Senigallia Atto

Approvazione 1° variante al progetto per l’attuazione degli interventi edilizi ed urbanistici ricomprese nell'ambito di riqualificazione urbana dell'area mulino Tarsi in via Baroccio

Delibera di giunta della Giunta Comunale N° S-LP/2020/995 del 16 giugno 2020

Presentazione
Approvazione
16.6.2020

Firmatari

  • Maurizio Memè
    Vice sindaco, Assessore con delega a pianificazione urbanistica e progettazione ambientale, gestione e manutenzione del litorale, area portuale, Suap
    Monitorato da 20 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA MUNICIPALE N° 87
Seduta del 16/06/2020
OGGETTO:	APPROVAZIONE 1° VARIANTE AL PROGETTO PER L’ATTUAZIONE DEGLI INTERVENTI EDILIZI ED URBANISTICI RICOMPRESE NELL'AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE URBANA DELL'AREA MULINO TARSI, VIA BAROCCIO NEL CENTRO ANTICO DI SENIGALLIA

L’anno duemilaventi addì sedici del mese di giugno alle ore 9,30 nel Palazzo Municipale di Senigallia, previa convocazione, si è oggi riunita la Giunta Municipale.
	Sono presenti i Signori:

  PresentiAssenti Mangialardi MaurizioSindaco-* Bomprezzi ChantalAssessore*- Bucari SimonettaAssessore*- Girolametti CarloAssessore*- Giuliani LudovicaAssessore*- Memè MaurizioAssessore*- Monachesi EnzoAssessore*- Ramazzotti IlariaAssessore*- Si precisa che tutti i presenti sono collegati in videoconferenza, come da Decreto del Sindaco n. 150 del 23/03/2020. È presente in sede, e collegata in videoconferenza, Bomprezzi Chantal.
Essendosi in numero legale per la validità dell’adunanza, assume la presidenza il Sig. Memè Maurizio nella qualità di Vice Sindaco, che dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario del Comune Dott. Morganti Stefano, presente in sede e collegato in videoconferenza, ed invita la Giunta a deliberare.
L A   G I U N T A
Visto l’art. 33 dello Statuto, di cui alla Deliberazione Consiliare n° 19 del 19 febbraio 2003;
Udita la relazione di Memè Maurizio;

