Senigallia Atto

Criteri per la ripartizione fondi disponibili per il sostegno all’accesso agli alloggi in locazione anno 2016

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-CU/2017/3029 del 28 novembre 2017

Presentazione
Approvazione
28.11.2017

Firmatari

  • Carlo Girolametti
    Assessore con delega a welfare e protezione sociale, edilizia sociale, sanità
    Monitorato da 8 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 278
Seduta del 28/11/2017
OGGETTO:	L.R. 36/2005 – ART. 12 – FONDO PER IL SOSTEGNO ALL’ACCESSO AGLI ALLOGGI IN LOCAZIONE ANNO 2016. APPROVAZIONE CRITERI PER LA RIPARTIZIONE DEI FONDI DISPONIBILI.

L’anno duemiladiciassette addì ventotto del mese di novembre alle ore 8,00 nei locali dell’Associazione Bocciofila di Montignano, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Girolametti Carlo;
-  RICHIAMATI: 
- la Legge 431 del 09.12.1998 – art. 11 – con la quale si istituisce presso il Ministero dei Lavori Pubblici il Fondo Nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione;
- la Legge 6 agosto 2008, n. 133 di oggetto: Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 giugno 2008, n. 112, recante disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la semplificazione, la competitività, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria stabilisce, all’art. 11 -  comma 13 dell’allegato, che Ai fini del riparto del Fondo Nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione, di cui all’articolo 11 della legge 9 dicembre 1998, n. 431, i requisiti minimi necessari per beneficiare dei contributi integrativi come definiti ai sensi del comma 4 del medesimo articolo devono prevedere per gli immigrati il possesso del certificato storico di residenza da almeno dieci anni nel territorio nazionale ovvero da almeno cinque anni nella medesima regione;
- la Legge n. 80 del 23 maggio 2014 -  Conversione, con modificazioni, del decreto-legge 28 marzo 2014, n. 47 di oggetto: Misure urgenti per l'emergenza abitativa, per il mercato delle costruzioni e per Expo 2015;
- l’art. 12 della Legge Regionale 16 dicembre 2005, n. 36, concernente il Riordino del sistema delle politiche abitative stabilisce che la Regione possa prevedere interventi di sostegno alle locazioni private secondo le finalità e le modalità stabilite dall’art. 11 della L. 431/1998 e possa integrare le risorse statali prevedendo requisiti e procedure in relazione alle specificità delle problematiche socio-economiche locali;
- il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 159: Regolamento concernente la revisione delle modalita' di determinazione e i campi di applicazione dell'Indicatore della situazione economica equivalente (ISEE);
- la Deliberazione della Giunta Regionale n. 1288 del oggetto: L. 431/98, art. 11 – DMLLPP 7.6.1999 – L.R. 36/2005 – Modalità funzionamento del fondo per il sostegno all’accesso agli alloggi in locazione, modifica allegato A della DGR 1835/2008 – Riapprovazione testo completo e successive modificazioni ed integrazioni;
- la Deliberazione della Giunta Regionale n. 1019 del 05.09.2016 di oggetto: L.R. n. 36/2005, art. 12 – Modalità funzionamento del fondo per il sostegno all’accesso agli alloggi in locazione anno 2016;
- la Deliberazione del Comitato dei Sindaci n. 17 del 03.12.2014 con la quale si è approvata la convenzione per l’esercizio associato della funzione progettazione e gestione del sistema locale dei servizi sociali tra i Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale n. 8 per il triennio 2015-2017;
- la Deliberazione della Giunta Municipale n. 22 del 07.02.2017 di approvazione del bando di concorso ai sensi della L.R. 36/2005, art. 12; 
- la determinazione del Dirigente Ufficio Comune – Esercizio Associato funzione Sociale n. n° 1488 del 13/10/2017, con la quale sono stati approvati la graduatoria degli ammessi al beneficio e l’elenco degli esclusi, in forma provvisoria ai sensi dell’art. 9 del bando di concorso;
- la determinazione del Dirigente Ufficio Comune – Esercizio Associato funzione Sociale n. n° 1776 del 23.11.2017 di oggetto: L.R. 36/2005 – art. 12 – Fondo per il sostegno all’accesso agli alloggi in locazione anno 2016 – Approvazione graduatoria definitiva degli ammessi al beneficio e dell’elenco degli esclusi.
- Considerato che:
-  il fabbisogno complessivo presunto, calcolato così come previsto dalla DGR 1019 del 05.09.2016, e comunicato alla Regione Marche ammonta ad Ђ  319.958,11;
- sulla base del fabbisogno complessivo presunto comunicato,  la Regione Marche, con  decreto del Dirigente della P.F. Edilizia ed Espropriazione – EDI n. 70 del 27.09.2017 di oggetto: L.R. 36/2005, Art.12 – DGR 1019/2016. Fondo di sostegno per l’accesso agli Alloggi in locazione anno 2016. Concessione, impegno e liquidazione ai Comuni dei fondi regionali 2016 – CAPITOLO 2120610003 - IMPORTO Ђ 1.000.000,00 ha assegnato al Comune di Senigallia  un finanziamento pari ad Ђ 72.250,14;
- il Comune concorre al finanziamento regionale con propri fondi stanziati a bilancio pari ad Ђ 100.000,00;
- sulla base dell’istruttoria effettuata dall’Ufficio rispetto al possesso dei requisiti richiesti dal bando e alla certificazione del regolare pagamento del canone di locazione nell’anno 2016, il fabbisogno effettivo è pari ad Ђ 297.729,81;
- ai sensi dell’art. 10  del bando di concorso, la Giunta Municipale, con successivo apposito atto, stabilisce la ripartizione del finanziamento complessivo, qualora lo stesso risulti insufficiente a coprire il fabbisogno complessivo, riservandosi la possibilità di applicare la riduzione di una quota percentuale al contributo effettivamente spettante a ciascun beneficiario;
- i fondi complessivamente disponibili – regionale e comunale - per la liquidazione dei contributi  pari ad Ђ 172.250,14 a fronte di un fabbisogno di Ђ  297.729,81 coprono il 57,85% della richiesta;
- Ritenuto opportuno, così come già attuato nella liquidazione dei precedenti bandi di concorso e vista la delicata e complessa situazione sociale ed economica del momento, assumere una funzione perequativa nella ripartizione dei fondi disponibili con l’obiettivo di allargare la platea dei beneficiari ed assicurare un intervento più efficace e socialmente più qualificato;
- Ritenuto dunque necessario stabilire che: 
a) il fondo complessivamente disponibile viene ripartito proporzionalmente al fabbisogno complessivo effettivo come di seguito indicato: 

