Senigallia Atto

Esame osservazioni, controdeduzioni, adozione definitiva revisione del PRG 2015 “Misure per l'accoglienza, l'inclusione sociale e la sicurezza idrogeologica”

Deliberation del Consiglio Comunale N° CC/2016/5 del 19 gennaio 2016

Presentazione
Approvazione
19.1.2016

Firmatari

  • Maurizio Memè
    First deputy mayor, Assessore con delega a pianificazione urbanistica e progettazione ambientale, gestione e manutenzione del litorale, area portuale, Suap
    Monitorato da 20 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N° 5 
Seduta del 19/01/2016
OGGETTO:	REVISIONE DEL PRG 2015 MISURE PER L'ACCOGLIENZA, L'INCLUSIONE SOCIALE E LA SICUREZZA IDROGEOLOGICA, ESAME OSSERVAZIONI, CONTRODEDUZIONI, ADOZIONE DEFINITIVA, ai sensi e per gli effetti dell’art. 26, Legge Regionale n° 34/92.
L’anno duemilasedici addì diciannove del mese di gennaio alle ore 15:30  nel Palazzo Municipale di Senigallia e nella solita sala delle adunanze consiliari.
Previa convocazione nei modi di rito, si è oggi riunito, in seduta straordinaria il Consiglio Comunale.
Fatto l’appello nominale risultano:
ConsiglierePres.Ass.ConsiglierePres.Ass.1 Angeletti Margherita*-14 Paradisi Roberto*-2 Beccaceci Lorenzo *-15 Pedroni Luana*-3 Bedini Mauro*-16 Perini Maurizio-*4 Bozzi Marco*-17 Pierfederici Mauro*-5 Brucchini Adriano*-18 Profili Vilma*-6 Canestrari Alan*-19 Rebecchini Luigi*-7 Fileri Nausicaa*-20 Romano Dario*-8 Giuliani Ludovica*-21 Salustri Maurizio*-9 Gregorini Mauro*-22 Santarelli Luca*-10 Mandolini Riccardo*-23 Sardella Simeone*-11 Mangialardi Maurizio*-24 Sartini Giorgio*-12 Martinangeli Stefania*-25 Urbinati Sandro*-13 Messersì Daniele*-T O T A L E     P R E S E N T I    N° 24

 Rahman AminurConsigliere Straniero Aggiunto-* Alam Mohammad ShafiualConsigliere Straniero Aggiunto-*
Sono altresì presenti gli assessori:Bomprezzi Chantal, Campanile Gennaro, Girolametti Carlo, Memè Maurizio, Ramazzotti Ilaria.
Essendo legale l’adunanza per il numero degli intervenuti, il Sig. Romano Dario nella qualità di Presidente dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario Comunale Dott. Morganti Stefano 
Chiama a fungere da scrutatori i Consiglieri Signori: 1°  Gregorini Mauro; 2° Bedini Mauro;  3° Mandolini Riccardo.


Il Presidente del Consiglio ROMANO enuncia l’argomento iscritto al punto 5 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari relativo a: REVISIONE DEL PRG 2015 MISURE PER L'ACCOGLIENZA, L'INCLUSIONE SOCIALE E LA SICUREZZA IDROGEOLOGICA, ESAME OSSERVAZIONI, CONTRODEDUZIONI, ADOZIONE DEFINITIVA, ai sensi e per gli effetti dell’art. 26, Legge Regionale n° 34/92 e concede la parola all’Assessore alla pianificazione urbanistica, Maurizio Memè, per la relazione introduttiva.

…… …… omissis …… ……

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica, la proposta iscritta al punto 5 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari, così come emendata in corso di seduta, che viene approvata con 16 voti favorevoli, 4 contrari (Bozzi, Mandolini, Martinangeli, Rebecchini), 1 astenuto (Sartini) come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica, l’immediata eseguibilità dell’atto deliberativo che viene approvata con 16 voti favorevoli, 4 contrari (Bozzi, Mandolini, Martinangeli, Rebecchini), 1 astenuto (Sartini) come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Tutto ciò premesso