Premesso che:
Con deliberazione del Consiglio Comunale n. 88 del 26.08.2008 e successiva delibera del Consiglio Comunale n. 89 del 14-15-21-27-28/10-4/11/2009 è stato approvato definitivamente il piano particolareggiato del centro storico della città di Senigallia;
Con deliberazione della Giunta Municipale n. 217 del 03.12.2013 e successiva delibera della Giunta Municipale n. 53 del 01.04.2014 è stata approvata la prima variante;
Con deliberazione della Giunta Municipale n. 239 del 13.09.2016 è stata adottata e con successive deliberazioni della Giunta Municipale n. 11 del 17.01.2017 e n. 90 del 26.04.2017 è stata approvata la seconda variante;
Con deliberazione della Giunta Municipale n. 66 del 16.04.2018 e successiva delibera della Giunta Municipale n. 150 del 24.07.2018 è stata approvata la terza variante; con la terza variante sono state approvate le schede F1, F2, F2.1, F2.2, F2.3,F2.4,F2.5 dell’ambito di riqualificazione in argomento approvando conseguentemente la variante al progetto per l’attuazione degli interventi edilizi dell’ambito di riqualificazione, già in precedenza approvato con deliberazione della Giunta ed urbanistici Municipale n°146 del 04.07.2017;
Con deliberazione della Giunta Municipale n. 231 del 16.10.2019 è stato prorogato il termine di validità del PPCS di cinque anni, la nuova scadenza è pertanto fissata al 03.11.2024;
Con istanza del 26/06/2017, prot. 46706 il soggetto attuatore, ha presentato la richiesta di permesso di costruire convenzionato per l’attuazione dell’intervento di riqualificazione in argomento (cfr. p.e. n. 2017/90);
Con successive integrazioni trasmesse a mezzo PEC, da ultimo del 28.06.2017 prot. 47481, è stato acquisito il progetto dell’intervento di riqualificazione in argomento, redatto dal professionista incaricato, Arch. Marco Melotto di Firenze;
A seguito della deliberazione della Giunta Municipale n. 66 del 16.04.2018 di adozione della terza variante, con successiva istanza del 26/03/2018, prot. 21160 il soggetto attuatore, ha presentato la nuova richiesta di permesso di costruire convenzionato per l’attuazione dell’intervento di riqualificazione in argomento (cfr. p.e. n. L/2018/3);
Con successive integrazioni trasmesse a mezzo PEC, da ultimo del 23.11.2018 prot. 82570, è stato acquisito il progetto dell’intervento di riqualificazione in argomento, redatto dal professionista incaricato, Arch. Marco Melotto di Firenze;
Con atto a firma Notaio Cafiero di Marotta rep. 127162 del 06.09.2018 registrato a Fano in data 12.09.2018 al n°5079 Serie 1T, trascritto in Ancona in data 12.09.2018 al n°12132 R.P. è stata stipulata la convenzione per l’attuazione dell’intervento;
Con atto a firma Notaio Cafiero di Marotta rep. 127161 del 06.09.2018 registrato a Fano in data 12.09.2018 al n°5078 Serie 1T, trascritto in Ancona in data 12.09.2018 al n°12131 R.P. sono state acquisite dal soggetto attuatore le aree pubbliche corrispondenti ad un tratto del marciapiede di Viale Leopardi ed una porzione di strada di Via Baroccio e Via Mercantini sui due lati dell’ex mulino confinanti con dette strade, per una superficie complessiva di m2 132,00.
In data 11.12.2018 è stato rilasciato il permesso di costruire convenzionato n° P/2018/108;
Con nota del 13.12.2018, prot. 87545 è stato comunicato l’inizio dei lavori in data 14.12.2018;
Visto che:
A seguito delle operazioni di scavo sono stati rinvenuti alcuni reperti archeologici e che la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti E Paesaggio delle MarchE con nota del 19.07.2019 prot. 15618, acquisita agli atti del Comune in data 22.07.2019 prot. 47591, ha fornito disposizioni circa la conduzioni delle indagini archeologiche per favorire la comprensione archeostratigrafica del sito;
Con nota del 05.08.2019, prot. 16719, acquisita per vie brevi, la Soprintendenza Archeologica, Belle Arti E Paesaggio delle Marche autorizza l’esecuzione di opere provvisionali;
Il Soggetto attuatore ha successivamente richiesto alla Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio della Marche il tombamento, come risulta dalla nota acquisita agli atti del Comune in data 04.03.2020 prot. 12580;
Con nota del 04/03/2020, prot. 12580 e successiva integrazione trasmessa a mezzo PEC del 24/04/2020, prot. 18633 (cfr. p.e. n. 2020/37), il Soggetto attuatore ha presentato gli elaborati costituenti la 1°variante al il permesso di costruire convenzionato, n° P/2018/108 rilasciato in data 11.12.2018 che sostanzialmente prevede:
o - Edificio Villa
- viene eliminato il piano interrato adibito ad autorimessa poiché si sovrapponeva ai ritrovamenti archeologici;
- vengono realizzati i locali adibiti a cantine private posizionati tra la sagoma esterna della Villa e le palancole provvisorie già infisse a sostegno del terreno;
- viene leggermente modificata la sagoma del giardino esterno per meglio adattarsi alla nuova conformazione;
- vengono apportate alcune modifiche alla distribuzione interna del piano attico e all'ultima rampa di scale condominiali, che diventa privata e facente parte del suddetto piano attico.
o - Edificio Mulino
- viene modificata la sagoma dell'autorimessa;
