Senigallia Atto

Progetto di affidamento in regime di appalto di servizi della gestione dei campi di calcio minori Vallone, Roncitelli, Cannella, Capanna e Cesano

City government deliberation della Giunta Comunale N° S-AE/2018/3065 del 27 novembre 2018

Presentazione
Approvazione
27.11.2018

Firmatari

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 232
Seduta del 27/11/2018
OGGETTO:	APPROVAZIONE PROGETTO DI AFFIDAMENTO IN REGIME DI APPALTO DI SERVIZI DELLA GESTIONE DEI CAMPI DI CALCIO MINORI VALLONE, RONCITELLI, CANNELLA, CAPANNA E CESANO

L’anno duemiladiciotto addì ventisette del mese di novembre alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore-* Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Maurizio Mangialardi;
CONSIDERATO che il Comune di Senigallia è proprietario degli impianti sportivi, nello specifico campo di calcio di Vallone, Roncitelli, Cannella, Capanna, tutti comprensivi delle relative pertinenze, annessi ed accessori;
CONSIDERATO, altresì, che il Comune di Senigallia è conduttore dell’impianto sportivo, nello specifico campo di calcio di Cesano in virtù di contratto di locazione di area destinata a campo di calcio e verde pubblico del 20.10.2014 Rep. N. 21629 sottoscritto con la Fondazione Opera Pia Mastai Ferretti, in persona del legale rappresentante pro tempore, avente validità dal 1.07.2014 al 30.06.2020 e rinnovabile per ulteriori sei anni con il quale si impegna, tra l’altro, a destinare l’area ad uso campo di calcio e relative attrezzature;
VISTO che con deliberazione di Giunta Municipale n. 245 del 07/11/2017 è stata approvato l’ affidamento in gestione dei predetti impianti sportivi sino al 31/12/2018 in favore di:
- G.S. Arci Uisp Vallone riguardo a Vallone;
- A.S.D. Roncitelli Calcio riguardo a Roncitelli;
- G.S. Uisp Cannella riguardo a Cannella;
- vari concessionari riguardo a Capanna;
- A.S.D. La Marina Pro Cesano riguardo a Cesano.
VISTO, altresì, il nulla osta all’attivazione di una procedura ad evidenza pubblica avente ad oggetto il campo di calcio di Cesano acquisita al protocollo di codesta Amministrazione al n. 2018/80649 del 15.11.2018 da parte della Fondazione Opera Pia Mastai Ferretti, proprietaria dell’area.
RILEVATO, altresì, che il Comune di Senigallia non dispone di risorse e di personale qualificato per la gestione diretta degli impianti sportivi sopra citati;
ACCLARATA, pertanto, la necessità di affidare a soggetti terzi la gestione dei predetti impianti sportivi e di individuare la procedura ad evidenza pubblica da adottare per selezionare un operatore economico in grado di gestirli, nel rispetto del vigente dettato normativo;
ATTESO, inoltre, che, ai fini di una corretta scelta e seguente impostazione del tipo di procedura ad evidenza pubblica da attivare per l’affidamento della gestione degli impianti sportivi sopra citati, anche nel rispetto della delibera ANAC n. 1300/2016, occorre stabilire, a seguito di una attenta ricognizione tecnico – finanziaria, se gli impianti sportivi citati assumano o meno rilevanza economica.
