Senigallia Atto

Provvedimenti seguenti la rimodulazione degli impegni convenzionali per il programma di riqualificazione urbana ex OPAFS in via Podesti

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-LP/2019/428 del 26 febbraio 2019

Presentazione
Approvazione
26.2.2019

Firmatari

  • Maurizio Memè
    Vice sindaco, Assessore con delega a pianificazione urbanistica e progettazione ambientale, gestione e manutenzione del litorale, area portuale, Suap
    Monitorato da 20 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 44
Seduta del 26/02/2019
OGGETTO:	RIMODULAZIONE DEGLI IMPEGNI CONVENZIONALI - PROGRAMMA DI RIQUALIFICAZIONE URBANA DEGLI IMMOBILI COSTITUENTI L’EX OPAFS IN VIA PODESTI - PROVVEDIMENTI

L’anno duemiladiciannove addì ventisei del mese di febbraio alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Memè Maurizio;
PREMESSE:
ITER AMMINISTRATIVO
Ai fini dell’approvazione il Soggetto Attuatore ha presentato la richiesta di RIMODULAZIONE DEGLI IMPEGNI CONVENZIONALI del Programma di Riqualificazione Urbana in argomento, redatta dai professionisti incaricati - Ing. Raffaele Solustri e Arch. Nazzareno Petrini di Serra dé Conti, con richiesta a mezzo PEC in data 10.01.2019 acquisita agli atti del Comune in data 10.01.2019, prot. 1957 – pratica edilizia n. L/20719/1 e successive integrazioni a mezzo PEC acquisite agli atti del Comune in data 11.01.2019 ed in data 14.01.2019 con prott. 2252 e 3018;
ELABORATI COSTITUENTI LA RIMODULAZIONE DEGLI IMPEGNI CONVENZIONALI DELPROGRAMMA DI RIQUALIFICAZIONE URBANA
Ciascun documento, firmato digitalmente, è stato acquisito agli atti del protocollo generale del Comune e pertanto risulta univocamente e permanentemente individuato, i documenti e gli elaborati sono elencati nell’allegato A – ELENCO DEI DOCUMENTI E DEGLI ELABORATI;
ELEMENTI TECNICO AMMINISTRATIVI
Gli elementi tecnico-amministrativi afferenti RIMODULAZIONE DEGLI IMPEGNI CONVENZIONALI del Programma di Riqualificazione Urbana in argomento sono dettagliatamente e univocamente individuati nell’allegato B – RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA ASSEVERATA;
PARERI E NULLA OSTA CONSEGUITI E DA CONSEGUIRE
I pareri e nulla osta conseguiti e da conseguire del Programma di Riqualificazione Urbana contenenti le prescrizioni alle quali il soggetto attuatore dovrà uniformarsi sono dettagliatamente e univocamente individuati nell’allegato C – DOCUMENTO ISTRUTTORIO;
STATO DI ATTUAZIONE AMMINISTRATIVO DEL PROGRAMMA DI RIQUALIFICAZIONE URBANA
Con istanza del 04.08.2009, acquisita agli atti del Comune in data 07.08.2009, prot. n. 43335, la Società BELOGI GRAZIANO & F. IMMOBILIARE S.r.l., con sede in Ripe – AN, via Maestri del lavoro, n. 23 ha presentato richiesta per la formazione e approvazione del Programma di Riqualificazione Urbana in argomento;
Con Delibera GM n.143 del 06/07/2010 è stata approvata l’istanza e stabilito l’iter tecnico amministrativo;
In data 01.09.2010 si è concluso l’accordo di programma preliminare ai sensi dell’art. 26-bis, comma 2, della L.R. 34/1992, come da verbale del 01.09.2010;
In data 20.12.2010 si è tenuta la conferenza dei servizi nella quale è stato sottoscritto l’accordo di programma ai sensi dell’art. 26-bis, comma 2, della L.R. 34/1992, come da verbale del 20.12.2010, tenendo conto delle osservazioni e proposte presentate e approvando senza rilievi il Documento di controdeduzione, in variante al P.R.G;
Con Decreto del Presidente della Provincia n. 1 del 13.01.2011, è stato approvato l’Accordo definitivo ai sensi dell’art. 26-bis, comma 7, della L.R. 34/1992 e s.m.i.;
Con delibera del Consiglio Comunale n° 11 del 09.02.2011ai sensi dell’art. 26-bis, comma 6, della L.R. 34/1992 si è provveduto alla ratifica dell’accordo di programma;
