Senigallia Atto

Variante al P.R.G. per la costruzione di nuovo fabbricato, realizzazione strada di accesso, piazzali di sosta e manovra mezzi, nel Comune di Senigallia in via corinaldese n.109 Ditta Mandolini srl

Delibera del Consiglio Comunale N° CC/2018/73 del 31 luglio 2018

Presentazione
Approvazione
31.7.2018

Firmatari

  • Maurizio Memè
    Vice sindaco, Assessore con delega a pianificazione urbanistica e progettazione ambientale, gestione e manutenzione del litorale, area portuale, Suap
    Monitorato da 20 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N° 73 
Seduta del 31/07/2018
OGGETTO:	VARIANTE AL P.R.G. PER LA COSTRUZIONE DI NUOVO FABBRICATO, REALIZZAZIONE STRADA DI ACCESSO, PIAZZALI DI SOSTA E MANOVRA MEZZI, NEL COMUNE DI SENIGALLIA IN VIA CORINALDESE N.109 - PROCEDIMENTO ATTIVATO AI SENSI DELL'ART. 8 DEL DPR 160/2010 DALLA DITTA MANDOLINI SRL - C.F. 00130630429.
L’anno duemiladiciotto addì trentuno del mese di luglio alle ore 17:30  nel Palazzo Municipale di Senigallia e nella solita sala delle adunanze consiliari.
Previa convocazione nei modi di rito, si è oggi riunito, in seduta straordinaria il Consiglio Comunale.
Fatto l’appello nominale risultano:
ConsiglierePres.Ass.ConsiglierePres.Ass.1 Angeletti Margherita*-14 Paradisi Roberto-*2 Beccaceci Lorenzo *-15 Pedroni Luana*-3 Bedini Mauro*-16 Perini Maurizio*-4 Brucchini Adriano*-17 Pierfederici Mauro*-5 Canestrari Alan*-18 Profili Vilma*-6 Da Ros Davide*-19 Rebecchini Luigi*-7 Fileri Nausicaa*-20 Romano Dario*-8 Giuliani Ludovica*-21 Salustri Maurizio*-9 Gregorini Mauro*-22 Santarelli Luca*-10 Mandolini Riccardo*-23 Sardella Simeone*-11 Mangialardi Maurizio*-24 Sartini Giorgio*-12 Martinangeli Stefania*-25 Urbinati Sandro*-13 Palma Elisabetta*-T O T A L E     P R E S E N T I    N° 24

 Alam Mohammad ShafiualConsigliere Straniero Aggiunto*- Becka MaksimConsigliere Straniero Aggiunto*-
Sono altresì presenti gli assessori: Bomprezzi Chantal, Bucari Simonetta, Campanile Gennaro, Girolametti Carlo, Memè Maurizio, Ramazzotti Ilaria
Essendo legale l’adunanza per il numero degli intervenuti, il Sig. Romano Dario nella qualità di Presidente dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario Comunale Dott. Morganti Stefano 
Chiama a fungere da scrutatori i Consiglieri Signori: 1°  Pedroni Luana; 2° Urbinati Sandro;  3° Rebecchini Luigi .


Il Presidente del Consiglio ROMANO enuncia l’argomento iscritto al punto 6 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari relativo a: VARIANTE AL P.R.G. PER LA COSTRUZIONE DI NUOVO FABBRICATO, REALIZZAZIONE STRADA DI ACCESSO, PIAZZALI DI SOSTA E MANOVRA MEZZI, NEL COMUNE DI SENIGALLIA IN VIA CORINALDESE N.109 - PROCEDIMENTO ATTIVATO AI SENSI DELL'ART. 8 DEL DPR 160/2010 DALLA DITTA MANDOLINI SRL - C.F. 00130630429 e concede la parola all’Assessore alla Pianificazione Urbanistica, Maurizio Memè, per la relazione introduttiva.
Preannuncia inoltre che c’è un emendamento per un piccolo errore formale nella delibera firmato dai due Presidenti di Commissione.

