Senigallia Atto

Progetto definitivo per opere di adeguamento manutenzione straordinaria e gestione dell'impianto di depurazione ex discarica a Sant'Angelo

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-LP/2018/3074 del 04 dicembre 2018

Presentazione
Approvazione
4.12.2018

Firmatari

  • Enzo Monachesi
    Assessore con delega a manutenzione e sicurezza del territorio, mobilità e trasporti, partecipazione, frazioni, politiche per lo sviluppo sostenibile, gestione dei rifiuti, nuove energie
    Monitorato da 25 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 239
Seduta del 04/12/2018
OGGETTO:	PROGETTO INTEGRATO PER LA PROGETTAZIONE E COSTRUZIONE DELLE OPERE DI ADEGUAMENTO MANUTENZIONE STRAORDINARIA E GESTIONE DELL'IMPIANTO DI DEPURAZIONE EX DISCARICA DI RIFIUTI SOLIDI URBANI IN LOCALITA' SANT'ANGELO. APPROVAZIONE PROGETTO DEFINITIVO.

L’anno duemiladiciotto addì quattro del mese di dicembre alle ore 10,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore-* Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Monachesi Enzo;
Premesso 
che in data 12.08.2016 l’impresa SIMAM SpA con sede a Senigallia (An), in via Cimabue, n. 11/2 ha presentato a questo Ente una proposta di Finanza di progetto per realizzare opere di adeguamento, manutenzione straordinaria e gestione, in regime di concessione per la durata di anni 11 (undici), dell’impianto di depurazione a servizio dell’ex discarica di rifiuti urbani in località Sant’Angelo, nel Comune di Senigallia, ai sensi dell’art. 183 del D. Lgs. n. 50/2016 (acquisita in pari data al protocollo comunale con n. 56647);

che con Deliberazione della G.M. n. 277 del 08 novembre 2016, è stata dichiarata fattibile la proposta di finanza di progetto in argomento;

che la società SIMAM S.P.A., società unipersonale con sede a Senigallia in via Cimabue 11/2 è risultata aggiudicataria della procedura in premessa evidenziata giusta proposta di aggiudicazione rilasciata dal Dirigente della Centrale di committenza (Comuni di Senigallia, Arcevia, Barbara, Ostra, Ostra Vetere, Serra de’ Conti) Ing. G. Roccato, con il n.1347 del 15 settembre 2017;

considerando
che la verifica dei requisiti è stata accertata dal responsabile unico del procedimento;
che ricorrono pertanto le condizioni previste dal codice dei contratti pubblici per perfezionare l’atto di aggiudicazione;
che con Determinazione del dirigente del 12/10/2018 n. 1057 della Provincia di Ancona ad Oggetto Procedura di verifica di assoggettabilità a valutazione di impatto ambientale ex art. 19 d. lgs. 152/2006 e ss.mm.ii. - art. 8 l.r. 3/2012 (screening) - .…………………………. Esclusione del progetto dalla procedura di valutazione di impatto ambientale con condizioni ambientali si è conclusa la verifica di assoggettabilità a VIA, ai sensi della L.R. n. 3/2012, con il seguente parere: Di escludere dalla procedura di valutazione di impatto ambientale, per le motivazioni riportate in premessa, disponendo il rispetto delle condizioni ambientali, condivise con il proponente e contenute nell’allegata Istruttoria Tecnica, parte integrante della presente determinazione (Allegato 1), che qui si intendono integralmente richiamate, l’intervento relativo a progettazione, costruzione delle opere di adeguamento, manutenzione straordinaria e gestione dell’impianto di depurazione a servizio dell’ex discarica di R.S.U. in loc. Sant’Angelo nel comune di Senigallia (AN) su un’area identificata catastalmente al Foglio 51, mappali 3, 49, 86, pervenuto il 17.01.2018 con nota prot. n. 4104 assunta al protocollo dell’Ente n. 1615 di pari data da parte dello Sportello Unico per le Attività Produttive (SUAP) del Comune di Senigallia e per conto della società SIMAM SpA, P.I. 01372130425 e sede legale in Via Cimabue, 11/2 - 60019 Senigallia AN, così come integrato nel corso del presente procedimento.

