Senigallia Atto

Adozione 1ª variante al Piano urbanistico per la riqualificazione dell’area “ex colonie” Enel

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-LP/2018/739 del 10 aprile 2018

Presentazione
Approvazione
10.4.2018

Firmatari

  • Maurizio Memè
    Vice sindaco, Assessore con delega a pianificazione urbanistica e progettazione ambientale, gestione e manutenzione del litorale, area portuale, Suap
    Monitorato da 20 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 67
Seduta del 10/04/2018
OGGETTO:	1ª VARIANTE AL PIANO URBANISTICO ATTUATIVO DELLA ZONA CPT POLO TURISTICO PER LA RIQUALIFICAZIONE DELL’AREA EX COLONIE ENEL NEL LUNGOMARE LEONARDO DA VINCI. –- ADOZIONE

L’anno duemiladiciotto addì dieci del mese di aprile alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore-* Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Memè Maurizio;
PREMESSE:
Il vigente P.R.G. individua nel litorale di levante un’area da riqualificare posta tra il lungomare Leonardo da Vinci e via Podesti quale Zona CPT Polo turistico la cui trasformazione è assoggettata a piano urbanistico attuativo – (PUA).
Con delibera del Consiglio Comunale del 26-27.11.2008, n. 123 è stato approvato il relativo Piano d’area, redatto dall’arch. Stefano Ciacci e dagli architetti Mario Gentili e Nazzareno Petrini in data 28/10/2008 (REV. 1);
Con delibera della Giunta Municipale del 18.12.2012, n. 232 è stata adottato il PUA della zona in argomento e con successiva delibera Giunta Municipale del 16.04.2013, n. 59 lo stesso è stato approvato definitivamente.
Dato atto che il PUA vigente è composto dalle due distinte richieste formulate da parte:
- della società INIZIATIVE TURISTICHE SENIGALLIA S.r.l. - pratica edilizia n. L/10/01, prot. 38960 del 19.07.2010;
- della società INNOVA S.r.l. pratica edilizia n. L/12/01, prot. 3550 del 24.01.2012,
la variante al Piano Urbanistico Attuativo in argomento interessa solo la parte relativa alla società INIZIATIVE TURISTICHE SENIGALLIA S.r.l. e non comporta alcuna variazione alla parte relativa alla società INNOVA S.r.l.
RICHIESTA DI VARIANTE
Con richiesta a mezzo PEC acquisita agli atti del Comune in data 23.02.2017, prot. 12293, pratica edilizia n. L/17/1 e successive modifiche e integrazioni, da ultimo con PEC acquisita agli atti del Comune in data 13.03.2018, prot. 17545 la Società INIZIATIVE TURISTICHE SENIGALLIA S.r.l. ha presentato la richiesta di variante al PUA in argomento redatta dai professionisti incaricati, Arch. Nazzareno Petrini di Serra de Conti e Mario Gentili di Senigallia.
Ciascun documento, firmato digitalmente, è stato acquisito agli atti del protocollo generale del Comune e pertanto risulta univocamente e permanentemente individuato.
ELABORATI COSTITUENTI LA 1ª VARIANTE
I documenti e gli elaborati costituenti la 1ª variante al Piano Urbanistico Attuativo ricompresi nella pratica edilizia n. 17/1, trasmessi con le note sopra descritte sono elencati nell’allegato A – ELENCO DOCUMENTI ED ELABORATI – redatto dall’ufficio nome file - 02b_elenco_docum_ufficio, ( che sostituisce l’allegato B della relazione tecnica asseverata) della pratica edilizia n. L/17/1 dove sono dettagliatamente individuati gli elaborati relativi sia alla parte di competenza della Società INNOVA S.r.l. - redatti dal professionista incaricato, Arch. Michele Gasparetti di Senigallia che quelli relativi alla parte di competenza della Società INIZIATIVE TURISTICHE SENIGALLIA S.r.l. redatti dai professionisti incaricati, Arch. Mario Gentili di Senigallia e Arch. Nazzareno Petrini di Serra dé Conti
Precisato che con nota del 21.03.2018, prot. 20160 la richiesta di 1° variante al Piano Urbanistico Attuativo in argomento è stata trasmessa alla Società INNOVA S.r.l.;
ELEMENTI TECNICO AMMINISTRATIVI
In ordine agli elementi tecnico amministrativi inerenti la 1° variante al Piano Urbanistico Attuativo in argomento per brevità si fa integrale riferimento a quanto indicato nell’allegato B RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA ASSEVERATA e nell’allegato D DOCUMENTO ISTRUTTORIO redatto dal responsabile del procedimento;
CONSIDERAZIONI IN ORDINE AGLI ELEMENTI ECONOMICO-FINANZIARI:
QUADRO ECONOMICO PROGETTO – PRELIMINARE - DEFINITIVOINTERVENTI EDILIZI AFFERENTI IL PROMOTORE
parte di competenza della Società INIZIATIVE TURISTICHE SENIGALLIA S.r.l.