PUNTUALIZZATO, che a tale differente inquadramento corrisponde una diversa disciplina giuridica applicabile, ne discende che mentre l’affidamento degli impianti di rilevanza economica è riconducibile alla categoria della concessione di servizi, ex art. 3 comma 1 lett. vv) del D. Lgs. n. 50/2016, la gestione degli impianti sportivi privi di rilevanza economica deve essere ricondotta  nella specie degli appalti di servizi da aggiudicarsi secondo le previsioni dettate per gli appalti di servizi sociali di cui al Titolo VI, Sez. IV del D. Lgs. n. 50/2016;
DATO ATTO, altresì, che, giusta determinazione dirigenziale n. 144/2018, è stato affidato al dott. Giuliano Sinibaldi, professionista esperto di rilevanza nazionale nel settore, l’analisi e la valutazione della rilevanza economica degli impianti sportivi minori sopra indicati la quale ha evidenziato come i campi di calcio di Vallone, Roncitelli, Cannella, Capanna e Cesano siano tutti privi di rilevanza economica;
ACCLARATA, pertanto, la necessità di individuare quale modello di gestione più appropriato per detti impianti sportivi l’appalto di servizi;
VISTO, infine, il progetto di affidamento degli impianti in oggetto elaborato dall’ufficio comunale sport, articolato nei seguenti contenuti ed elementi essenziali compatibili con gli esiti della ricognizione economica finanziaria effettuato dall’esperto incaricato dott. Giuliano Sinibaldi:
FINALITA’
L’Amministrazione comunale, non disponendo di personale qualificato per poter gestire direttamente gli impianti sportivi di Vallone, Roncitelli, Cannella, Cesano e Capanna, così come sopra richiamati, intende affidare a terzi la gestione degli stessi, mediante appalto di servizi, al fine di:
- consentire un utilizzo pubblico delle strutture, diffondendo la pratica sportiva all’interno della comunità locale con particolare riferimento alla popolazione giovanile ed articolato in un calendario di iniziative e misure idonee a tutelare il valore sociale della pratica sportiva e a facilitarne l’accesso anche ai cittadini portatori di handicap;
- dare piena attuazione all’art. 8 del D.Lgs. 267/2000, valorizzando tutte le forma associative, in particolare quelle sportive, operanti nel territorio comunale, per rafforzare la coesione sociale e l’integrazione di tutti i cittadini;
- realizzare, in linea con il principio di sussidiarietà ex art. 118 della Costituzione, una gestione del servizio a valenza sociale con la collaborazione di altri soggetti, quali le società sportive o le associazioni dilettantistiche o gli enti di promozione sportiva , che sono anche i fruitori dei servizi, secondo una prospettiva di gestione partecipata;
- concorrere alla realizzazione sul territorio di attività di coordinamento  e connessione con i progetti dell’Amministrazione comunale e con le attività delle altre  associazioni; 
- improntare la gestione dei beni pubblici a criteri di efficacia, efficienza, economicità e trasparenza, correttezza amministrativa e  rispetto delle leggi e delle regole.
OGGETTO
L’appalto ha per oggetto il servizio di gestione degli impianti sportivi ed annessi secondo l’elencazione di seguito indicata ed è articolato in due procedure ad evidenza pubblica:
1) La prima procedura è, a sua volta, articolata in complessivi quattro lotti di servizi come di seguito specificati, ognuno dei quali identificati con un codice identificativo di gara:
LOTTO 1: campo di calcio di CANNELLA sito a Senigallia alla Località Molino Marazzana; CIG: ZDF25D1793;
LOTTO 2: campo di calcio di CAPANNA sito a Senigallia alla Via Giuseppe di Vittorio n. 4; CIG: Z2725D17FC;
LOTTO 3: campo di calcio di RONCITELLI sito a Senigallia alla Strada della Rondolina; CIG: ZBB25D18A8;
LOTTO 4: campo di calcio di VALLONE sito a Senigallia alla Strada della Chiusa Vallone; CIG: Z6525D1902;
2) La seconda procedura, la quale viene distinta dalle altre per il diverso titolo giuridico e per la diversa durata del contratto, ha ad oggetto il servizio di gestione dell’impianto sportivo di CESANO sito a Senigallia alla Strada Nona Cesano; CIG: Z8725D1959; 
DISPOSIZIONI COMUNI: 
L’appalto ha ad oggetto, per entrambe le procedure, i seguenti servizi:
- la gestione del rispettivo impianto sportivo e relative pertinenze, da intendersi nello stato di fatto e di diritto in cui si trova compatibilmente con la natura e le caratteristiche funzionali e di sicurezza degli impianti, comprensiva dei servizi strumentali di funzionamento dell’impianto quali apertura, chiusura, custodia e pulizia dell’impianto, oltre alla manutenzione ordinaria così come analiticamente specificato nel capitolato speciale d’appalto; 
- l’organizzazione delle attività in essi praticabili secondo le modalità contenute nel progetto tecnico che sarà presentato in sede di gara;
- la conduzione degli impianti tecnologici e il compimento di quanto necessario per il regolare funzionamento dei beni affidati in gestione;
- gli ulteriori servizi specificati nel capitolato speciale d’appalto.