Fabbisogno complessivo effettivoЂ 297.729,81Fondo complessivo disponibileЂ 172.250,14Percentuale del fondo disponibile Ђ 297.729,81:100=Ђ172.250,14:X
= 100*172.250,14/297.729,81
= 57,85%
b) anche per la liquidazione dei contributi-affitto anno 2016 si procede alla riduzione di una quota percentuale del contributo effettivamente spettante a ciascuno, al fine di liquidare il maggior numero di richiedenti ammessi a beneficio;
c) per i richiedenti collocati in graduatoria la riduzione in quota percentuale del contributo a ciascuno spettante,  è pari al 42,15% (approssimazione al secondo decimale);
-  Richiamato l’art. 8 del bando di concorso anno 2016 approvato con la delibera di Giunta Municipale sopracitata con il quale si stabilisce che non possono essere cumulati analoghi benefici nel medesimo periodo di riferimento per cui, nel caso il richiedente abbia percepito un contributo durante il corso dell’anno 2016, il Comune concede un contributo massimo pari alla differenza tra l’ammontare dell’importo così come determinato  ai sensi del  bando e la somma già percepita dal richiedente ad altro titolo;
- Ritenuto quindi necessario attuare quanto previsto dal sopracitato art. 8, applicando quindi ai richiedenti che ricorrano in detto caso specifico, un contributo massimo pari alla differenza tra l’ammontare dell’importo così come determinato ai sensi del bando di concorso  e la somma già percepita;
- Considerato che le somme necessarie per procedere alla liquidazione dei contributi per l’affitto saranno impegnate con successivo apposito atto del Dirigente Ufficio Comune Esercizio Associato Funzione Sociale  ai capitoli del Bilancio e del PEG 2017 1402/4 e 1501/33;
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente responsabile dell’Ufficio Comune Esercizio Associato Funzione Sociale;
- dal Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - DARE ATTO che le premesse che precedono formano parte integrante e sostanziale della presente deliberazione;
2°) - ASSUMERE, così come già attuato nella liquidazione dei precedenti bandi di concorso e vista la delicata e complessa situazione sociale ed economica del momento, una funzione perequativa nella ripartizione dei fondi disponibili con l’obiettivo di allargare la platea dei beneficiari ed assicurare un intervento più efficace e socialmente più qualificato,  procedendo alla riduzione di una quota percentuale del contributo effettivamente spettante a ciascuno;
3°) - APPLICARE, a fronte di un numero di n. 273 richiedenti ammessi a beneficio e ad un finanziamento - regionale   di Ђ 72,250,14 e comunale di Ђ 100.000 -  per un indice di copertura del fabbisogno del 57,85% una riduzione in quota percentuale del contributo a ciascuno spettante, così come indicato nel successivo punto 4;
4°) - STABILIRE che:
a. il fondo complessivamente disponibile viene ripartito proporzionalmente al fabbisogno complessivo effettivo come di seguito indicato: 
Fabbisogno complessivo effettivoЂ 297.729,81Fondo complessivo disponibileЂ 172.250,14Percentuale del fondo disponibile Ђ 297.729,81:100=Ђ172.250,14:X
= 100*172.250,14/297.729,81
= 57,85%b. per i richiedenti collocati in graduatoria la riduzione in quota percentuale del contributo a ciascuno spettante,  è pari al 42,15% (approssimazione al secondo decimale);
5°) - STABILIRE altresì che:
- in attuazione dell’art. 8 del bando di concorso, non potendo essere cumulati analoghi benefici nel medesimo periodo di riferimento (2016) e, per i richiedenti che ricorrono in detto caso specifico, viene erogato un contributo massimo pari alla differenza tra l’ammontare dell’importo così come determinato ai sensi del bando  e la somma già percepita;
- così come previsto dall’art. 11 del bando di concorso, non saranno liquidati contributi di entità inferiore a Ђ 100,00 e contributi destinati a richiedenti, appartenenti a nuclei mono-personali, deceduti nel periodo della fase istruttoria;
6°) - DARE MANDATO al Dirigente Ufficio Comune – Esercizio Associato funzione Sociale  di predisporre successivo apposito atto per la liquidazione dei contributi di che trattasi, sulla base dei criteri approvati dalla Giunta Municipale;
7°) - DARE ATTO che le somme destinate alla liquidazione dei contributi affitto saranno impegnate ai capitoli del Bilancio e del PEG 2017 1402/4 e 1501/33;
8°) - DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 12 dicembre 2017 al 27 dicembre 2017 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 28 dicembre 2017	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 23 dicembre 2017, essendo stata pubblicata il 12 dicembre 2017
Lì, 27 dicembre 2017	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,