Senigallia Atto

Approvazione convenzione per organizzazione mostra sui capolavori delle marche salvati dal sisma. Senigallia ottobre 2019-marzo 2020

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-AE/2018/3365 del 11 dicembre 2018

Presentazione
Approvazione
11.12.2018

Firmatari

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 256
Seduta del 11/12/2018
OGGETTO:	REALIZZAZIONE A SENIGALLIA OTTOBRE 2019-MARZO 2020 MOSTRA SUI CAPOLAVORI DELLE MARCHE SALVATI DAL SISMA- APPROVAZIONE CONVENZIONE PER ORGANIZZAZIONE E GESTIONE DELLA MOSTRA CO FONDAZIONE GIOVANNI PAOLO II PER LA GIOVENTU’

L’anno duemiladiciotto addì undici del mese di dicembre alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Vice Segretario del Comune Dott. Mirti Paolo  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Maurizio Mangialardi;
- Premesso che in occasione della presentazione delle linee programmatiche relative agli obiettivi politico-amministrativi da raggiungere ed ai progetti da realizzare nel corso del mandato 2015/2020 avvenuta in occasione della seduta consiliare del 15 settembre 2015 e approvata con deliberazione n. 70 si sottolineava l’importanza di come le grandi manifestazioni ruotano attorno ad eventi e mostre tematiche per autore o epoche, che rinnovano l’interesse verso i musei e alimentano un indotto di prodotti culturali, così come l’avvio del progetto di Museo Diffuso di fatto continuava, sulla scia delle grandi mostre, come avvenuto, ad esempio, per gli eventi espositivi La Grazia e la luce. La pala di Senigallia del Perugino. Armonia e discordanze nella pittura marchigiana di fine Quattrocento e Lacrime di smalto;
- Evidenziato come negli ultimi anni la città abbia organizzato presso la sede di Palazzo del Duca importanti e qualificati eventi espositivi come la mostra Sotto un’altra luce, nel 2013, la già ricordata La Grazia e la Luce. La pala di Senigallia del Perugino. Armonia e discordanze nella pittura marchigiana di fine Quattrocento, nel 2014, la mostra Maria mater misericordiae tra il 2016 e il 2017; Venti Futuristi sempre nel 2017, Ferroni, Giacomelli e Salvalai. La realtà ingannata tra il 2017 e il 2018 e Robert Doisneau "le Temps Retrouvé, assieme a Il Correggio ritrovato – La Sant’Agata di Senigallia dal 29 marzo al 2 settembre 2018, Perugino, Crivelli e Giaquinto Dai Monti Azzurri all’Adriatico a Palazzo del Duca, dal 18 ottobre 2018 al 3 marzo 2019;
- Ritenuto di dover proseguire l’attività espositiva a Palazzo del Duca che ha conseguito un grande successo in questi anni attraverso l’organizzazione di una prossima mostra in programma da ottobre 2019 a marzo 2020 che vedrà esposte le opere d’arte mobili provenienti dai Comuni marchigiani colpiti dal terremoto del 2016 e in corso di restauro in virtù dell’accordo sottoscritto nel maggio 2017 tra l’ANCI Marche e il Pio Sodalizio dei Piceni;
- Vista la richiesta del Comune di Senigallia inviata al Pio Sodalizio dei Piceni e al Presidente dell’ANCI Marche in data 29 gennaio 2018 e la successiva risposta del 13 febbraio seguante, protocollo n. 11337 con la quale il Pio Sodalizio comunicava la decisione del Consiglio di Amministrazione di accogliere la proposta di ospitare in questa città le opere marchigiane danneggiate dal terremoto del 2016;
- Preso atto che l’accordo sottoscritto tra ANCI MARCHE ed il Pio Sodalizio dei Piceni soprarichiamato stabilisce, in attuazione del progetto recupero opere d’arte mobili delle Marche danneggiate dal terremoto, che per quanto riguarda gli allestimenti delle mostre gli aspetti organizzativi relativi alla predisposizione de condition report, alle movimentazioni (ritiro e consegna delle opere), agli imballaggi, al controllo sulla corretta esecuzione dei restauri e sui tempi stabiliti per il completamento degli stessi, predisposizione del catalogo  si dovrà prendere Artifex International srls – Comunicare l’Arte, soggetto specializzato nel settore, che ha curato per l’ANCI operazioni analoghe di restauro e recupero delle opere danneggiate dal terremoto 2009 dell’Aquila e che si è impegnata a proporre agli Enti organizzatori le migliori condizioni di mercato anche avvalendosi di eventuali sponsorizzazioni;
- Considerato che per l’allestimento delle mostre, predisposizione del catalogo Artifex International srls – Comunicare l’Arte si avvale della collaborazione della Fondazione Giovanni Paolo II per la Gioventù e che pertanto tale soggetto può considerarsi titolare in via esclusiva dei diritti riguardanti eventi espositivi aventi ad oggetti opere d’arte restaurare in esecuzione dell’accordo tra ANCI Marche e Pio Sodalizio dei Piceni;
- Preso atto che la mostra in programma a Senigallia sarà composta da cinquantun opere provenienti dal Comune e dall’Arcidiocesi di Fermo; dalla Diocesi di Camerino e San Severino Marche; dalla Diocesi di Macerata, Recanati, Cingoli e Treia; dalla Diocesi di San Benedetto del Tronto, Ripatransone e Montalto Marche; dalla Diocesi di Ancona e Osimo; dalla Diocesi di Ascoli Piceno; dalla Diocesi di Fabriano e Matelica; dalla Provincia Picena San Giacomo della Marca dei frati minori; dal Monastero di Santa Chiara di Camerino; dal Comune di Treia; dal Comune di Montegiorgio; dal Comune di Sarnano e dal Comune di Monte san Pietrangeli;
- Segnalato che le opere in restauro comprendono dipinti su tavola e tela, sculture lignee e in pietra, oggetti in oreficeria, terrecotte che vanno dai primi anni del XV secolo al XVIII;
- Preso atto che la quasi totalità delle opere è attualmente in fase di restauro presso gli istituti universitari presenti nel territorio regionale nonché presso il laboratorio di diagnostica per la conservazione ed il restauro dei Musei Vaticani;
