Senigallia Atto

Adozione 3ª variante al Piano particolareggiato del centro storico e modifiche al progetto area ex mulino Tarsi

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-LP/2018/832 del 10 aprile 2018

Presentazione
Approvazione
10.4.2018

Firmatari

  • Maurizio Memè
    Vice sindaco, Assessore con delega a pianificazione urbanistica e progettazione ambientale, gestione e manutenzione del litorale, area portuale, Suap
    Monitorato da 20 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 66
Seduta del 10/04/2018
OGGETTO:	ADOZIONE 3ª VARIANTE AL PIANO PARTICOLAREGGIATO DEL CENTRO STORICO DELLA CITTÀ DI SENIGALLIA E MODIFICHE AL PROGETTO PER L’ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI NELL’AREA EX MULINO TARSI IN VIA BAROCCIO

L’anno duemiladiciotto addì dieci del mese di aprile alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore-* Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Memè Maurizio;
Premesso che:
- Con deliberazione del Consiglio Comunale n°89 del 14-15-21-27-28/10-4/11/2009 è stato approvato definitivamente il piano particolareggiato del centro storico della città di Senigallia;
- Con deliberazione della Giunta Municipale n°53 del 01.04.2014 è stata approvata la prima variante;
- Con deliberazione della Giunta Municipale n. 11 del 17.01.2017 e successiva deliberazione della Giunta Municipale n°90 del 26.04.2017 è stata approvata la seconda variante;
- Con la seconda variante era stato introdotto un’ulteriore ambito di riqualificazione - F) - AREA EX MULINO TARSI via Baroccio – in modo di promuovere un intervento organico con le previsioni del Piano Particolareggiato del Centro Storico della città di Senigallia al fine di completare in maniera sinergica gli interventi in via Baroccio, oltre a definire e riqualificare l’area del parcheggio della pesa pubblica, dando attuazione alle previsioni del Piano strutturale di conservazione e valorizzazione del sistema delle mura della Città di Senigallia approvato con deliberazione della Giunta Municipale n°69 del 07.04.2015. Le previsioni urbanistico edilizie erano state individuate nelle schede F1 e F2 allegate alla suddetta delibera GM 11/2017;
- Con deliberazione della Giunta Municipale n. 146 del 04.07.2017 era stato approvato il progetto per l’attuazione degli interventi edilizi ed urbanistici ricompresi nell’ambito di riqualificazione in argomento di cui alla pratica edilizia n. 17/90 del 26.07.2017, prot. 46706 e approvati gli allegati:
- elenco dei documenti e degli elaborati;
- documento Istruttorio;
- schema di convenzione.
- Con istanza del 26.03.2018, prot. 21160 – pratica edilizia n°L/2018/3 del 27.03.2018-, la proprietà – Ditta F.lli Tarsi di Tarsi Andrea e C. S.n.c. ed altri - hanno richiesto di apportare alcune modifiche e precisazioni a quanto già approvato, in particolare:
1. Modifiche alle previsioni del PPCS di cui alla delibera della Giunta Municipale n. 11 del 17.01.2017 concernente la scheda F2 per ulteriormente precisare e definire i rapporti di carattere civilistico inerenti le distanze dai fabbricati e dai confini come indicato nell’allegato E) alla presente deliberazione;
2. Modifiche al progetto per l’attuazione degli interventi edilizi di cui alla delibera della Giunta Municipale n. 146 del 04.07.2017 circa la variazione della destinazione d’uso di un’attività commerciale/direzionale al piano terra del fabbricato in 2 alloggi e le conseguenti modifiche circa la dotazione degli standards;
ELABORATI COSTITUENTI IL PROGETTO PER L’ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI EDILIZI ED URBANISTICI
I documenti e gli elaborati costituenti la variante al PPCS, di cui al punto 1 della richiesta sono i seguenti:
Schede F1, F2, F2.1, F2.2, F2.3, F2.4, F2.5 che sostituiscono integralmente quelle approvate con deliberazione della Giunta Municipale n. 11 del 17.01.2017 – vedi allegato E);
I documenti e gli elaborati costituenti il progetto per l’attuazione degli interventi edilizi ed urbanistici, di cui al punto 2 della richiesta sono individuati nell’allegato A – ELENCO DEI DOCUMENTI E DGLI ELABORATI trasmesso con istanza del 26.03.2018, prot. 21160:che sostituiscono integralmente quelli approvati con deliberazione della Giunta Municipale n. 146 del 04.07.2017, fermo restando la relazione geologica..
ELEMENTI TECNICO AMMINISTRATIVI DEL PROGETTO PER L’ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI EDILIZI ED URBANISTICI
