Senigallia Atto

Progetto per l’attuazione degli interventi edilizi ed urbanistici ricomprese nell'ambito di riqualificazione urbana dell'area mulino Tarsi, via Baroccio

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-LP/2017/1594 del 04 luglio 2017

Presentazione
Approvazione
4.7.2017

Firmatari

  • Maurizio Memè
    Vice sindaco, Assessore alle pianificazioni urbanistiche, gestione e manutenzione del litorale, Suap
    Monitorato da 20 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 146
Seduta del 04/07/2017
OGGETTO:	APPROVAZIONE DEL PROGETTO PER L’ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI EDILIZI ED URBANISTICI RICOMPRESE NELL'AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE URBANA DELL'AREA MULINO TARSI, VIA BAROCCIO, NEL CENTRO ANTICO DI SENIGALLIA

L’anno duemiladiciassette addì quattro del mese di luglio alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Vice Segretario del Comune Dott. Mirti Paolo  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Memè Maurizio;
Premesso che:
- Con deliberazione del Consiglio Comunale n°89 del 14-15-21-27-28/10-4/11/2009 è stato approvato definitivamente il piano particolareggiato del centro storico della città di Senigallia ai sensi e per gli effetti dell’art.30 L.R. 34/92 e s.m.i;
- Con deliberazione della Giunta Municipale n°53 del 01/04/2014 è stata approvata definitivamente la 1° variante al PPCS;
- Con deliberazione della Giunta Municipale n°11 del 17.01.2017 e successiva delibera GM n.90 del 26/04/2017 è – stata approvata la 2° variante al PPCS;
- L’art. 5.2 delle vigenti N.T.A. del PPCS, individua ambiti fuori e dentro le mura in stato di degrado, di rilevanza strategica per la funzionalità della città murata, per il reperimento di parcheggi o per la riqualificazione morfologica della zona sottoposta ad intervento unitario di riqualificazione urbana ed edilizia, oggetto di schede norma tra cui quella afferente l’intervento di riqualificazione in argomento - AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE URBANA DELL'AREA MULINO TARSI, VIA BAROCCIO – SCHEDA F;
- L’art. 23.2 Ambiti di riqualificazione urbana - delle vigenti N.T.A. del PPCS, detta le prescrizioni di carattere generale per l’attuazione degli interventi di riqualificazione;
- Con istanza del 26/06/2017, prot. 46706, pratica edilizia n° 17/90 la Ditta F.LLI TARSI DI TARSI ANDREA E C. S.N.C., ed altri, in qualità di proprietari, hanno presentato la richiesta di permesso di costruire convenzionato per l’attuazione dell’intervento di riqualificazione in argomento;
- Con note a mezzo PEC del 26.06.2017 prot. 46706 e da ultimo del 28.06.2017 prot. 47481, è stato acquisito il progetto dell’intervento di riqualificazione in argomento, redatto dal professionista incaricato, Arch. Melotto Marco di Firenze.
Gli elementi tecnico-amministrativi afferenti il progetto dell’intervento di riqualificazione in argomento sono dettagliatamente e univocamente individuati nell’allegato alla presente deliberazione per farne parte integrate e sostanziale - allegato B – RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA ASSEVERATA;
I pareri e nulla osta conseguiti e da conseguire afferenti l’intervento di riqualificazione in argomento contenenti le prescrizioni alle quali il soggetto attuatore dovrà uniformarsi sono dettagliatamente e univocamente individuati nell’allegato alla presente deliberazione per farne parte integrate e sostanziale - allegato C – DOCUMENTO ISTRUTTORIO;
Di seguito si riassumono i principali elementi tecnico - amministrativi inerenti l’intervento di riqualificazione in argomento:
Relativamente al progetto edilizio:
L’area oggetto dell’intervento è ubicata in angolo fra Via Baroccio e Via Mercantini ed é occupata da una serie di fabbricati realizzati nel dopoguerra destinati ad opificio per la macinazione di grano e cereali e ad abitazione della famiglia. I fabbricati non sono stati oggetto di condono. 
L’intervento edilizio si configura in modo diverso a seconda che si tratti della Villa o del Mulino. Per la Villa si tratterà di una ristrutturazione con demolizione e ricostruzione con le stesse dimensioni planimetriche e la stessa tipologia. Per il Mulino si tratterà di un nuovo intervento previa demolizione.
L’edifico Villa è articolato con un corpo scale chiuso collocato nel lato destro guardando la facciata, si sviluppa su 3 piani, con interrato adibito a parcheggio e sottotetto abitabile per un totale di 4 livelli residenziali. L’accesso è collocato su V.le Leopardi, 155. I caratteri esterni dell’edificio sono desunti da quelli antichi presenti all’interno della città murata.
