Senigallia Atto

Bilancio di previsione finanziario armonizzato 2017/2019. Variazione compensativa tra macroaggregati

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-OF/2017/2441 del 10 ottobre 2017

Presentazione
Approvazione
10.10.2017

Firmatari

  • Gennaro Campanile
    Assessore con delega a risorse finanziarie e patrimoniali, sviluppo economico e commercio
    Monitorato da 17 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 225
Seduta del 10/10/2017
OGGETTO:	BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO ARMONIZZATO 2017/2019 DI CUI ALL'ALLEGATO 9 AL D.LGS. N. 118/2011. VARIAZIONE COMPENSATIVA TRA MACROAGGREGATI AI SENSI DELL'ART. 175, COMMA 5-BIS, DEL D.LGS. 267/2000.

L’anno duemiladiciassette addì dieci del mese di ottobre alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore-*Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Campanile Gennaro;
RICHIAMATE:
- la deliberazione di Consiglio comunale n. 13 del 30.01.2017 avente ad oggetto Approvazione del bilancio di previsione finanziario armonizzato 2017/2019 di cui all’allegato 9 al D.Lgs. n. 118/2011;
- la deliberazione di Giunta municipale n. 18 del 31.01.2017 di approvazione del Piano Esecutivo di Gestione del triennio 2017/2019;
RICHIAMATE, inoltre, le seguenti deliberazioni di variazione del bilancio di previsione finanziario armonizzato 2017/2019 e del Piano Esecutivo di Gestione 2017/2019:
- deliberazione di Giunta municipale n. 42 del 21.02.2017 avente ad oggetto Bilancio di previsione finanziario armonizzato 2017/2019 di cui all’allegato 9 al D.Lgs. n. 118/2011. Variazione delle dotazioni di cassa ai sensi dell’art. 175, comma 5-bis, del D.Lgs. 267/2000;
- deliberazione di Giunta municipale n. 78 del 04.04.2017 avente ad oggetto Riaccertamento ordinario dei residui attivi e passivi e variazione di bilancio ai sensi dell’art. 3, comma 4, del D.Lgs. n. 118/2011, del principio contabile concernente la contabilità finanziaria allegato n. 4/2 al D.Lgs. n. 118/2011 e del D.Lgs. n. 267/2000;
- deliberazione di Giunta municipale n. 111 del 30.05.2017 avente ad oggetto Bilancio di previsione finanziario armonizzato 2017/2019 di cui all’allegato 9 al D.Lgs. n. 118/2011. Variazione delle dotazioni di cassa ai sensi dell’art. 175, comma 5-bis, del D.Lgs. 267/2000;
- deliberazione di Consiglio comunale n. 60 del 27.07.2017 avente ad oggetto Salvaguardia degli equilibri di bilancio di previsione finanziario armonizzato 2017/2019, variazione di assestamento generale di bilancio di previsione finanziario armonizzato 2017/2019 e ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi;
- deliberazione di Giunta municipale n. 177 del 28.07.2017 avente ad oggetto Variazione al Piano Esecutivo di Gestione del triennio 2017/2019 ai sensi dell’art. 175 del D.Lgs.  267/2000;
DATO ATTO che si rende necessario procedere ad una variazione degli stanziamenti di uscita del bilancio di previsione finanziario armonizzato 2017/2019 al fine di rappresentare correttamente in bilancio le esigenze di spesa connesse alle iniziative a sostegno delle attività economiche presente nel territorio senigalliese che l’Ufficio Sviluppo economico dovrà organizzare entro la fine dell’anno corrente;
VISTA la disciplina in materia variazioni al bilancio di previsione ed al piano esecutivo di gestione di cui all’art. 175 del D.Lgs. n. 267/2000;
RICHIAMATO, in particolare, l’art. 175, comma 5-bis, lettera e-bis), del D.Lgs. n. 267/2000 il quale dispone che L’organo esecutivo con provvedimento amministrativo approva le variazioni del piano esecutivo di gestione, salvo quelle di cui al comma 5-quater, e le seguenti variazioni del bilancio di previsione non aventi natura discrezionale, che si configurano come meramente applicative delle decisioni del Consiglio, per ciascuno degli esercizi considerati nel bilancio: [omissis] e-bis) variazioni compensative tra macroaggregati dello stesso programma all’interno della stessa missione;
RICHIAMATO, altresì, l’art. 175, comma 5-bis, lettera d), del D.Lgs. n. 267/2000 il quale dispone che L’organo esecutivo con provvedimento amministrativo approva le variazioni del piano esecutivo di gestione, salvo quelle di cui al comma 5-quater, e le seguenti variazioni del bilancio di previsione non aventi natura discrezionale, che si configurano come meramente applicative delle decisioni del Consiglio, per ciascuno degli esercizi considerati nel bilancio: [omissis] d) variazioni delle dotazioni di cassa, garantendo che il fondo di cassa alla fine dell’esercizio sia non negativo;
RITENUTO, pertanto, di apportare al bilancio di previsione finanziario armonizzato 2017/2019 e al Piano esecutivo di gestione 2017/2019, le variazioni agli stanziamenti di spesa, in termini di competenza e di cassa per l’anno 2017 e di sola competenza per gli anni 2018 e 2019, riportate nel prospetto di cui all’Allegato 1 alla presente deliberazione, che forma parte integrante e sostanziale della stessa;
DATO ATTO che le variazioni di cui all’Allegato 1 alla presente deliberazione costituiscono variazione compensativa tra macroaggregati nell’ambito dello stesso programma della medesima missione;
SOTTOLINEATO che il citato art. 175, comma 5-bis, lettera e-bis), del D.Lgs. n. 267/2000 classifica la tipologia di variazione oggetto della presente deliberazione come variazione al bilancio di previsione finanziario armonizzato 2017/2019, pur sostanziandosi in una esclusiva variazione al Piano Esecutivo di Gestione 2017/2019 in quanto non comporta modificazioni degli stanziamenti di bilancio in termini di missione e programma;
RICHIAMATI, in proposito:
- l’art. 12 del D.Lgs. n. 118/2011, il quale individua il programma quale unità di voto delle spese nel bilancio di previsione finanziario armonizzato; 
- l’art. 14, comma 1, lettera b), del D.Lgs. n. 118/2011, gli artt. 165 e 169 del D.Lgs. n. 267/2000, i quali prevedono che i programmi, a loro volta, si articolano in titoli, macroaggregati, capitoli ed eventualmente in articoli e che, così come articolati, vengono rappresentati nel Piano esecutivo di gestione (PEG);
DATO ATTO che, trattandosi di variazione compensativa tra macroaggregati dello stesso programma all’interno della stessa missione, il fondo di cassa finale dell’esercizio 2017 non subisce modificazioni per effetto della presente variazione, mantenendosi non negativo come di seguito esposto:

Situazione di cassa attuale
(a)Variazioni in aumento
(b)Variazioni in diminuzione
(c)Situazione di cassa dopo variazione
(d=a+b-c)Fondo di cassa iniziale al 01.01.20175.784.899,265.784.899,26Previsioni di cassa in entrata149.278.164,960,000,00149.278.164,96Previsioni di cassa in uscita144.643.176,6960.000,0060.000,00144.643.176,69Fondo di cassa finale al 31.12.201710.419.887,5310.419.887,53
DATO ATTO che, ai sensi dell’art. 239, comma 1, lettera b), del D.Lgs. n. 267/2000, la variazione oggetto della presente deliberazione non necessita del parere dell’organo di revisione, ferma restando la necessità dello stesso di verificare, in sede di esame del rendiconto di gestione, l’esistenza dei presupposti che hanno dato luogo alle variazioni di bilancio approvate nel corso dell’esercizio;
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - DI APPORTARE al bilancio di previsione finanziario armonizzato 2017/2019 e al Piano esecutivo di gestione 2017/2019, per le motivazioni esposte in premessa, le variazioni agli stanziamenti di spesa, in termini di competenza e di cassa per l’anno 2017 e di sola competenza per gli anni 2018 e 2019, riportate nel prospetto di cui all’Allegato 1 alla presente deliberazione, che forma parte integrante e sostanziale della stessa;
2°) - DI DARE ATTO che, il citato art. 175, comma 5-bis, lettera e-bis), del D.Lgs. n. 267/2000 classifica la tipologia di variazione oggetto della presente deliberazione come variazione al bilancio di previsione finanziario armonizzato 2017/2019, pur sostanziandosi in una esclusiva variazione al Piano Esecutivo di Gestione 2017/2019 in quanto non comporta modificazioni degli stanziamenti di bilancio in termini di missione e programma;
3°) - DI DARE ATTO altresì che, trattandosi di variazione compensativa tra macroaggregati dello stesso programma all’interno della stessa missione, il fondo di cassa finale dell’esercizio 2017 non subisce modificazioni per effetto della presente variazione, mantenendosi non negativo come di seguito esposto:
Situazione di cassa attuale
(a)Variazioni in aumento
(b)Variazioni in diminuzione
(c)Situazione di cassa dopo variazione
(d=a+b-c)Fondo di cassa iniziale al 01.01.20175.784.899,265.784.899,26Previsioni di cassa in entrata149.278.164,960,000,00149.278.164,96Previsioni di cassa in uscita144.643.176,6960.000,0060.000,00144.643.176,69Fondo di cassa finale al 31.12.201710.419.887,5310.419.887,53
4°) - DI TRASMETTERE all’Istituto Tesoriere il prospetto ex Allegato 8/1 al D.Lgs. n. 118/2011, allegato al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale (Allegato 2), dando atto che la variazione di cui alla presente deliberazione, sostanziandosi di fatto in una variazione al Piano Esecutivo di Gestione compensativa tra macroaggregati dello stesso programma all’interno della stessa missione, non comporta modificazioni degli stanziamenti di cassa a livello di bilancio; 
5°) - DI TRASMETTERE al Consiglio comunale, a fini conoscitivi, la presente variazione di bilancio, secondo quanto disposto dall’art. 175, comma 5-ter, del D.Lgs. n. 267/2000;
6°) – DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
      


Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 26 ottobre 2017 al 10 novembre 2017 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 13 novembre 2017	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 6 novembre 2017, essendo stata pubblicata il 26 ottobre 2017
Lì, 7 novembre 2017	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,