Senigallia Atto

Contenzioso in Cassazione contro B.C., B.M., I.G. e impresa I.F. s.n.c. Per aumento per ingiusto aumento della T.A.R.I 2017

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-FF/2019/2407 del 04 ottobre 2019

Presentazione
Approvazione
4.10.2019

Firmatari

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 220
Seduta del 04/10/2019
OGGETTO:	AUTORIZZAZIONE AL SINDACO A PROPORRE CONTRORICORSO PRESSO LA CORTE DI CASSAZIONE IN ROMA  NEL RICORSO PROPOSTO DA BC. BM., IG. IMPRESA I.F.S.N.C. CONTRO COMUNE DI SENIGALLIA ED ALTRI. - DESIGNAZIONE LEGALE DELL’ENTE.

L’anno duemiladiciannove addì quattro del mese di ottobre alle ore 13,00 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore-* Bucari SimonettaAssessore*- Campanile GennaroAssessore-* Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore-* Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Maurizio Mangialardi;
- Premesso che i signori B.C., B. M., M. D., I. G. nonché l’Impresa I. F. snc hanno notificato in data 22.11.2018 a questo Comune, all’I.C.A.R. soc.coop. e alla Provincia di Ancona atto di citazione avanti al Giudice di Pace di Senigallia per vederli condannare in solido tra loro o in proporzione al diverso grado di responsabilità che sarà ritenuto di giustizia, al risarcimento del danno ex art. 2043 c.c. patito dagli attori per effetto di un preteso ingiusto aumento della T.A.R.I 2017;
- Considerato che detto giudizio si è concluso con sentenza n. 36 del 3.4.2019 del Giudice di Pace di Senigallia che ha dichiarato l’inammissibilità della domanda per difetto di giurisdizione in favore del giudice tributario ed ha condannato gli attori a rifondere ad ogni parte costituita le spese di lite;
- Visto che avverso detta sentenza è stato proposto ricorso in Cassazione dai soccombenti in primo grado;
- Visto che la Provincia ha notificato controricorso avverso detto giudizio, così come si era costtuita nel giudizio di primo grado;
- Ritenuto che anche il Comune di Senigallia, debba tutelare i propri diritti e interessi notificando controricorso avverso il medesimo giudizio, così come si era costituito nel giudizio di primo grado;
- Considerato che per tale causa si rende necessario avvalersi di avvocato abilitato all’esercizio della professione forense presso le Magistrature Superiori e che nel caso di specie si tratta di causa da proporre presso la Corte di Cassazione in Roma;
- Considerato che detta figura di professionista è individuabile da parte dell’Amministrazione nella persona del legale interno dell’Ente Avv. Laura Amaranto dell’Avvocatura comunale iscritta all’Albo dei patrocinanti avanti alle Giurisdizioni Superiori; 
- Considerato che si rende necessaria, l’elezione di domicilio presso uno Studio legale in Roma e che per tale attività è comunemente individuato lo Studio del Prof. Avv. Filippo Lubrano;
- Ritenuto pertanto di affidare la proposizione del controricorso in Corte di Cassazione, proprio per la particolarità dell’oggetto della causa e per quanto già esposto, all’Avv. Laura Amaranto dell’Avvocatura comunale, eleggendo domicilio presso lo Studio del Prof. Avv. Filippo Lubrano, con Studio in Roma, Via Flaminia, 79, Roma; 
- Visto, per la domiciliazione, il preventivo di spesa presentato dal Prof. Avv. Filippo Lubrano il 4.10.2019;
- Ritenuto di approvare detto preventivo presentato dal Prof. Avv. Filippo Lubrano ns. prot. n. 61311 del 4.10.2019;
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Segretario Generale;
- del Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - AUTORIZZARE il Sindaco a proporre controricorso innanzi alla Corte di Cassazione in Roma nella causa promossa nei confronti di questo Comune ed altri dai sigg.ri B. C., B. M., I.G. nonché l’I. I. F. snc, così come esposto e precisato in premessa;
2°) - AFFIDARE l’incarico di rappresentare e difendere questo Ente nel presente giudizio all’Avv. Laura Amaranto dell’Avvocatura comunale con sede in 60019 - Senigallia (An) Piazza Roma n. 8 conferendole ogni più ampia facoltà di legge, inclusa quella di farsi sostituire;
3°) - AUTORIZZARE il Sindaco a rilasciare procura speciale al predetto legale, eleggendo domicilio presso lo Studio del Prof. Avv. Filippo Lubrano, con studio in Roma, Via Flaminia, 79;
4°) - APPROVARE il preventivo presentato dal Prof. Avv. Filippo Lubrano ns. protocollo n. 61311 del 4.10.2019;
5°) - DARE ATTO che la spesa prevista di cui al citato preventivo sarà imputata al Cap. 1652/20 Spese per contenzioso giudiziario, stragiudiziale e legali e sarà assunta con successiva determina dirigenziale;
6°) - DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 7 ottobre 2019 al 22 ottobre 2019 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 23 ottobre 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 18 ottobre 2019, essendo stata pubblicata il 7 ottobre 2019
Lì, 21 ottobre 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,