IL CONSIGLIO COMUNALE
- Visto l'argomento iscritto al punto 5 dei suoi lavori;
- Udita la relazione dell'Assessore alla pianificazione urbanistica, Maurizio Memè;
Premessa
Il Consiglio comunale con proprio atto C.C. n. 28 del 31 marzo 2015, ha adottato, ai sensi e per gli effetti dell’art. 26 L.R. 34/92, la variante al P.R.G. vigente denominata REVISIONE DEL PRG 2015 MISURE PER L'ACCOGLIENZA, L'INCLUSIONE SOCIALE E LA SICUREZZA IDROGEOLOGICA, costituita dai seguenti elaborati tecnici (per la componente urbanistica e la componente ambientale – VAS) a firma dell’Arch. Roberto Serenelli:
Progetto urbanistico
Documento P.1 - Relazione illustrativa completa delle analisi, tematiche a sostegno delle proposte operative, variazioni al PRG vigente, verifica degli standard urbanistici. La relazione è integrata dai seguenti allegati: 
- Allegato n. 1	Relazione di approfondimento sul tema del pericolo idrogeologico connesso con l’esondazione del 3 maggio 2014;
- Allegato n. 2	Relazione di approfondimento in relazione alla tutela del paesaggio agrario;
Documento P.2.1-  Norme Tecniche di Attuazione (comparate Vigente/Variante) 
Documento P.3.2 - Comparti urbanistici dell'ambito Arceviese 
Documento P.3.3 - Comparti urbanistici con modalità insediative di dettaglio 
Documento P.4  - Zone urbanistiche e Tutele ambientali - paesaggistiche (tavole P4.1, P4.4, P.4.5, P.4.6, P.4.9, P.4.10, P.4.11, P.4.14, P.4.15, P.4.16, P.4.19, P.4.25, P.4.26, P.4.29, P.4.30, P.4.32, P.4.33, P.4.37, P.4.38, P.4.40 )
Documento P.6 Tutele ambientali-paesaggistiche delle risorse Geomorfologiche. Carta delle sensibilità idrogeologiche: -quadro P.6.1 Senigallia nord; -quadro P.6.2 Senigallia sud; 
Documento P.7 Sintesi struttura-simbologia di PRG
Documento S.2 Identificazione e perimetrazione degli ambiti di tutela definitivi - PPAR
Progetto ambientale
Rapporto Ambientale
- Documento di scoping - Allegato 1
- Quadro  Conoscitivo dello stato dell’ambiente - Allegato 2
- Valutazione di sostenibilità ambientale degli ambiti di trasformazione - definizione di dettaglio della tipologia e/o delle localizzazioni delle previsioni - Allegato 3
- Attenzioni, Mitigazioni, Compensazioni - Allegato 4
Rapporto Ambientale - Sintesi non Tecnica

Relativamente ai pareri prescrittivi dell’ Autorità ambientale in materia di VAS, dell’ente Provincia in materia di compatibilità geomorfologica ex art. 89 T.U. 380/2001 e di compatibilità e invarianza idraulica ex L.R. 22/2011, sono stati rilasciati i seguenti atti:
a. Parere motivato condizionato ai sensi dell' art.15 D. Lgs. 152/2006 – Determina Provincia Ancona n. 474 del 13 novembre 2015;
b. Parere compatibilità geomorfologica ai sensi dell' art. 89 T.U. 380/2001 – Determina Provincia Ancona n. 88 del 8 maggio 2015;
c. Parere compatibilità e invarianza idraulica ai sensi della L.R. 22/2011 – Determina Provincia Ancona n. 439 del 29 settembre 2015;