- viene eliminata la rampa di accesso e inserito un sistema monta auto (car-lift) per l'accesso al piano interrato, per poter recuperare un maggior numero di posti auto perduti nell'eliminazione dell'autorimessa sottostante la Villa;
- viene adattata la sagoma del piano terreno alla nuova conformazione.
I documenti e gli elaborati, gli elementi tecnico amministrativi, i pareri e nulla osta conseguiti e da conseguire sono individuati nell’allegato A – DOCUMENTO ISTRUTTORIO redatto in data 09.06.2020 al quale per brevità si fa integrale riferimento;
Preso atto che la 1° variante al progetto di riqualificazione in argomento:
o	Non è assoggettata alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica, ai sensi del D.Lgs. 03.04.2006, n.152 e s.m.i., della L.R. 12.06.2007, n.6 e s.m.i. tenuto conto della D.G.R. n.1647 del 23.12.2019;
o	Non è interessata da vincoli di cui al D.Lgs 42/2004 e s.m.i.;
o	Non prevede espropri e/o asservimenti di aree di altre proprietà.
La procedura di approvazione della 1°variante al il permesso di costruire in argomento, ai sensi dell’art. 23.2 delle NTA del PPCS prevede il rilascio del permesso di costruire convenzionato.
Considerato che:
Le modiche indotte dai ritrovamenti archeologici di fatto non mutano le caratteristiche architettoniche dell’intervento che si caratterizza quale riqualificazione di uno spazio degradato previsto dal PPCS;
Sul piano dell’interesse pubblico l’intervento costituisce un ambito di riqualificazione strategico per il raggiungimento degli obiettivi del PPCS, così come previsto dagli artt. 5.2 e 23.2 delle NTA del PPCS;
Ritenuto, stante le caratteristiche della variante in argomento, che non occorre procedere all’attivazione di una variante al PPCS né alla stipula di una convenzione integrativa a quella già sottoscritta in data 06.09.2018 con atto Notaio Cafiero di Marotta;
Ritenuto di approvare la 1°variante al il permesso di costruire in argomento in conformità alle previsioni del PPCS per le motivazioni sopra indicate, a condizione che prima del rilascio del permesso di costruire di variante, in relazione ai ritrovamenti archeologici, sia acquisito il parere favorevole della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio della Marche, al quale il Soggetto attuatore dovrà integralmente uniformarsi;
Visto il PPCS approvato definitivamente con delibera C.C. n° 89 del 14-15-21-27-28/10-4/11/2009 e successive varianti come esplicitate in premessa;
Vista la L. 17.08.1942 – n°1150 e s.m.i.;
Vista la L.R. 05.08.1992 – n°34 e s.m.i.;
Visto il D.P.R. 06.6.2001 n°380 e s.m.i;
Vista la L.R. 17.06.2008 – n°14 e s.m.i.;
Richiamato l'art. 48 del D.Lgs 18.08.2000, n°267 e s.m.i.;
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente responsabile dell’Area Tecnica Territorio Ambiente;
- dal Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;
- Con votazione palese ed unanime;
D E L I B E R A
1°) - DI APPROVARE, tenuto conto delle considerazioni esposte in premessa, la 1° variante al progetto relativo all’intervento dell’AMBITO DI RIQUALIFICAZIONE URBANA DELL’AREA MULINO TARSI, VIA BAROCCIO NEL CENTRO ANTICO DI SENIGALLIA – di cui alle schede F1, F2, F2.1, F2.2, F2.3, F2.4, F2.5, su istanza della Ditta Porta Mazzini S.r.l. del 04/03/2020, prot. 12580 e successiva integrazione trasmessa a mezzo PEC del 24/04/2020, prot. 18633, pratica edilizia n° 2020/37, redatta dal professionista incaricato Arch. Marco Melotto di Firenze, a condizione che prima del rilascio del permesso di costruire di variante, in relazione ai ritrovamenti archeologici, sia acquisito il parere favorevole della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio della Marche, al quale il Soggetto attuatore dovrà integralmente uniformarsi;
2°) - DI PRENDERE ATTO che i documenti e gli elaborati, gli elementi tecnico amministrativi, i pareri e nulla osta conseguiti e da conseguire sono individuati nell’allegato A – DOCUMENTO ISTRUTTORIO del 09.06.2020 al quale per brevità si fa integrale riferimento;
3°) - DI STABILIRE, stante le caratteristiche della variante in argomento, che non occorre procedere all’attivazione di una variante al PPCS né alla stipula di una convenzione integrativa a quella già sottoscritta in data 06.09.2018 con atto Notaio Cafiero di Marotta;
4°) - DI STABILIRE che il rilascio del permesso di costruire di variante sia subordinato all’acquisizione del parere favorevole da parte della Soprintendenza Archeologica, Belle Arti e Paesaggio della Marche  ed alla condizione che il soggetto attuatore si conformi integralmente alla eventuali prescrizioni dalla stessa emanate;
5°) - DI DARE ATTO che il responsabile del procedimento amministrativo è l’Arch. Stefano Ciacci;
6°) - DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata ed unanime votazione palese.


Letto, confermato e sottoscritto
	Il  Vice Sindaco	Il  Segretario Comunale
	F/to Memè Maurizio	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 29 giugno 2020 al 14 luglio 2020 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 15 luglio 2020	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 10 luglio 2020, essendo stata pubblicata il 29 giugno 2020.
Lì, 13 luglio 2020	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,