che la verifica progetto definitivo ex art. 47 Codice dei contratti è stata accertata attraverso strutture tecniche della stazione appaltante, giusta verbale allegato alla presente;

che, pertanto, il Progetto definitivo degli interventi programmati, di cui all’offerta tecnico-economica valutata in sede di gara, risulta completo dei pareri necessari per la sua approvazione da parte della Giunta comunale;

che lo stesso risulta come di seguito costituito:
IDDenominazione elaboratoAINGEGNERIA PROCESSO, VARIE E GENERALE1ZA-E-80100ELENCO DOCUMENTI DI PROGETTO2ZA-E-80050RELAZIONE TECNICA GENERALE3GD-B-63100P&I SKID CHIMICO FISICO4GD-B-63102P&I SKID ULTRAFILTRAZIONE e OSMOSI INVERSA5ZX-E-82101COMPUTO METRICO6ZX-E-82102COMPUTO METRICO ESTIMATIVO7ZX-E-82103ELENCO ED ANALISI PREZZI8ZX-E-82104QUADRO ECONOMICO9ZX-E-82105ANALISI NUOVI PREZZIBINGEGNERIA CIVILE10CA-E-10001RELAZIONE TECNICA DESCRITTIVA11CA-E-10002RELAZIONE GEOLOGICA e SISMICA12CA-E-10003RELAZIONE TERRE E ROCCE DA SCAVO13CI-E-18000RELAZIONE DI CALCOLO14CI-E-18001RELAZIONE GEOTECNICA E SULLE FONDAZIONI15CI-E-18002RELAZIONE DESCRITTIVA MATERIALI DA COSTRUZIONE16CI-E-18003PIANO DI MANUTENZIONE PLATEA17CB-B-11000STRALCI CATASTALI,COROGRAFIA E INQUADRAMENTO18CB-A-11001PIANTA GENERALE STATO DI FATTO19CB-A-11002PIANTA GENERALE STATO DI PROGETTO20CC-A-12000PIANTA PROSPETTI E SEZIONI PLATEA e PIAZZALI21CC-B-12001STRUTTURA METALLICA E PARTICOLARI COSTRUTTIVI22CG-A-16000PIANO DI VIABILITA' INTERNA STATO DI FATTO23CG-A-16001PIANO DI VIABILITA' INTERNA STATO DI PROGETTO24CD-D-13000STRUTTURALE PLATEA (CARPENTERIA e CASSERATURA)25CF-B-15000RACCOLTA ACQUE METEORICHE STATO DI FATTO26CF-B-15001RACCOLTA ACQUE METEORICHE STATO DI PROGETTOCMACCHINE /PACKAGE27MA-C-30001LAY-OUT SKID CHIMICO-FISICO28MA-B-30002UNIFILARE VASCA DI COAGULAZIONE E FLOCCULAZIONE29MA-B-30003UNIFILARE VASCA DI DECANTAZIONE PACCHI LAMELLARI30RA-B-36460UNIFILARE ISPESSITORE FANGHI31RB-C-36842LAY-OUT SKID OSMOSI INVERSA32RB-C-36843LAY-OUT SKID ULTRAFILTRAZIONEDINGEGNERIA ELETTRICA33EA-E-40000SPECIFICA TECNICA DI FORNITURA QUADRO ELETTRICO GENERALE34EA-E-40002RELAZIONE GENERALE IMPIANTO ELETTRICO35EA-E-40003SPECIFICA DI APPALTO LAVORI ELETTROSTRUMENTALI36EA-E-40004REPORT DIMENSIONAMENTO CAVI37EB-A-41000PERCORSO CAVI ELETTRICI (CON LAYOUT POSA CAVI) e RETE DI TERRA38EC-E-42000SCHEMI UNIFILARI QUADRI ELETTRICI DI POTENZA39ED-E-43000TIPICI DI INSTALLAZIONE UTENZE E COLLEGAMENTO RETE DI TERRA40EE-E-44000ELENCO UTENZEEINGEGNERIA STRUMENTALE41SA-E-50000FOGLIO DATI MANOMETRI42SA-E-50001FOGLIO DATI TRASMETTITORI DI LIVELLO43SA-E-50002FOGLIO DATI LIVELLO STATI44SA-E-50003FOGLIO DATI INDICATORE DI LIVELLO a QUADRANTE45SA-E-50004FOGLIO DATI CONTALITRI46SF-E-55000TIPICI ATTACCO AL PROCESSO STRUMENTI47SF-E-55001TIPICO INSTALLAZIONE COLLEGAMENTO ELETTRICO STRUMENTI48SM-E-56000ELENCO CAVI ELETTRICI e STRUMENTALI49SM-E-56001ELENCO STRUMENTI E SEGNALIFINGEGNERIA MECCANICA50GB-E-61000DISCIPLINARE DELLE APPARECCHIATURE MECCANICHE51GB-E-61001SPECIFICA TECNICA DI MONTAGGIO MECCANICO, LINEE PIPING e VALVOLE52GB-A-61002PLANIMETRIA PERCORSO TUBAZIONI53GC-A-60000PLANIMETRIA POSIZIONAMENTO APPARECCHIATURE54GC-E-60001ELENCO MATERIALI PIPINGGSUPERVISIONE LAVORI55 ZX-E-82500-TEC PIANO DI SICUREZZA E COORDINAMENTO Versione con (ECO*) e senza costi (TEC) della sicurezza che il quadro economico è il seguente:





















































