Senigallia Atto

Approvazione bilancio consolidato dell’esercizio 2017

Delibera del Consiglio Comunale N° CC/2018/84 del 27 settembre 2018

Presentazione
Approvazione
27.9.2018

Firmatari

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N° 84 
Seduta del 27/09/2018
OGGETTO:	BILANCIO CONSOLIDATO DELL’ESERCIZIO 2017. APPROVAZIONE AI SENSI DELL’ART. 233-BIS DEL D.LGS. N. 267/2000 E DELL’ART. 11-BIS DEL D.LGS. N. 118/2011.
L’anno duemiladiciotto addì ventisette del mese di settembre alle ore 15:30  nel Palazzo Municipale di Senigallia e nella solita sala delle adunanze consiliari.
Previa convocazione nei modi di rito, si è oggi riunito, in seduta straordinaria il Consiglio Comunale.
Fatto l’appello nominale risultano:
ConsiglierePres.Ass.ConsiglierePres.Ass.1 Angeletti Margherita*-14 Paradisi Roberto*-2 Beccaceci Lorenzo *-15 Pedroni Luana*-3 Bedini Mauro*-16 Perini Maurizio*-4 Brucchini Adriano*-17 Pierfederici Mauro*-5 Canestrari Alan-*18 Profili Vilma*-6 Da Ros Davide*-19 Rebecchini Luigi*-7 Fileri Nausicaa-*20 Romano Dario*-8 Giuliani Ludovica-*21 Salustri Maurizio*-9 Gregorini Mauro*-22 Santarelli Luca*-10 Mandolini Riccardo*-23 Sardella Simeone*-11 Mangialardi Maurizio*-24 Sartini Giorgio-*12 Martinangeli Stefania*-25 Urbinati Sandro*-13 Palma Elisabetta-*T O T A L E     P R E S E N T I    N° 20

 Alam Mohammad ShafiualConsigliere Straniero Aggiunto-* Becka MaksimConsigliere Straniero Aggiunto*-
Sono altresì presenti gli assessori: Bucari Simonetta, Campanile Gennaro, Girolametti Carlo, Memè Maurizio, Monachesi Enzo, Ramazzotti Ilaria
Essendo legale l’adunanza per il numero degli intervenuti, il Sig. Romano Dario nella qualità di Presidente dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario Comunale Dott. Morganti Stefano 
Chiama a fungere da scrutatori i Consiglieri Signori: 1°  Pedroni Luana; 2° Profili Vilma;  3° Martinangeli Stefania .


Il Presidente del Consiglio ROMANO enuncia l’argomento iscritto al punto 5 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari relativo a: BILANCIO CONSOLIDATO DELL’ESERCIZIO 2017. APPROVAZIONE AI SENSI DELL’ART. 233-BIS DEL D.LGS. N. 267/2000 E DELL’ART. 11-BIS DEL D.LGS. N. 118/2011 e concede la parola all’Assessore alle Risorse Finanziarie, Gennaro Campanile, per la relazione introduttiva.

