Senigallia Atto

Gestione del processo di attuazione del contratto di fiume - bacino idrografico Misa-Nevola: Fase B e fase C

City government deliberation della Giunta Comunale N° S-LP/2019/484 del 12 marzo 2019

Presentazione
Approvazione
12.3.2019

Firmatari

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 50
Seduta del 12/03/2019
OGGETTO:	GESTIONE DEL PROCESSO DI ATTUAZIONE DEL CONTRATTO DI FIUME - BACINO IDROGRAFICO MISA-NEVOLA: FASE B E FASE C

L’anno duemiladiciannove addì dodici del mese di marzo alle ore 8,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Mangialardi Maurizio;
PREMESSO che
Con Deliberazione della Giunta Municipale n° 18 del 03/02/2015 l’amministrazione comunale di Senigallia si è impegnata ad aderire alla Carta Nazionale dei Contratti di Fiume (CdF) quale documento di principi e di indirizzo cui devono ispirarsi i Contratti Regionali e Territoriali intesi quali strumenti per  evitare il degrado e promuovere la riqualificazione dei territori fluviali  e per la conciliazione degli interessi pubblici e privati presenti sul territorio;
Con lo stesso atto l’amministrazione si è impegnata a promuovere la costituzione di un gruppo promotore, costituito da pubbliche amministrazioni, associazioni, soggetti pubblici e privati a vario titolo, tutti  portatori di interesse, che dia vita al  Contratto di fiume - bacino idrografico Misa-Nevola (d’ora in poi CdF)  secondo i principi ispiratori della Carta Nazionale;
In data 26/03/2015 il gruppo promotore del CdF costituito dal Comune di Senigallia (Ente capofila), dai comuni dalla valle del Misa-Nevola, dagli ordini professionali e dai rappresentanti di associazioni ambientaliste ed economiche, ha approvato e sottoscritto il Manifesto di Intenti Verso un  Contratto di Fiume;
in data 20/06/2016 i rappresentanti di tutti i soggetti facenti parte del gruppo promotore, hanno approvato e sottoscritto l’ Atto di indirizzo del  CdF.
VISTO che 
Nel corso dell’assemblea del 20/06/2016 , oltre a nominare la cabina di regia del CdF,  si è stabilito che la Segreteria e il Coordinamento, organi di servizio finalizzati al buon funzionamento del processo, restino in capo al Comune di Senigallia, in qualità di ente Capofila;
Nel corso della successiva assemblea del 28/06/2016  i soggetti promotori del CdF  si sono espressi in merito alla nomina del facilitatore, individuando il dott. Endro Martini, professionista specializzato nella facilitazione dei processi partecipativi ed in possesso di conoscenze specifiche in campo ambientale, con particolare riferimento alle tematiche proprie della gestione delle acque e dei bacini idrografici;
Nel corso dell' assemblea del CdF del 24 ottobre 2016 su proposta della Cabina di Regia è stato approvato un programma di lavoro che prevede tre fasi attuative:
1. Una FASE A per definire esattamente l’Area di Competenza Operativa del CdF, un Quadro Conoscitivo Sintetico e un dossier  di sintesi con l’Indice dei Piani, Programmi e Progetti esistenti sul bacino di CdF attraverso FOCUS dedicati; 
2. Una FASE B finalizzata a mettere in atto processi partecipativi aperti e inclusivi,attraverso Tavoli di lavoro specifici e dedicati,  già annunciati e dichiarati,  al fine di consentire la condivisione degli intenti sottoscritti nel Manifesto, discutere e condividere concettualmente le soluzioni progettuali in fieri (Assetto di Progetto e altro) e assumere impegni e responsabilità condivise verso un Quadro Strategico e un Piano d’Azione preliminare tra i soggetti aderenti al CdF, con la redazione al termine dei lavori di questa Fase B del Documento Strategico, che definisca lo scenario atteso, riferito ad un orizzonte temporale di medio-lungo termine e che integri, ove necessario a seguito del processo partecipativo attuato, gli obiettivi della pianificazione di distretto/bacino e più in generale di area vasta, con le politiche di sviluppo locale del territorio. Questo documento dovrà contenere anche i primi lineamenti del Piano d’Azione.
3. Una FASE C finalizzata alla redazione del Piano d’ Azione e del Protocollo d’intesa tra gli stakeholders pubblici e privati, per arrivare alla composizione e sottoscrizione in forma pubblica tra stakeholders pubblici e privati del Protocollo di Intesa/Contratto di Fiume;
ATTESO che
Il programma di lavoro del CdF prevede, oltre la facilitazione dei processi di partecipazione e la guida dei lavori dell’assemblea e della cabina di regia del CdF, lo svolgimento di attività tecnico-scientifiche e redazionali così come individuate, quali : 
- nella fase A, redazione di un report comprendente l'area del bacino idrografico del CdF, il quadro sintetico conoscitivo e un dossier con l'indice dei Piani, programmi e progetti esistenti nel bacino di competenza nella;
- nelle fasi B e C, analoghe competenze e attività  redazionali (conduzione dei tavoli di lavoro, redazione del documento strategico e del piano di azione) per le quali risulta necessario avvalersi di una figura dedicata a cui affidare tali attività;
Le attività tecnco-scientifiche e redazionali non hanno all’interno della struttura del Comune capofila e della segreteria del CdF risorse adeguate in termini di disponibilità e competenza;
Le attività tecnico-scientifiche e redazionali, indicate nella Fase A sono state,infatti, già svolte e tutte ricomprese nel documento "Quadro sintetico conoscitivo e  dossier con l'indice dei Piani, programmi e progetti esistenti nel bacino di competenza" , elaborato e redatto dal  dott. Martini  conclusosi nel 2018  ;
Il 5 novembre 2018 l'assemblea del CdF ha approvato il suddetto documento, concludendo anche formalmente la fase A ;
Sono state avviate le attività proprie previste nella fase B e nella fase C e che il coordinamento generale di dette attività, sarà garantito dal facilitatore che avrà anche il compito di curare il servizio di gestione del processo partecipativo, di resoconto delle attività di redazione della bozza del programma d’Azione e del Primo Piano di Azione da sottoporre alle approvazioni e sottoscrizioni di rito (Contratto di Fiume); 
Per le attività suddette è opportuno avvalersi, per comprovata competenza e necessaria continuità, del dott. Martini- avendo lo stesso già svolto con ottimi risultati attività programmatorie e redazionali concernenti la fase A - mediante conferimento di apposito incarico nel rispetto della normativa vigente;
Visti:
- Il vigente statuto comunale;
- Il d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267 e successive modificazioni ed integrazioni;
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente Responsabile dell’Area Tecnica Territorio Ambiente;
- del Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) – DI DARE MANDATO al Dirigente dell’Area Tecnica Territorio e Ambiente di predisporre gli atti necessari per la convenzione di incarico per la gestione del processo di attuazione del Contratto di fiume - bacino idrografico Misa-Nevola" – fase B e fase C;
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 20 marzo 2019 al 4 aprile 2019 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 5 aprile 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 31 marzo 2019, essendo stata pubblicata il 20 marzo 2019
Lì, 1 aprile 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,