L’Assessore MEMÈ: questo che proponiamo ai Consiglieri comunali è un intervento sicuramente di quelli che ci fanno ben sperare per l’economia della nostra città, si tratta di una variante SUAP per il rilascio del titolo unico ad una impresa che insiste nella nostra città da tantissimi anni, a conduzione familiare come è stato ricordato, in località Brugnetto dove per migliorare e integrare la propria offerta rispetto alle prestazioni riferite anche ai nuovi standard che le case automobilistiche, in questo caso l’IVECO soprattutto, impone ai propri centri di manutenzione o ai centri di vendita. Dico questo perché chiaramente la risposta che questa variante dà all’impresa Mandolini va proprio in quest’ottica, ovverosia migliorare la qualità del servizio e precisamente creando un nuovo accesso sulla Corinaldese, creando un parcheggio misto auto e mezzi pesanti perché l’azienda ha anche la concessionaria IVECO dove insistono tanti mezzi pesanti per le manutenzioni e la realizzazione di un capannone di mille metri quadri. Questo pacchetto tiene conto come ho avuto modo di spiegare in Commissione di tutta una serie di situazioni dall’invarianza idraulica alla compatibilità con gli accessi con i vari pareri dati dalla provincia in quanto essendo una strada provinciale, dove, lo dico già a microfono, mi prendo l’impegno come era stato già sottolineato dal consigliere Rebecchini sull’invitare eventualmente la provincia a migliorare il grado di allertamento di un sito di ingresso nuovo lungo la Corinaldese anche se questo ingresso sicuramente per la ditta Mandolini mette proprio l’entrata e l’uscita dei mezzi in sicurezza in quanto sposta verso Senigallia l’uscita e l’ingresso allontanando dalla curva che invece c’è poco dopo andando verso Brugnetto e quindi la provincia ha trovato un punto d’innesto chiaramente molto più rispettoso delle distanze e quindi degli angoli di visuale, è chiaro che quel rettilineo come ricordava in Commissione il consigliere Rebecchini ha una criticità sul fatto che gli automobilisti che frequentano quel percorso non rispettano i limiti imposti e spesse volte possono succedere delle situazioni critiche rispetto alla sicurezza stradale, però come sempre dico è un po’ nel rispetto delle regole in senso più generale che questo problema si cala anche se poi chiederemo come ho preso l’impegno alla provincia di installare dei dispositivi di visualizzazione migliori per questo tipo di tracciato. Dico e vado verso la conclusione Presidente, che questa variante è motivo di orgoglio per l’Amministrazione perché come dicevo dà delle risposte precise, è chiaro che è un provvedimento che passa attraverso la piattaforma SUAP quindi è una variante che ha dei vincoli, vincoli nel rispetto proprio della realizzazione, con tempi certi da parte di chi usufruisce di questa variante ma è anche sinonimo di un incremento dell’offerta economica sul nostro territorio e non ci dobbiamo mai dimenticare che è uno se non l’unico centro per gli artigiani che utilizzano i mezzi industriali del gruppo FIAT di tutta la vallata per avere manutenzioni di grande qualità certificate e come tutti sappiamo tutti i mezzi anche quelli industriali hanno un’elettronica sempre più spinta, hanno sistemi di gestione della sicurezza sempre più avanzati e quindi di qui la necessità anche del gruppo Mandolini di dotarsi di quegli spazi e di quelle attrezzature che garantiscono la piena efficienza dei mezzi. Dico a tutti i Consiglieri che dobbiamo essere orgogliosi proprio di votare questo atto a favore di una impresa del nostro territorio.

Il Presidente del Consiglio ROMANO: apriamo la discussione.

