Senigallia Atto

Variante parziale al PRG “Smart 2018”

Delibera del Consiglio Comunale N° CC/2018/80 del 27 settembre 2018

Presentazione
Approvazione
27.9.2018

Firmatari

  • Maurizio Memè
    Vice sindaco, Assessore con delega a pianificazione urbanistica e progettazione ambientale, gestione e manutenzione del litorale, area portuale, Suap
    Monitorato da 20 cittadini

Testo

        
proposta n°2018/2122CONSIGLIO
COMUNE DI SENIGALLIAAREA TECNICA, TERRITORIO, AMBIENTEPROVINCIA DI ANCONAUfficio   GOVERNO DEL TERRITORIO E PROTEZIONE CIVILEPROPOSTA di DELIBERAZIONE del Consiglio Comunale
OGGETTO: VARIANTE PARZIALE AL PRG SMART 2018. ADOZIONE EX ART. 26 L.R. 34/1992
Il RESPONSABILE del PROCEDIMENTO
	FIRMA
data, 06/08/2018L’ASSESSORE   PREPOSTO
Memè Maurizio


Trasmessa per l’istruttoria ai seguenti Uffici:
in data
 Finanze Bilancio	___________
 Segreteria A.I.	___________
 Esaminata dalla Giunta.	___________
 Al Presidente del Consiglio Comunale	___________
 Alla Segreteria della _____ª C.C.P.	___________
 Pronta per O.d.G.	___________
	___________


Premesse
- il Comune di Senigallia è dotato di Piano regolatore generale (approvazione Consiglio provinciale n. 123 del 29 luglio 1997) adeguato al Piano paesistico ambientale regionale (PPAR) e aggiornato da ultimo con la variante per la riqualificazione dell’offerta turistica (2013);
-	 Nel programma di mandato dell’A.C. 2015/2020 tra gli obiettivi dell’Ente vi è la semplificazione amministrativa e il ripensare le città dentro un concetto di smart-city, mediante lo snellimento delle procedure e un ascolto di cittadini e operatori finalizzato a ridurre il contenzioso e i tempi di risposta degli uffici tecnici.
Il processo partecipato e l’individuazione della nuova domanda dovranno guidare la stesura di norme semplici e veloci in grado di trasformare rapidamente le energie del territorio in occasioni di rilancio, agendo puntualmente là dove si presentano le occasioni virtuose di trasformazione. Perseguire la flessibilità nelle destinazioni d’uso ammesse (salvo i casi di incompatibilità) … avendo a cuore un approccio sistemico, che tenga insieme e in equilibrio il tutto e il singolo.
- Accanto a questo obiettivo di innovazione e semplificazione delle norme urbanistiche continua ad essere perseguito dall’Ente l’obiettivo della riduzione del consumo di suolo mediante la trasformazione di terreni edificabili in zone agricole e favorendo interventi di riqualificazione urbana, come già avviato negli ultimi anni.
- la Variante SMART 2018, finalizzata alla semplificazione normativa e alla riduzione del consumo di suolo e redatta dall’Ufficio Governo del Territorio e Protezione civile, nasce da questi obiettivi e soprattutto dal confronto con cittadini e tecnici che in questi anni hanno presentato richieste di variante al PRG, con gli uffici dell’Amministrazione che quotidianamente operano nel contesto del PRG  (Sportello per l’Edilizia, Sportello per le Attività Produttive, Ufficio Sviluppo urbano sostenibili) e con associazioni di categoria e ordini professionali.

Principali azioni della Variante:
1. Revisione normativa 
    (semplificazione, snellimento, aggiornamento a normative urbanistiche e di settore)
2. Riduzione del consumo di suolo
    (accoglimento delle istanze dei cittadini)
3. Correzioni incongruità a saldo zero
    (revisione di azzonamenti non congruenti e accoglimento di istanze senza aumento di cubatura)

Elaborati della Variante:
La Variante parziale al PRG SMART 2018 si compone dei seguenti elaborati tecnici, redatti a cura dell’Ufficio Governo del Territorio e Protezione Civile:
1_Relazione illustrativa
2_Norme Tecniche di Attuazione (versione comparata Vigente/Variante)
3_Verifiche degli Standard urbanistici 
4_ Book comparativo delle zone urbanistiche soggette a modifica 


Le modifiche indotte dalle revisioni normative e grafiche al PRG, toccano, seppur a volte solo per nomenclature e codici, la totalità degli elaborati di Piano, che vengono quindi ripubblicati ai fini della salvaguardia di legge. 
Nell’elaborato P.1.1 – Elaborati del PRG, è riportato l’elenco dei documenti costituenti il PRG con indicazione di quelli non coinvolti dalla variante e di quelli modificati in salvaguardia.

