei mezzi all'area della Petroli Marche SRL  che non riuscirebbero a compiere le manovre di ingresso e uscita laddove fosse realizzato il parcheggio come previsto dalla Variante 2016 prevedendo a compensazione di tali aree sottratte alla sosta, la realizzazione di un nuovo parcheggio pubblico in una zona limitrofa, peraltro già utilizzata a tale scopo, che invece il piano vigente destinava a verde. Per quanto attiene la cisterna, non essendo possibile la sua demolizione a motivo degli impianti tecnologici sottostanti, la variante stabilisce la parziale demo‧lizione del serbatoio esistente sino alla quota del vicino muro di cinta ed alla delimitazione tra l’area interessata dal parcheggio privato e quella destinata a verde pubblico attraverso apposita recinzione.
Preso atto:
- che il P.P., di iniziativa pubblica, in quanto tale è stato oggetto di indagine geologica e geotecnica già nella prima fase, di cui al parere Favorevole- ai sensi dell’art. 13 Legge n° 64/74- rilasciato dal servizio regionale decentrato OO.PP. e difesa del suolo con nota n. 16397 del 10 dicembre 1994;
- che in relazione a quanto disposto dall’art. 10 Legge Reg.le n. 22/2011 e ai criteri approvati dalla G.R. con atto n. 53/2014, per il procedimento ricorre la verifica di compatibilità idraulica – rilasciata in occasione della Variante 2016 con Decreto della P.F. Presidio Territoriale ex Genio Civile Pesaro-Urbino e Ancona n. 26 del 25 maggio 2016, ad oggetto: L.R. 22/2011, DGR 53/2014 – è stato emesso il prescritto parere ai fini della compatibilità idraulica, al quale il piano vigente (variante 2016) è stato adeguato. Per quanto riguarda la variante parziale 2017, le trasformazioni previste sono a saldo zero, ovvero determinano a parità di superficie una compensazione tra le aree impermeabili (viabilità, parcheggi) e permeabili (verde) in modo tale che, a seguito della ricollocazione delle stesse, le quantità non si discostano in modo sostanziale da quelle prese in considerazione dalla relazione a firma del Dott.Geol. Massimo Mosca, trasmessa ai fini della verifica di compatibilità idraulica per la variante 2016 al Piano Particolareggiato. Pertanto non è stata prodotta nuova documentazione in merito, ma sono confermate le conclusioni di cui alla suddetta relazione; sarà comunque cura del provvedimento di adozione definitiva della variante implementare, insieme agli adeguamenti provenienti dalle controdeduzioni, anche le conclusioni del procedimento di VCI da parte della Regione;
- che la Variante 2017 è esclusa dalla procedura di VAS in relazione alle Linee Giuda Regionali, paragrafo 1.3 punto 8 lettera k, come da Comunicazione di esclusione dalla procedura di VAS  pervenuta via PEC dalla Provincia di Ancona in data 16/06/2017 prot. 43.855;
- Preso atto del seguente parere favorevole reso ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente responsabile dell’Area Tecnica Territorio Ambiente;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - ADOTTARE, ai sensi degli artt.4 e 30 della L.R. n° 34/92 coordinati con l’art. 11, comma 8 L.R. n. 22/2011, il Piano Particolareggiato Parco della Cesanella – Variante 2017 costituito dai seguenti elaborati allegati al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale:
- 	Relazione illustrativa Variante 2017
- 	Norme tecniche di attuazione comparate (vigente e variante)
- Tavola 2 - Destinazioni d’uso e prescrizioni edilizie
2°) - DEPOSITARE presso la segreteria comunale il piano adottato per la libera visione al pubblico, rendendone la prevista pubblicità, ai sensi dell’art. 30 della L.R. n° 34/92;
3°) - DARE ATTO che la Variante 2017 è esclusa dalla procedura di VAS, come meglio illustrato in premessa, e che in sede di adozione definitiva del Piano, sarà verificato il mantenimento delle condizioni per la verifica dell’invarianza idraulica, già acquisita nella precedente Variante 2016;
4°) – DARE ATTO che il Responsabile del procedimento è l’arch. Daniela Giuliani, responsabile dell’Ufficio Governo del Territorio e Protezione Civile;
5°) - DARE MANDATO al Responsabile del procedimento di trasmettere la presente deliberazione alla Provincia di Ancona ai sensi dell’art. 30 della L.R. n° 34/92, per la formulazioni di eventuali osservazioni al Piano;
6°) - DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dall’11 luglio 2017 al 26 luglio 2017 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 27 luglio 2017	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 22 luglio 2017, essendo stata pubblicata l’11 luglio 2017
Lì, 24 luglio 2017	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,