Il Consigliere REBECCHINI (Unione Civica): come detto in Commissione io concordo su questo progetto, su questa variante, ho sollecitato l’amministrazione che divenisse portavoce presso la provincia sulla pericolosità di quel tratto di strada, è un tratto di strada che io definisco maledetto, pochissimi anni fa, 3 - 4 anni fa un giovane è deceduto su uno scooter scontrandosi con un’altra moto e poi è stato travolto mi pare da un’auto che sopraggiungeva o che era dietro. Io stesso ho assistito a numerosi incidenti e io stesso sono stato coinvolto in un incidente andando verso Corinaldo svoltando a sinistra verso l’abitazione del signor Casavecchia. Dico che è un tratto di strada maledetta perché c’è sì il limite di 70, c’è anche la linea continua, interrotta per i passi che ci sono, numerosi, voglio ricordare che andando verso Corinaldo ci sono già tre passi per le abitazioni più una strada prima e una dopo e sulla destra ci sono i passi della Mandolini auto, Paolini New Car più l’accesso alle strade eccetera, poiché quindi questi passi sono frequentati purtroppo spesso gli incidenti si ripetono, ma si ripetono anche al di là dei passi per l’eccessiva velocità perché gli automobilisti aspettano questo rettilineo per poter sorpassare e invece è assai pericoloso. Io so per esempio che il signor Casavecchia è andato in provincia a evidenziare questo fatto ma la risposta che gli fu data è stata c’è la segnaletica orizzontale, la linea continua, c’è il segnale di 70 per noi è sufficiente così. È vero, capisco che la provincia non voglia spendere soldi ma alla luce anche di questo intervento importante su cui concordo e concordo anche sull’importanza all’intervento edilizio che va chiaramente a favore di un’impresa di Senigallia che lavora con serietà, però sicuramente il carico di traffico potrebbe aumentare e poiché questo nuovo intervento dovrebbe facilitare la ditta Mandolini per quanto riguarda l’assistenza ai camion e quindi alla IVECO, quindi anche automezzi pesanti che andranno a transitare e secondo me ci sarà un aumento di questi mezzi, allora la proposta che poi è stata accettata e poi ha fatto la proposta il consigliere Brucchini, di proporre alla provincia almeno un dissuasore elettronico cioè indicare la velocità a chi passa per la strada. Questo forse non risolve il problema comunque è secondo me una mitigazione importante. L’altro elemento Assessore che non ho sollevato in Commissione ma vorrei sollevare qui è un’attenzione particolare alla parte idraulica perché da informazioni che ho spesso la parte lato strada a sinistra più verso il fiume dove insiste un’abitazione mi pare che si chiami pure Mandolini tra l’altro, non il Mandolini di fronte all’officina ma prima che sta nei pressi del fiume quasi spesso l’area è soggetta ad allagamenti, l’acqua da dove proviene? Proviene dalla parte più alta chiaramente compresa anche quest’area su cui si interviene e quindi poiché adesso si va a coprire l’edificio mille metri quadri poi la pavimentazione per quanto riguarda il parcheggio eccetera e quindi si rende impermeabile ulteriore area, allora io direi un’attenzione particolare andrebbe rivolta alla parte idraulica e fare in modo che verso il fiume, perché mi hanno spiegato che ci sono delle portelle che entrano in funzione alcune volte, alcune volte no, va curata in particolare, questo non riguarda l’area di Mandolini ma indirettamente sì perché questa questione idraulica soprattutto nei pressi del fiume è un problema per quanto riguarda l’esondazione del fiume stesso.

Il Consigliere SARTINI (Senigallia Bene Comune): mi faccio perdonare per gli interventi di prima lunghi, sarò brevissimo sull’intervento. Il primo per esprimere parere favorevole come ho già detto in Commissione e il secondo appunto per ribadire quanto già detto al geometra del SUAP notando delle discordanze tra le piantine per quello che riguarda la piantumazione di cento essenze arboree nell’area. Considerando appunto già l’interesse del Vice Sindaco per le problematiche per la velocità sulla strada, considerando quanto detto dal consigliere Rebecchini faccio mie le affermazioni fatte dal geometra del SUAP che mi ha garantito che la dislocazione delle piante possono essere poste non come da uno dei due disegni, cioè anche sulla strada, cioè sulla parte tra la provinciale e la strada che andiamo a realizzare, ma possono essere messe all’interno della proprietà questo per evitare una minor visuale da parte di chi proviene da Senigallia che potrebbe trovarsi di fronte dei mezzi in uscita e li vedrebbe all’ultimo momento, lo stesso per i mezzi che devono uscire. Ho tenuto a precisare questo per far capire che delle due mappe, dei due disegni che c’erano uno con l’alberatura che iniziava dopo la strada intorno alla vasca prevista per contenere eventuali eccessi di acqua causati dalla impermeabilizzazione del piazzale dove vengono parcheggiati i camion e un altro invece creava la strada, è possibile da come ha detto il tecnico del SUAP, provvedere alla piantumazione al di là della strada che viene realizzata, quindi vi riconfermo comunque il mio voto favorevole considerando appunto la pericolosità, questo per me è importante che venga garantito, è una strada che anch’io frequento numerose volte e quindi trovarsi una serie di alberi che ti oscurano la visuale in corrispondenza di un fronte dove escono dei camion può essere oggetto di incidenti e considerando ci sono stati non un morto solo ma più morti nell’area.