PROCEDURA DI SCELTA DEL CONTRAENTE:
Per entrambe le procedure: procedura negoziata previa consultazione, ai sensi dell’art. 36, comma 2, lett. a) e 62 del D.lgs. 50/2016.
Per entrambe le procedure: il criterio di aggiudicazione sarà quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell’art. 95, comma 3, lett a) del D.lgs. 50/2016.
DURATA DELL’AFFIDAMENTO: 
CAMPI MINORI DI PROPRIETA’ COMUNALE (Lotto 1, 2, 3 e 4):
Il servizio avrà durata di 3 anni dal 01.01.2019 o, nel caso in cui a tale data la procedura di gara fosse ancora in corso, dalla data del verbale di consegna del servizio e comunque fino al 31/12/2021. 
CAMPO DI CALCIO CESANO:
Il servizio avrà durata di 18 mesi dal 01.01.2019 o, nel caso in cui a tale data la procedura di gara fosse ancora in corso, dalla data del verbale di consegna del servizio e comunque fino al 30.06.2020. 
DISPOSIZIONI COMUNI APPLICABILI AD ENTRAMBE LE PROCEDURE:
Alla scadenza del contratto, nelle more di espletamento di una nuova procedura di affidamento del servizio in oggetto, nel rispetto e secondo i limiti stabiliti dall'art. 106, c. 11, del D. Lgs. n. 50/2016, è in facoltà del Comune procedere alla proroga tecnica del contratto alle medesime condizioni in corso, previa comunicazione scritta per un periodo non superiore a mesi sei. Per dichiarati e prevalenti motivi di pubblica utilità, il Comune potrà in ogni tempo revocare o sospendere temporaneamente la validità del contratto, nel qual caso il soggetto affidatario non avrà diritto a nessun compenso aggiuntivo né ad alcuna indennità e/o contributo. Qualora l’impianto sportivo venga assegnato a soggetto diverso dall’attuale gestore, quest’ultimo potrà continuare ad utilizzare le dette strutture, con applicazione delle tariffe comunali vigenti, per tutta la durata della stagione calcistica in corso, al fine di salvaguardare l’esistenza e la piena attività della scuola  calcio e del settore giovanile in genere. Al fine di garantire l’uso pubblico delle strutture sportive in oggetto, l’affidatario dovrà sempre garantire il funzionamento delle stesse, salvo il verificarsi delle ss. circostanze: discontinuità nelle forniture di energia elettrica, acqua, combustibile, ecc.; indisponibilità di pezzi di ricambio indispensabili al funzionamento dell’impianto; interventi manutentivi che si protraggano oltre i tempi previsti, per giustificati motivi; gravi danni agli impianti che non consentano la riapertura in tempi brevi delle strutture.