Il Decreto del Presidente della Provincia n. 1 del 13.01.2011, è stato pubblicato nel BURM n° 18 del 10.03.2011, pag. 3924;
La convenzione - per l’attuazione del Programma di Riqualificazione Urbana è stata stipulata avanti al Notaio Dott. Gianluca Campodonico di Senigallia in data 11.07.2011 Rep. n°1.390, Racc. n°1.136, registrata a Senigallia in data 15.07.2011 al n°1.890 Serie 1/T la convenzione ha validità di 6 anni dalla sottoscrizione e quindi scadeva l’11.07.2017;
Con nota del 16.07.2013, prot. 39058 e successiva integrazione del 24.07.2013, prot. 40579 il promotore - Società BELOGI GRAZIANO & F. IMMOBILIARE S.r.l., ha richiesto una variante al permesso costruire consistente sostanzialmente nella temporanea riduzione del programma costruttivo al 1° corpo di fabbrica in corso di costruzione e conseguente rimodulazione degli oneri e impegni assunti con la convenzione sottoscritta in data 11.07.2011;
Con Delibera GM n.147 del 06/08/2013 relativamente alla richiesta del 16.07.2013, prot. 39058 e successiva integrazione del 24.07.2013, prot. 40579 è stato stabilito di aderire alla richiesta del Soggetto Attuatore:
Con nota del 21.01.2014 prot. 3328 il promotore - Società BELOGI GRAZIANO & F. IMMOBILIARE S.r.l., ha chiesto una ulteriore variazione del programma costruttivo consistente sostanzialmente nel prolungamento dei tempi di realizzazione dello stesso fino al 11.07.2021 – termine decennale di validità di un piano urbanistico attuativo - e conseguente rimodulazione degli oneri e impegni assunti con la convenzione sottoscritta in data 11.07.2011 collegandoli all’inizio dei lavori dell’intervento edilizio afferente la sfera privata – 2° stralcio;
Con Delibera GM n.16 del 04/04/2014 relativamente alla richiesta del 21.01.2014 prot. 3328 è stato stabilito di aderire alla richiesta del Soggetto Attuatore e conseguentemente rimodulare gli oneri e impegni già assunti;
In data 20.02.2014 è stata sottoscritta la convenzione integrativa a quella originaria stipulata avanti al Notaio Dott. Gianluca Campodonico di Senigallia, Rep. n°3.559, Racc. n°2.877, registrata a Senigallia in data 25.02.2014 al n°443 Serie 1/T, trascritta ad Ancona in data 26.02.2014 al 2622 del R.G.O. ed al n°1882 del R.F. –- con alcune modifiche rispetto alla precedente convenzione sottoscritta in data 11.07.2011 Rep. n°1.390, Racc. n°1.136:
PROCEDURA OPERATIVA PER LA VALUTAZIONE DELLA SOSTENIBILITÀ DEGLI INTERVENTI DI TRASFORMAZIONE URBANISTICA ED EDILIZIA - NEGOZIAZIONE E RI-NEGOZIAZIONE DEI PATTI CONVENZIONALI
La richiesta di RIMODULAZIONE DEGLI IMPEGNI CONVENZIONALI del Programma di riqualificazione urbana in argomento è conforme a quanto disposto:
Dall’art. 16, comma 4-dter) del DPR 06.06.2001, n. 380 e s.m.i., in pendenza di una ridefinizione regolamentare comunale circa la valorizzazione fondiaria conseguente alle previsioni urbanistiche;
Dalla D.G.M. n.12 del 19/01/2016, avente ad oggetto interventi di trasformazione urbana. procedure per la valutazione della sostenibilità e avvio delle fasi di sperimentazione e condivisione
Dalla D.G.M. n.284 del 22/11/2016, con la quale il Comune di Senigallia ha individuato gli indirizzi operativi per la negoziazione e ri-negoziazione dei patti convenzionali a disciplina dei piani attuativi; 
CONSIDERAZIONI IN ORDINE ALLA VALUTAZIONE DELLA SOSTENIBILITÀ FINANZIARIA E L’EQUILIBRIO ECONOMICO DEGLI INTERVENTI
Per quanto concerne gli aspetti economici e la verifica della sostenibilità finanziaria e l’equilibrio economico degli interventi oggetto della richiesta di rimodulazione degli impegni convenzionali per l’attuazione del Programma di riqualificazione urbana in argomento si rimanda integralmente a quanto indicato nella RELAZIONE TECNICO-AMMINISTRATIVA ASSEVERATA in quanto questo aspetto è stato oggetto di una attenta valutazione con il professionista incaricato dal Soggetto Attuatore;