Relativamente alle procedure di partecipazione, gli atti costitutivi della  variante al PRG, come in premessa illustrati, sono stati depositati in libera visione al pubblico con deposito presso la segreteria comunale, pubblicazione integrale sul sito ufficiale del Comune di Senigallia e sul sito ufficiale della Provincia di Ancona quale Autorità competente per la VAS per sessanta giorni consecutivi, dal 05 giugno 2015 al 04 agosto 2015;
Nell’ambito della procedura di VAS la Provincia di Ancona quale autorità competente, con nota n. 109.283 del 14 agosto 2015, ha avviato il procedimento relativo per la Valutazione Ambientale Strategica comunicando inoltre la data della sua conclusione  al 03/11/2015. Con la medesima nota l’Autorità Competente invitava questo Comune (Autorità procedente) a svolgere in collaborazione la necessaria istruttoria delle osservazioni pervenute, secondo gli indirizzi delle Linee guida regionali;
L’istruttoria è stata espletata d’intesa tra l’ufficio provinciale e l’ufficio programmazione comunale.
 Nei termini previsti, (la pubblicazione degli atti relativi alla formazione del PRG, e della procedura di VAS), sono pervenute le seguenti osservazioni, di cui alla attestazione del dirigente dei servizi generali, come di seguito elencate:
IDDitta osservanteData presentazioneNumero ProtocolloEntro_Fuori Termine1Nicolini Emanuele legale amministratore E.C. S.R.L. 18/06/201538567Nei termini2Luzi Loris26/06/201540432Nei termini3Latini Franco01/07/201541601Nei termini4Tranquilli Gioacchino, Tinti Regina01/07/201541603Nei termini5Di Leo Giuseppe legale rappresentante Immobiliare Tartaruga S.r.l.06/07/201543823Nei termini6Pettinelli Daniele06/07/201543824Nei termini7Novalis S.r.l.09/07/201545052Nei termini8Pirani Bianca Maria10/07/201545745Nei termini9Mariotti Simone, Lenci Annalisa14/07/201546344Nei termini10Principi Gledis, Manoni Loris, Manoni Oscar, Gambardella Ermanno, La Emmebi s.r.l. di Medici Mario, Piva Barbara, Sbarbato Maurizio, Balducci Barbara, Marchetti Moreno, Testimoni di Geova, Cingolani Andrea16/07/201547215Nei termini11Frulla Giordano Legale Rappresentante Frulla S.r.l.24/07/201548746Nei termini12Bedini Lorenzo, Fraboni Alessandra27/07/201549026Nei termini13Mancini Luca28/07/201549336Nei termini14Santarelli Costruzioni S.p.a.29/07/201549443Nei termini15Marinelli Enea, Pesaresi Lorella29/07/201549444Nei termini16Bertoni Alfio, Bertoni Mario29/07/201549590Nei termini17Bertoni Mario29/07/201549596Nei termini18Toscano Rosario29/07/201549600Nei termini19Conti Agostino29/07/201549602Nei termini20Spallacci Anna29/07/201549684Nei termini21Ottavi Dino, Gregori Amelia30/07/201549686Nei termini22Zampini Giuseppe, Zampini Giovanni, Zampini Giorgio, Zampini Giancarlo, Patruno Francesco, Patruno Gabriella30/07/201549855Nei termini23Casagrande Gabriele, Massi Elisabetta, Casagrande Maurizio30/07/201549856Nei termini24Barucca Graziella30/07/201549858Nei termini25Montagna Lidia, Albonetti Paola, Paolasini Anna Maria30/07/201549859Nei termini26Pellegrini Antonio, Selab s.r.l., CurziVera, Anselmi Amorvenia30/07/201549861Nei termini27Fratini Spadoni Nadia31/07/201550219Nei termini28Sartini S.r.l. 31/07/201550224Nei termini29Comune di Senigallia04/08/201550620Nei termini30Comune di Senigallia04/08/201550622Nei termini31Comune di Senigallia04/08/201550624Nei termini32Comune di Senigallia04/08/201550661Nei termini33Girolimini Amalia, Girolimini Attilio, Girolimini Adriana03/08/201550698Nei termini34Bucciarelli Andrea, Cappelli Valentina03/08/201550699Nei termini35Ceccarelli Fabio Maria, Argentati Silvio, Ceccarelli Marco Maria03/08/201550700Nei termini36MG – Costruzioni edilizie s.r.l. di Magagnini Giovanni03/08/201550701Nei termini37Cognini Giuliano03/08/201550702Nei termini38Bolognesi Davide03/08/201550703Nei termini39Giacomelli Patrizia, Conti Andrea, Pizzi Valeria, Giulietti Oscar, Mancini Luciana03/08/201550704Nei termini40Ceccacci Carlo, Manoni Nadia03/08/201550705Nei termini41Giacomelli Patrizia03/08/201550706Nei termini42Lanari Laura, Susannini Marco03/08/201550707Nei termini43Soprani Beatrice, Soprani Giuliana03/08/201550708Nei termini44Azienda Agricola Turchi Mirco, Mario, Margherita e Fattorini Faustina03/08/201550709Nei