VALORE DELL’APPALTO DI SERVIZI:
L’importo annuo d’appalto, in considerazione di tutti i parametri come sopra indicati e alla luce dell’art. 35 c. 4 del D. Lgs. n. 50/2016 risulta come di seguito:
CAMPI MINORI DI PROPRIETA’ COMUNALE (Lotto 1, 2, 3 e 4):
Lotto n. 1: CANNELLA Ђ 10.647,57 oltre IVA esborso totale, derivante dai ss. dati:
- Corrispettivo annuale IVATO: Ђ 1.830,00 (Ђ 1500,00 oltre I.V.A.);
- Tetto utenze annuale pagato dal Comune IVATO: Ђ 2.500,00 (Ђ 2049,19 oltre I.V.A.);
- Totale complessivo annuale pari a Ђ 3.549,19 oltre IVA ; 
- Totale complessivo triennale pari a Ђ 10.647,57 oltre IVA.
Lotto n. 2: CAPANNA Ђ 6.418,05 oltre IVA esborso totale, derivante dai ss. dati:
- Corrispettivo annuale IVATO: Ђ 660,00 (Ђ 500,00 oltre I.V.A.)
- Tetto utenze annuale pagato dal Comune IVATO: Ђ 2.000,00 (Ђ 1639,35 oltre I.V.A.)
- Totale complessivo annuale pari a Ђ 2.139,35 oltre IVA  
- Totale complessivo triennale pari a Ђ 6.418,05 oltre IVA
Lotto n. 3: RONCITELLI Ђ 7.918,05 oltre IVA esborso totale, derivante dai ss. dati:
- Corrispettivo annuale IVATO: Ђ 1.220,00 IVATO (Ђ 1000,00 oltre I.V.A.)
- Tetto utenze annuale pagato dal Comune IVATO: Ђ 2.000,00 (Ђ 1639,35 oltre I.V.A.)
- Totale complessivo annuale pari a Ђ 2.639,35 oltre IVA  
- Totale complessivo triennale pari a Ђ 7.918,05 oltre IVA
Lotto n. 4: VALLONE Ђ 7.647,57 oltre IVA esborso totale, derivante dai ss. dati:
- Corrispettivo annuale IVATO: Ђ 660,00 (Ђ 500,00 oltre I.V.A.)
- Tetto utenze annuale pagato dal Comune IVATO: Ђ 2.500,00 (Ђ 2049,19 oltre I.V.A.)
- Totale complessivo annuale pari a Ђ 2.549,19 oltre IVA  
- Totale complessivo triennale pari a Ђ 7.647,57 oltre IVA
In conclusione, il valore complessivo presunto dell’appalto di servizi di cui ai LOTTI 1, 2, 3, e 4 è stimato in euro 32.631,24, al netto dell’I.V.A.; l’importo complessivo presunto dell’appalto viene calcolato sommando il corrispettivo annuale dell’appalto, a base d’asta, versato dal Comune per 3 anni di durata contrattuale all’importo annuo pagato dal Comune come tetto massimo di utenze di energia elettrica, acqua e gas metano al netto dell’I.V.A.
CAMPO DI CALCIO CESANO
CESANO Ђ 11.023,56 oltre IVA esborso totale per 18 mesi , derivante dai ss. dati:
- Corrispettivo annuale IVATO: Ђ 660,00 (Ђ 500,00 oltre I.V.A.)
- Tetto utenze annuale pagato dal Comune IVATO: Ђ 2.500,00 (Ђ 2049,19 oltre I.V.A.)
- Totale complessivo 18 mesi pari a Ђ 3.823.56 oltre IVA, oltre canone di locazione.  
In conclusione, il valore complessivo presunto dell’appalto di servizi di cui al campo di calcio CESANO è stimato in euro 11.023,56, al netto dell’I.V.A.; l’importo complessivo presunto dell’appalto viene calcolato sommando il corrispettivo annuale dell’appalto, a base d’asta, versato dal Comune per 18 mesi di durata contrattuale all’importo annuo, al netto dell’I.V.A., pagato dal Comune come tetto massimo di utenze di energia elettrica, acqua e gas metano, oltre al canone di locazione commerciale del relativo contratto sopra indicato per euro 4.800,00 annuo.
