Senigallia Atto

Costituzione del comune come parte civile al processo penale per l'alluvione del 2 e 3 maggio 2014

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-FF/2018/2824 del 30 ottobre 2018

Presentazione
Approvazione
30.10.2018

Firmatari

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 209
Seduta del 30/10/2018
OGGETTO:	DETERMINAZIONI IN MERITO ALLA COSTITUZIONE DI PARTE CIVILE NEL PROCESSO PENALE PENDENTE PRESSO TRIBUNALE DI ANCONA - R.G.N.R. n. 1365/2017 - R.G.G.I.P. n. 2685/2017 (PROSSIMA UDIENZA 12 NOVEMBRE 2018)

L’anno duemiladiciotto addì trenta del mese di ottobre alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco-* Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Memè Maurizio nella qualità Vice Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Maurizio Memè;
Premesso  
- che in data 23 luglio 2018 è stato notificato a questo ente , in qualità di parte offesa, avviso di fissazione di udienza preliminare nel procedimento penale n. R.G.N.R n. 1365/2017 – R.G.G.I.P n. 2685/2017, a carico di vari destinatari tra cui amministratori, ex amministratori, dirigenti ed ex dirigenti dell’ente;
- che in relazione agli eventi alluvionali del 2 e 3 maggio il comune di Senigallia ha quantificato danni  al patrimonio pubblico  per alcuni milioni di euro come risulta dalla nota prot. 62181 del 12/09/2014 inviata alla Regione Marche – dipartimento per le politiche integrate di sicurezza e per la protezione civile – Commissario Delegato Maltempo Maggio 2014;
- che il riconoscimento dello status di persona offesa dal reato legittima l’amministrazione comunale ad esercitare i diritti e le facoltà mediante la costituzione di parte civile nel procedimento penale;
- Atteso che è intenzione dell’amministrazione comunale costituirsi parte civile  ritenendolo atto dovuto  al fine di avvalersi delle facoltà e dei diritti previsti dalle norme del codice di procedura penale e nello stesso tempo atto cautelativo  delle prerogative dell’ente in relazione all’interesse pubblico all’accertamento di eventuali responsabilità, anche nei confronti dell’ente, per i danni subiti;
- Precisato che l’atto di costituzione di parte civile non è sinonimo di condanna dell’operato degli imputati cui viceversa deve essere riconosciuta la presunzione di non colpevolezza tutelata dall’art. 27 della Costituzione e che la costituzione deve intendersi come atto  che l’amministrazione ritiene di dover compiere in relazione all’interesse pubblico all’accertamento della verità e delle eventuali responsabilità.
- Preso atto che:
- La giurisprudenza ha ritenuto che per la costituzione di parte civile del comune nel procedimento penale a carico del sindaco in carica non si applica il disposto di cui all’art. 77 del c.p.p. che prevede, in caso di conflitto d’interessi tra il danneggiato e chi lo rappresenta, la nomina del curatore speciale da parte dell’autorità giudiziaria. Ciò in quanto tale disciplina deve ritenersi inapplicabile agli enti pubblici quali enti dotati di funzioni amministrative proprie ed autonome, non suscettibili di condizionamento ad opera del giudice ordinario (Tribunale di Trani 23 settembre 2009);
- la decisione in ordine alla costituzione di parte civile spetta  alla giunta cui compete l’approvazione della delibera, viceversa al sindaco spetta la rappresentanza del Comune nei giudizi di qualunque natura e la esercita con le forme e le modalità previste dalla legge;
- tuttavia si applica per tutte le situazioni assimilabili a quella in oggetto la supplenza istituzionale del Vice Sindaco così come previsto dallo statuto del Comune di Senigallia ex art. 38;
- Accertata, per quanto sopra evidenziato, la competenza della giunta a deliberare in merito e ritenuto di deliberare la costituzione di parte civile per le ragioni espresse in premessa;
- Considerato che questa amministrazione comunale ha sin dall’inizio ritenuto di avvalersi per la costituzione di parte civile dell’avvocato dell’ufficio legale dell’ente;
- Rilevato che l’avvocato dell’ufficio legale del Comune è assente da alcuni mesi per legittimo impedimento;
- Atteso che la citata assenza già da ultimo protrattasi fino all’1/10/2018, è attualmente prevista fino al 05/11/2018  e che per il 12/11/2018 è fissata l’udienza preliminare del processo in oggetto indicato. 
- Ritenuta, peraltro, necessaria un’ulteriore riflessione prima di conferire l’incarico ad un avvocato esterno, pur manifestando sin d’ora la decisione relativa alla costituzione di parte civile dell’ente nel processo citato in oggetto;
- Considerato che la presente deliberazione non comporta impegno di spesa;
- Preso atto del seguente parere favorevole reso ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Segretario Generale;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - AUTORIZZARE, per le motivazioni espresse in narrativa il Vice Sindaco pro tempore, Maurizio Memè, quale rappresentante del Comune di Senigallia alla costituzione di parte civile nel procedimento penale N. 1365/2017 R.G.N.R.-  N.  2685/2017 R.G.G.I.P. la cui prossima udienza è fissata per la data del 12 novembre 2018;
2°) - RISERVARSI di procedere con successivo e separato atto alla nomina dell’avvocato difensore ed al relativo conferimento di procura speciale per la costituzione di parte civile; 
3°) - DARE ATTO che il presente provvedimento non comporta impegno di spesa;
4°) - DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il Vice Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Memè Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 5 novembre 2018 al 20 novembre 2018 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 21 novembre 2018	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 16 novembre 2018, essendo stata pubblicata il 5 novembre 2018
Lì, 19 novembre 2018	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,