Il Consigliere BRUCCHINI (Vivi Senigallia): per ribadire il parere favorevole a questa variante SUAP per dare una risposta concreta alle esigenze della ditta Mandolini, è una ditta che ha sempre garantito serietà nella gestione e qualità nelle prestazioni, quindi era doveroso che l’Amministrazione comunale avesse messo in campo la variante SUAP per consentire a questa azienda di far fronte a quelle che sono le esigenze di maggiori prestazioni dovute appunto alla evoluzione nel settore tecnologico e quindi di dare risposte alla clientela su quelli che sono i mezzi di trasporto di notevole dimensione e quindi la necessità di avere una superficie coperta di nuova costruzione e soprattutto spazi notevoli esterni per la sosta e la manovra di questi mezzi che necessitano di dimensioni notevoli all’esterno delle officine meccaniche, quindi è giusto che l’Amministrazione comunale ha messo in campo questa variante col SUAP cercando di abbreviare i tempi rispetto ad altre modalità di modifica di Piano regolatore, anche se poi i tempi sono stati lunghi perché comunque le procedure burocratiche purtroppo richiedono, nonostante la buona volontà della struttura del SUAP, tempi che sono più lunghi di quelli che dovrebbero essere. Ribadiamo appunto così come abbiamo fatto in Commissione la validità di questo progetto, era doveroso rispetto alla ditta Mandolini dare una risposta in questo senso che consentirà a brevissima scadenza, una volta emesso il titolo unico, di intraprendere quei lavori che consentono appunto di dotare l’azienda di quelle nuove strutture di cui ha assoluta necessità. Ha fatto bene il consigliere Rebecchini a ricordare quella mia proposta che scaturisce un po’ dal fatto che percorro anche quel rettilineo in prossimità della ditta Subissati che somiglia molto per caratteristiche a quella della cosiddetta tra virgolette dritta Mandolini che purtroppo si presta ad alta velocità, nel tratto che precede la frazione di Pongelli l’Anas a suo tempo aveva predisposto un visualizzatore di velocità in quota che per tutte le volte che ho percorso quel tratto ho riscontrato rispetto ovviamente agli automobilisti che mi precedevano ha una funzione importante perché condiziona la velocità e fa riflettere sul fatto che in quel tratto non bisogna andare alle velocità che uno vorrebbe sostenere ma a velocità stabilita dal codice stradale, dalla segnaletica stradale che è quella che poi garantisce l’incolumità di quelli che percorrono quel tratto. Presso il rettilineo Mandolini è assolutamente necessario un provvedimento del genere, poi sarà l’ente titolare della strada che ovviamente troverà soluzioni ma io ritengo che l’Amministrazione comunale debba far pressione su questo perché effettivamente quel tratto è pericoloso, l’ha sottolineato il consigliere Rebecchini, lo confermo io vivendo in quel territorio e purtroppo la scomparsa di un giovanissimo che quel sabato pomeriggio percorreva quella strada perché doveva recarsi a un compleanno in spiaggia, percorreva la strada sulla destra e si è trovato travolto da una motocicletta che superava tre o quattro vetture in una volta sola, quindi sta a significare che purtroppo il senso civico non basta, va scemando sempre più purtroppo e quindi occorre mettere in campo quei provvedimenti che vincolano il cittadino a comportarsi in una certa maniera, quindi sotto questo aspetto ritengo che l’Amministrazione debba fare un’azione forte presso la provincia affinché venga installato un qualche segnalatore che appunto condizioni a mantenere la velocità nei limiti dovuti.

L’Assessore MEMÈ: solo per alcune precisazioni rispetto agli interventi dei Consiglieri Rebecchini e Sartini. Come avevo già detto era stata valutata l’invarianza idraulica rispetto agli interventi di pavimentazione e di aumento della superficie proprio con degli interventi specifici di gestione delle acque di superficie compreso anche un invaso di 400 metri cubi proprio per garantire una velocità minore dell’acqua rispetto alle parti più basse, è chiaro che questo studio è stato fatto da un professionista ed è depositato agli atti della pratica proprio perché tenendo conto dell’invarianza idraulica la progettazione prevede proprio una situazione di gestione delle acque ma anche dei terrapieni fatti in un certo modo proprio per garantire la massima stabilità e la massima sicurezza idraulica. Per quanto riguarda gli alberi ho già detto agli uffici di adottare la soluzione migliore anche se sia nella cartina tra virgolette A che in quella B gli alberi insistono comunque sulla proprietà di Mandolini, ma se serve anche questo a spostare gli alberi all’interno di una zona verde che è prevista proprio nelle tavole di progetto anziché metterle parallelamente alla sede stradale della Corinaldese per quanto riguarda la pratica che abbiamo valutato in Commissione da parte mia c’è la massima disponibilità a verificare e a scegliere la situazione migliore che garantisca la sicurezza. Rispetto alle considerazioni che ha fatto il consigliere Brucchini mi trova completamente d’accordo, quello installato in corrispondenza del rettilineo di Pongelli così parliamo di rettilineo Subissati o Mandolini, diciamo che sicuramente quell’indicatore di velocità siccome è sempre spento e quando uno ci transita a velocità superiore al limite consentito si illumina e lampeggia è sicuramente di deterrenza proprio per moderare la velocità. Mi sono preso l’impegno di comunicare alla provincia, ma non è detto che lo facciamo direttamente con la ditta Mandolini quale installazione propedeutica proprio per ridurre la velocità o comunque far porre maggiore attenzione agli automobilisti soprattutto in direzione mare monte perché quella è la direzione in cui si cammina ad una velocità sostenuta in quanto nella direzione opposta dopo il distributore c’è una semicurva e chiaramente perché non c’è visibilità lì non si può accelerare. È chiaro che queste considerazioni che abbiamo fatte le riassumo in questi termini e mi faccio promotore presso l’Amministrazione provinciale.