IMPORTO CORRISPETTIVO A BASE D’ASTA
CAMPI MINORI DI PROPRIETA’ COMUNALE (Lotto 1, 2, 3 e 4):
Lotto n. 1: CANNELLA corrispettivo annuale a base d’asta, al ribasso, pari ad Ђ 1.500,00 oltre I.V.A.;
Lotto n. 2: CAPANNA corrispettivo annuale a base d’asta, al ribasso, pari ad Ђ 500,00 oltre I.V.A.;
Lotto n. 3: RONCITELLI corrispettivo annuale a base d’asta, al ribasso, pari ad Ђ 1.000,00 oltre I.V.A.;
Lotto n. 4: VALLONE corrispettivo annuale a base d’asta, al ribasso, pari ad Ђ 500,00 oltre I.V.A.;
CAMPO DI CALCIO CESANO:
CESANO corrispettivo annuale a base d’asta, al ribasso, pari ad Ђ 500,00 oltre I.V.A.;
DISPOSIZIONI COMUNI: 
Il costo della manodopera dell’affidatario non viene indicato in quanto la gestione dei servizi di cui al presente contratto di appalto di servizi viene preferenzialmente affidata a società e associazioni sportive dilettantistiche, enti di promozione sportiva, discipline sportive associate e federazioni sportive nazionali, per le quali non è individuabile una specifica tabella ministeriale indicante il costo del lavoro né una da utilizzare per analogia.
OBBLIGHI DEL GESTORE 
Il gestore/operatore economico affidatario si impegna a far svolgere all’interno del relativo impianto sportivo l’attività sportiva compatibilmente con la natura e le caratteristiche funzionali e di sicurezza degli impianti, nello stato di fatto e di diritto in cui si trovano, nel rispetto di tutte le normative vigenti, delle caratteristiche strutturali dell’impianto di cui si tratta e dei suoi limiti funzionali.
Il gestore/operatore economico affidatario avrà tra l’altro l’obbligo di:
- provvedere all’apertura alla chiusura, custodia ed alla sorveglianza durante l’accesso e l’utilizzo degli impianti sportivi da parte delle società, del pubblico, degli atleti, delle squadre, delle scolaresche, degli utenti in generale; 
- verificare che l’afflusso del pubblico avvenga compatibilmente con la natura, le caratteristiche funzionali e i limiti di capienza di ciascun impianto;
- controllare l’efficienza degli impianti (caldaia, quadro elettrico), effettuare la pulizia e l’igiene dei campi e delle pertinenze, provvedere al taglio dell’erba e al mantenimento del verde;
- provvedere alla pulizia dell’impianto così come regolamentata nel contratto di appalto, unitamente alla gestione del personale, cancelleria, spese telefoniche ed ogni altra spesa inerente l’organizzazione del servizio, assumendosi in toto la responsabilità per l’operato svolto dal personale assunto, esonerando espressamente l’ente comunale da ogni e qualsivoglia responsabilità e/o controversia che possa sorgere, a qualsiasi titolo, tra l’affidatario ed il suo personale dipendente e/o collaboratori e/o volontari;
- eseguire la manutenzione ordinaria prevista nel contratto e nel progetto presentato in sede di gara;
- rispettare gli ulteriori obblighi assicurativi, di rendicontazione e di sicurezza previsti dal contratto oltre a quelli di programmazione, gestione e comunicazione delle attività sportive;
- rimborsare  il Comune dell’eventuale importo eccedente il tetto massimo delle utenze relative alla energia elettrica, acqua e metano gpl così come previste nel contratto di appalto, con cadenza annuale, dietro rendicontazione delle stesse da parte dell’ente proprietario;
- all’affidatario, per lo svolgimento della propria eventuale attività, è riservato l’uso gratuito dell’impianto per un numero di ore pari al 60% delle ore utili, le quali saranno determinate all’inizio di ogni stagione sportiva in occasione delle assegnazioni in uso. Per il residuo 40% delle ore utili, ove pervengano richieste, l’affidatario è tenuto a concederlo in uso a società terze dietro pagamento delle tariffe comunali, con ritenzione degli incassi.