termini45Giulietti Severino31/07/201550710Nei termini46Marcelli Giuseppe Fabio legale rappresentante Società Area 39 s.a.s. di Giuseppe Fabio Marcelli & C.03/08/201550711Nei termini47Comune di Senigallia04/08/201551001Nei termini48Franceschini Silvio04/08/201551011Nei termini49Paolinelli Massimo04/08/201551013Nei termini50Gresta Jonathan04/08/201551014Nei termini51Verdini Egiziano, Turchi Filippo04/08/201551015Nei termini52ERMA di Manfredi Aldo & C. S.a.s.04/08/201551017Nei termini53Spegne Paolo legale rappresentante Ditta PP Parati di Balducci Pietro & C. s.n.c. 04/08/201551018Nei termini54Del Moro Oscar Sebastian04/08/201551019Nei termini55Pedico Cinzia04/08/201551020Nei termini56Mariotti Marco legale rappresentante Soc. Mariotti Costruzioni S.r.l.04/08/201551022Nei termini57Mori Claudio04/08/201551023Nei termini58Pierfederici Venarino04/08/201551024Nei termini59Bastianoni Gilberto04/08/201551025Nei termini60Gatti Francesca, Gatti Goffredo04/08/201551026Nei termini61Bastianoni Durando04/08/201551027Nei termini62Romagnoli e C. Costruzioni Edili S.r.l.04/08/201551028Nei termini63Romagnoli e C. Costruzioni Edili S.r.l.04/08/201551030Nei termini64Catena Maurizia04/08/201551031Nei termini65Curzi Stefano legale rappresentante impresa costruzioni edili Delta di Curzi Guerrino & C. s.n.c.04/08/201551032Nei termini66Santini Cristina04/08/201551033Nei termini67Filipponi Ettore, Civerchia Iole04/08/201551034Nei termini68Rossetti Stefano, Minestrini Martina04/08/201551035Nei termini69Molinelli Michele04/08/201551036Nei termini70Felici Leonardo ed altri abitanti del quartiere Saline04/08/201551037Nei termini71Arcadia S.r.l.04/08/201551038Nei termini72Arcadia S.r.l.04/08/201551039Nei termini73Berti Sandro, Ledda Vittoria, Berti Sergio03/08/201551040Nei termini74Pierantognetti Massimo03/08/201551042Nei termini75Carbonari Anna Maria03/08/201551043Nei termini76Veschi Egiziano, Montagna Luciano03/08/201551045Nei termini77Gentili Mario, Bernardini Anna Maria, Berti Sandro, Basconi Daniele, Bottegoni Massimiliano, Falcinelli Marcello, Ferretti Fabrizio, Ferretti Marco, Frulla Claudio, Giacani Nicolas, Landi G. Paolo, Luzietti Jacopo, Luzietti Leonardo, Luzietti Luciano, Marcellini Mauro, Moroni Fabio, Paoloni Fiorenzo, Paoloni Marco, Piva Mario, Reginelli Mario, Santarelli Antonello, Santarelli Claudio, Sartini Diego, Sartini Oliviano, Seta Stefano, Tiberi Lino, Tiberi Luca, Tiberi Tiziana, Vici Mauro03/08/201551047Nei termini78Rinaldi Roberto, Mariotti Clara, Renzi Roberta, Renzi Daniela, Renzi Emanuele03/08/201551048Nei termini79Cappello Antonio03/08/201551049Nei termini80Vecchi Fabrizio Presidente Centro Sociale S. Angelo03/08/201551050Nei termini81Messersì Italo03/08/201551051Nei termini82Ercolani Luciana03/08/201551052Nei termini83Impresa costruzioni Mentucci Aldo S.r.l.04/08/201551078Nei termini84Raffaelli Maria Antonella04/08/201551079Nei termini85Innova S.r.l.04/08/201551081Nei termini86Impresa costruzioni Mentucci Aldo S.r.l., AL.CA. Costruzioni S.r.l.04/08/201551085Nei termini87Luzi Senigallia S.r.l.04/08/201551087Nei termini88DALMS di Sartini Lanfranco & C. s.n.c.04/08/201551090Nei termini89Alessandroni Remo04/08/201551092Nei termini90Manieri Eleonora04/08/201551468Nei termini91Cesano SRL14/04/201522612Nei termini92Conti Andrea, Pizzi valeria20/04/201524286Nei termini93Giacomelli Patrizia20/04/201524287Nei termini94Giulietti Oscar, Mancini Luciana20/04/201524289Nei termini95Giuliani Paolo25/05/201532538Nei termini96Istituto Diocesano per il sostentamento del Clero di Senigallia05/06/201535596Nei termini97Bucci Cesare, Valeri Giuseppina14/09/201560277Fuori termini98Pioppi Rolando18/09/201561456Fuori termini99Balducci Maria Luisa, Perlini Paolo, Perlini Giuseppe28/10/201570775Fuori termini100Libanori Fabrizio4/01/2016147Fuori terminiIstruttoria
Le osservazioni totali pervenute, e per le quali è stata formata la relativa istruttoria tecnica,  sono 100, di queste 21 risultano esterne al Rapporto ambientale e/o non congruenti con lo stesso, pertanto ricorre per le stesse il non accoglimento fatte sale le osservazioni n. 73 e 79 rispetto alle quali l’accoglimento parziale riguarda elementi compatibili con il Rapporto ambientale stesso;