QUADRO ECONOMICO PROGETTO – PRELIMINARE - DEFINITIVODESCRIZIONEimporti - Ђ.totali parziali - Ђ.totali - Ђ.A - IMPORTO LAVORI A BASE D'APPALTO9.158.011B – LAVORI soggetti a ribasso9.158.011alavori a misurablavori a corpo – edifici residenziali – (SUL m2 1.928 x Ђ/m2 1100)2.120.719blavori a corpo – edifici turistici – (SUL m2 4.498 x Ђ/m2 1.300)5.848.042clavori a corpo – PARCHEGGI – (Sup. lorda m2 4.757 x Ђ/m2 250)1.189.250dlavori in economiaC – ONERI SICUREZZA non soggetti a ribassoD – SOMME A DISPOSIZIONE DELL’AMMINISTRAZIONEESCLUSEOPERE DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E SECONDARIA FUNZIONALI al piano urbanistico attuativo
QUADRO ECONOMICO PROGETTO – PRELIMINAREA – IMPORTO LAVORI A BASE D’APPALTO1.704.321B – LAVORI soggetti a ribasso1.704.321C – ONERI SICUREZZA non soggetti a ribassoD - SOMME A DISPOSIZIONE DELL'AMMINISTRAZIONEESCLUSEOPERE DI URBANIZZAZIONE FUNZIONALI al piano urbanistico attuativo
QUADRO ECONOMICO PROGETTO – DEFINITIVO per la realizzazione della sistemazione del lungomare Leonardo Da Vinci nel tratto corrispondente all’area delle ex colonie ENELA – IMPORTO LAVORI A BASE D’APPALTO650.000B – LAVORI soggetti a ribasso650.000C – ONERI SICUREZZA non soggetti a ribassoD - SOMME A DISPOSIZIONE DELL'AMMINISTRAZIONEESCLUSERIEPILOGO GENERALE DEGLI INTERVENTIB - TOTALE IMPORTO INTERVENTO –11.559.419ainterventi edilizi afferenti il promotore79,2%9.158.011binterventi per OO.UU. primarie e secondarie funzionali al PRU14,7%1.704.321crealizzazione della sistemazione del lungomare6,1%650.000C – incidenza delle OO.UU. al m2 di Superficie Utile Lorda – (SUL)374Conformemente a quanto disposto:
- dall’art. 16, comma 4-ter del DPR 06.06.2001, n. 380 e s.m.i., in pendenza di una ridefinizione regolamentare comunale circa la valorizzazione fondiaria conseguente alle previsioni urbanistiche;
- dalla D.G.M. N°12 del 19/01/2016, con la quale il Comune di Senigallia avviava la fase di sperimentazione delle procedure per la valutazione della sostenibilità economico-finanziaria degli interventi di trasformazione urbana
- dalla D.G.M. N°284 del 22/11/2016, con la quale il Comune di Senigallia individuava gli indirizzi operativi per la negoziazione e ri-negoziazione dei patti convenzionali a disciplina dei piani attuativi;
Si è provveduto a verificare la suddetta sostenibilità in accordo con il promotore stabilendo un importo pari a Ђ. 2.259.174 del plusvalore teorico generato dalla variante urbanistica ancorché approvata oltre un decennio fa. A fronte della suddetta valorizzazione con la presente variante è posta a carico del soggetto attuatore la realizzazione delle opere di urbanizzazione funzionali all’intervento pari a Ђ. 2.401.408 a fronte di una previsione nel piano d’area di Ђ. 1.953.080, con un incremento dunque di Ђ. 448.328.