- riconoscere al Comune la percentuale pari al 30% degli incassi pubblicitari oltre Ђ 5.000,00 annui;
- riservare al Comune la possibilità di utilizzare gli impianti, per un massimo di 7 giornate all’anno per ogni singolo impianto sportivo, per lo svolgimento di attività, manifestazioni a carattere cittadino, nazionale ed internazionale, e per le attività o i campionati delle scuole;
- restituire gli impianti alla data di interruzione del rapporto e a prescindere dalla causa dello stesso nelle stesse condizioni in cui sono stati affidati, salvo il normale degrado d’uso con espressa previsione che le eventuali migliorie che siano state apportate nella vigenza del contratto non saranno oggetto di pagamento da parte della stazione appaltante. 
ONERI DELLA STAZIONE APPALTANTE
Sono a carico del Comune:
- gli interventi di manutenzione straordinaria delle strutture, delle pertinenze, degli impianti ed apparecchiature impiantistiche che non derivino da incuria o mancata esecuzione della manutenzione ordinaria da parte del affidatario;
- gli eventuali rinnovi dei certificati di prevenzioni incendi;
- l’adempimento delle verifiche periodiche finalizzate al mantenimento in efficienza di tutti i presidi di sicurezza (estintori, idranti, illuminazione di emergenza, uscite di emergenza, centrali allarme antincendio, ecc …);
- gli eventuali rinnovi delle omologazioni da parte della FGIC- LND dei campi in erba artificiale;
- la verifica, ad inizio anno sportivo, della programmazione di utilizzo degli impianti per garantire l’uso sociale degli stessi; 
- la verifica periodica della conduzione;
- il versamento all’affidatario di un corrispettivo dell’appalto di servizi come sopra indicato alle seguenti condizioni:
- l’erogazione del contributo viene subordinata all’effettivo rispetto delle condizioni di cui al contratto ed avverrà, previa verifica di cui sopra, a cadenza semestrale, a seguito di presentazione di regolare fattura, dedotte le eventuali penalità cui dovesse incorrere il soggetto aggiudicatario;
- la fattura verrà liquidata in favore dell’affidatario, entro 60 giorni dalla presentazione, dopo la sua verifica da parte dell’Ufficio competente e previo rispetto della normativa di cui alla Legge 136/2010 e s. m. e/o i.;
- il Comune si riserva la facoltà di differire e/o negare il versamento del  corrispettivo in caso di gravi inadempienze contrattuali quivi previste.
- a decorrere dal secondo anno di vigenza della concessione il canone è soggetto ad aggiornamento annuale in base al 100% dell'incremento dell'indice ISTAT per i prezzi al consumo delle famiglie di operai ed impiegati registrato nell'anno precedente.
- il pagamento delle utenze di energia elettrica, acqua e gas metano fino alla concorrenza dell’importo del tetto massimo sopra indicato per ogni singolo lotto, calcolato sulla base dei precedenti consumi. Le eccedenze rispetto a tale tetto massimo saranno, invece, imputate al soggetto gestore;
- consentire utilizzo, in via esclusiva, all’affidatario della quota pari al 60% del monte orario complessivo disponibile dell’impianto.