Il Presidente del Consiglio ROMANO: non ci sono altri interventi quindi chiudiamo la fase di discussione generale. Abbiamo l’emendamento, se vuole riassumerlo in trenta secondi assessore anche se è a firma dei due Presidenti possiamo farlo benissimo esporre all’assessore.

L’Assessore MEMÈ: ringrazio i due presidenti perché già l’avevamo concordato in Commissione e quindi è a firma dei Presidenti della seconda e terza Commissione Gregorini e Sartini perché c’era un refuso rispetto a una dicitura, in pratica viene sostituita, ve lo leggo così facciamo prima, viene sostituita la parte preso atto della determina dirigenziale e ometto quella parte con il seguente: preso atto della determina dirigenziale della provincia di Ancona numero 716 del 5/7/2018 con la quale viene disposto di escludere dalla procedura di valutazione di impatto strategico la variante al PRG per l’ampliamento dell’area a destinazione artigianale industriale a Brugnetto del Comune di Senigallia procedura DPR 160/2010 e ss.mm.ii. Questa frase che ho appena letto va a sostituire quella che è in delibera dal punto che vi ho letto precedentemente.

Il Presidente del Consiglio ROMANO: un intervento a favore e uno contro rispetto all’emendamento.

Il Consigliere MARTINANGELI (Movimento 5 Stelle): sono qui per esprimere voto favorevole perché in Commissione abbiamo avuto un’esposizione da parte dei tecnici, geometra Bruschi e dottoressa Freschi, del progetto che mi è sembrato molto molto dettagliato, questa azienda, la Mandolini S.r.l. che si occupa di manutenzione e collaudo di auto e di mezzi pesanti  che è quindi un’attività ………

Il Presidente del Consiglio ROMANO: scusi Consigliere mi permetto di dirle che siamo nella fase della dichiarazione di voto sull’emendamento, non sulla pratica, se vuole posticipare magari l’intervento dopo.

Il Consigliere MARTINANGELI (Movimento 5 Stelle): magari no, anche sull’emendamento in quanto in Commissione proprio come commissario della seconda e terza Commissione avevo proprio sollevato la questione dell’assenza della VAS, appunto che è stata esclusa, l’emendamento appunto che avete inserito …………

S dà atto che esce il Consigliere Da Ros: Presenti con diritto di voto n. 23.

L’Assessore MEMÈ: nella delibera c’era scritto che era riferito all’intervento della Nuova Comes. È stato stralciato quel pezzetto perché molto probabilmente c’era un refuso dovuto ai vari copia e incolla delle procedure ed è stato sostituito quello con gli estremi della VAS che non serve del procedimento della variante di Mandolini. Questo è, ma era già uguale solo che era sbagliata la dicitura, doveva essere scritto Fratelli Mandolini.

Il Presidente del Consiglio ROMANO: pone in votazione, palese con modalità elettronica, l’emendamento n. 1 che viene approvato con 23 voti favorevoli, nessuno contrario, nessuno astenuto, come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Il Presidente del Consiglio ROMANO: dichiarazioni di voto sulla pratica così come emendata.

Il Consigliere MARTINANGELI (Movimento 5 Stelle): riprendo il mio intervento che già preannuncio a favore appunto dicendo che dall’esposizione che c’è stata del progetto in Commissione da parte del geometra Bruschi e della dottoressa Freschi abbiamo appreso che questa attività di manutenzione e collaudo auto e mezzi pesanti è un’attività comunque che richiede standard particolari e quindi le esigenze di questa azienda sono fondamentali per dare il proprio parere favorevole ad una simile variazione, quindi c’è proprio un’esigenza dovuta al rispetto degli standard tipici dell’attività di ampliare questo piazzale e anche l’officina. I pareri degli enti sovraordinati sono giunti, i pareri favorevoli, l’unica eccezione che avevamo sollevato era la questione dell’assenza della VAS e poi c’è stato però spiegato che è stata esclusa proprio la pratica da parte della provincia dalla VAS perché in realtà la VAS è una procedura che agisce più per valutare gli effetti ambientali prodotti da piani o da programmi piuttosto che da un progetto come quello che invece noi oggi andiamo a votare, quindi questo preannuncia il mio voto favorevole.