La verifica della sostenibilità economico - finanziaria dell’intervento viene raggiunta attribuendo la somma di Ђ. 585.960 prevista dal piano d’area quale contropartita dei diritti edificatori di spettanza del Comune per la realizzazione delle opere di urbanizzazione relative della sistemazione del Lungomare.
Si conferma lo stralcio già previsto in sede di piano attuativo della somma di Ђ. 212.750 posta a carico del Comune quale partecipazione all’attuazione dell’intervento per il prolungamento di Via Rieti fissata dal piano d’area a valere sul contributo di costruzione degli interventi edilizi.
CONSIDERAZIONI IN ORDINE ALL’INTERESSE PUBBLICO CONSEGUITO
Il preminente interesse pubblico, relativo all’attuazione della variante al PUA è costituito dai seguenti elementi:
- favorire una mobilità lenta per la fruizione del paesaggio tramite una riduzione del traffico veicolare e favorendo lo sviluppo turistico di quest’area. La variante vuole in questo modo sottolineare il concetto di sostenibilità ecologica del progetto, proponendo la riduzione del traffico carrabile, riducendo le emissioni gassose, e incentivando ed ampliando la rete dei diversi percorsi ciclopedonali già esistenti nella fascia del lungomare e nella parte a ridosso della strada provinciale
- recupero di una parte di aree e immobili prospicienti il lungomare non utilizzate e in fase degrado, realizzando una struttura ricettiva, considerata di interesse pubblico, un’area a verde compatto pubblico ed un’area residenziale.
PARERI E NULLA OSTA DA CONSEGUIRE O CONSEGUITI:
I pareri saranno conseguiti direttamente dai professionisti incaricati e dal responsabile del procedimento, come specificato nella RELAZIONE TECNICO AMMINISTRATIVA ASSEVERATA e nel DOCUMENTO ISTRUTTORIO
Relativamente alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica, vincoli di carattere storico ambientale, espropriazioni:
Non è assoggettata alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica, ai sensi del D.Lgs. 03.04.2006, n.152 e s.m.i., della L.R. 12.06.2007, n.6 e s.m.i. tenuto conto della D.G.R. n.1813 del 21.12.2010 in quanto ricompreso nella fattispecie dell’art.1.3, punto 8, lettera f) – i piani attuativi di cui all’art. 4 della l.r. 34/1992 e i piani complessi comunque denominati previsti da norme vigenti che non comportano varianti ai relativi PRG o parti di essi già sottoposti a VAS;
Stante le autorizzazioni paesaggistiche acquisite in occasione dell’approvazione del PUA originario e considerate le caratteristiche della variante proposta si ritiene di rimandare l’acquisizione dell’autorizzazione paesaggistica in sede di richiesta dei singoli permessi di costruire.
Circa l’acquisizione del parere di compatibilità geomorfologica – art. 89 del DPR 380/2001 e s.m.i e la Verifica di compatibilità Idraulica – (art. 10 della LR. 22.11.2012, n.22 e s.m.i., DGR 27.01.2014, n.53 e s.m.i.), stante il fatto che la variante in argomento non comporta modifiche al dimensionamento del piano ma una diversa organizzazione spaziale oltre ad una diversa attribuzione degli oneri posti a carico del soggetto attuatore si ritiene di richiedere al competente servizio regionale con nota del 21.03.2018, prot. 20192, di considerare validi i pareri già acquisiti in sede di adozione del Piano Urbanistico originario e precisamente:
- parere di compatibilità geomorfologica - con nota del 24.07.2012, prot. 10/038960 è stato richiesto alla provincia di Ancona il parere di compatibilità geomorfologia, detto parere – favorevole con prescrizioni - di cui alla determina dirigenziale del 03.09.2012, n. 169, è stato acquisito agli atti del Comune in data 10.09.2012, prot. 46459;
- Verifica di compatibilità Idraulica - con nota del 24.07.2012, prot. 10/038960 e successiva nota del 03.09.2012, prot. 45122, è stato richiesto alla provincia di Ancona il parere di compatibilità idraulica, detto parere – favorevole con prescrizioni - di cui alla determina dirigenziale del 20.09.2012, n. 571 acquisita agli atti del Comune in data 25.09.2012, prot. 49298, e successiva determina dirigenziale del 19.10.2012, n. 643 acquisita agli atti del Comune in data 24.10.2012, prot. 55429.