L’intervento riguardante il nuovo edificio che si sostituisce al mulino, prevede la realizzazione di alloggi di varie dimensioni (da 75 m2 a 123 m2 lordi), per complessivi 10 alloggi con una dotazione di n. 12 posti auto privati – distribuiti su un solo livello interrato. Il piano terra viene impostato a quota + 10 cm rispetto a via Baroccio che garantisce un adeguato livello di sicurezza.
Gli spazi integrativi per la residenza - cd. sala condominiale - di cui all’art.86 del R.E.C. della superficie di 31,15 m2 è ubicata nel piano interrato. 
Relativamente al progetto delle OO.UU. primarie e secondarie:
Non sono previste opere di urbanizzazione funzionali all’intervento edilizio, ma è prevista la corresponsione del contributo di costruzione e della valorizzazione fondiaria per gli importi individuati nella relazione asseverata. Il Soggetto attuatore in occasione dell’inizio dei lavori del lotto B2 potrà richiedere, in luogo del versamento degli importi di cui sopra, lo scomputo e la realizzazione delle opere di urbanizzazione previo presentazione ed approvazione del progetto esecutivo.
 Considerazioni in ordine alla dotazione delle opere di urbanizzazione primaria e secondaria e alla cessione delle aree.
Non sono previste aree da cedere o asservire all’uso pubblico al Comune.
E’ prevista l’acquisizione di parte del marciapiede di Viale Leopardi della superficie di m2 62 ad un prezzo stimato di Ђ 120,62 al m2 e pertanto per un importo di Ђ 7.478 e di una porzione di strada di 1 m di larghezza di Via Baroccio e Via Mercantini sui due lati dell’ex-mulino confinanti con dette strade della superficie di m2 62 ad un prezzo stimato di Ђ 120,62 al m2 e pertanto per un importo di Ђ 7.478, detto acquisto è subordinato all’insindacabile decisone circa l’alienazione, la quantità e il prezzo da parte del consiglio comunale che, previa sdemanializzazione dei beni dovrà essere perfezionata prima del rilascio del permesso di costruire.
I parametri urbanistico edilizi e la dotazione di servizi, così come desunti dalla RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA ASSEVERATA sono i seguenti:
PARAMETRI URBANISTICO-EDILIZI a – PARAMETRI AFFERENTI LA SFERA PRIVATAoggettou.mstato di fattoP.U.A./
scheda FprogettoVerificasinoSUPERFICI(ST_c) - superficie territoriale - catastalem24057/4355(ST_r) - superficie territoriale - realem24013/4355(SF_c) - superficie fondiaria - catastalem21.150/1230(SF_r) superficie fondiaria - realem211061.100,601230(SC) - superficie copertam2651/614(SS_p) - superficie scoperta permeabilem262/82(SS_i) - superficie scoperta impermeabilem2391/530(SS_tot) - superficie scoperta totale (SS_p + SS_i)m2454/612DESTINAZIONE D’USO E CONSISTENZA – superficie utile lorda – (Sul) – volume (V)(Sul_r) - per attività residenzialim2747/1751(V_r) - per attività residenzialim32179/5434(Num_r) - numero allogginum3/16(Sul_c) - per attività commercialim20/214(V_c) - per attività commercialim30/726(Num_c) – numero attività commercialinum0/2(Sul_p) - per attività produttivem21104/0(V_p) - per attività produttivem33711/0(Num_p) – numero attività produttivenum1/0(Sul_tot) – superficie utile lorda totalem218501.983,001965% - della SUL per edilizia residenziale sociale ERS///(V_interr) - Volume interrato per calcolo oneri – 25% del Volume effettivom3524/1510(V_tot) - Volume totalem358906.192,216160DISTANZE, ALTEZZE E NUMERO DEI PIANI(D_f) - distacco tra gli edificim6,35Vedi scheda F26,35(D_c) - distacco dai confinim//(D_s) - distanza dalle stradem//(H_f) - altezza delle fronti m//(H-max) - altezza massima degli edificim14,8915(Num_pi) - numero dei piani interratim1/1(Num_ps) - numero dei piani seminterratim1/1(Num-pf) - numero dei piani fuori terram4/4INDICI URBANISTICI(IT) - indice di fabbricabilità territorialenum1,47/1,41(UT) - indice di utilizzazione territorialenum0,46/0,45(IF_c) - indice di fabbricabilità fondiaria su (SF_r)num5,33/5,00(UF_r) - indice di utilizzazione fondiaria su (SF-r)num1,67/1,60(IC) - indice di copertura su (SF-r)num0,59/0,50(AC) - abitanti convenzionali – ( vol_tot / 120)num49/51(P) - Indice di piantumazionenum60,0212b – PARAMETRI AFFERENTI LA DOTAZIONE DI SERVIZIoggettou.mstato di fattoP.U.A./