L’Assessore CAMPANILE: anche questa proposta che oggi arriva in Consiglio comunale è stata approfondita in Commissione con la presenza sempre del dirigente alle finanze Laura Filonzi così anche con la Presidente dell’organo dei Revisori dei Conti Marina Pittori che in qualche modo oltre ad aver rilasciato a tutti il parere positivo con la spiegazione illustrativa del conto economico consolidato dello stato patrimoniale consolidato ma anche della relazione sulla gestione consolidata e anche la nota integrativa, ha espresso delle conclusioni dicendo che il bilancio consolidato è fatto come richiesto dalle procedure di consolidamento. È il secondo anno che questo Consiglio comunale approva questo nuovo bilancio, questo nuovo adempimento legato al decreto legislativo 118 del 2011 che riguarda i principi di contabilità e che prevede appunto che sia rappresentato il patrimonio e anche i risultati del gruppo anche con i terzi e quindi con le società ed enti società controllate o società partecipate o enti partecipati e quindi in questo perimetro rientrano per quanto riguarda Senigallia due enti strumentali partecipativi e due società partecipate, quindi prima rispondendo al Consigliere Martinangeli che mi chiedeva delle società partecipate, delle 12 società partecipate di cui molte sono in liquidazione solo quattro entrano rientrano in questo perimetro e sono ASA società a responsabilità limitata come società partecipata, la Multiservizi S.p.A. come società partecipata, l’ATO 2 Ancona come ATA Rifiuti come ente strumentale partecipativo e il Consorzio di Gorgovivo anche questo come ente strumentale partecipato. È questa la base del gruppo di amministrazione pubblica che va a presentarsi come patrimonio in base a questi adempimenti previsti, esce il Co.Ge.S.Co., l’anno scorso nel primo bilancio avevamo anche il Co.Ge.S.Co, esce perché non rientra più in quelle percentuali previste dai tre parametri che sono appunto il patrimonio netto, i ricavi e l’attivo patrimoniale e chiaramente il Co.Ge.S.Co. quest’anno non ha sforato nessuno del 10% di questi tre parametri e quindi non è più necessario inserirlo all’interno di questo documento. Ricordo a tutti che è un documento di consultazione che rendiconta e quindi non è un documento di previsione dove noi possiamo in sostanza fare delle modifiche, è una fotografia che chiaramente la legge ha reso obbligatorio in una logica economica e non più eco finanziaria, quindi sono anche legate a un nuovo metodo che è quello che abbiamo applicato che un metodo proporzionale e in questo bilancio che come vi dicevo prevede la redazione anche da parte di enti locali con gli organismi strumentali proprio per informare la complessiva situazione economica patrimoniale e finanziaria di tutto questo gruppo. L’attivo che vedete è di 260.663.281, chiaramente il passivo il patrimonio netto idem e poi abbiamo il conto economico invece e quindi legato al risultato di esercizio che è di meno 2.386.937, questo chiaramente è legato in particolar modo a questo adeguamento delle FCDE che dalle norme attuali passa al 100% e voi come sapete che l’FCDE è questo fondo crediti di dubbia esigibilità che chiaramente incide anche in questo bilancio nonostante le nostre società partecipate ed enti strumentali siano delle società solide e che hanno bilanci positivi. All’interno dell’attivo consolidato nelle immobilizzazioni sono state inserite in questa voce di bilancio anche tutte le nuove reti di Gorgovivo che prima non erano state rilevate e invece sono state inserite all’interno di questo patrimonio netto che trovate in questi schemi che sono appunto la fotografia del nostro Comune di Senigallia che è il capofila con le quattro società che formano il perimetro di questo Comune.

Il Presidente del Consiglio ROMANO: apriamo la discussione.

Si dà atto che esce il Consigliere Paradisi: Presenti con diritto di voto n. 19.

Il Consigliere MARTINANGELI (Movimento 5 Stelle): solo due parole su questo documento che comunque è di consultazione come ha detto l’Assessore, quindi è uno strumento di rendiconto non di previsione che però è molto peggiorativo guardando il 2016 rispetto al 2017 come risultato economico, come conto economico e appunto come diceva l’Assessore dovuto diciamo questo peggioramento non tanto ai bilanci delle società che sono comunque società solide ma al fatto degli accantonamenti dei fondi crediti di dubbia esigibilità di Senigallia se non sbaglio, quindi cosa fa l’Amministrazione, cosa sta facendo per ovviare a questi peggioramenti di questo fondo di crediti di dubbia esigibilità? Cioè quali meccanismi sta ponendo in essere al fine di evitare questo peggioramento che poi dobbiamo rendicontare e che effettivamente non è che sia all’occhio ben visto penso specialmente anche dalle altre società che magari hanno tutti i bilanci in attivo come anche Senigallia giustamente, quindi chiedevo che cosa sta facendo per evitare questo aggravio per il risultato economico.

