Senigallia Atto

Variazione in via d’urgenza Bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-OF/2020/993 del 09 giugno 2020

Presentazione
Approvazione
9.6.2020

Firmatari

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 83
Seduta del 09/06/2020
OGGETTO:	BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO ARMONIZZATO 2020/2022. VARIAZIONE IN VIA D’URGENZA AI SENSI DELL’ART. 175, COMMA 4, DEL D.LGS. N. 267/2000.

L’anno duemilaventi addì nove del mese di giugno alle ore 9,30 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco*- Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Giuliani LudovicaAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore-* Si precisa che tutti i presenti sono collegati in videoconferenza, come da Decreto del Sindaco n. 150 del 23/03/2020. È presente in sede, e collegata in videoconferenza, Bomprezzi Chantal.
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Mangialardi Maurizio nella qualità di Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano, presente in sede e collegato in videoconferenza, ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Maurizio Mangialardi;

PREMESSO che:
-	il Consiglio comunale, con deliberazione n. 113 del 19.12.2019, ha approvato il bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022 di cui all’allegato 9 al D.Lgs. n. 118/2011;
-	la Giunta municipale, con deliberazione n. 308 del 23.12.2019, ha approvato il Piano Esecutivo di Gestione del triennio 2020/2022;

RICHIAMATI gli atti di variazione del bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022 ad oggi adottati ai sensi dell’art. 175 del D.Lgs. n. 267/2000; 

VISTO l’art. 175, comma 4, del D.Lgs. n. 267/2000, il quale prevede che […] le variazioni di bilancio possono essere adottate dall’organo esecutivo in via d’urgenza opportunamente motivata, salvo ratifica, a pena di decadenza, da parte dell’organo consiliare entro i sessanta giorni seguenti e comunque entro il 31 dicembre dell’anno in corso se a tale data non sia scaduto il predetto termine;

RICHIAMATA la comunicazione inoltrata all’Ufficio Ragioneria e Bilancio dal Dirigente dell’Area Cultura Comunicazione e Turismo con la quale si rappresenta, in ragione dell’interesse manifestato dalle famiglie, la volontà di attivare la scuola materna comunale estiva per i bambini da 3 a 6 anni iscritti nell’ultimo anno scolastico della scuola dell’infanzia e i centri estivi per i bambini da 6 a 11 anni già frequentanti la scuola primaria;

PRESO ATTO che il Dirigente dell’Area Cultura Comunicazione e Turismo evidenzia la necessità di incrementare il relativo stanziamento di spesa previsto in bilancio in ragione degli obblighi imposti dalla sopravvenuta normativa in tema di contenimento del contagio da COVID-19 che dispongono il potenziamento delle misure di sicurezza atte a garantire il distanziamento interpersonale di almeno un metro;

VISTO l’art. 105 del D.L. n. 34/2020 il quale prevede che: Al fine di sostenere le famiglie, per l’anno 2020, a valere sul Fondo per le politiche della famiglia, di cui all’articolo 19, comma 1, del decreto-legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito con modificazioni dalla legge 4 agosto 2006, n. 248, una quota di risorse è destinata ai comuni, per finanziare iniziative, anche in collaborazione con enti pubblici e privati, volte a introdurre: a) interventi per il potenziamento dei centri estivi diurni, dei servizi socioeducativi territoriali e dei centri con funzione educativa e ricreativa destinati alle attività di bambini e bambine di età compresa fra i 3 e i 14 anni, per i mesi da giugno a settembre 2020; 
b) progetti volti a contrastare la povertà educativa e ad implementare le opportunità culturali e educative dei minori. 
Il Ministro con delega per le politiche familiari, stabilisce i criteri per il riparto della quota di risorse di cui al comma 1 e ripartisce gli stanziamenti per le finalità di cui alle lettere a) e, nella misura del 10 per cento delle risorse, per la finalità di cui alla lettera b), previa intesa in sede di conferenza unificata, ai sensi dell’articolo 8 del decreto legislativo 28 agosto 1997, n. 281;

CONSIDERATO che la quantificazione delle risorse assegnate ai singoli Comuni non è al momento nota;

RITENUTO, pertanto, di fronteggiare l’aumentato fabbisogno di risorse mediante riduzione di altri stanziamenti di spesa afferenti al PEG assegnato all’Area Cultura Comunicazione e Turismo, così come individuati dal Dirigente;