Per brevità, in ordine agli elementi tecnico amministrativi inerenti il progetto per l’attuazione degli interventi edilizi ed urbanistici, di cui al punto 2 della richiesta, si fa integrale riferimento DOCUMENTO ISTRUTTORIO redatto dal Responsabile del procedimento in data 27.03.2018, allegato A), al presente atto;
CONSIDERAZIONI IN ORDINE AGLI ELEMENTI ECONOMICO-FINANZIARI DEL PROGETTO PER L’ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI EDILIZI ED URBANISTICI
La variante in argomento non apporta variazioni significative tali da modificare la verifica della sostenibilità economico-finanziaria dell’intervento già approvata con deliberazione della Giunta Municipale n. 146 del 04.07.2017;
Visto il DOCUMENTO ISTRUTTORIO redatto dal Responsabile del procedimento in data 27.03.2018;
CONSIDERAZIONI IN ORDINE ALLA PROCEDURA DI VALUTAZIONE AMBIENTALE STRATEGICA, VINCOLI DI CARATTERE STORICO AMBIENTALE, ESPROPRIAZIONI
La variante in argomento:
- Non è assoggettata alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica, ai sensi del D.Lgs. 03.04.2006, n. 152 e s.m.i., della L.R. 12.06.2007, n.6 e s.m.i. tenuto conto della D.G.R. n.1813 del 21.12.2010 e precisamente in quanto ricompreso nella fattispecie del paragrafo 1.3 – ambito di applicazione, punto 8, lettera f) delle suddette linee guida - f i piani attuativi di cui al all’art. 4 della LR 34/1992 e i piani complessi comunque denominati previsti da norme vigenti che non comportano varianti ai relativi PRG o parti di essi già sottoposti a VAS.
- Non prevede espropri e/o asservimenti di aree di altre proprietà.
- Si evidenzia che sia la variante al PPCS, che le modifiche al progetto per l’attuazione degli interventi di cui ai punti 1 e 2 sopra riportati, non apportano alcuna modifica sotto gli aspetti della compatibilità geomorfologica - art. 89 del DPR 380/2001 e s.m.i e sono da ritenersi esclusi dalla verifica di compatibilità idraulica (art. 10 della LR. 22.11.2012, n.22 e s.m.i., DGR 27.01.2014, n.53 e s.m.i.; comunque con nota del 27.03.2018 prot. 21816 sono state richieste al competente servizio Regionale - Servizio Tutela, Gestione e Assetto del Territorio, P.F. Tutela delle Acque e Tutela del Territorio - le determinazioni in merito a quanto sopra evidenziato.
Ritenuto
Per le motivazioni sopra riportate:
- di adottare la terza variante al Piano Particolareggiato del Centro Storico della città di Senigallia concernente la scheda F2 per ulteriormente precisare e definire i rapporti di carattere civilistico inerenti le distanze dai fabbricati e dai confini;
- di approvare le modifiche al progetto per l’attuazione degli interventi edilizi di cui alla delibera della Giunta Municipale n. 146 del 04.07.2017 circa la variazione della destinazione d’uso di un’attività commerciale/direzionale al piano terra del fabbricato in 2 alloggi e le conseguenti modifiche circa la dotazione degli standards;
Visto che ricorrono le condizioni di cui all’art. 11 della Legge Regionale 22.11.2011 n°22 12.07.2011 – che in particolare al comma 8 recita: omissis…la giunta comunale approva: a) i piani attuativi conformi allo strumento urbanistico generale vigente o in variante al medesimo ai sensi dell’art. 15, comma 5 della L.R 34/1992;
Vista la L. 17.08.1942 – n°1150 e s.m.i.;
Vista la L. 05.08.1978 - n°457 e s.m.i.
Vista la L.R. 05.08.1992 – n°34 e s.m.i.;
Visto il D.P.R. 06.6.2001 n°380 e s.m.i;
Vista la L. 01.08.2002 – n°166 e s.m.i.
Vista la L.R. 17.06.2008 – n°14 e s.m.i.;
Vista la L.R. 23.11.2011 – n°22 e s.m.i.
Richiamato l'art. 48 del D.Lgs 18.08.2000, n°267 e s.m.i.;
- Preso atto del seguente parere favorevole resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente Responsabile dell’Area Tecnica Territorio Ambiente;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - Di prendere atto CHE LA VARIANTE IN ARGOMENTO:
- E’ conforme al P.R.G. vigente;
- Non è assoggettata alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica, ai sensi del D.Lgs. 03.04.2006, n. 152 e s.m.i., della L.R. 12.06.2007, n.6 e s.m.i. tenuto conto della D.G.R. n.1813 del 21.12.2010 e precisamente in quanto ricompreso nella fattispecie del paragrafo 1.3 – ambito di applicazione, punto 8, lettera f) delle suddette linee guida - f i piani attuativi di cui al all’art. 4 della LR 34/1992 e i piani complessi comunque denominati previsti da norme vigenti che non comportano varianti ai relativi PRG o parti di essi già sottoposti a VAS.