Procedimento della Variante
Ai fini dell’adozione della Variante sono stati richiesti i seguenti pareri prescrittivi:
- Valutazione ambientale strategica (D.Lgs n. 152/2006) - Provincia di Ancona
in data ______ prot. _____ la Provincia di Ancona ha accolto la proposta di esenzione da VAS inoltrata con nota prot. ___ del ___ ai sensi del …..

- Compatibilità geomorfologica (ex art. 89 DPR 380/2001) – Regione Marche
 in data _____ prot____ la Regione Marche ha espresso parere favorevole in ordine alla non rilevanza geomorfologica delle modifiche indotte dalla Variante SMART 2018, richiesta con nota prot. ___ del ___
- Compatibilità idraulica e invarianza idraulica (L.R. n. 22/2011; DGR n. 53/2014) – Regione Marche
 in data _____ prot____ la Provincia di Ancona ha espresso parere favorevole in ordine alla non rilevanza idraulica delle modifiche indotte dalla Variante SMART 2018, richiesta con nota prot. ___ del ___
- come specificato nella relazione illustrativa le modifiche al PRG non contrastano con gli indirizzi e le prescrizioni dettate da:
- 	Piano Paesistico Ambientale Regionale (P.P.A.R. Regione Marche);
- 	Piano di Inquadramento Territoriale regionale (P.I.T.)e limitazioni derivate dalla citata L.R. n. 22/2011;
-	Piano Territoriale di Coordinamento (P.T.C. Provincia di Ancona);

Ritenuto deliberare in merito per quanto illustrato nelle premesse;
Atteso che il presente provvedimento non comporta alcuna assunzione di spesa a carico del bilancio comunale.
Richiamata la L.R. n° 34 del 5 agosto 1992 come modificata dalla L.R. n° 19/2001;
Richiamato l’art. 42 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n° 267;

- Su proposta della Giunta Comunale;
- Preso atto del seguente parere favorevole reso ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente responsabile dell’Area Tecnica Territorio Ambiente;
- Con votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato;

D E L I B E R A
1°) - ADOTTARE, ai sensi e per gli effetti dell’art. 26 L.R. 34/92, la variante al P.R.G. vigente denominata SMART 2018, finalizzata alla semplificazione normativa e alla riduzione del consumo di suolo, che si compone dei seguenti elaborati tecnici, redatti dall’Ufficio Governo del Territorio e Protezione Civile e  allegati al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale:
1_Relazione illustrativa
2_Norme Tecniche di Attuazione (versione comparata Vigente/Variante)
3_Verifiche degli Standard urbanistici 
4_ Book comparativo delle zone urbanistiche soggette a modifica 

2°) – DARE ATTO che:
- in data ______ prot. _____ la Provincia di Ancona ha accolto la proposta di esenzione da VAS inoltrata con nota prot. ___ del ___,  
- in data _____ prot____ la Regione Marche ha espresso parere favorevole in ordine alla non rilevanza geomorfologica delle modifiche indotte dalla Variante SMART 2018, richiesta con nota prot. ___ del ___,;  
- in data _____ prot____ la Regione Marche ha espresso parere favorevole in ordine alla non rilevanza idraulica delle modifiche indotte dalla Variante SMART 2018, richiesta con nota prot. ___ del ___,;  
3°) – DARE ATTO che il Responsabile del Procedimento è l’arch. Daniela Giuliani, responsabile dell’Ufficio Governo del Territorio e Protezione Civile;
4°) – DARE MANDATO all’Ufficio Governo del Territorio di aggiornare gli elaborati del PRG in conformità alla presente deliberazione e di provvedere alla pubblicazione del PRG in salvaguardia, come evidenziato nell’elaborato P.1.1 – Elaborati del PRG, allegato alla presente delibera, dove è riportato l’elenco dei documenti costituenti il PRG con indicazione di quelli non coinvolti dalla variante e di quelli modificati in salvaguardia.

5°) -  DARE ATTO che gli atti costitutivi della  variante al PRG SMART 2018 saranno depositati in libera visione al pubblico con pubblicazione del relativo avviso ai sensi dell’art. 26 della Legge Regionale 34 così come modificata dalla L.R. 19/2001;

6°) - DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato.-

-