Atteso
che la fase istruttoria ha evidenziato la necessità/opportunità di precisare alcune parti dello schema di concessione risultate incongruenti rispetto alla fase procedurale di riferimento -che era quella della proposta in fase di offerta, mentre ad oggi è costituita dalla approvazione del progetto definitivo- oltre ad aspetti meramente sintattici;

che la revisione, di tipo non sostanziale, è stata effettuata in contraddittorio con il proponente/concessionario;
che lo schema così rivisitato è allegato al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale;
che risulta pertanto necessario e opportuno approvare il suddetto schema dell’atto di concessione quale adeguamento istruttorio dello schema posto a base dell’affidamento;

che l’approvazione degli atti illustrati (progetto definitivo degli interventi a carico del promotore della finanza di progetto; schema atto di concessione del servizio di gestione dell’impianto di depurazione a servizio dell’ex discarica di R.S.U. in loc. Sant’Angelo nel comune di Senigallia) costituisce atto propedeutico alla aggiudicazione della concessione;

Richiamato
1.	il D.lgs n. 50/2016;
2.	il D.Lgs n. 267/2000;
3.	lo Statuto comunale;

- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente Responsabile dell’Area Tecnica Territorio Ambiente;
- del Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) – APPROVARE il Progetto Definitivo, costituito dagli elaborati di cui in premessa, dei lavori di Adeguamento e manutenzione straordinaria impianto di depurazione percolato ex discarica R.S.U. sita a Sant’Angelo di senigallia, nell’ambito del contratto di concessione del servizio di gestione della ex discarica, così come integrato dalle prescrizioni ambientali di cui alla Determinazione dirigenziale -Area Valutazioni e Autorizzazioni Ambientali della Provincia di Ancona- del 12 ottobre 2018 n. 1057:
Esito dell’istruttoria
L’esito dell’istruttoria tecnica evidenzia, alla luce delle integrazioni progettuali prodotte, una sostanziale adeguatezza nella valutazione dei potenziali impatti ambientali dell’intervento.
Si ritiene pertanto di escludere il progetto dalla procedura di VIA di cui all’art. 27 - bis del D.Lgs. 152/2006 e di disporre il rispetto delle seguenti condizioni ambientali, condivise con il proponente, al fine di evitare o prevenire impatti significativi e negativi:
1. In fase di cantiere, al fine di salvaguardare la qualità dell’aria della zona, il proponente deve
mettere in atto tutte le misure volte a ridurre le emissioni diffuse, con il criterio delle migliori tecniche disponibili.
2. In fase di esercizio, per la componente atmosfera, il proponente deve impegnarsi strettamente ad attuare tutte le misure di mitigazione descritte ed ad utilizzare i filtri a carbone attivi più idonei per abbattere le diverse tipologie di inquinanti presenti nei rifiuti gestiti, e, al fine di salvaguardare la qualità dell’aria della zona, a mettere in atto tutte le misure volte a ridurre le emissioni diffuse, con il criterio delle migliori tecniche disponibili.