Ritenuto:
Per le considerazioni sopra riportate, di condividere e approvare il documento istruttorio allegato D) al presente atto e di adottare la variante al PUA in argomento;
Che ricorrono le condizioni di cui all’art. 11 della Legge Regionale 23.11.2011 n°22 – che in particolare al comma 8 recita: omissis…la giunta comunale approva: a) i piani attuativi conformi allo strumento urbanistico generale vigente o in variante al medesimo ai sensi dell’art. 15, comma 5 della L.R. 34/1992;
Vista la L.R. 05.08.1992 - n.34 e s.m.i.
Visto il D.P.R. 06.06.2001 - n.380 e s.m.i
Vista la L.R. 17.06.2008 – n.14 e s.m.i.
Vista la L.R. 23.11.2011 – n.22 e s.m.i.
Richiamato l'art. 48 del D. Lgs 18 agosto 2000, n°267 e s.m.i.;
Preso atto che la presente variante al PUA vigente non ha rilevanza ai fini contabili;
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente Responsabile dell’Area Tecnica Territorio Ambiente;
- del Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - DI APPROVARE il documento istruttorio allegato D) al presente atto alle cui prescrizioni i soggetti attuatori si dovranno uniformare senza riserve.
2°) - Di adottare ai sensi e per gli effetti dell’art. 30 della L.R. 05.08.1992 - n. 34 e s.m.i. la variante al PUA vigente, approvato con delibera Giunta Municipale del 16.04.2013, n. 59;
3°) - Di prendere atto CHE:
- La variante al PUA, approvato con delibera Giunta Municipale del 16.04.2013, n. 59 essendo lo stesso già composto dalle due distinte richieste formulate da parte della società INIZIATIVE TURISTICHE SENIGALLIA S.r.l. e della società INNOVA S.r.l., costituito dai pertinenti elaborati interessa solo parte relativa società INIZIATIVE TURISTICHE SENIGALLIA S.r.l. e non comporta alcuna variazione alle parte della società INNOVA S.r.l.;
- Con nota del 21.03.218, prot. 20160 la richiesta di variante al PUA in argomento è stata trasmessa alla Società INNOVA S.r.l. 
- La variante al PUA, così come elaborata è conforme al P.R.G. vigente e al piano d’area approvato con delibera Consiglio Comunale del 26-27.11.2008, n. 123, a meno delle variazioni indicate nella RELAZIONE TECNICO AMMINISTRATIVA ASSEVERATA che costituiscono modifiche non sostanziali dettate da esigenze di carattere tecnico-amministrativo, di tempistica e non da ultimo di sostenibilità economico-finanziaria dell’intervento;
- Ai sensi dell’art. 36 comma 4 del D.Lgs n. 50 del 18.04.2016 e s.m.i., e dell’art. 16 del DPR n. 380 del 06.06.2001 e s.m.i. il Soggetto Attuatore ha chiesto di eseguire direttamente le opere di urbanizzazione primaria e secondaria funzionali all’intervento di riqualificazione in argomento, e la conseguente richiesta di scomputo del pertinente contributo di costruzione, a tal fine è stata presentata la proposta di progetto PRELIMINARE per la realizzazione delle stesse;
- la società INIZIATIVE TURISTICHE SENIGALLIA S.r.l.,ha sottoscritto lo schema di convenzione per l’attuazione della variante al PUA per la parte di sua competenza - allegato C) al presente atto.
- La variante al PUA non è assoggettata alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica, ai sensi del D.Lgs. 03.04.2006, n.152 e s.m.i., della L.R. 12.06.2007, n.6 e s.m.i. tenuto conto della D.G.R. n.1813 del 21.12.2010 in quanto ricompreso nella fattispecie dell’art.1.3, punto 8, lettera f) – i piani attuativi di cui all’art. 4 della l.r. 34/1992 e i piani complessi comunque denominati previsti da norme vigenti che non comportano varianti ai relativi PRG o parti di essi già sottoposti a VAS;
- L’area è interessata da vincoli di cui al D. Lgs 42/2004 e s.m.i. - ex art. 136 per effetto del D.M. del ex 431/85 – territorio costiero - Sul PUA originario, previo parere favorevole della Soprintendenza per i beni architettonici e paesaggistici delle Marche sono state rilasciate le due distinte autorizzazioni paesaggistiche come segue:
- Per la parte di competenza della Società INIZIATIVE TURISTICHE SENIGALLIA S.r.l. autorizzazione paesaggistica del 11.09.2012, n. 12/51, prot. 46840;
- Per la parte di competenza della Società INNOVA S.r.l. autorizzazione paesaggistica del 11.09.2012, n. 12/52, prot. 46844.
