Senigallia Atto

Anticipazione di tesoreria ed utilizzo di entrate vincolate. Esercizio 2020

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-OF/2019/2748 del 21 novembre 2019

Presentazione
Approvazione
21.11.2019

Firmatari

  • Gennaro Campanile
    Assessore con delega a risorse finanziarie e patrimoniali, sviluppo economico e commercio
    Monitorato da 17 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 263
Seduta del 21/11/2019
OGGETTO:	ANTICIPAZIONE DI TESORERIA ED UTILIZZO DI ENTRATE VINCOLATE AI SENSI DEGLI ARTT. 222 E 195 DEL D.LGS. N. 267/2000. ESERCIZIO 2020.

L’anno duemiladiciannove addì ventuno del mese di novembre alle ore 15,30 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco-* Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore*- 
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Memè Maurizio nella qualità Vice Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Vice Segretario del Comune Dott. Mirti Paolo  ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Maurizio Memè;
RICHIAMATO l’art. 222, comma 1, del D.Lgs. n. 267/2000 il quale dispone che Il tesoriere, su richiesta dell’ente corredata dalla deliberazione della giunta, concede allo stesso anticipazioni di tesoreria, entro il limite massimo dei tre dodicesimi delle entrate accertate nel penultimo anno precedente, afferenti ai primi tre titoli di entrata del bilancio;
RICHIAMATO, altresì, l’art. 195 del D.Lgs. n. 267/2000 il quale stabilisce che Gli enti locali, ad eccezione degli enti in stato di dissesto finanziario sino all’emanazione del decreto di cui all’articolo 261, comma 3, possono disporre l’utilizzo, in termini di cassa, delle entrate vincolate di cui all’art. 180, comma 3, lettera d) per il finanziamento di spese correnti, anche se provenienti dall’assunzione di mutui con istituti diversi dalla Cassa depositi e prestiti, per un importo non superiore all’anticipazione di tesoreria disponibile ai sensi dell’articolo 222;
PRESO ATTO che, ai sensi del predetto art. 195 del D.Lgs. n. 267/2000:
- l’utilizzo di entrate vincolate presuppone l’adozione della deliberazione della giunta relativa all’anticipazione di tesoreria di cui all’articolo 222, comma 1, del D.Lgs. n. 267/2000;
- l’utilizzo di entrate vincolate viene deliberato in termini generali all’inizio di ciascun esercizio ed è attivato dall’ente con l’emissione di appositi ordinativi di incasso e pagamento di regolazione contabile; 
- i movimenti di utilizzo e di reintegro delle somme vincolate di cui all’art. 180, comma 3, dello stesso D.Lgs. n. 267/2000 sono oggetto di registrazione contabile secondo le modalità indicate nel principio applicato della contabilità finanziaria;
- il ricorso all’utilizzo delle entrate vincolate vincola una quota corrispondente dell’anticipazione di tesoreria; con i primi introiti non soggetti a vincolo di destinazione viene ricostituita la consistenza delle somme vincolate che sono state utilizzate per il pagamento di spese correnti;
VISTO il Rendiconto della gestione dell’esercizio 2018 del Comune di Senigallia, approvato con deliberazione di Consiglio comunale n. 28 del 29.04.2019, dal quale si evince che le somme accertate in conto competenza a valere sui primi tre titoli di entrata ammontano ad euro 54.999.673,78, come di seguito specificato:

Titolo 1 – Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativaEuro  33.174.666,50 Titolo 2 – Trasferimenti correntiEuro    7.633.039,27Titolo 3 – Entrate extratributarieEuro  14.191.968,01Totale entrate accertate Titoli 1, 2 e 3Euro 54.999.673,78
DATO ATTO, pertanto, che il limite massimo di anticipazione di tesoreria concedibile al Comune di Senigallia per l’esercizio 2020 è di euro 13.749.918,45, pari ai tre dodicesimi del predetto importo di euro 54.999.673,78;
DATO ATTO, altresì, che gli stanziamenti di entrata e di spesa necessari alla contabilizzazione dell’eventuale utilizzo e del conseguente rimborso dell’anticipazione di tesoreria, nonché al pagamento degli interessi sull’anticipazione stessa, sono previsti ai pertinenti titoli del bilancio di previsione finanziario armonizzato 2019/2021, annualità 2020, e verranno altresì previsti, nella medesima annualità, ai pertinenti titoli del bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022, da approvarsi da parte del Consiglio comunale; 
RITENUTO di dover costituire castelletto per garanzie fideiussorie a favore di terzi creditori, per un importo di euro 1.000.000,00;
VISTI:
- la Legge n. 720 del 29.10.1984 di istituzione del sistema di tesoreria unica per Enti ed organismi pubblici e s.m.i., nonché i decreti attuativi della stessa legge;
- il D.Lgs. n. 267/2000;
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- del Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - DI CONSIDERARE le premesse parte integrante e sostanziale del presente atto;
2°) – DI RICHIEDERE al Tesoriere, per l’esercizio 2020, la concessione dell’anticipazione di tesoreria, ai sensi e ad agli effetti di cui all’art. 222 del D.Lgs. n. 267/2000, entro il limite massimo di euro 13.749.918,45;
3°) – DI DISPORRE per l’esercizio 2020, ai sensi dell’art. 195 del D.Lgs. n. 267/2000, l’utilizzo in termini di cassa delle entrate vincolate per il finanziamento di spese correnti, anche se provenienti dall’assunzione di mutui con istituti diversi dalla Cassa Depositi e Prestiti;
4°) – DI DARE ATTO che gli stanziamenti di entrata e di spesa necessari alla contabilizzazione dell’eventuale utilizzo e del conseguente rimborso dell’anticipazione di tesoreria, nonché al pagamento degli interessi sull’anticipazione stessa, sono previsti ai pertinenti titoli del bilancio di previsione finanziario armonizzato 2019/2021, annualità 2020, e verranno altresì previsti, nella medesima annualità, ai pertinenti titoli del bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022, da approvarsi da parte del Consiglio comunale; 
5°) - DI PRENDERE ATTO che eventuali interessi sull’anticipazione concessa dal Tesoriere decorrono dalla data di effettivo utilizzo delle somme anticipate; 
6°) - DI COSTITUIRE apposito castelletto per garanzie fideiussorie dell’importo di euro 1.000.000,00; 
7°) – DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il Vice Sindaco	Il  Vice Segretario Comunale
	F/to Memè Maurizio	F/to  Mirti Paolo

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 27 novembre 2019 al 12 dicembre 2019 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 13 dicembre 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 8 dicembre 2019, essendo stata pubblicata il 27 novembre 2019
Lì, 9 dicembre 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,