scheda F RECprogettoverificasinoDOTAZIONI PRIVATE(Park_r) -parcheggio per attività residenzialim2993/10 x SUL
= 220577(Num_park_r) - numero parchegginum516(Park_c) - per attività commercialim2040(Num_park_c) – numero parchegginum02(Park_tot) – superficie parcheggi totalem299617(num-park_tot) – numero parcheggi totalem2518(Num_a) – numero autorimessenum12(Vp_c) - verde privato e condominialem262/187(Su_sc) – superficie spazi integrativi alla residenza – cd. Sala Condominialem2024 + 1,531,15(V_sc) – volume  spazi integrativi alla residenza – cd. Sala Condominialem20/74,76(Su_it) - superficie impianti tecnologicim20/33,38(V_it) - volume impianti tecnologicim30/74,99(Num_it) – numero impianti tecnologicinum0/1DOTAZIONI OO.UU. PRIMARIE(Su_park) – superficie parcheggim2571/13 x SUL
= 56220(Num_park) – numero parchegginum517(Num_piante park) – numero piante per parknum00DOTAZIONI OO.UU. SECONDARIE(A.U.S.) – Aree per urbanizzazione secondariam203/10 x SUL
= 2200Considerazioni in ordine al contributo di costruzione e monetizzazioni
Il promotore corrisponderà all’atto del ritiro del permesso di costruire dell’intervento edilizio afferente la sfera privata l’importo del contributo di costruzione e di tutti gli altri oneri e monetizzazioni, nei termini, per gli importi con le garanzie e le modalità vigenti al momento del rilascio permesso di costruire stesso.
Le somme dovute per:
 il contributo di costruzione commisurato alle OO.UU.2°;
la monetizzazione AUS;
la monetizzazione piantumazione;
la Corresponsione del maggior valore di cui all’art.16, c.4 del DPR. 380/2001 e s.m.i. così come calcolato e concordato sulla base di quanto disposto dalla delibera GM. Del 19.01.2016, n° 12;
saranno utilizzate dal Comune per la riqualificazione degli spazi pubblici prossimi all’area di intervento.
Gli importi, così come desunti dalla RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA ASSEVERATA a tutt’oggi ammontano a:
DETERMINAZIONE DEL CONTRIBUTO DI COSTRUZIONEoggettoImporto in Ђ.Da scomputare / versareContributo di costruzione commisurato alle OO.UU. primarie52.885,00scomputare o versareContributo di costruzione commisurato alle OO.UU secondarie48.486,00scomputare o versareContributo di costruzione commisurato al costo di costruzione25.243,00scomputare o versareTOTALE CONTRIBUTO DI COSTRUZIONE126.614,00scomputare o versareCorresponsione del maggior valore di cui all’art.16, c.4 del DPR. 380/2001 e s.m.i. così come calcolato e concordato sulla base di quanto disposto dalla delibera GM. Del 19.01.2016, n° 12280.000,00scomputare o versare
MONETIZZAZIONI DELLE DOTAZIONI A STANDARDSoggettoImporto in Ђ.MONETIZZAZIONE DOTAZIONI PRIVATEdotazione dei parcheggi privati18.204,00Piantumazione - P1.500,00Spazi integrativi alla residenza – cd. Sala condominiale0TOTALE MONETIZZAZIONE DOTAZIONI PRIVATE19.704,00MONETIZZAZIONE DOTAZIONI PUBBLICHEdotazione dei parcheggi pubblici afferenti l’intervento edilizio58.575,0081Dotazione piante da mettere a dimora nel park2.000,00Aree per urbanizzazione secondaria – A.U.S4.487,00TOTALE MONETIZZAZIONE DOTAZIONI PUBBLICHE65.062,00TOTALE MONETIZZAZIONI DELLE DOTAZIONI PRIVATE E PUBBLICHE84.766,00
Considerazioni in ordine alla dotazione dei parcheggi pubblici e privati
In ordine alla dotazione degli spazi a parcheggio pubblico e privato di cui all’art. 63 del REC vigente il progetto di riqualificazione in argomento prevede le seguenti dotazioni:
-	Non è prevista la realizzazione e cessione di parcheggi pubblici e pertanto saranno monetizzati;
-	La realizzazione di parcheggi privati è garantita per un totale di 613,97 m2 per 18 posti auto.
in ordine all’interesse pubblico conseguito
L’intervento costituisce un ambito di riqualificazione strategico per il raggiungimento degli obiettivi del PPCS.