VISTO: Il D.Lgs. 50/2016;
Le linee guida ANAC;
Il D.Lgs. 267/2000 modificato ed integrato dal D.Lgs. 126/2014;
Lo Statuto Comunale;
Il vigente Regolamento Comunale di Contabilità vigente;
Capo VII della Legge Regionale n. 5/2012: Disposizioni regionali in materia di sport e tempo libero e il Capo II, art. 15 del Regolamento Regionale di Settore n.4/2013, recante disposizioni in materia di approfondimento della gestione degli impianti sportivi di proprietà degli Enti Pubblici territoriali;
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente Responsabile dell’Area Cultura, Comunicazione e Turismo;
- del Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - La premessa forma parte integrante e sostanziale del presente provvedimento
2°) – di APPROVARE il progetto di appalto di servizi dei seguenti impianti sportivi:
- LOTTO 1: campo di calcio di CANNELLA sito a Senigallia alla Località Molino Marazzana; CIG: ZDF25D1793;
- LOTTO 2: campo di calcio di CAPANNA sito a Senigallia alla Via Giuseppe di Vittorio n. 4; CIG: Z2725D17FC;
- LOTTO 3: campo di calcio di RONCITELLI sito a Senigallia alla Strada della Rondolina; CIG: ZBB25D18A8;
 - LOTTO 4: campo di calcio di VALLONE sito a Senigallia alla Strada della Chiusa Vallone; CIG: Z6525D1902;
così come sopra indicati per il periodo 01.01.2019 al 31.12.2021 con i contenuti e le modalità specificati nella parte narrativa del presente atto;
3°) - di APPROVARE il progetto di appalto di servizi dell’impianto sportivo di:
- UNICO LOTTO: CESANO sito a Senigallia alla Strada Nona Cesano; CIG: Z8725D1959; 
giusto nulla – osta della Fondazione Opera Pia Mastai Ferretti, proprietaria dell’area, così come sopra specificato, per il periodo 01.01.2019 al 30.06.2020 con i contenuti e le modalità specificati nella parte narrativa del presente atto;
4°) - di DARE MANDATO al competente Dirigente dell’Area Cultura Comunicazione Turismo- Servizio Cultura e Politiche Sportive – di dare attuazione al contenuto della presente deliberazione, avviando le due procedure ad evidenza pubblica e predisponendo tutti gli atti di gestione tecnica e finanziaria necessari;
5°) - di DARE ATTO che, riguardo alla prima procedura avente ad oggetto i campi comunali di Cannella, Capanna, Roncitelli e Vallone, il corrispettivo annuo dell’appalto pari ad euro 1.5000,00 (Lotto 1); euro 500,00 (Lotto 2); euro 1.000,00 (Lotto 3) ed euro 500,00 (Lotto 4), al netto dell’IVA, (importo a base d’asta, al ribasso) sarà impegnato da parte del Dirigente dell’Area Cultura Comunicazione Turismo- Servizio Cultura e Politiche Sportive con successivo e separato atto in uno specifico capitolo del bilancio 2019/2021, al capitolo 1310/20, C.R. 99, che attualmente presenta la necessaria copertura finanziaria per gli anni 2019 e 2020;
6°) - di PREDISPORRE, relativamente al punto di cui sopra, per l’anno 2021 del prossimo bilancio 2019/2021 la necessaria copertura finanziaria da imputarsi al capitolo 1310/20, C.R. 99;
7°) – di DARE ATTO che, riguardo alla seconda procedura avente ad oggetto il campo di calcio di Cesano, il corrispettivo annuo dell’appalto pari ad euro 500,00 al netto dell’IVA, (importo a base d’asta, al ribasso) per l’anno 2019 e pari ad euro 250,00 al netto dell’IVA (al ribasso) per l’anno 2020, sarà impegnato da parte del Dirigente dell’Area Cultura Comunicazione Turismo- Servizio Cultura e Politiche Sportive con successivo e separato atto in uno specifico capitolo del bilancio 2019/2021, al capitolo 1310/20, C.R. 99, che attualmente presenta la necessaria copertura finanziaria per l’anno 2019 e 2020;
8°) – di DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 5 dicembre 2018 al 20 dicembre 2018 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 21 dicembre 2018	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 16 dicembre 2018, essendo stata pubblicata il 5 dicembre 2018
Lì, 17 dicembre 2018	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,