L’Assessore CAMPANILE: come ha già detto anche il dirigente in Commissione chiaramente il disavanzo va rateizzato quindi noi ogni anno abbiamo una rata di 145.000 euro che stiamo estinguendo, chiaramente già son passati tre anni siamo passati da trenta rate a ventisette rate, quindi il tempo abbassa chiaramente i mutui se non se ne accendono così come abbassa questo disavanzo. voi sapete qual è la natura del disavanzo quando c’è stato nel 2015 questo accertamento straordinario dei residui che ha visto non solo il Comune di Senigallia ma tutti i Comuni d’Italia che hanno dovuto cancellare, visto che è subentrata una nuova contabilità, più puntuale, più precisa, meno ipotetica e più pragmatica, per combattere il debito pubblico in particolar modo non solo i debiti dei Comuni a questa verità nuova che credo stia già dando delle risposte anche innovative. Rispetto alla riduzione che cosa sta facendo l’ente sulle politiche fiscali. Intanto sta facendo tanto credo perché abbiamo messo in campo tante azioni grandi e piccole, l’ultima è stata proprio l’esternalizzazione dei tributi minori ci sono dei tributi minori che sono difficili da riscuotere, abbiamo visto le sanzioni del codice della strada hanno una riscossione del 54%, vuol dire che le multe di 40 euro spesso non vengono pagate ma spesso non vengono neanche perseguiti per riscuoterle nel senso si fanno tutti i passaggi a Equitalia ma è chiaro che lei sa meglio di me, visto che è anche una professionista in questo settore, sa quanto è difficile riscuotere, quanto tempo ci vuole per aprire dei contenziosi per una sanzione di 40 euro. Con questa scelta appunto di mettere a bando il monitoraggio di imposte o tasse come quella dell’imposta di pubblicità, chi la controllava? Noi abbiamo uomini che hanno la necessità di stare nel territorio, renderlo sicuro, penso alla Polizia Municipale che spesso fa questo lavoro invece noi vorremmo che la Polizia municipale facesse il controllo del territorio, che facesse il vigile di quartiere, che fossero presenti nelle 14 frazioni, potessero controllare chiaramente più la strada che magari controllare se qualcuno attacca dei manifesti abusivi o controllare i passi carrai, abbiamo fatto questa scelta, credo che avremo dei benefici, il prossimo mese ci sarà il bando e lì avremo sicuramente dei benefici perché già dai primi controlli del catasto stradale come avevamo già anticipato abbiamo verificato che su 4000 passi carrai ce ne sono 3000 che sono da verificare, poi ci sono sempre i contraddittori, faremo tutti i percorsi di verifica puntuale però chiaramente se abbiamo un un’azienda che ci aiuta nella verifica dei controlli e soprattutto nella riscossione credo che possiamo avere solo benefici visto che lavoreranno su questi benefici, l’aggio sarà dato solo se ci saranno le entrate sennò loro non incasseranno. Rispetto poi all’imposta di soggiorno abbiamo inserito un nuovo strumento che sta portando dei grandi