Considerazioni in ordine alla sostenibilità energetico – ambientale dell’intervento edilizio
Ai sensi della L.R. 17.06.2008 n°14 – norme per l’edilizia sostenibile e s.m.i, e dell’art. 23.2 delle NTA del PPCS l’intervento edilizio dovrà essere progettato e verificato in sede di agibilità per il conseguimento del punteggio di sostenibilità almeno pari a 1 del protocollo Itaca marche, sulla base delle disposizioni regionali in vigore, con particolare riferimento alle linee guida della Regione Marche – (cfr. D.G.R. 11.05.2009, n°760 - Linee guida per la valutazione energetico-ambientale degli edifici residenziali e s.m.i). Il raggiungimento del suddetto livello di prestazione energetico-ambientale dovrà essere certificato in sede di agibilità degli edifici conformemente a quanto disposto dalla L.R. 17.06.2008, n° 14, e s.m.i. e dalla D.G.R. Marche del 19.12.2011, n° 1689, e s.m.i.;
Considerazioni in ordine al piano di classificazione acustica
Il Consiglio comunale, in attuazione della Legge 26.10.1995 n°447 e s.m.i. - Legge quadro sull'inquinamento acustico e suoi decreti attuativi, ha adottato con atto n°50 del 06.07.2004  e ss.mm.ii. la Classificazione acustica del territorio comunale ai sensi dell’art.4 della L.R. del 14.11.2001, n°28; tale provvedimento classifica le aree oggetto del presente intervento di riqualificazione tra quelle in classe III - aree di tipo misto.
L’intervento di riqualificazione non è corredato dalla relazione sulla sostenibilità ambientale - che sarà oggetto di verifica in sede di agibilità previa presentazione del certificato di conformità ai requisiti acustici passivi precisando che quest’ultimo sia redatto completo delle prove di collaudo in opera. Il rispetto dei requisiti acustici dovrà essere dimostrato con la necessaria documentazione tecnica e amministrativa sia in sede di istanza per il permesso di costruire che in sede di agibilità dove dovrà essere certificato.
Considerazioni in ordine alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica, vincoli di carattere storico ambientale, espropriazioni
Il progetto di riqualificazione in argomento:
-	Non è assoggettato alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica, ai sensi del D.Lgs. 03.04.2006, n.152 e s.m.i., della L.R. 12.06.2007, n.6 e s.m.i. tenuto conto della D.G.R. n.1813 del 21.12.2010;
-	Non è interessato da vincoli di cui al D.Lgs 42/2004 e s.m.i.
-	Non prevede espropri e/o asservimenti di aree di altre proprietà.
Considerazioni in ordine alla procedura amministrativa
La procedura di approvazione del progetto di riqualificazione in argomento, ai sensi dell’art. 23.2 delle NTA del PPCS prevede il rilascio del permesso di costruire convenzionato.
Il cronoprogramma per l’attuazione del piano urbanistico attuativo a far data dalla stipula della convenzione è individuato come segue:
CRONOPROGRAMMA PER L’ATTUAZIONE DEL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO
A FAR DATA DALLA STIPULA DELLA CONVENZIONEoggettoin mesi0 – PREDISPOSIZIONE DELLE AREE E UTILIZZO TEMPORANEO01Esecuzione dell’indagine preliminare volta alla verifica della qualità dei suoli e dei sottosuoli, pulizia, disinfestazione, derattizzazione delle aree e degli immobili.Non previstaA - ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI EDILIZIA11° stralcio – intervento sulla villaA1.1Predisposizione di tutti gli elaborati tecnico-amministrativi per conseguire il rilascio del titolo abilitativo sia per gli interventi edilizi afferenti la sfera privata che le opere di urbanizzazioneMax 3A1.2Demolizione del fabbricatoMax 3A1.3Inizio dei lavori di costruzione del nuovo fabbricatoMax 12A1.4Efficacia dell’agibilità del nuovo fabbricatoMax 36A22° stralcio – intervento sul mulinoA2.1Predisposizione di tutti gli elaborati tecnico-amministrativi per conseguire il rilascio del titolo abilitativo sia per gli interventi edilizi afferenti la sfera privata che le opere di urbanizzazioneMax 36A2.2Demolizione del fabbricatoMax 36A2.3Inizio dei lavori di costruzione del nuovo fabbricatoMax 36A2.4Efficacia dell’agibilità del nuovo fabbricatoMax 72B – corresponsione del maggior valore di cui all’art.16, c.4 del DPR. 380/2001 e s.m.i. così come calcolato e concordato sulla base di quanto disposto dalla delibera GM. Del 19.01.2016, n° 12 e cessione areeB11° stralcio – intervento sulla villaB1Corresponsione con le garanzie stabilite per il contributo di costruzione commisurato al costo di costruzione da versare comunque anche in caso di sospensione dei lavori, non esecuzione dei lavori o decadenza del permesso di costruire, salvo cause indipendenti dalla volontà del soggetto attuatore. 
