Senigallia Atto

Bilancio di previsione finanziario armonizzato 2018/2020. Ratifica variazione in via d’urgenza di cui alla deliberazione di giunta municipale n. 199 del 16.10.2018

Delibera del Consiglio Comunale N° CC/2018/103 del 28 novembre 2018

Presentazione
Approvazione
28.11.2018

Firmatari

  • Gennaro Campanile
    Assessore con delega a risorse finanziarie e patrimoniali, sviluppo economico e commercio
    Monitorato da 17 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N° 103 
Seduta del 28/11/2018
OGGETTO:	BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO ARMONIZZATO 2018/2020. RATIFICA VARIAZIONE IN VIA D’URGENZA DI CUI ALLA DELIBERAZIONE DI GIUNTA MUNICIPALE N. 199 DEL 16.10.2018
L’anno duemiladiciotto addì ventotto del mese di novembre alle ore 15:30  nel Palazzo Municipale di Senigallia e nella solita sala delle adunanze consiliari.
Previa convocazione nei modi di rito, si è oggi riunito, in seduta straordinaria il Consiglio Comunale.
Fatto l’appello nominale risultano:
ConsiglierePres.Ass.ConsiglierePres.Ass.1 Angeletti Margherita*-14 Paradisi Roberto-*2 Beccaceci Lorenzo *-15 Pedroni Luana*-3 Bedini Mauro*-16 Perini Maurizio*-4 Brucchini Adriano*-17 Pierfederici Mauro*-5 Canestrari Alan-*18 Profili Vilma*-6 Da Ros Davide*-19 Rebecchini Luigi*-7 Fileri Nausicaa-*20 Romano Dario*-8 Giuliani Ludovica*-21 Salustri Maurizio*-9 Gregorini Mauro*-22 Santarelli Luca*-10 Mandolini Riccardo*-23 Sardella Simeone*-11 Mangialardi Maurizio*-24 Sartini Giorgio-*12 Martinangeli Stefania*-25 Urbinati Sandro*-13 Palma Elisabetta*-T O T A L E     P R E S E N T I    N° 21

 Becka MaksimConsigliere Straniero Aggiunto*-
Sono altresì presenti gli assessori: Bucari Simonetta, Campanile Gennaro, Girolametti Carlo, Memè Maurizio, Monachesi Enzo, Ramazzotti Ilaria
Essendo legale l’adunanza per il numero degli intervenuti, il Sig. Romano Dario nella qualità di Presidente dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario Comunale Dott. Morganti Stefano 
Chiama a fungere da scrutatori i Consiglieri Signori: 1°  Pedroni Luana; 2° Urbinati Sandro;  3° Martinangeli Stefania .


Il Presidente del Consiglio ROMANO enuncia l’argomento iscritto al punto 3 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari relativo a: BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO ARMONIZZATO 2018/2020. RATIFICA VARIAZIONE IN VIA D’URGENZA DI CUI ALLA DELIBERAZIONE DI GIUNTA MUNICIPALE N. 199 DEL 16.10.2018

(La discussione generale è riportata nel verbale di cui alla delibera n. 102 di questa stessa data)

Il Presidente del Consiglio ROMANO: dichiarazioni di voto su questa pratica.