il Servizio ha predisposto il Documento di Controdeduzione, qui allegato, esso si compone di una Relazione illustrativa e di tre schedari allegati: 
-Documento controdeduzione allegato A contenente le osservazioni, la localizzazione e il rapporto con la VAS,
-Documento controdeduzione allegato B contenente le verifiche relative ai requisiti di legge per le zoneB,
-Documento controdeduzione allegato C contenente la controdeduzione, le modifiche alle planimetrie e alle NTA, laddove occorrente;
Tale documentazione (Relazione, schedario A, schedario B, schedario C) contiene in sintesi la lettura comparata delle singole istanze articolate per argomento, tipologia dell’osservazione, localizzazione territoriale e relazione con il Rapporto Ambientale, in modo tale da poter verificare la portata e conseguentemente l’esito di ogni istanza nei casi di accoglimento e la variazione indotta allo strumento adottato; 
attraverso il Documento di Controdeduzione, ai sensi del D.lgs. n. 152/2006 Testo Unico sull’Ambiente sono considerate non accoglibili tutte quelle osservazioni che risultano estranee al Rapporto Ambientale ovvero che ne determinano una alterazione significativa sia diretta rispetto all’ambiente, che indiretta attraverso l’alterazione delle misure di mitigazione, infatti occorre ricordare che le misure adottate in merito al monitoraggio, insieme alla Dichiarazione di Sintesi, di cui all’art. 17 del T.U.Ambiente, e più avanti oggetto di argomentazione, sono i documenti attraverso cui si attua il principio di responsabilità che costituisce uno dei fondamenti della Valutazione Ambientale Strategica di Piani/Programmi. Il Proponente (Comune di Senigallia) si impegna infatti a garantire che nelle scelte di Piano siano rispettati i principi di sostenibilità ambientale e che le modalità con cui è stato concepito il Piano permettano un eventuale ri-orientamento delle scelte nel caso in cui non vengano raggiunti gli obiettivi prefissati.
Dal medesimo Documento di controdeduzione - Relazione illustrativa, emerge una valutazione relativa ad una serie di osservazioni che per loro caratteristiche, pur rappresentando una incompatibilità di tipo procedimentale, sollecitano ad una ulteriore riflessione che investe l’attività pianificatoria in relazione alla loro potenzialità di apportare contributi significativi e di interesse generale alla stessa strategia perseguita con l’atto di pianificazione in oggetto. Si tratta di osservazioni/proposta che aprono di fatto un confronto dialettico con l’Amministrazione a fronte di obiettivi di interesse pubblico già introdotti con il procedimento principale, si tratta dell’Azione D Revisione e nuove localizzazioni caratterizzate dall’interesse pubblico con particolare riferimento al settore dell’edilizia pubblica. Queste proposte sono convogliate ad un procedimento integrativo attraverso l’allegato Documento programmatico complementare novembre 2015 e di cui in seguito.