Il SINDACO: saluto con grande soddisfazione una piena adesione ad un progetto che vedete se fosse guardato con gli occhi malevoli come ci può capitare, ma come una variante puntuale solo per soddisfare le esigenze di un’azienda? Sì, variante puntuale per soddisfare le esigenze di un’azienda, così è, guardate un po’, proprio così, un’azienda che vale la pena di sostenere, dove c’è un piano come lo dimostra il SUAP e come lo vedremo con tanti altri percorsi di questo tipo. Chi ci dimostra che quello che vedremo alla fine lo si può fare col project financing, lo si può fare con il SUAP, che si capisce che c’è l’impresa che vuole investire, vuol rimanere nel territorio, sta alle indicazioni come diceva il Capogruppo di Vivi Senigallia prima rispetto alla salvaguardia ambientale, alle attenzioni del nuovo insediamento, quindi messa a dimora delle essenze come gli abbiamo chiesto, un impatto ovviamente adeguato, va sostenuto. Vedete è la differenza tra la pianificazione generale che vuol dare risposte omogenee e che spesso è stata grande oggetto di dibattito, guardo i Consiglieri più vecchi, quando qui dentro portavamo pratiche di questo tipo, volete agevolare qualcuno. E perché no? Perché non devo agevolare chi investe? Perché non devo sostenere chi fa impresa? Perché non devo sostenere in modo puntuale chi pensa di poter dare occupazione facendolo ovviamente dentro un’idea complessiva della città con l’idea anche se non formalizzata di un piano strutturale dell’organizzazione del territorio, io penso che questo sia un grandissimo segnale. Assessore Memè sono molto contento che il SUAP abbia funzionato, che ci sia stata anche una disponibilità di tutti i soggetti che hanno partecipato alla Conferenza dei servizi, compresa la provincia che ovviamente ha creato e ha dato indicazioni, io penso che ci sia soddisfazione di tutti perché questa è la modalità che mi piace del governo del territorio, non ce la dimentichiamo perché non è che per Mandolini va bene e poi quando portiamo un’altra modifica che magari riguarda qualcun altro è un favore personale, non si fanno favori ma si guarda alla strategia dentro risposte di carattere puntuale.

Il Consigliere MANDOLINI (Gruppo Misto): per dichiarare l’astensione alla pratica e motivandola anche seguendo un po’ il filo di quello che ha detto il Sindaco. Io ricordo la discussione su altre pratiche di varianti puntuali sulle quali ero stato molto critico su questa scelta dell’Amministrazione di fare questo tipo di varianti puntuali e specifiche per situazioni private, però dipende anche molto dal contesto di quello che ogni singola variante chiede. Ricordo la discussione sulla Comes, a mio parere c’erano situazioni in cui non andava bene, ad esempio ricordo gli oneri di urbanizzazione che venivano scorporati e veniva fatto fare un marciapiede con la pista ciclabile invece magari era più opportuno fare un’altra opera che era la sistemazione della rotatoria visto che anche il traffico dei mezzi pesanti sarebbe aumentato, questo tipo di scelte. per la pratica della ditta Mandolini io non ho avuto modo e neanche il tempo di vedere come gli indici urbanistici vengono cambiati, quindi le altezze, le distanze delle strade, le cubature, devo però dire che effettivamente si va a migliorare una situazione che di fatto un po’ c’è perché effettivamente il piazzale esiste già, già ci sono le macchine sul terreno e quindi si va anche un po’ a migliorare una situazione che già c’è. Ho un po’ di dubbi sulla vasca di contenimento delle acque perché è una vasca a cielo aperto con l’acqua che ristagna quindi ho un po’ di dubbi su quello, l’acqua che va lì non ho capito bene se va a finire nella fognatura o poi va a dispersione o viene riutilizzata dall’impianto, quindi per il fatto che non ho avuto neanche tempo di approfondire bene rispetto ad altre pratiche che a mio parere ho motivato bene allora mi astengo.