Ђ.60.000Max 24
comunque prima di A1.4B2Corresponsione con le garanzie stabilite per il contributo di costruzione commisurato al costo di costruzione da versare comunque anche in caso di sospensione dei lavori, non esecuzione dei lavori o decadenza del permesso di costruire, salvo cause indipendenti dalla volontà del soggetto attuatore. 
Ђ.220.000Max 48
comunque prima di A2.3Ritenuto di approvare il progetto di riqualificazione in argomento in conformità alle previsioni del PPCS per le motivazioni sopra indicate:
Visto il PPCS approvato definitivamente con delibera C.C. n° 89 del 14-15-21-27-28/10-4/11/2009 e successive varianti come esplicitate in premessa;
Vista la L. 17.08.1942 – n°1150 e s.m.i.;
Vista la L.R. 05.08.1992 – n°34 e s.m.i.;
Visto il D.P.R. 06.6.2001 n°380 e s.m.i;
Vista la L.R. 17.06.2008 – n°14 e s.m.i.;
Richiamato l'art. 48 del D.Lgs 18.08.2000, n°267 e s.m.i.;
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente responsabile dell’Area Tecnica Territorio Ambiente;
- dal Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - DI APPROVARE, tenuto conto delle considerazioni esposte in premessa, il progetto relativo all’intervento dell’AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE URBANA DELL’AREA MULINO TARSI, VIA BAROCCIO – SCHEDA F, su istanza del 26/06/2017, prot. 46706, pratica edilizia n° 17/90 della Ditta F.LLI TARSI DI TARSI ANDREA E C. S.N.C., ed altri, in qualità di proprietari, redatto dal professionista incaricato Arch. Sartini Sandro di Firenze composto dai documenti ed elaborati indicati nell’allegato alla presente deliberazione per farne parte integrate e sostanziale - allegato A – ELENCO DEI DOCUMENTI E DEGLI ELABORATI);
2°) - DI PRENDERE ATTO degli elementi tecnico-amministrativi afferenti il progetto dell’intervento di riqualificazione in argomento i quali sono dettagliatamente e univocamente individuati negli allegati alla presente deliberazione per farne parte integrate e sostanziale:
- allegato B – RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA ASSEVERATA;
- allegato C – DOCUMENTO ISTRUTTORIO;
3°) - DI APPROVARE lo schema di convenzione allegato alla presente deliberazione per farne parte integrate e sostanziale - allegato D) –  SCHEMA DI CONVENZIONE;
4°) - DI TRASFERIRE dal demanio comunale al patrimonio disponibile la porzione di marciapiede di Viale Leopardi e via Baroccio della superficie di m2 124 come meglio individuata nell’allegato B – RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA ASSEVERATA, con esatta definizione mediante frazionamento da redigere a cura e spese dell’acquirente; si precisa che l’alienazione delle aree dovrà essere perfezionata prima del rilascio del permesso di costruire.
5°) - DI AUTORIZZARE il Dirigente incaricato dell’Area Tecnica Territorio Ambiente a procedere alla firma della suddetta convenzione, una volta intervenuta l'esecutività del presente atto deliberativo, accordandogli la facoltà di inserire nella convenzione tutte le integrazioni o precisazioni, fatta salva la sostanza del negozio che si rendessero necessarie ed utili a definire in tutti i suoi aspetti il negozio stesso, con facoltà di provvedere pertanto in via esemplificativa ad una più completa ed esatta descrizione delle opere oggetto della convenzione, curando la rettifica di eventuali errori materiali intervenuti nella descrizione, nonché nell'individuazione dei nominativi dei soggetti costituenti controparte, precisare quantità, ed includere clausole di rito e di uso;
6°) - DI DARE ATTO che il responsabile del procedimento amministrativo è l’Arch. Stefano Ciacci;
7°) – DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Vice Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Mirti Paolo

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dall’11 luglio 2017 al 26 luglio 2017 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 27 luglio 2017	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 22 luglio 2017, essendo stata pubblicata l’11 luglio 2017
Lì, 24 luglio 2017	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,