La valutazione ambientale strategica
La Provincia di Ancona, Autorità competente nella procedura di VAS, a conclusione della procedura ha rilasciato il proprio Parere motivato di cui alla Determinazione dirigenziale n. 474 del 13 novembre 2015, con la quale si esprimono le seguenti determinazioni:
1. di considerare il rapporto ambientale in linea con la disciplina di cui al D.Lgs. 152/2006 e ss.mm.ii.; 
2. di esprimere parere positivo di compatibilità ambientale del Piano, tenendo conto degli obbiettivi esplicitati nel rapporto ambientale, subordinatamente all’osservanza delle prescrizioni ed indicazioni fornite dai Soggetti Competenti in materia Ambientale individuati e da questa Autorità, che dovranno essere tenute in considerazione in sede di adozione definitiva e approvazione del Piano stesso;
3. di poter esprimere una valutazione complessivamente positiva relativamente al Rapporto Ambientale e alla sostenibilità ambientale del Piano, così come declinata nelle relazioni redatte in allegato al rapporto (cfr. all. 3 e all. 4); 
4. di segnalare tuttavia che 
- nel documento preliminare di scoping, nel capitolo del percorso metodologico procedurale previsto, è stato indicato un processo di consultazione e partecipazione che avrebbe dovuto coinvolgere anche alcuni soggetti associativi e singoli cittadini. Nella sintesi non tecnica non viene dato conto di detti processi partecipativi, salvo la conferma del coinvolgimento dei singoli SCA e del numero delle sedute della commissione consiliare, chiamata ad esprimersi sulla variante;
- la documentazione predisposta facente parte della variante pone in termini essenzialmente generici i contenuti delle modifiche al PRG. In definitiva, a parte solo il testo delle norme tecniche, che è stato elaborato redigendo in colore differente gli articoli introdotti ex novo e quelli introdotti a seguito di emendamenti, nella relazione tecnica e negli altri documenti depositati, non vi sono elementi estremamente chiari che pongano un effettivo confronto tra la norma e la zonizzazione vigente e la norma con la relativa zonizzazione in variante. A seguito dell’adozione definitiva sono stati poi modificate, se non tolte, alcune previsioni della variante, come risulta dalla discussione consiliare e dal testo delle NTA. Tuttavia tutta la documentazione depositata, compresa quella facente parte del rapporto ambientale, non è stata aggiornata all’esito delle decisioni assunte in consiglio, rendendo complessa la lettura dei contenuti della variante;
5. di formulare le seguenti prescrizioni:
dovrà essere elaborato il piano di monitoraggio secondo le previsioni riportate nel rapporto ambientale specificando: la tipologia di monitoraggio per ciascun indicatore, che dovrà essere riportato con un valore numerico, l’indicazione dei target da raggiungere per gli indicatori individuati durante l’attuazione del piano stesso, i soggetti responsabili del monitoraggio e la definizione delle azioni da intraprendere nel caso si renda necessario rimodulare il piano (questa necessità è stata altresì segnalata dagli SCA interpellati e dalla nota di questo ente, quali Autorità Competente, nella fase preliminare di scoping). Il piano di monitoraggio costruito deve essere totalmente integrato all’interno del monitoraggio del Piano e non può contenere indicatori differiti nelle fasi successive delle attuazioni delle previsioni edificatorie. E’ necessario altresì prevedere report di monitoraggio periodici che dovranno essere resi pubblici e dovranno essere rese trasparenti le decisioni di ri-orientamento del piano in funzione dei risultati rilevati con il monitoraggio. Per garantire la piena operatività del sistema allo stesso devono essere dedicate adeguate risorse;
6. di fare altresì presente all’Autorità Procedente le seguenti segnalazioni, di cui dovrà tenere conto nelle successive fasi del procedimento:
	omissis
7. Il Comune è invitato a dar merito in un apposito documento, allegato al piano, di come le considerazioni ambientali sono state integrate nel piano stesso e come si è tenuto conto del Rapporto Ambientale e degli esiti delle consultazioni, dando atto dell’avvenuto recepimento del Parere Motivato della Provincia, ovvero indicando puntualmente le ragioni per le quali si è parzialmente o totalmente disatteso quanto contenuto nel parere motivato stesso. Nel documento il Comune dovrà altresì attestare la conformità dell’iter amministrativo condotto, precisando gli adempimenti svolti per la pubblicazione sul B.U.R. come disciplinato al paragrafo 2.5.1 delle Linee Guida Regionali.
8. Questa Amministrazione ritiene di dover precisare che, qualora in sede di adozione definitiva del piano oggetto della presente valutazione venissero introdotte modifiche sostanziali (quali ad esempio le variazioni conseguenti all’accoglimento di eventuali osservazioni), sarà necessario valutare la conformità del piano modificato rispetto all’esito della presente valutazione; in tale caso sarà onere dell’Amministrazione Comunale, quale autorità procedente, tramite il responsabile del procedimento, evidenziare detta circostanza alla Provincia di Ancona, attraverso apposita dichiarazione circa la portata delle modifiche introdotte, da portarsi comunque a conoscenza dell’Amministrazione provinciale, anteriormente all’espressione del parere di conformità di cui all’art. 26, commi 3 e ss., della L.R. 34/1992 ss.mm.ii.
9. omissis
Gli esiti indotti, per effetto del suddetto parere motivato, sono illustrati nel documento allegato Dichiarazione di sintesi di cui all’art. 17 D.Lgs 152/2006.
La Dichiarazione di sintesi, ai sensi dell’art. 9 Dir. 2001/42/CE integralmente ripreso all’art. 17 comma b) del D.Lgs. 152/2006 e s.m.i., è un documento in cui si illustra in che modo le considerazioni ambientali sono state integrate nel piano o programma e come si è tenuto conto, ai sensi dell'articolo 8, del rapporto ambientale redatto ai sensi dell'articolo 5, dei pareri espressi ai sensi dell'articolo 6 e dei risultati delle consultazioni avviate ai sensi dell'articolo 7, nonché le ragioni per le quali è stato scelto il piano o il programma adottato, alla luce delle alternative possibili che erano state individuate.

