Senigallia Atto

Protocollo d’intesa con San Benedetto del Tronto e Regione per il progetto PRIMES per migliorare la gestione dei sistemi integrati di allarme dei rischi derivanti dai cambiamenti climatici

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-LP/2017/2418 del 10 ottobre 2017

Presentazione
Approvazione
10.10.2017

Firmatari

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 226
Seduta del 10/10/2017
OGGETTO:	SOTTOSCRIZIONE PROTOCOLLO D’INTESA TRA LE AMMINISTRAZIONI COMUNALI DI SAN BENEDETTO DEL TRONTO, DI SENIGALLIA E LA REGIONE MARCHE, SERVIZIO DI PROTEZIONE CIVILE, AZIONI FORMATIVE PER L'ATTUAZIONE DEL PROGETTO PRIMES "PREVENTING FLOODING RISKS BY MAKING RESILIENT COMMUNITIES

L’anno duemiladiciassette addì dieci del mese di ottobre alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Mangialardi Maurizio;

PREMESSO CHE
l’Unione Europea ha approvato il progetto Preventing flooding RIsks by Making resilient communities - LIFE14 CCA/IT/001280 (Progetto PRIMES) i cui beneficiari sono:
- Agenzia regionale di Protezione Civile - Regione Emilia-Romagna
- ARPA Emilia Romagna
- Regione Emilia Romagna - Direzione Generale Ambiente e Difesa del Suolo e della Costa;
- Regione Abruzzo;
- Regione Marche;
- Università Politecnica delle Marche;
ed ha come obiettivo quello di costruire comunità resilienti, partecipi e attive alle operazioni di pre-avviso e prevenzione del rischio di alluvione.
Il progetto PRIMES è concepito per rispondere alla sfida europea nel campo della gestione dei sistemi integrati di allarme, attraverso la realizzazione dei seguenti obiettivi specifici:
- standardizzare le procedure di gestione del rischio e di prevenzione delle alluvioni a livello sovra-regionale, attraverso il consolidamento del coordinamento tra diversi livelli di protezione civile, sia su una scala verticale (Regione - Città - Comunità) che su una scala orizzontale (Regione-Regione / Città-Città / Communità-Comunità);
- costruire un kit di strumenti web facilmente accessibili in cui vengono raccolte tutte le conoscenze e le informazioni necessarie ad attivare azioni volontarie e quotidiane per la prevenzione dei rischi dovuti ai cambiamenti climatici;
- coinvolgere le comunità così da passare da un approccio passivo della gestione del rischio ad un approccio propositivo, attraverso la partecipazione attiva nell'attuazione di misure e azioni di adattamento al nuovo clima;
- consentire la diffusione della conoscenza e la collaborazione innovativa tra la Protezione Civile e la società civile, sensibilizzando l'adattamento al cambiamento climatico e l'impatto dei modelli di allarme dei rischi;
Tutti questi obiettivi saranno raggiunti attraverso una serie di attività finalizzate a:
- integrare la vita quotidiana vita e le abitudini delle comunità locali, con azioni e misure di prevenzione dei rischi;
- migliorare la sensibilizzazione individuando le responsabilità, i ruoli e le collaborazioni tra organizzazioni e cittadini a livello nazionale e locale.
Il risultato finale del progetto è un modello integrato di avvertimento anticipato replicabile e trasferibile per i processi di pianificazione delle emergenze dalla base e attraverso l'utilizzo di portali web. 
Lo scopo è rafforzare l'interazione con i cittadini, migliorare le procedure di allerta (avviso più veloce nella gestione degli allarmi) e lo scambio di dati creando allo stesso tempo la consapevolezza dei rischi derivanti dai cambiamenti climatici e stimolandolo azioni di prevenzione e adattamento volontario della cittadinanza.
CONSIDERATO che 
il progetto PRIMES prevede due aree pilota, per ciascuna delle tre regioni coinvolte, nelle quali sperimentare gli innovativi processi e strumenti che verranno realizzati nel corso del progetto e che, tenuto conto del focus specifico sulle ricadute nei rischi idrogeologici dei cambiamenti climatici, in fase progettuale sono state indicate come aree di interesse per la Regione Marche quelle del fiume Misa e della foce del fiume Tronto; 