risultati, l’abbiamo visto, siamo passati da 270.000 euro a 470.000 euro di imposta di soggiorno, ho convocato per la prossima settimana l’Osservatorio dell’imposta di soggiorno dove sono presenti due consiglieri di maggioranza e due di minoranza, verificheremo l’andamento ma credo che anche qui ci sia una nuova consapevolezza anche da parte degli albergatori perché c’è una concertazione in atto e anche con la Corte dei Conti che si è espressa e che ha reso tutti i proprietari delle strutture ricettive degli agenti contabili con delle responsabilità molto più importanti vedremo che sicuramente ci saranno delle entrate maggiori. Poi su tutte le imposte, controlli sull’IMU, sull’ICI ancora passata, sulla TARI e poi abbiamo Equitalia l’agenzia della riscossione, chi non paga ci facciamo aiutare per la riscossione coattiva e chiaramente loro poi fanno il lavoro che devono fare quindi mi sembra che rispetto al passato stiamo facendo delle azioni importanti. Senza considerare per esempio anche le azioni che abbiamo portato avanti per esempio sui fitti passivi, abbiamo quasi completamente tolto tutti i fitti passivi che avevamo, l’ultimo era il capannone della falegnameria del Comune a Cesanella a giugno, abbiamo disdetto il contratto, era di 10.000 euro, c’era un falegname che però aveva un capannone e invece abbiamo deciso di ottimizzare, di utilizzare una spending review e abbiamo eliminato quasi tutti i fitti passivi, sono rimaste le due farmacie sostanzialmente quella che è in via Largo Boito e l’altra a Cesanella che però producono profitti, quindi se riusciamo a trovare un loco e ci stiamo lavorando con il Sindaco anche nuovo e anche di nostra proprietà dove spostare le farmacie chiaramente abbiamo eliminato tutti i fitti passivi. Sui fitti attivi lo stesso è stato fatto un grande lavoro perché abbiamo abbassato anche grazie al Governo passato, lo Sblocca Italia, abbiamo ridotto i canoni che forse erano troppo alti e facevano fatica le nostre aziende a pagare, adesso hanno pagato tutti, l’abbiamo abbassato, ma gli abbiamo chiesto che tutti i debiti che avevano con noi li dovevano chiudere e quindi li hanno chiusi e adesso sembra che siano abbastanza regolari e comunque con il nuovo funzionario, intanto ringrazio Maurizio Marcantognini che è andato in pensione e comunque anche lui è stato per tanti anni responsabile di quel settore, ha fatto un grande lavoro, è arrivata la nuova responsabile del patrimonio che tra l’altro avrete modo di conoscere in Commissione e vedremo insieme come appunto possiamo fare, quale azione mettere in campo rispetto alle azioni di contrasto all’evasione. La nostra volontà è quella di fare una grande lotta all’evasione, quindi chi non paga va perseguito e questo dovremmo sempre più attraverso strumenti innovativi ma anche attraverso ausili nuovi ottenere questa riduzione di chi non paga per l’equità fiscale ma soprattutto per magari abbassare anche le imposte.