Il SINDACO: cercherò di rimanere assolutamente dentro i tempi che sono assegnati per questa funzione, invito tutti i consiglieri a valutare bene questo atto, a valutarlo veramente bene perché ancora qui c’è tutta l’azione della buona amministrazione, c’è tutto il rigore che ha caratterizzato l’azione della nostra Giunta, di provvedimenti che sono stati sempre indirizzati da questo Consiglio comunale, ci sono risorse che ancora ahimè non possiamo applicare come i residui e c’è un bilancio solido che ha permesso quest’anno in modo particolare tanti investimenti, ci ha consentito di realizzare tante opere, ci ha consentito di continuare quell’azione che permette a questa città di essere un riferimento in tutto. Vi dico di controllarlo bene perché, così metto una giacca nemmeno quella regionale, come sapete sono stato relatore in Commissione Camera e Senato, in Commissione congiunta bilancio e finanze per conto dell’ANCI, delegato dal Presidente De Caro e conosco i provvedimenti che sono stati assunti, bene, e come è stata impostata la legge di bilancio e mi fermo. Mi fermo perché poi dovrebbe riguardare quel che succede e che accade dopo perché io adesso ho colto qualche passaggio, bastano le battute, mettersi le medaglie per due sentenze, due, ha ragione Rebecchini due ma che non è che davano tante opzioni, ci sono stati ricorsi dell’ANCI rispetto a quelle e non è successo a caso, i ricorsi, abbiamo vinto, e ci dicono finalmente, quello che ho sempre sostenuto, che gli avanzi di amministrazione possono essere utilizzati per gestire gli interessi della città, e guardate questo lo attribuisco come responsabilità a quel rigore tanto richiamato dai precedenti Governi dove i conti si facevano perbene, dove si è chiesto, dico anche troppo, di fare sacrifici da parte dei Comuni e abbiamo contribuito per il 20% al risanamento della tragedia di questa nazione rispetto al sistema Stato, bene, le sentenze si applicano quindi c’era l’obbligo da parte del Governo di dar seguito a quella sentenza. Avete messo la medaglia, l’avete fatto voi? Bravi. Adesso vediamo cosa succede nel bilancio di previsione, perché poi dopo le guardo le cose, sapete sono anche abbastanza di memoria terribile, io mi ricordo,  aspetto, perché se uno mette la medaglia la prende tutta, l’avete messa e io sono lì, so cosa succede oggi, lo dico per i Consiglieri che saranno chiamati a un grande sacrificio, a oggi sapendo che io ho presentato gli emendamenti, non un altro, non il parlamentare, io, ho preparato gli emendamenti, scritti e presentati, so che se non vanno avanti quegli emendamenti al Comune di Senigallia mancano 2.876.000 euro al bilancio per il 2019. Sapete perché reggiamo quella proposta che abbiamo già licenziato tagliando tutto? Perché noi siamo talmente rigorosi e talmente bravi che riusciamo, tagliando tutto, non asfaltando più una strada, non tappando più una buca, facendo la città come fanno altre città dove vado ogni tanto e mando le foto a tutti per vedere come è alta l’erba davanti all’uscita di una metro, oppure il putiferio che c’è, per farla come quelle e non faremo più niente perché questo è, niente, guardo i Consiglieri delegati, a chi è sempre attento, nella chat manda il messaggio attenzione c’è il fiorellino che è caduto il petalino, lo mettiamo a posto, a quelli c’è zero,  con tagli importanti perché per sopportare un Comune come il nostro un taglio, mancato di soldi nostri perché manca il ristoro IMU TASI, quelli sono soldi nostri, se ce li prendono vuol dire che li rubano, mancano quelli [si registra un contraddittorio fuori microfono]  guardate se arrivano fanno come hanno fatto gli altri prima, ce li hanno sempre ridati [si registra un contraddittorio fuori microfono] Martinangeli fuori microfono, li ho chiesti quando era ora perché son sempre io l’ANCI; li abbiamo chiesti sempre a loro e sempre da loro son stati messi, quindi se ce li rimettete fate pari e patta, se non le rimettete [si registra un contraddittorio fuori microfono] esatto, quello, corrisponde a verità Martinangeli, ripeto sono stato io il relatore alla Camera e al Senato, quindi lo chieda ai parlamentari di riferimento, c’erano anche loro, c’erano tutti e c’ero io, so cosa ho chiesto, non è che si gioca. Poi dopo ci sono politiche che ci daranno tanti soldi, faremo il taglio sui servizi sociali perché a compensazione ci sarà il reddito di cittadinanza? Ben venga così risparmiamo qualche milione di euro e facciamo altri investimenti, ma magari, ho concluso, io ringrazio solo la dottoressa Filonzi perché se non avessimo lei sarebbe difficile fare un bilancio con 2.600.000 euro di tagli, ringrazio l’Assessore perché abbiamo fatto una bella operazione i numeri, i nostri nel recupero, nelle operazioni importanti penso solo alle risorse che sono state messe per i project che cambieranno segno e senso a questa città, ringrazio il Presidente del Consiglio perché mi ha fatto parlare tre minuti in più e il Presidente della Commissione e tutti i commissari perché abbiamo fatto un bel lavoro di conoscenza insieme ai revisori dei conti che ci hanno consentito di approvare ancora una volta una città che tutte le volte è presa a modello. Io vi ringrazio anticipatamente per il lavoro che andremo a fare invece nel prossimo periodo, guardo chi magari mi dice mettiamo il triennale, però io ho rassicurazioni di qua che han preso anche le sentenze come elemento proprio, mi fa piacere perché quando i padri sono degli altri sono degli altri, quando i padri sono i propri sono i propri e quando i meriti sono degli altri sono sempre loro, ma per me va bene perché io amministro la città, non sono al Governo, ci vado solo quando devo portare le istanze di tutti i Comuni.

Il Consigliere DA ROS (Lega Nord): solamente per una piccola puntualizzazione nei confronti del nostro Sindaco. Mi fa piacere questa bella arringa che ha fatto su questa mancata entrata però mi sarebbe piaciuto anche che quando il suo amico Renzi aveva messo gli 80 euro, lei lo sa quanto è costato al Comune di Senigallia quegli 80 euro, quei 500.000 euro che il Comune ha dovuto versare per contribuire agli 80 euro, nel 2013, si ricordi bene perché c’è stato questo versamento, Renzi ha chiesto la partecipazione di tutti i Comuni e al Comune di Senigallia è costato 500.000 euro e quella volta mi sembra che non c’è stata tutta questa arringa per questa uscita di cassa, invece adesso mi fa piacere che questo mancato incasso [si registra un contraddittorio fuori microfono] dopo casomai mi dirà però mi farebbe piacere un pochettino di equità perché qui si parla sempre di quello che magari era prima e quello che è adesso, forse quello che adesso si sta facendo è quello che non hanno fatto gli altri nel passato.

Si dà atto che esce il Consigliere Perini: Presenti con diritto di voto n. 20.