PRESO ATTO che 
al fine di coordinare e sostenere le attività progettuali sul territorio, che prevedono il coinvolgimento di parte dei comuni ricadenti nei due bacini in analisi, la Regione Marche ha proposto, rispettivamente ai Comuni di Senigallia e di San Benedetto del Tronto, di prendere parte al progetto in qualità di ente stakeholder principale per le attività di partecipazione e relazione con i cittadini previste dal progetto;
CONSIDERATO che 
attraverso il Protocollo d’Intesa tra la Regione Marche, il Comune di Senigallia e il Comune di San Benedetto del Tronto, allegato al presente atto, questo Ente si impegna a assumere il ruolo di end-user del progetto PRIMES per la predisposizione delle operazioni necessarie alle sperimentazioni delle aree test, impegnandosi in tal senso a svolgere le seguenti azioni:
- Supporto alle attività tecniche di testing del PRIMES toolkit nei bacini di riferimento; 
- Supporto alla sperimentazione e al testing di nuovi metodi di comunicazione con i cittadini attraverso la realizzazione di focus group partecipativi ed incontri con specifiche fasce della cittadinanza;
- Collaborazione nell’ all’organizzazione, gestione e facilitazione dei workshop sul territorio comunale in particolare nella predisposizione di un supporto logistico adeguato alle presenza previste;
- Supporto nella costruzione di iniziative di comunicazione e disseminazione;
- Organizzazione dell’ esercitazione (attività dimostrativa) di dimensione regionale sul territorio comunale;
- Integrazione dei piani di adattamento al cambiamento climatico (civic adaptation plans) mediante revisione ed aggiornamento dei piani di protezione civile comunali;
- Prosecuzione della promozione degli strumenti e risultati del progetto PRIMES oltre il termine del progetto, 
- Rendiconto delle spese per le attività realizzate nel contesto del progetto PRIMES.
Per lo svolgimento delle suddette attività, la Regione Marche trasferirà al comune di Senigallia  nell’ambito delle delle risorse a carico del progetto PRIMES, un importo pari a 20.000,00 euro
DATO ATTO che
- le spese che verranno sostenute dal Comune sono interamente finanziate dalla Regione Marche ai sensi dell’art. 5 dell’allegato Protocollo d’Intesa;
- ai sensi del comma 1 dell’art. 15 (Accordi fra pubbliche amministrazioni) della Legge 7 agosto 1990, n. 241 Anche al di fuori delle ipotesi previste dall’articolo 14, le amministrazioni pubbliche possono sempre concludere tra loro accordi per disciplinare lo svolgimento in collaborazione di attività di interesse comune.
VISTI
- Il vigente statuto comunale;
- Il d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267 e successive modificazioni ed integrazioni;
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente responsabile dell’Area Tecnica Territorio Ambiente;
- dal Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - DI APPROVARE il Protocollo d’Intesa il cui schema si allega alla presente, finalizzato a definire il ruolo di end-user del progetto PRIMES del Comune di Senigallia, per la predisposizione delle operazioni necessarie alle sperimentazioni delle aree test individuate dal progetto stesso, così come descritte in narrativa;
2°) - DI AUTORIZZARE il Sindaco alla sottoscrizione del Protocollo d’Intesa;
3°) - DI DARE ATTO che le spese che verranno sostenute dal Comune sono interamente finanziate dalla Regione Marche ai sensi dell’art. 5 dell’allegato Protocollo d’Intesa;
4°) - DI TRASMETTERE copia del presente deliberato al Dipartimento per le Politiche Integrate di Sicurezza e per la Protezione Civile della Regione Marche;
5°) – DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 19 ottobre 2017 al 4 novembre 2017 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 6 novembre 2017	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 30 ottobre 2017, essendo stata pubblicata il 19 ottobre 2017
Lì, 31 ottobre 2017	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,