La Dichiarazione di Sintesi va  pubblicata con il piano nella fase di approvazione (Adozione definitiva NDR), congiuntamente alla documentazione costitutiva del medesimo piano, al parere motivato espresso dall'autorità competente nonché alle misure adottate in merito al monitoraggio.

Norme per la tutela dell'ambiente esterno e dell'ambiente abitativo dall'inquinamento acustico 
per quanto disposto dalla Legge Regionale 28/2001 - Norme per la tutela dell'ambiente esterno e dell'ambiente abitativo dall'inquinamento acustico - che prevede all’art. 8 che "Nella redazione di nuovi strumenti urbanistici, loro revisioni o varianti, le destinazioni d'uso delle aree o varianti, devono essere stabilite, a pena di nullità degli strumenti stessi, secondo quanto stabilito all'articolo 2, in modo da prevenire e contenere i disturbi alla popolazione residente",  e per quanto previto dalla sezione Mitigazioni/Comunicazione del Rapporto Ambientale, che prevede espressamente l’adeguamento del Piano di classificazione acustica vigente, con separato procedimento questa Amministrazione provvederà all’adeguamento del suddetto Piano di classificazione in conformità alla L.R. n. 28/2001 e delle Mitigazioni assunte dal R.A.;

Documento programmatico complementare 
Per le caratteristiche delle osservazioni/proposte e in particolare per l’aderenza delle stesse agli indirizzi generali già perseguiti con il procedimento principale, con il documento qui allegato Documento programmatico complementare novembre 2015 sono rinnovati appunto gli obiettivi programmatici in relazione alle strategie già illustrate e avanzate con il procedimento di riferimento: 
-la selezione delle osservazioni: osservazione n. 11, n. 14, n. 22	, n. 46, n. 81, n. 84 e n.86; 	
- la valutazione dell’interesse generale;	
- obiettivi specifici del programma complementare;
- la sostenibilità amministrativa	.
In particolare alla sezione obiettivi specifici del programma complementare sono illustrate le linee d’azione che re-interpretano le medesime osservazioni in maniera coordinata con l’organizzazione spaziale, con l’infrastrutturale del territorio, con l’assetto ambientale e con i programmi in atto. Tali linee d’azione si integrano con il programma originario quali scelte di interesse generale in grado di apportare vantaggi al sistema della attrezzature e delle infrastrutture pubbliche e/o di interesse pubblico, per una lettura maggiormente esaustiva delle proposte il documento si avvale di quattro schede progettuali: 
-scheda Ecoporto-Senigallia relativa al coordinamento dell’osservazione n. 11;
- scheda Comparto via Po/Borgo Ribeca relativa al coordinamento dell’osservazione n. 14;
- scheda Conparto Via Podesti/Saline  relativa al coordinamento dell’osservazione n. 22;
- scheda Comparto ex casello A/14 relativa al coordinamento delle osservazioni n. 46, 81, 84 e 86;
che costituiscono i lineamenti tecnici delle singole operazioni da convogliare, come già anticipato, in un atto di pianificazione integrativo/complementare a quello originario (marzo 2015) da sviluppare secondo l’usuale percorso: Adozione/Adozione definitiva/Approvazione. Questo atto programmatico si pone pertanto in continuità con il procedimento originario ma dotato di una propria autonomia rispetto alle verifiche di congruità esterne;

Pertanto,
- Richiamata la L.R. n° 34 del 5 agosto 1992 e successive modificazioni;
- Richiamato il Decreto legislativo 3 aprile 2006, n. 152 - Norme in materia ambientale
- Richiamato l’art. 42 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n° 267;
- Su proposta della Giunta Comunale;
- Preso atto delle decisioni assunte in corso di seduta, in ordine alle osservazioni presentate;
- Preso atto del seguente parere favorevole reso ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Segretario Generale;
Con votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato;
D E L I B E R A
1°) – PRENDERE ATTO del Parere motivato di cui alla Determinazione dirigenziale Autorità competente (provincia di Ancona), n. 474 del 13 novembre 2015, rilasciato ai sensi dell’art. 15 del D.Lgs 152/2006;
2°) – APPROVARE l’unito documento Dichiarazione di Sintesi comprensivo della Sezione H Monitoraggio, ai sensi dell’art. 17 del D.Lgs n. 152/2006, con cui il Comune esplcita come le considerazioni e valutazioni ambientali rappresentate dal Rapporto ambientale, siano state integrate nel piano stesso e come si è tenuto conto del Rapporto Ambientale stesso e degli esiti delle consultazioni, dando atto dell’avvenuto recepimento del Parere Motivato della Provincia, ovvero indicando puntualmente le ragioni per le quali si è parzialmente o totalmente disatteso quanto contenuto nel medesimo parere motivato; 
3°) – ADEGUARE la presente Variante al PRG vigente: REVISIONE DEL PRG 2015 MISURE PER L'ACCOGLIENZA, L'INCLUSIONE SOCIALE E LA SICUREZZA IDROGEOLOGICA, al suddetto parere come analiticamente illustrato nella Dichiarazione di sintesi di cui al punto 2);
4°) - CONTRODEDURRE, ai sensi e per gli effetti dell’art. 26, Legge Regionale n° 34/92, alle osservazioni pervenute approvando, così come approva, l’unito Documento di controdeduzione composto dai seguenti elaborati: Relazione, allegato A, allegato B, allegato C, redatto dall’arch. Roberto Serenelli nella sua qualità di responsabile del progetto urbanistico;
5°) – IMPEGNARE il Consiglio comunale, in relazione alla prescrizione di cui al punto punto I-5) del richiamato Parere motivato Per garantire la piena operatività del sistema (di monitoraggio ndr) allo stesso devono essere dedicate adeguate risorse, a prevedere le risorse necessarie per l’esercizio del monitoraggio stesso (misurazioni ambientali, campagne d’intesa con ARPAM, verifiche, sopralluoghi, redazione di report biennali, ecc.) attraverso la pianificazione economica dell’ente e all’interno delle specifiche attività in materia ambientale;
6°) – ADOTTARE DEFINITIVAMENTE, ai sensi dell’art. 26 della L.R. n° 34/92, l’unita variante al PRG vigente denominata REVISIONE DEL PRG 2015 MISURE PER L'ACCOGLIENZA, L'INCLUSIONE SOCIALE E LA SICUREZZA IDROGEOLOGICA,, adeguata come specificato al punto I-5) ai sensi dell’art. 15, comma 2 del D.Lgs 152 e conformata all’esito delle controdeduzioni di cui al punto 2) e 3) in quanto compatibili con il Rapporto Ambientale, costituita dai seguenti elaborati:
B. Elaborati normativi, [P]sono finalizzati alla gestione del PRG (escluso il regolamento edilizio) e atti conseguenti per la trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio:Documento P.1 - Relazione illustrativa completa delle analisi, tematiche a sostegno delle proposte operative, variazioni al PRG vigente, verifica degli standard urbanistici. La relazione è integrata dai seguenti allegati: 
- Allegato n. 1	Relazione di approfondimento sul tema del pericolo idrogeologico connesso con l’esondazione del 3 maggio 2014;
- Allegato n. 2	Relazione di approfondimento in relazione alla tutela del paesaggio agrario;
Documento P.2.1-  Norme Tecniche di Attuazione (comparate Vigente/Variante) 
Documento P.3.2 - Comparti urbanistici dell'ambito Arceviese 
Documento P.3.3 - Comparti urbanistici con modalità insediative di dettaglio 
Documento P.4  - Zone urbanistiche e Tutele ambientali - paesaggistiche (tavole P.4.1, P.4.2, P.4.3, P.4.4, P.4.5, P.4.6, P.4.7, P.4.8, P.4.9, P.4.10, P.4.11, P.4.12, P.4.13, P.4.14, P.4.15, P.4.16, P.4.17, P.4.18, P.4.19, P.4.20, P.4.21, P.4.22, P.4.23, P.4.24, P.4.25, P.4.26, P.4.27, P.4.28, P.4.29, P.4.30, P.4.31, P.4.32, P.4.33, P.4.34, P.4.35, P.4.36, P.4.37, P.4.38, P.4.39, P.4.40, P.4.41, P.4.42, P.4.43, P.4.44, P.4.45)
Documento P.6 Tutele ambientali-paesaggistiche delle risorse Geomorfologiche. Carta delle sensibilità idrogeologiche:
-quadro P.6.1 Senigallia nord; 
-quadro P.6.2 Senigallia sud; 
Documento P.7 Sintesi struttura-simbologia di PRG