RITENUTO necessario, per tutto quanto sopra esposto, procedere mediante apposita variazione di bilancio di previsione 2020/2022 al fine di adeguare gli stanziamenti di spesa interessati; 

ATTESO che la variazione di cui al presente atto riveste carattere di urgenza in relazione alla necessità di procedere in tempi celeri con le conseguenti procedure di spesa e con tutti gli atti che si rendono necessari al fine di attivare la scuola materna comunale estiva ed i centri estivi;

RITENUTO, per tutto quanto sopra espresso, di procedere alla variazione in via d’urgenza degli stanziamenti di spesa del bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022 come risultanti dal prospetto di cui all’Allegato 1 al presente atto, che ne forma parte integrante e sostanziale;

VISTO l’ Allegato 2 (ex Allegato 8/1 al D.Lgs. n. 118/2011), riportante i dati di interesse del tesoriere, allegato al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale; 

DATO ATTO che le previsioni di entrata e di spesa contenute nel bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022, così come modificate con la presente variazione, garantiscono a livello previsionale:
·	il mantenimento degli equilibri di parte corrente e degli equilibri di parte capitale, così come stabilito dall’art. 162, comma 6, del D.Lgs. n. 267/2000, come risulta dall’Allegato 3, allegato al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale;
·	per l’anno 2020, un fondo di cassa finale non negativo, così come stabilito dall’art. 162, comma 6, del D.Lgs. n. 267/2000;

RITENUTO necessario, ai sensi dell’art. 175, comma 9, del D.Lgs. n. 267/2000, variare conseguentemente il Piano esecutivo di gestione del triennio 2020/2022, così come riportato nell’Allegato 4, che forma parte integrante e sostanziale del presente atto;

VISTI:
- lo Statuto comunale;
- il Regolamento di contabilità; 
- l’art. 42, comma 4, del D.Lgs. n. 267/2000;
- i principi contabili di cui al D.Lgs. n. 118/2011, così come modificato dal D.Lgs. n. 126/2014;

ACQUISITO il parere favorevole dell’Organo di revisione, reso ai sensi dell’art. 239 del D.Lgs. n. 267/2000;

PRESO ATTO dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente Responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;

- Con votazione palese ed unanime;

D E L I B E R A
1°) - DI APPROVARE le premesse quale parte integrante e sostanziale del presente atto;
2°) - DI APPROVARE le variazioni in via d’urgenza degli stanziamenti di spesa del bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022 come risultanti dal prospetto di cui all’Allegato 1 al presente atto, che ne forma parte integrante e sostanziale;
3°) - DI DARE ATTO, altresì, che le previsioni di entrata e di spesa contenute nel bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022, così come modificate con la presente variazione, garantiscono a livello previsionale:
·	il mantenimento degli equilibri di parte corrente e degli equilibri di parte capitale, così come stabilito dall’art. 162, comma 6, del D.Lgs. n. 267/2000, come risulta dall’Allegato 3, allegato al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale;
·	per l’anno 2020, un fondo di cassa finale non negativo, così come stabilito dall’art. 162, comma 6, del D.Lgs. n. 267/2000;

4°) - DI VARIARE conseguentemente il Piano esecutivo di gestione del triennio 2020/2022, così come riportato nell’Allegato 4, che forma parte integrante e sostanziale del presente atto;

5°) - DI SOTTOPORRE il presente provvedimento alla ratifica del Consiglio comunale entro il termine di 60 giorni e, comunque, entro il 31 dicembre dell’anno in corso, ai sensi dell’art. 175, comma 4, del D.Lgs. n. 267/2000;
6°) - DI TRASMETTERE copia della presente al Tesoriere, in ossequio al comma 9-bis dell’art. 175 del D.Lgs. n. 267/2000;
7°) - DI TRASMETTERE, altresì, copia del presente atto al Dirigente dell’Area Cultura Comunicazione e Turismo; 
8°) – DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.-
     




Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Mangialardi Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 7 luglio 2020 al 22 luglio 2020 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 23 luglio 2020 	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 18 luglio 2020, essendo stata pubblicata il 7 luglio 2020.
Lì, 20 luglio 2020	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,