Il Presidente del Consiglio ROMANO: non vedo altri interventi quindi chiudiamo la discussione generale. Dichiarazioni di voto. Non vedo dichiarazioni di voto.

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica, la proposta iscritta al punto 5 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari che viene approvata con 15 voti favorevoli, 4 contrari (Da Ros, Mandolini, Martinangeli, Rebecchini), nessuno astenuto, come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica, l’immediata eseguibilità dell’atto deliberativo che viene approvata con 15 voti favorevoli, 3 contrari (Da Ros, Mandolini, Martinangeli9, nessuno astenuto, 1 presente non votante (Rebecchini), come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Tutto ciò premesso

IL CONSIGLIO COMUNALE
- Visto l'argomento iscritto al punto 5 dei suoi lavori;
- Udita la relazione dell'Assessore alle Risorse Finanziarie, Gennaro Campanile;
RICHIAMATA la deliberazione di Giunta municipale n. 170 del 04.09.2018 di proposta di approvazione del Bilancio consolidato dell’esercizio 2017 ai sensi dell’art. 233-bis del D.Lgs. n. 267/2000 e dell’art. 11-bis del D.Lgs. n. 118/2011, di cui si allega al presente atto l’Allegato A, a formarne parte integrante e sostanziale;
CONSIDERATI i contenuti della predetta deliberazione parte integrante e sostanziale del presente atto che qui di seguito si riportano facendoli propri;
PREMESSO che:
- l’art. 147-quater del D.Lgs. n. 267/2000 disciplina i principi in materia di controllo sulle società partecipate non quotate, stabilendo che i risultati complessivi della gestione dell’ente locale e delle aziende non quotate partecipate sono rilevati mediante Bilancio consolidato, predisposto secondo le modalità previste dal D.Lgs. n. 118/2011 e successive modificazioni, secondo la competenza economica;
- l’art. 233-bis del D.Lgs. n. 267/2000 prevede che il bilancio consolidato di gruppo sia predisposto secondo lo schema di cui all’allegato 11 al D.Lgs. n. 118/2011;
VISTO il D.Lgs. n. 118/2011 recante Disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli Enti locali e dei loro organismi, a norma degli articoli 1 e 2 della legge 5 maggio 2009, n. 42, il quale, agli artt. 11-bis e seguenti, prevede la redazione del Bilancio consolidato da parte degli enti locali con i propri enti ed organismi strumentali, aziende, società controllate e partecipate, allo scopo di fornire un’informazione complessiva della situazione economica, patrimoniale e finanziaria del gruppo, precisando che, ai fini dell’inclusione nel bilancio consolidato, si considera qualsiasi ente strumentale, azienda, società controllata e partecipata, indipendentemente dalla sua forma giuridica pubblica o privata, anche se le attività che svolge sono dissimili da quelle degli altri componenti del Gruppo, con l’esclusione degli enti coinvolti nella gestione della spesa finanziata con le risorse destinate al Servizio Sanitario Nazionale;
PRESO ATTO che, ai sensi dell’art. 11-bis, comma 2, del D.Lgs. n. 118/2011 e del principio contabile applicato di cui all’allegato 4/4 del medesimo decreto, il Bilancio consolidato è composto di Conto Economico consolidato, Stato Patrimoniale consolidato e dei seguenti allegati:
- la Relazione sulla gestione consolidata che comprende la Nota Integrativa;
- la Relazione del Collegio dei revisori dei conti;
VISTO, altresì, il principio contabile applicato del Bilancio consolidato di cui all’allegato 4/4 al D.Lgs. n. 118/2011, come modificato dal D.M. Ministero dell’Economia e delle Finanze 11.08.2017, il quale indica i criteri di composizione del Gruppo Amministrazione Pubblica e del perimetro di consolidamento, individuando altresì il procedimento finalizzato all’elaborazione del Bilancio consolidato;
RICHIAMATI l’art. 151, comma 8, del D.Lgs. n. 267/2000 e l’art. 18, comma 1, del D.Lgs. n. 118/2011, i quali prevedono che il Bilancio consolidato è approvato entro il 30 settembre dell’anno successivo a quello di riferimento;
RICHIAMATA la deliberazione di Giunta municipale n. 312 del 19.12.2017, con la quale si è provveduto all’aggiornamento del Gruppo Amministrazione Pubblica del Comune di Senigallia e del perimetro di consolidamento, quale attività preliminare al consolidamento dei bilanci del Gruppo, ai sensi di quanto disposto dal principio contabile applicato del Bilancio consolidato di cui all’allegato 4/4 al D.Lgs. n. 118/2011;
DATO ATTO che, secondo quanto stabilito con la suddetta deliberazione, il perimetro di consolidamento del Comune di Senigallia per l’anno 2017 comprende i seguenti enti e società:

DenominazioneTipologiaA.S.A. s.r.l.Società partecipataMultiservizi S.p.A.Società partecipataATO2 Ancona – ATA RifiutiEnte strumentale partecipatoConsorzio GorgovivoEnte strumentale partecipato
VISTO l’iter procedimentale compiuto dal Comune di Senigallia, quale ente capogruppo, per l’elaborazione del Bilancio consolidato dell’esercizio 2017, nel rispetto delle fasi previste dal principio contabile applicato del Bilancio consolidato di cui all’allegato 4/4 al D.Lgs. n. 118/2011;
DATO ATTO che il Bilancio consolidato dell’esercizio 2017 è il risultato del consolidamento dei dati economico-patrimoniali di rendiconto 2017 del Comune di Senigallia, quale ente capogruppo, e dei bilanci delle società e degli enti appartenenti al perimetro;
RICHIAMATA, in proposito, la propria deliberazione n. 37 del 26.04.2018 con la quale è stato approvato il Rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2017 del Comune di Senigallia, ai sensi dell’art. 227 del D.Lgs. n. 267/2000;
VISTI i bilanci e i rendiconti d’esercizio 2017 delle società e degli enti inclusi nel perimetro, nonché i bilanci consolidati 2017 delle società e degli enti a loro volta a capo di gruppi di imprese;
ACCERTATO che, a conclusione delle operazioni di consolidamento, il Bilancio consolidato del Gruppo Comune di Senigallia per l’esercizio 2017 espone i seguenti risultati aggregati di Stato Patrimoniale e Conto Economico:
Attivo
Voci di bilancioAttivo consolidato 2017Attivo consolidato 2016Immobilizzazioni immaterialiЂ 1.702.602,63Ђ 2.372.574,66Immobilizzazioni materialiЂ 211.186.083,44Ђ 196.154.945,15Immobilizzazioni finanziarieЂ 13.035.521,31Ђ 8.306.934,79Totale immobilizzazioniRimanenzeЂ 605.651,86Ђ 376.083,63CreditiЂ 26.037.745,85Ђ 23.643.154,25Attività finanziarieЂ 0,00Ђ 0,00Disponibilità liquideЂ 7.941.988,06Ђ 8.455.466,43Totale attivo circolanteЂ 34.585.385,77Ђ 32.474.704,31Ratei e risconti attiviЂ 153.688,75Ђ 118.800,82TOTALE DELL’ATTIVOЂ 260.663.281,90Ђ 239.427.959,73
Passivo e Patrimonio netto
Voci di bilancioPassivo e
Patrimonio Netto consolidati 2017Passivo e 
Patrimonio Netto consolidati 2016Fondo di dotazione- Ђ 23.034.948,59Ђ 80.640.233,09RiserveЂ 165.980.133,64Ђ 39.660.482,48Risultato economico di esercizio- Ђ 2.386.937,87- Ђ 691.998,30Patrimonio nettoFondi per rischi ed oneriЂ 3.192.200,69Ђ 2.658.512,38Trattamento di fine rapportoЂ 614.929,32Ђ 637.359,67Debiti di finanziamentoЂ 48.254.068,85Ђ 48.232.193,04Debiti verso fornitoriЂ 13.042.461,04Ђ 11.786.838,23Debiti per trasferimenti e contributiЂ 1.868.676,51Ђ 1.614.250,44Altri debiti e accontiЂ 8.771.481,72Ђ 9.571.402,10Totale debitiЂ 71.955.401,05Ђ 71.204.683,81Ratei e risconti passiviЂ 44.342.503,66Ђ 45.318.686,60TOTALE DEL PASSIVOЂ 260.663.281,90Ђ 239.427.959,73Patrimonio netto di pertinenza di terziЂ 0,00Ђ 0,00Conti d’ordineЂ 6.363.296,79Ђ 3.409.739,75
Conto economico
Voci di bilancioConto Economico consolidato 2017Conto Economico consolidato 2016Componenti positivi della gestioneЂ 68.701.169,04Ђ 68.423.907,94Componenti negativi della gestioneЂ 68.627.750,69Ђ 67.134.095,37Risultato della gestione operativaЂ 73.418,35Ђ 1.289.812,57Proventi ed oneri finanziari- Ђ 1.799.351,29- Ђ 1.899.839,31Rettifiche di valore delle attività finanziarieЂ 322.831,32Ђ 2.200.110,61Proventi ed oneri straordinariЂ 74.794,51- Ђ 1.227.457,93Risultato prima delle imposte- Ђ 1.328.307,11Ђ 362.625,94ImposteЂ 1.058.630,76Ђ 1.054.624,24RISULTATO DI ESERCIZIO- Ђ 2.386.937,87- Ђ 691.998,30Risultato dell’esercizio di pertinenza di terziЂ 0,00Ђ 0,00
ACQUISITO il parere favorevole dell’organo di revisione, espresso mediante la Relazione dallo stesso redatta ai sensi dall’art. 239, comma 1, lettera d-bis), del D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267, che si allega al Bilancio consolidato per l’esercizio 2017 a formarne parte integrante e sostanziale (Allegato 2 all’Allegato A);
VERIFICATA la propria competenza in tema di approvazione del Bilancio consolidato;