Stante le autorizzazioni paesaggistiche acquisite e considerate le caratteristiche della variante proposta si ritiene di rimandare l’acquisizione dell’autorizzazione paesaggistica in sede di richiesta dei singoli permessi di costruire.
- La variante al PUA non prevede espropri e/o asservimenti di aree di altre proprietà.
Circa l’acquisizione del parere di compatibilità geomorfologica – art. 89 del DPR 380/2001 e s.m.i e la Verifica di compatibilità Idraulica – (art. 10 della LR. 22.11.2012, n.22 e s.m.i., DGR 27.01.2014, n.53 e s.m.i.), stante il fatto che la variante in argomento non comporta modifiche al dimensionamento del piano ma una diversa organizzazione spaziale oltre ad una diversa attribuzione degli oneri posti a carico del soggetto attuatore è stato chiesto al competente servizio regionale con nota del 21.03.2018, prot. 20192, di considerare validi i pareri già acquisiti in sede di adozione del Piano Urbanistico originario e precisamente:
- parere di compatibilità geomorfologica - con nota del 24.07.2012, prot. 10/038960 è stato richiesto alla provincia di Ancona il parere di compatibilità geomorfologia, detto parere – favorevole con prescrizioni - di cui alla determina dirigenziale del 03.09.2012, n. 169, è stato acquisito agli atti del Comune in data 10.09.2012, prot. 46459;
- Verifica di compatibilità Idraulica - con nota del 24.07.2012, prot. 10/038960 e successiva nota del 03.09.2012, prot. 45122, è stato richiesto alla provincia di Ancona il parere di compatibilità idraulica, detto parere – favorevole con prescrizioni - di cui alla determina dirigenziale del 20.09.2012, n. 571 acquisita agli atti del Comune in data 25.09.2012, prot. 49298, e successiva determina dirigenziale del 19.10.2012, n. 643 acquisita agli atti del Comune in data 24.10.2012, prot. 55429.
4°) - di stabilire stante le considerazioni esposte in premessa, e le previsioni urbanistico-edilizie previste dal P.R.G. vigente, come precisato dal Piano d’area approvato con delibera Consiglio Comunale del 26-27.11.2008, n. 123 che prevedono a carico del soggetto attuatore omissis. l’acquisto della quota di potenzialità edificatoria del Comune, pari a 760 m2 di SUL, di cui 228 m2 di residenziale e 532 m2 di turistico ricettivo, al valore complessivo di Ђ. 585.960,00 (pari ad una media di 771 Ђ/m2 di SUL).che la somma che la Società INIZIATIVE TURISTICHE SENIGALLIA S.r.l. deve versare al Comune pari a Ђ. 585.960,00, sarà utilizzata per la realizzazione dei lavori relativi al lungomare Leonardo da Vinci, secondo quanto stabilito nello schema di convenzione.
5°) - Di provvedere ai sensi e per gli effetti dell’art. 30 della L.R. 05.08.1992 - n. 34 e s.m.i. ai seguenti adempimenti:
- a depositare presso la sede comunale per trenta giorni consecutivi la presente deliberazione unitamente agli elaborati di cui sopra;
- a provvedere alla pubblicazione dell’avviso di deposito presso l’albo pretorio del Comune;
- a comunicare al pubblico mediante informazioni sul sito informatico istituzionale comunale l’avvenuta adozione della variante al PUA vigente, precisando che durante il periodo di deposito presso la sede comunale chiunque può prendere visione del piano e presentare, entro i successivi trenta giorni, osservazioni e opposizioni;
- ad inviare, contestualmente al deposito alla Provincia di Ancona la presente deliberazione unitamente agli elaborati di cui sopra, per l’espressione delle osservazioni di competenza;
6°) - Di dare atto che il responsabile del procedimento amministrativo è l’Arch. Stefano Ciacci;
7°) – DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 10 maggio 2018 al 25 maggio 2018 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 28 maggio 2018	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 21 maggio 2018, essendo stata pubblicata il 10 maggio 2018
Lì, 22 maggio 2018	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,