CONSIDERAZIONI IN ORDINE ALLA PERICOLOSITÀ’ IDROGEOLOGICA
Preso atto che l’area oggetto del Programma di riqualificazione urbana in argomento è ricompresa all’interno del Piano di Assetto Idrogeologico approvato con Deliberazione di Consiglio regionale n. 116 del 21.01.2004, essendo all’interno delle perimetrazioni di cui alla DGR n. 982 del 08.08.2016 con la quale è stato approvato il cd. aggiornamento 2016 nonché le misure di salvaguardia.
Circa gli adempimenti e le verifiche di cui alla DGR n. 53 del 27.01.2014, trova applicazione quanto disposto dal 3° comma dell’art. 1.2 – ambito di applicazione - Nelle aree perimetrale dai Piani di Assetto Idrogeologico (ovvero da analoghi strumenti di pianificazione di settore redatti dalle Autorità di Bacino/Autorità di distretto) si applicano le disposizioni di detti piani.
Il soggetto attuatore ha redatto una dettagliata relazione circa la valutazione della compatibilità del PRU con la pericolosità idrogeologica dell’area individuando le misure di mitigazione del rischio relativamente:
- al piano garage da completare e a quello già completato;
- al fabbricato da realizzare;
- al sottopasso pedonale;
prevedendo e verificando la realizzazione di tutti i presidi disponibili, in particolare:
- dosso per aumentare la quota del battente;
- sistemi di comunicazione ai residenti in caso di allerta meteo attraverso la realizzazione di un sistema di pre allerta e allerta sonoro e luminoso;
- installazione di impianto fognario a tenuta con incluse valvole di ritegno;
Il soggetto attuatore assume l’obbligo per se, successori e aventi causa di mantenere in perfetta efficienza i presidi e le misure poste in essere per la mitigazione del rischio idrogeologico così come individuate nella relazione della compatibilità dell’intervento con la pericolosità idrogeologica ai sensi dell’art. 23, lettera b) delle NTA del PAI che si allega sotto la lettera E, ad esclusione del sottopasso;
Detto impegno deve essere esplicitamente riportato negli eventuali atti di compravendita degli immobili che saranno realizzati;
Tenuto conto che parte degli interventi sono stati già realizzati si valuta favorevolmente la relazione e le misure di mitigazione proposte di cui dovrà darsi conto in sede di approvazione della richiesta di rimodulazione degli impegni convenzionali;
CONSIDERAZIONI IN ORDINE ALLA PROCEDURA DI APPROVAZIONE DELLA RIDETERMINAZIONE DEGLI ONERI CONVENZIONALI
Circa l’iter amministrativo per l’approvazione della rimodulazione degli impegni convenzionali del Programma di riqualificazione urbana in argomento, ricorrono le condizioni di cui all’art. 11 della Legge Regionale 23.11.2011 n. 22 e s.m.i. – che in particolare al comma 8 recita: omissis…la giunta comunale approva: a) i piani attuativi conformi allo strumento urbanistico generale vigente o in variante al medesimo ai sensi dell’art. 15, comma 5 della L.R. 34/1992;
Si ritiene che la richiesta in argomento non costituisce variante al Programma di Riqualificazione Urbana originario in quanto non muta i parametri urbanistico edilizi in termini di consistenza ma definisce modeste modifiche organizzative degli spazi a terra e della dotazione degli standard, in particolare per quanto concerne la dotazione dell’AUS che prevista originariamente quale monetizzazione oggi viene realizzata migliorando ulteriormente la riqualificazione dell’area e dell’intorno con la realizzazione di uno spazio di aggregazione costituito da spazi chiusi, porticati e scoperti e parcheggi.