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica, la proposta iscritta al punto 6 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari, così come emendata in corso di seduta, che viene approvata con 22 voti favorevoli, nessuno contrario, 1 astenuto (Mandolini), come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica, l’immediata eseguibilità dell’atto deliberativo, che viene approvata con 22 voti favorevoli, nessuno contrario, 1 astenuto (Mandolini), come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Tutto ciò premesso

IL CONSIGLIO COMUNALE
- Visto l'argomento iscritto al punto 6 dei suoi lavori;
- Udita la relazione dell'Assessore alla Pianificazione Urbanistica, Maurizio Memè;
- Premesso che in data 23/04/2013, registrata al prot. n. 022977 del 23/04/2013, è stata presentata allo Sportello Unico per le Attività Produttive di Senigallia e Comuni Associati, l’istanza (mediante procedimento unico di cui all’art. 8 del D.P.R. 160/2010) dal Sig. Mandolini Renato – C.F.: MNDRNT53H06I608C, in qualità di Legale rappresentante della Ditta MANDOLINI IMMOBILIARE s.r.l., ora MANDOLINI S.R.L. (a seguito di istanza di voltura) con sede a Senigallia (AN), Via Corinaldese n. 109 - P.IVA: 02091750428, per la COSTRUZIONE DI NUOVO FABBRICATO, REALIZZAZIONE STRADA DI ACCESSO, PIAZZALI DI SOSTA E MANOVRA MEZZI, tramite VARIANTE al PRG nel Comune di Senigallia (AN), in via Corinaldese, n. 109;
- Dato atto della successiva documentazione prodotta ad integrazione della sopra citata istanza;
- Dato atto che con nota prot. 10/01/2018, n. 2041, lo Sportello Unico per le Attività Produttive di Senigallia e Comuni Associati, ha provveduto a indire e convocare la Conferenza di Servizi per il giorno 06/02/2018, per l’acquisizione dei pareri e delle autorizzazioni in relazione all’intervento in esame;
- Considerato che con prot. 31/01/2018, n. 7980, è stata rinviata la Conferenza di Servizi del 06/02/2018 a data da definire, per richiesta di integrazioni documentali da parte della Regione Marche (rif.prot.25/01/2018, n. 95800) e della Provincia di Ancona (rif.prot.25/01/2018, n. 2572);
- Preso atto che con nota 08/05/2018, n. 31635, è stata aggiornata la seduta della Conferenza dei Servizi decisoria al giorno 22/05/2018 a seguito del ricevimento della documentazione integrativa/sostitutiva presentanta dalla ditta e acquisita agli atti con prot. 11063 del 12/02/2018, prot. 28169 del 20/04/2018 e prot. 29643 del 02/05/2018;
- Preso atto del Verbale della Conferenza di Servizi del 22/05/2018, secondo cui, in considerazione degli interventi delle amministrazioni partecipanti, è emersa la necessità di aggiornare la Conferenza di Servizi al 26/06/2018, e del successivo aggiornamento della Conferenza dei Servizi al 10/07/2018 per impossibilità di concludere il procedimento per i motivi espressi nel verbale del 26/06/2018;
- Preso atto della Determina dirigenziale della Provincia di Ancona n. 716 del 05/07/2018 con la quale viene disposto di "escludere dalla procedura di valutazione di impatto strategico ... la Variante al PRG per l’ampliamento dell’area a destinazione Artigianale – Industriale a Brugnetto del Comune di Senigallia - Procedura D.P.R. 160/2010 e ss.mm.ii.;
- Preso atto del Verbale della Conferenza di Servizi del 10/07/2018 che ha determinato l’esito positivo della Conferenza di Servizi e ha stabilito che … Il  Responsabile dello Sportello Unico per le Attività produttive provvederà ad inviare la pratica in argomento al Consiglio Comunale per l'approvazione della variante al PRG; 
- Preso atto del Decreto n. 98 del 10/07/2018 del Presidente della Provincia di Ancona con il quale esprime parere favorevole alla variante di cui al progetto in questione, ai sensi dell’art. 26 della l.r. 34/1992;
- Visto l’art. 8, c. 1 del D.P.R. 160/2010, il quale dispone che Nei comuni in cui lo strumento urbanistico non individua aree destinate all'insediamento di impianti produttivi o individua aree insufficienti, ..., l'interessato può richiedere al responsabile del SUAP la convocazione della conferenza di servizi di cui agli articoli da 14 a 14-quinquies della legge 7 agosto 1990, n. 241, e alle altre normative di settore, in seduta pubblica. Qualora l'esito della conferenza di servizi comporti la variazione dello strumento urbanistico, ove sussista l'assenso della Regione espresso in quella sede, il verbale è trasmesso ... al Presidente del Consiglio comunale, …, che lo sottopone alla votazione del Consiglio nella prima seduta utile. ..."