C. Elaborati di sintesi,[S] sono elaborati derivati da quelli conoscitivi e/o prescrittivi e restituiscono in maniera sintetica espressioni generali del PRG e le necessarie dimostrazioni e verifiche normative:
Documento S.1 	Zone territoriali omogenee di cui al D.M. 1444/1968 e rete infrastrutturale, scala 	1:10.000 
Documento S.2 [Integra l’elaborato S.3 vigente] Identificazione e perimetrazione degli ambiti di tutela definitivi - PPAR, scala 1:10.000 

D. Elaborati relativi alla procedura di Valutazione Ambientale Strategica,[VAS] sono elaborati derivati dal quadro conoscitivo ambientale e restituiscono il disegno ecologico del piano attraverso i documenti previsti dal D.lgs. n. 152/2006, gli stessi si intendono qui richiamati, mentre si allega il solo documento conclusivo della procedura di VAS Dichiarazione di sintesi: 
- Documento di scoping - Allegato 1
- Quadro  Conoscitivo dello stato dell’ambiente - Allegato 2
- Valutazione di sostenibilità ambientale degli ambiti di trasformazione - definizione di dettaglio della tipologia e/o delle localizzazioni delle previsioni - Allegato 3
- Attenzioni, Mitigazioni, Compensazioni - Allegato 4
- Rapporto Ambientale - Sintesi non Tecnica
-Dichiarazione di sintesi
7°) – RICHIEDERE alla Giunta Provinciale il prescritto parere ex art. 26 circa la conformità della variante al PRG con la normativa vigente e con le previsioni dei piani territoriali e dei programmi di carattere sovracomunale e, in particolare, con le previsioni e gli indirizzi del PPAR, del PIT e del PTC, ove vigenti. 
8°) - APPROVARE, per quanto illustrato in premessa, l’unito Documento programmatico complementare novembre 2015 le cui linee di azione in premessa descritte si integrano con il programma originario quali scelte di interesse generale in grado di apportare vantaggi al sistema della attrezzature e delle infrastrutture pubbliche e/o di interesse pubblico. Le schede progettuali allegate costituiscono i lineamenti tecnici delle singole operazioni da convogliare in un atto di pianificazione integrativo/complementare a quello originario (marzo 2015) da sviluppare con separati atti secondo l’usuale percorso: Adozione/Adozione definitiva/Approvazione. Questo atto programmatico si pone pertanto in continuità con il procedimento originario ma dotato di una propria autonomia rispetto alle verifiche di congruità esterne, pertanto, come noto, gli atti preliminari costituiranno la base per la verifica di assoggettabilità ovvero documento di scoping in ambito VAS, per la verifica di compatibilità geomorfologica e di compatibilità idraulica.
9°) – DARE ATTO che, con separato procedimento, questa Amministrazione provvederà all’adeguamento del Piano di classificazione acustica -in conformità alla L.R. n. 28/2001 e delle Mitigazioni assunte dal R.A. entro i termini utili alla approvazione dell’atto di pianificazione in oggetto.
10°) - DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato.-
      



Letto, confermato e sottoscritto
	Il Presidente	Il  Segretario Comunale
	F/to Romano Dario	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 10 febbraio 2016 al 25 febbraio 2016 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 26 febbraio 2016	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 21 febbraio 2016, essendo stata pubblicata il 10 febbraio 2016
Lì, 22 febbraio 2016	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,