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica, la proposta iscritta al punto 3 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari che viene approvata con 15 voti favorevoli, 4 contrari (Da Ros, Martinangeli, Palma, Rebecchini), 1 astenuto (Mandolini), come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica, l’immediata eseguibilità dell’atto deliberativo che viene approvata con 15 voti favorevoli, 4 contrari (Da Ros, Martinangeli, Palma, Rebecchini), 1 astenuto (Mandolini), come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Tutto ciò premesso

IL CONSIGLIO COMUNALE
- Visto l’argomento iscritto al punto 3 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari;
- Udita la relazione dell’Assessore alle Risorse Finanziarie, Gennaro Campanile;
PREMESSO che:
- il Consiglio comunale, con deliberazione n. 121 del 21.12.2017, ha approvato il bilancio di previsione finanziario armonizzato 2018/2020 di cui all’allegato 9 al D.Lgs. n. 118/2011;
- la Giunta municipale, con deliberazione n. 314 del 28.12.2017, ha approvato il Piano Esecutivo di Gestione del triennio 2018/2020;
- il Consiglio comunale, con deliberazione n. 37 del 26.04.2018, ha approvato il Rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2017 ai sensi dell’art. 227 del D.Lgs. n. 267/2000;
RICHIAMATI gli atti di variazione del bilancio di previsione finanziario armonizzato 2018/2020 ad oggi adottati dal Consiglio comunale, dalla Giunta municipale e dai Dirigenti, ciascuno per la competenza attribuitagli dalla normativa vigente in materia di variazioni di bilancio di cui al predetto art. 175 del D.Lgs. n. 267/2000; 
RICHIAMATO l’art. 175, comma 4, del D.Lgs. n. 267/2000, il quale prevede che […] le variazioni di bilancio possono essere adottate dall’organo esecutivo in via d’urgenza opportunamente motivata, salvo ratifica, a pena di decadenza, da parte dell’organo consiliare entro i sessanta giorni seguenti e comunque entro il 31 dicembre dell’anno in corso se a tale data non sia scaduto il predetto termine;
VISTA la deliberazione di Giunta municipale n. 199 del 16.10.2018 avente ad oggetto Bilancio di previsione finanziario armonizzato 2018/2020. Variazione in via d’urgenza ai sensi dell’art. 175, comma 4, del D.Lgs. n. 267/2000, allegata al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale (Allegato A), con la quale si è proceduto ad apportare talune variazioni in via d’urgenza agli stanziamenti di entrata e di spesa del bilancio di previsione finanziario armonizzato 2018/2020, oltre a variare conseguentemente il Piano Esecutivo di Gestione 2018/2020;
CONDIVISI i motivi di urgenza che hanno indotto la Giunta municipale ad adottare la predetta deliberazione di variazione di bilancio, al fine di adeguare gli stanziamenti di entrata e di spesa interessati;
PRESO ATTO che le variazioni apportate in via d’urgenza garantiscono, a livello previsionale, il mantenimento degli equilibri di bilancio di parte corrente e di capitale, il rispetto del pareggio di bilancio, nonché il mantenimento del fondo di cassa finale dell’esercizio 2018 non negativo;
ATTESO che, ai sensi dell’art. 175, comma 5-bis, sono di competenza dell’organo esecutivo le variazioni al Piano Esecutivo di Gestione;
RITENUTO, pertanto, di ratificare la predetta deliberazione di Giunta municipale n. 199 del 16.10.2018 limitatamente alle variazioni di competenza consiliare apportate al bilancio di previsione finanziario armonizzato 2018/2020 e riportate nell’Allegato 1 alla medesima, facendole proprie ad ogni conseguente effetto di legge;
ACQUISITO il parere favorevole dell’Organo di revisione, reso ai sensi dell’art. 239 del D.Lgs. n. 267/2000;
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- del Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;
- Con votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato;
D E L I B E R A
1°) - DI APPROVARE le premesse quale parte integrante e sostanziale del presente atto;
2°) - DI RATIFICARE, per le motivazioni espresse in premessa, la predetta deliberazione di Giunta municipale n. 199 del 16.10.2018, allegata al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale (Allegato A), limitatamente alle variazioni di competenza consiliare apportate al bilancio di previsione finanziario armonizzato 2018/2020 e riportate nell’Allegato 1 alla medesima, facendole proprie ad ogni conseguente effetto di legge;
3°) - DI PRENDERE ATTO che le variazioni apportate in via d’urgenza garantiscono, a livello previsionale, il mantenimento degli equilibri di bilancio di parte corrente e di capitale, il rispetto del pareggio di bilancio, nonché il mantenimento del fondo di cassa finale dell’esercizio 2018 non negativo;
4°) - DI TRASMETTERE copia della presente al Tesoriere comunale;
5°) – DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato.-
     

Letto, confermato e sottoscritto
	Il Presidente	Il  Segretario Comunale
	F/to Romano Dario	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 17 gennaio 2019 al 1 febbraio 2019 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 4 febbraio 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 28 gennaio 2019, essendo stata pubblicata il 17 gennaio 2019
Lì, 29 gennaio 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,