3. Entro 3 mesi dalla messa a regime dell’impianto comprensivo dell’ampliamento in progetto, dovrà essere fornita una apposita valutazione di impatto acustico post operam redatta da un tecnico competente in acustica. Tale valutazione dovrà essere effettuata con misure dirette del rumore ambientale e del rumore residuo. I rilievi dovranno essere eseguiti in conformità al DM 16/03/98, sia ad 1 metro dalle principali sorgenti sonore, sia in corrispondenza degli ambienti abitativi vicini e degli spazi fruibili da persone e comunità, nel periodo di riferimento diurno, nelle condizioni maggiormente cautelative per gli ambienti abitativi (in occasione dell’attività contemporanea delle diverse sorgenti correlate all’attività lavorativa). La relazione tecnica dovrà riportare il confronto con i livelli di emissione ed immissione (assoluti e differenziali), previsti dalla normativa vigente. La relazione tecnica, in caso di superamento dei limiti previsti dalla normativa dovrà contenere un opportuno piano di adeguamento finalizzato al rientro nei limiti intervenendo o direttamente sulle sorgenti o sulla via di propagazione del rumore. Tale relazione tecnica dovrà anche essere corredata di opportuna planimetria (1:500 o 1:1000) con indicati i punti di misura, gli spazi utilizzati da persone e comunità, la posizione degli ambienti abitativi, le distanze tra sorgenti e gli ambienti abitativi, le posizioni delle sorgenti e le principali
infrastrutture dei trasporti, con le rispettive fasce di pertinenza, e la classificazione acustica
dell’area.
4. In merito ai contenitori utilizzati per lo stoccaggio rifiuti, gli stessi devono essere conformi
ai requisiti tecnici previsti dal D.M. 05/02/98.
5. Nell’esercizio dell’impianto, la ditta deve porre in essere le migliori tecnologie disponibili
atte a evitare o ridurre i potenziali impatti sulla salute pubblica.
2°) – APPROVARE lo schema dell’atto di concessione, adeguato agli esiti istruttori come in premessa illustrato, per le finalità dell’aggiudicazione della concessione del servizio di cui alla proposta di aggiudicazione ex Determinazione Dirigente n. 1347 del 15 settembre 2017, allegato al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale;
3°) – DARE ATTO che il Quadro tecnico-economico dell’intervento di Adeguamento e manutenzione straordinaria impianto di depurazione percolato ex discarica R.S.U. sita a Sant’Angelo di senigallia connesso con l’affidamento in regime di Project Financing del servizio di  Gestione dell’impianto di depurazione a servizio dell’ex discarica di R.S.U. in loc. Sant’Angelo nel comune di Senigallia, è come di seguito rappresentato:


che la suddetta spesa di Ђ 445.000,00 è finanziata dal soggetto proponente la finanza di progetto e risultato aggiudicatario della concessione di cui all’oggetto;
che l’intervento è stato inserito nel Programma triennale delle Opere Pubbliche del Comune per il triennio 2018-2020; 
4°) - DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
      



Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 6 dicembre 2018 al 21 dicembre 2018 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 27 dicembre 2018	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 17 dicembre 2018, essendo stata pubblicata il 6 dicembre 2018
Lì, 18 dicembre 2018	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,