- Visto l'art. 26-quater, comma 8 della l.r. 34/1992, come aggiunto dall'art. 34, l.r. 16 febbraio 2015, n. 3, il quale prevede che All'esito della conferenza di servizi, ove sussista il parere favorevole della Provincia, il verbale è trasmesso … al Presidente del Consiglio comunale, …, che lo sottopone alla votazione del Consiglio nella prima seduta utile. Il responsabile del SUAP entro trenta giorni dal ricevimento della delibera di approvazione della variante urbanistica in caso di approvazione da parte del Consiglio comunale, rilascia il titolo abilitativo unico, mentre in caso di mancata approvazione conclude il procedimento con il rigetto dell'istanza.…;
- Considerato che è stata garantita, nei modi e nei termini previsti la pubblicità della proposta e la possibilità di presentare osservazioni da parte di tutti i soggetti eventualmente interessati, nel rispetto delle disposizioni di cui all’art. 26-quater, comma 8 della l.r. 34/1992;
- Considerato che nei termini sopra detti non sono pervenute osservazioni;
- Visto il progetto dei lavori per la costruzione di nuovo fabbricato, realizzazione strada di accesso, piazzali di sosta e manovra mezzi, da realizzarsi in variante urbanistica al Piano Regolatore Generale, nel Comune di Senigallia (AN) in via Corinaldese, n. 109, come approvato dalla Conferenza di Servizi riunitasi in data 22/05/2018, 26/06/2018 e 10/07/2018; 
- Visto il D.lgs. 31.03.1998, n. 112;
- Visto il D.P.R. 07/09/2010 n. 160;
- Visto la Legge Regionale n° 34/92 e successive modifiche ed integrazioni
- Visto il D.Lgs. n. 267/2000;
- Visti gli atti allegati alla presente delibera, che ne formano parte integrante e sostanziale; 
- Preso atto del seguente parere favorevole reso ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- del Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;
- Con votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato;
D E L I B E R A
1°) - DI APPROVARE la variante al vigente strumento urbanistico per la costruzione di nuovo fabbricato, realizzazione strada di accesso, piazzali di sosta e manovra mezzi nel Comune di Senigallia (AN) in via Corinaldese, n. 109, presentato dalla ditta MANDOLINI S.R.L. con sede a Senigallia (AN), Via Corinaldese, n. 109 – C.F. 00130630429 alle seguenti condizioni:
a) La variante al PRG, secondo la proposta scaturita dalla conferenza di servizi, comporta il vincolo alla realizzazione esclusiva del progetto presentato e l’avvio dell’attività richiesta.
b) In caso di cessazione dell’attività oggetto della presente deliberazione, dovrà essere rivalutato l’interesse pubblico qualora l’attività subisse delle modifiche tali da vanificare l’interesse pubblico attuale connesso all’approvazione del progetto, costituente variante al PRG, in oggetto.
c) Gli interventi edilizi relativi al progetto saranno avviati e conclusi dal richiedente secondo le modalità previste all'articolo 15 del d.p.r. 6 gennaio 2001, n. 380 (Testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia edilizia);
2°) - DI TRASMETTERE il presente atto al responsabile dello Sportello Unico per le Attività Produttive, che provvederà:
a) entro 15 giorni dall’esecutività della Deliberazione di C.C., a comunicare gli adempimenti per il rilascio del Titolo Unico di cui al verbale del 10/07/2018;
b) rilasciare il Titolo Unico, dopo l’acquisizione della suddetta documentazione;
3°) - DI TRASMETTERE, ai fini conoscitivi, il presente atto al Responsabile Ufficio Governo del Territorio e Protezione Civile del Comune di Senigallia e alla Provincia di Ancona;
4°) - DI PROVVEDERE alla pubblicazione del presente atto sul Bollettino Ufficiale della Regione Marche, così come previsto dall’art. 40, c. 2 bis della L.R. n. 34/92 e successive modifiche ed integrazioni;
5°) - DI DARE ATTO che il presente atto non comporta impegno di spesa;
6°) – DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato.-
      



Letto, confermato e sottoscritto
	Il Presidente	Il  Segretario Comunale
	F/to Romano Dario	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 16 agosto 2018 al 31 agosto 2018 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 3 settembre 2018	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 27 agosto 2018, essendo stata pubblicata il 16 agosto 2018
Lì, 28 agosto 2018	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,