Senigallia Atto

Richiesta edificazione a confine con l'azzonamento urbanistico F8/f per nuova costruzione di edifici residenziali in località Borgo Passera

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-LP/2018/3159 del 11 dicembre 2018

Presentazione
Approvazione
11.12.2018

Firmatari

  • Maurizio Memè
    Vice sindaco, Assessore con delega a pianificazione urbanistica e progettazione ambientale, gestione e manutenzione del litorale, area portuale, Suap
    Monitorato da 20 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 248
Seduta del 11/12/2018
OGGETTO:	NUOVA COSTRUZIONE DI EDIFICI RESIDENZIALI IN LOCALITA' BORGO PASSERA VIA ARCEVIESE SU AREA INDIVIDUATA AL CATASTO TERRENI AL FOGLIO N. 62 MAPPALI N. 327 - 326 E 328. DITTA MARCELLI ALESSANDRO - RICHIESTA EDIFICAZIONE A CONFINE CON L'AZZONAMENTO URBANISTICO F8/F

L’anno duemiladiciotto addì undici del mese di dicembre alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Vice Segretario del Comune Dott. Mirti Paolo  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Memè Maurizio;
Premesse:
- In data 17/09/2018 il sig. Marcelli Alessandro ha richiesto il Permesso di Costruire per la realizzazione di due case unifamiliari in località Borgo Passera, strada Provinciale Arceviese, su area di sua proprietà distinta al Catasto Terreni al foglio n. 62, mappali n. 327 – 326 e 328 (pratica edilizia n. 108/2018).
- La pratica edilizia viene integrata da una previsione planimetrica di sistemazione generale dell’area di proprietà del sig. Marcelli, ricadente in parte in zona urbanistica BF2 (di completamento delle frazioni) ed in parte in zona F8/f (parco fluviale). Il suddetto progetto prevede innanzitutto lo spostamento di un accesso carrabile sulla via Arceviese  a servizio di un fabbricato di altra proprietà, la previsione di n. 3 fabbricati residenziali (edifici 1 e 2, adiacenti, oggetto della presente richiesta di Permesso di Costruire, edificio 3 di futura realizzazione). Gli edifici vengono a ricadere su area edificabile BF2 ma a confine con l’area con destinazione urbanistica F8/f a parco fluviale, sempre di proprietà del sig. Marcelli. La soluzione progettuale prevede inoltre che i tre edifici abbiano giardini di pertinenza ricadenti nella zona F8/f.
- Il primo aspetto su cui si deve pronunciare la Giunta Municipale riguarda il parametro edilizio DC (distanza dai confini). Il regolamento Edilizio vigente stabilisce come confine, oltre che la linea di separazione delle diverse proprietà esistenti o la linea che definisce i diversi lotti o comparti dei piani attuativi, anche la linea di delimitazione di aree pubbliche per servizi o attrezzature individuata negli strumenti urbanistici. La norma di PRG per l’edificazione in zona BF2, riguardo al parametro DC recita: DC = m. 5 (o a confine con l’autorizzazione del confinante). Nel caso specifico, l’Amministrazione Comunale agisce come confinante essendo l’area in adiacenza ai fabbricati con previsione urbanistica pubblica (parco fluviale).
Un secondo aspetto da esaminare da parte della Giunta Municipale riguarda la destinazione urbanistica dei giardini (zona F8/f – parco fluviale), di pertinenza dei futuri nuovi fabbricati. A tale proposito si ritiene necessario acquisire dal proprietario un impegno (nelle forme previste per legge) con il quale, lo stesso, nell’ipotesi in cui questa Amministrazione voglia intraprendere una procedura espropriativa dell’areaF8/f per l’attuazione del parco fluviale, non potrà mai reclamare un maggior indennizzo per il deprezzamento dei fabbricati a seguito della sottrazione delle aree a giardino, nonché per le eventuali opere edilizie in essa eseguite (recinzione, pavimentazioni, piantumazioni, ecc.).
Infine, in relazione alla preesistenza sull’area d’intervento di un di una stradina parallela ed adiacente alla via Arceviese, eventualmente utilizzabile quale accesso al parco anche per tutta la frazione Borgo Passera qualora si riscontrasse la fattibilità di un percorso pedonale in sicurezza, si ritiene necessario prevedere in progetto una fascia di m. 3 misurata dalla via Arceviese da stralciare dall’area di pertinenza dell’edificio n. 1, anche in ragione del fatto che, secondo il Codice della Strada fuori dai centri abitati (come nel nostro caso) le recinzioni debbono essere collocate alla suddetta distanza. 
- Preso atto del seguente parere favorevole reso ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente Responsabile dell’Area Tecnica Territorio Ambiente;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - ACCOGLIERE l’istanza 17/08/2018 del sig. Marcelli Alessandro in merito al posizionamento degli edifici di futura realizzazione sul limite di azzonamento tra la zona urbanistica BF2 – di completamento delle frazioni già edificate a tessuto estensivo e la zona F8/f – Parco Fluviale.
2°) - RICHIEDERE allo stesso sig. Marcelli, riguardo alla destinazione urbanistica dei giardini di pertinenza dei futuri nuovi fabbricati (zona F8/f parco fluviale), un impegno (nelle forme previste per legge) con il quale, lo stesso, nell’ipotesi in cui l’Amministrazione Comunale voglia intraprendere una procedura espropriativa dell’area F8/f per l’attuazione del parco fluviale, non potrà reclamare un maggior indennizzo per il deprezzamento dei fabbricati a seguito della sottrazione delle aree a giardino, nonché per eventuali opere edilizie in essa eseguite (recinzioni, pavimentazioni, piantumazioni, ecc ).
3°) - RICHIEDERE al sig. Marcelli di modificare il progetto per stralciare dalle aree di pertinenza del fabbricato identificato con il n. 1, una striscia di terreno della larghezza di m. 3 per le motivazioni espresse in premessa.
4°) - PRENDERE ATTO che il citato assenso non costituisce titolo per la esecuzione dei lavori che dovranno comunque essere sottoposti al preventivo rilascio di permesso di costruire, previo verifica del rispetto di tutti gli altri parametri edilizi ed urbanistici definiti dal PRG vigente.
5°) - PRENDERE ATTO che la presente proposta non comporta riflessi diretti o indiretti sulla situazione economica –finanziaria o sul patrimonio dell’Ente.
6°) - DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Vice Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Mirti Paolo

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 17 dicembre 2018 al 1 gennaio 2019 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 2 gennaio 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 28 dicembre 2018, essendo stata pubblicata il 17 dicembre 2018
Lì, 2 gennaio 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,