Pertanto non occorre procedere alla modifica dell’accordo di programma originario per quanto concerne gli aspetti urbanistico edilizi ma si ritiene che si possa correttamente procedere, previa condivisione con la Provincia, ad una ridefinizione degli impegni convenzionali mediante la sottoscrizione di una nuova convenzione tra il Comune e il Soggetto Attuatore;
CONSIDERAZIONI IN ORDINE ALL’INTERESSE PUBBLICO CONSEGUITO
Il preminente interesse pubblico, relativo alla rideterminare i rapporti convenzionali in essere circa l’attuazione del Programma di Riqualificazione Urbana in argomento è quello di portare a compimento la riqualificazione urbana di uno spazio degradato iniziato un decennio fa che di per se costituisce interesse primario come chiaramente definito nel regolamento attuativo della legge n. 16 del 2005 revisione 16.02.2009 direzione scientifica Prof. Stefano Stanghellini.
OPERE DI URBANIZZAZIONE
ll Soggetto attuatore ha richiesto di eseguire direttamente le opere di urbanizzazione primaria e secondaria funzionali al Programma di riqualificazione urbana in argomento, e la conseguente richiesta di scomputo del pertinente contributo di costruzione;
Il progetto definitivo/esecutivo delle opere di urbanizzazione è stato verificato in data 14.02.2019 e validato in data 14.02.2019 dal R.U.P.
Ritenuto per le motivazioni sopra riportate di accogliere la richiesta di rimodulazione degli impegni convenzionali del Programma di riqualificazione urbana in argomento così come formulata da parte del Soggetto Attuatore eventualmente conformandola alle prescrizioni impartite o che saranno impartite in sede di acquisizione dei pareri e nulla osta;
Vista la L. 17.08.1942 – n°1150 e s.m.i.;
Vista la L. 05.08.1978 - n°457 e s.m.i.
Vista la L.R. 05.08.1992 – n°34 e s.m.i.;
Visto il D.P.R. 06.6.2001 n°380 e s.m.i;
Vista la L.R. 23.02.2005 – n°16 e s.m.i.;
Vista la L.R. 17.06.2008 – n°14 e s.m.i.;
Vista la L.R. 23.11.2011 – n.22 e s.m.i.
Richiamato l'art. 48 del D.Lgs 18.08.2000, n°267 e s.m.i.;
- Preso atto degli allegati pareri resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n°267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente Responsabile dell’Area Tecnica Territorio Ambiente;
- dal Dirigente Responsabile dell’Area Organizzazione e Risorse Finanziarie;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) – DI PRENDERE ATTO che la rimodulazione degli impegni convenzionali del Programma di Riqualificazione Urbana in argomento:
a) E’ conforme al P.R.G. vigente;
b) Non modifica i parametri urbanistico-edilizi vigenti;
c) Non è assoggettata alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica, ai sensi del D.Lgs. 03.04.2006, n. 152 e s.m.i., della L.R. 12.06.2007, n.6 e s.m.i. tenuto conto della D.G.R. n.1813 del 21.12.2010 e precisamente in quanto ricompreso nella fattispecie del paragrafo 1.3 – ambito di applicazione, punto 10, lettera K) delle suddette linee guida;
d) Non apporta alcuna modifica sotto gli aspetti della compatibilità geomorfologica - art. 89 del DPR 380/2001 e s.m.i;
e) che Il soggetto attuatore ha redatto una dettagliata relazione circa la valutazione della compatibilità del PRU con la pericolosità idrogeologica dell’area individuando le misure di mitigazione del rischio relativamente:
- al piano garage da completare e a quello già completato;
- al fabbricato da realizzare;
- al sottopasso pedonale;
prevedendo e verificando la realizzazione di tutti i presidi disponibili, in particolare:
- dosso per aumentare la quota del battente;
- sistemi di comunicazione ai residenti in caso di allerta meteo attraverso la realizzazione di un sistema di pre allerta e allerta sonoro e luminoso;
- installazione di impianto fognario a tenuta con incluse valvole di ritegno;
Il soggetto attuatore assume l’obbligo per se, successori e aventi causa di mantenere in perfetta efficienza i presidi e le misure poste in essere per la mitigazione del rischio idrogeologico così come individuate nella relazione della compatibilità dell’intervento con la pericolosità idrogeologica ai sensi dell’art. 23, lettera b) delle NTA del PAI che si allega sotto la lettera E, ad esclusione del sottopasso.