- Acquisita la disponibilità della Fondazione Giovanni Paolo II per la Gioventù a co-organizzare insieme al Comune di Senigallia la mostra delle opere d’arte mobili lesionate dal sisma da tenersi Palazzo del Duca, dall’ottobre 2019 a marzo 2020;
- Ritenuto pertanto affidare alla Fondazione Giovanni Paolo II per la gioventù, con sede nello stato della Città del Vaticano, l’organizzazione della mostra di cui al precedente capoverso attribuendo alla stessa il compito di svolgere le sotto elencate attività funzionali alla realizzazione dell’evento espositivo:
- Coordinamento e segreteria organizzativa in stretta collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Senigallia; 
- Coordinare i rapporti con il Ministero per i Beni e Attività Culturali e del Turismo per le Marche, e le realtà Museali coinvolte; 
- Coordinare i rapporti, in stretta collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Senigallia, con i Comuni colpiti dal sisma coinvolti nel progetto;
- Predisporre le richieste di prestito per l’ottenimento di tutte le necessarie autorizzazioni;
- Predisporre le polizze assicurative con Compagnia primaria di Assicurazione per la copertura delle opere con la formula All risk/Wall to wall;
- Predisporre i Condition Report delle opere in mostra in collaborazione con i Musei prestatori e il Segretariato Regionale del Ministero per i Beni e le Attività Culturali per le Marche;
- Individuare una Ditta primaria di Trasporti di opere d’arte per la realizzazione delle casse, per il trasporto e il posizionamento delle opere in sede mostra;
- Predisporre i viaggi dei corrieri e degli organizzatori della mostra;
- Individuazione della ditta incaricata di curare l’ufficio stampa nazionale e le azioni di comunicazione della mostra da effettuare d’intesa con il Comune di Senigallia; 
- Predisporre, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Senigallia, il progetto scientifico per l’allestimento delle opere in sede mostra; 
- Organizzare, in collaborazione con l’Ufficio di Gabinetto del Comune di Senigallia, la cerimonia di inaugurazione della mostra; 
La Fondazione deve avvalersi, per tutte le attività elencate nel presente articolo, di soggetti specializzati i cui nominativi dovranno essere comunicati al Comune di Senigallia
- Considerato che, in conformità agli accordi raggiunti con la Fondazione Giovanni Paolo II per la Gioventù, a carico del Comune di Senigallia rimangono gli oneri relativi all’individuazione del curatore scientifico che dovrà predisporre, in collaborazione con la Fondazione Giovanni Paolo II per la Gioventù, il progetto scientifico per l’allestimento delle opere in sede mostra; ; messa a disposizione del personale da assegnare al servizio di biglietteria e vigilanza a Palazzo del Duca; realizzazione della guida breve o catalogo della mostra; ufficio stampa e comunicazione della mostra; realizzazione dell’invito e di eventuali materiali informativi (brochure, manifesti, stendardo, ecc….);
- Rilevato che per realizzare tutte le attività ricomprese nello schema di Convenzione il Comune di Senigallia si impegna a corrispondere alla Fondazione un compenso complessivo pari ad euro 80.000 con le seguenti modalità;
Valutato che, alla luce della complessità delle prestazioni assegnate alla Fondazione ed in considerazione della loro estensione, il corrispettivo pattuito può ritenersi conveniente per l’Ente anche alla luce di precedenti per prestazioni analoghe
- Visto lo schema di Convenzione tra Comune di Senigallia e Fondazione Giovanni Paolo II per la Gioventù predisposto dall’ufficio comunale cultura d’intesa con la Fondazione ed allegato al presente atto;
Visto l’art. del codice degli appalti..
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente Responsabile dell’Area Cultura, Comunicazione e Turismo;
- del Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - AFFIDARE, per le motivazioni espresse in premessa che qui si intendono integralmente richiamate, alla Fondazione Giovanni Paolo II per la gioventù, con sede nello stato della Città del Vaticano, l’organizzazione e la realizzazione della mostra Capolavori delle Marche salvati dal sisma (titolo provvisorio) a Palazzo del Duca, dal mese di ottobre 2019 al mese di marzo 2020;
2°) - APPROVARE lo schema di Convenzione tra Comune di Senigallia e Fondazione Giovanni Paolo II per la Gioventù per disciplinare i rispettivi compiti e competenze per la realizzazione della mostra in oggetto nel testo che si allega al presente atto per formarne parte integrante e sostanziale;
3°) - DARE ATTO che spesa di euro 80.000,00 programmata per la manifestazione in oggetto troverà il suo finanziamento come segue:
- euro 16.000,00, esercizio finanziario 2018 all’interno del capitolo di spesa 1002/32 e 1292/44 che presentano la necessaria disponibilità
- euro 64.000,00 esercizio finanziario 2019 all’interno del capitolo di spesa 1292/18 e 1292/27 che presentano la necessaria disponibilità;
4°) - DARE MANDATO al dirigente dell’area cultura turismo e comunicazione Paolo Mirti, di porre in essere tutti gli atti necessari per dare esecuzione al presente atto;
5°) - DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Vice Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Mirti Paolo

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 17 dicembre 2018 al 1 gennaio 2019 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 2 gennaio 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 28 dicembre 2018, essendo stata pubblicata il 17 dicembre 2018
Lì, 2 gennaio 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,