- Non prevede espropri e/o asservimenti di aree di altre proprietà.
- Sia la variante al PPCS, che le modifiche al progetto per l’attuazione degli interventi di cui ai punti 1 e 2 sopra riportati, non apportano alcuna modifica sotto gli aspetti della compatibilità geomorfologica - art. 89 del DPR 380/2001 e s.m.i e sono da ritenersi esclusi dalla verifica di compatibilità idraulica (art. 10 della LR. 22.11.2012, n.22 e s.m.i., DGR 27.01.2014, n.53 e s.m.i.; comunque con nota del 27.03.2018, prot. 21816 sono state richieste al competente servizio Regionale le determinazioni in merito a quanto sopra evidenziato.
2°) - Di adottare ai sensi e per gli effetti dell’art. 30 della L.R. 05.08.1992 - n. 34 e s.m.i. la terza variante al Piano Particolareggiato del Centro Storico della città di Senigallia, concernente l’ambito di riqualificazione - F) - AREA EX MULINO TARSI via Baroccio di cui alla delibera della Giunta Municipale n. 11 del 17.01.2017 per ulteriormente precisare e definire i rapporti di carattere civilistico inerenti le distanze dai fabbricati e dai confini come indicato nell’allegato E) alla presente deliberazione;
3°) - Di provvedere agli adempimenti previsti dall’art. 30 della L.R. 05.08.1992 - n. 34 e s.m.i.
4°) - Di approvare le modifiche al progetto per l’attuazione degli interventi edilizi di cui alla delibera della Giunta Municipale n. 146 del 04.07.2017 circa la variazione della destinazione d’uso di un’attività commerciale/direzionale al piano terra del fabbricato in 2 alloggi e le conseguenti modifiche circa la dotazione degli standards; redatto dal professionista incaricato Arch. Melotto Marco di Firenze composto dai documenti ed elaborati indicati nell’allegato alla presente deliberazione per farne parte integrate e sostanziale - allegato A – ELENCO DEI DOCUMENTI E DEGLI ELABORATI, stabilendo che l’approvazione stessa risulterà efficace una volta intervenuta l’approvazione definitiva della variante al PPCS;
5°) - DI PRENDERE ATTO degli elementi tecnico-amministrativi afferenti la variante al progetto dell’intervento di riqualificazione in argomento i quali sono dettagliatamente e univocamente individuati negli allegati alla presente deliberazione per farne parte integrate e sostanziale:
- allegato B – RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA ASSEVERATA;
- allegato C – DOCUMENTO ISTRUTTORIO;
6°) - DI APPROVARE lo schema di convenzione allegato alla presente deliberazione per farne parte integrate e sostanziale - allegato D) –  SCHEMA DI CONVENZIONE;
7°) - DI CONFERMARE la decisione già assunta con la precedente deliberazione della Giunta Municipale n. 146 del 04.07.2017 di TRASFERIRE dal demanio comunale al patrimonio disponibile la porzione di marciapiede di Viale Leopardi e via Baroccio della superficie di m2 124 come meglio individuata nell’allegato B – RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA ASSEVERATA, con esatta definizione mediante frazionamento da redigere a cura e spese dell’acquirente; si precisa che l’alienazione delle aree dovrà essere perfezionata prima del rilascio del permesso di costruire.
8°) - DI AUTORIZZARE il Dirigente incaricato dell’Area Tecnica Territorio Ambiente a procedere alla firma della suddetta convenzione, una volta intervenuta l’approvazione definitiva della variante al PPCS, accordandogli la facoltà di inserire nella convenzione tutte le integrazioni o precisazioni, fatta salva la sostanza del negozio che si rendessero necessarie ed utili a definire in tutti i suoi aspetti il negozio stesso, con facoltà di provvedere pertanto in via esemplificativa ad una più completa ed esatta descrizione delle opere oggetto della convenzione, curando la rettifica di eventuali errori materiali intervenuti nella descrizione, nonché nell'individuazione dei nominativi dei soggetti costituenti controparte, precisare quantità, ed includere clausole di rito e di uso;
9°) - Di dare atto che il responsabile del procedimento amministrativo è l’Arch. Stefano Ciacci;
10°) – DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 10 maggio 2018 al 25 maggio 2018 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 28 maggio 2018	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 21 maggio 2018, essendo stata pubblicata il 10 maggio 2018
Lì, 22 maggio 2018	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,