VISTI, tra gli altri:
- il D.Lgs. 18 agosto 2000, n. 267 Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali; 
- il D.Lgs. n. 118/2011, recante disposizioni in materia di armonizzazione dei sistemi contabili e degli schemi di bilancio delle Regioni, degli Enti Locali e dei loro organismi, coordinato con il D.Lgs. n. 126/2014; 
- il Regolamento di Contabilità vigente;
- lo Statuto comunale;
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- del Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;
- Con votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato;
D E L I B E R A
1°) - DI APPROVARE il Bilancio consolidato dell’esercizio 2017 del Gruppo Comune di Senigallia allegato al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale (Allegato A), composto di Stato patrimoniale consolidato, Conto economico consolidato e dei seguenti allegati:
- Relazione sulla gestione contenente la Nota integrativa (Allegato 1 all’Allegato A);
- Relazione del Collegio dei revisori (Allegato 2 all’Allegato A);
2°) - DI DARE ATTO che, a conclusione delle operazioni di consolidamento, il Bilancio consolidato del Gruppo Comune di Senigallia per l’esercizio 2017 espone i seguenti risultati aggregati di Stato Patrimoniale e Conto Economico:
Attivo
Voci di bilancioAttivo consolidato 2017Attivo consolidato 2016Immobilizzazioni immaterialiЂ 1.702.602,63Ђ 2.372.574,66Immobilizzazioni materialiЂ 211.186.083,44Ђ 196.154.945,15Immobilizzazioni finanziarieЂ 13.035.521,31Ђ 8.306.934,79Totale immobilizzazioniRimanenzeЂ 605.651,86Ђ 376.083,63CreditiЂ 26.037.745,85Ђ 23.643.154,25Attività finanziarieЂ 0,00Ђ 0,00Disponibilità liquideЂ 7.941.988,06Ђ 8.455.466,43Totale attivo circolanteЂ 34.585.385,77Ђ 32.474.704,31Ratei e risconti attiviЂ 153.688,75Ђ 118.800,82TOTALE DELL’ATTIVOЂ 260.663.281,90Ђ 239.427.959,73
Passivo e Patrimonio netto
Voci di bilancioPassivo e
Patrimonio Netto consolidati 2017Passivo e 
Patrimonio Netto consolidati 2016Fondo di dotazione- Ђ 23.034.948,59Ђ 80.640.233,09RiserveЂ 165.980.133,64Ђ 39.660.482,48Risultato economico di esercizio- Ђ 2.386.937,87- Ђ 691.998,30Patrimonio nettoFondi per rischi ed oneriЂ 3.192.200,69Ђ 2.658.512,38Trattamento di fine rapportoЂ 614.929,32Ђ 637.359,67Debiti di finanziamentoЂ 48.254.068,85Ђ 48.232.193,04Debiti verso fornitoriЂ 13.042.461,04Ђ 11.786.838,23Debiti per trasferimenti e contributiЂ 1.868.676,51Ђ 1.614.250,44Altri debiti e accontiЂ 8.771.481,72Ђ 9.571.402,10Totale debitiЂ 71.955.401,05Ђ 71.204.683,81Ratei e risconti passiviЂ 44.342.503,66Ђ 45.318.686,60TOTALE DEL PASSIVOЂ 260.663.281,90Ђ 239.427.959,73Patrimonio netto di pertinenza di terziЂ 0,00Ђ 0,00Conti d’ordineЂ 6.363.296,79Ђ 3.409.739,75
Conto economico
Voci di bilancioConto Economico consolidato 2017Conto Economico consolidato 2016Componenti positivi della gestioneЂ 68.701.169,04Ђ 68.423.907,94Componenti negativi della gestioneЂ 68.627.750,69Ђ 67.134.095,37Risultato della gestione operativaЂ 73.418,35Ђ 1.289.812,57Proventi ed oneri finanziari- Ђ 1.799.351,29- Ђ 1.899.839,31Rettifiche di valore delle attività finanziarieЂ 322.831,32Ђ 2.200.110,61Proventi ed oneri straordinariЂ 74.794,51- Ђ 1.227.457,93Risultato prima delle imposte- Ђ 1.328.307,11Ђ 362.625,94ImposteЂ 1.058.630,76Ђ 1.054.624,24RISULTATO DI ESERCIZIO- Ђ 2.386.937,87- Ђ 691.998,30Risultato dell’esercizio di pertinenza di terziЂ 0,00Ђ 0,00
3°) – DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato.-
      


Letto, confermato e sottoscritto
	Il Presidente	Il  Segretario Comunale
	F/to Romano Dario	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 17 ottobre 2018 al 1 novembre 2018 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 2 novembre 2018	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 28 ottobre 2018, essendo stata pubblicata il 17 ottobre 2018
Lì, 29 ottobre 2018	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,