Detto impegno deve essere esplicitamente riportato negli eventuali atti di compravendita degli immobili che saranno realizzati.
Tenuto conto che parte degli interventi sono stati già realizzati si valuta favorevolmente la relazione e le misure di mitigazione proposte di cui dovrà darsi conto in sede di approvazione della richiesta di rimodulazione degli impegni convenzionali.
f) Non costituisce variante al Programma di Riqualificazione Urbana originario in quanto non muta i parametri urbanistico edilizi in termini di consistenza; Pertanto non occorre procedere alla modifica dell’accordo di programma originario per quanto concerne gli aspetti urbanistico edilizi ma, come condiviso con la Provincia di Ancona con Decreto del Presidente della Provincia del 31.01.2019, n.16, acquisita agli atti del Comune in data 11.02.2019 prot.9717 di procedere, ad una ridefinizione degli impegni convenzionali mediante la sottoscrizione di una nuova convenzione tra il Comune e il Soggetto Attuatore;
g) Il progetto definitivo/esecutivo delle opere di urbanizzazione è stato verificato in data 14.02.2019 e validato in data 14.02.2019 dal R.U.P.;
2°) – DI APPROVARE
- La rimodulazione degli impegni convenzionali del Programma di Riqualificazione Urbana in argomento; redatta dai professionisti incaricati - Ing. Raffaele Solustri e Arch. Nazzareno Petrini di Serra dé Conti composto dai documenti ed elaborati indicati nell’allegato alla presente deliberazione per farne parte integrate e sostanziale - allegato A – ELENCO DEI DOCUMENTI E DEGLI ELABORATI;
- Gli elementi tecnico-amministrativi afferenti la rimodulazione degli impegni convenzionali del Programma di Riqualificazione Urbana in argomento i quali sono dettagliatamente e univocamente individuati negli allegati alla presente deliberazione per farne parte integrate e sostanziale:
- allegato B – RELAZIONE TECNICO - AMMINISTRATIVA ASSEVERATA;
- allegato C – DOCUMENTO ISTRUTTORIO;
- Lo schema di convenzione allegato alla presente deliberazione per farne parte integrate e sostanziale - allegato D) –  SCHEMA DI CONVENZIONE;
3°) - DI AUTORIZZARE il Dirigente incaricato dell’Area Tecnica Territorio Ambiente a procedere alla firma della suddetta convenzione, una volta intervenuta l’esecutività della presente deliberazione, accordandogli la facoltà di inserire nella convenzione tutte le integrazioni o precisazioni, fatta salva la sostanza del negozio che si rendessero necessarie ed utili a definire in tutti i suoi aspetti il negozio stesso, con facoltà di provvedere pertanto in via esemplificativa ad una più completa ed esatta descrizione delle opere oggetto della convenzione, curando la rettifica di eventuali errori materiali intervenuti nella descrizione, nonché nell'individuazione dei nominativi dei soggetti costituenti controparte, precisare quantità, ed includere clausole di rito e di uso;
4°) – DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 12 marzo 2019 al 27 marzo 2019ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 28 marzo 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 23 marzo 2019, essendo stata pubblicata il 12 marzo 2019
Lì, 25 marzo 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,