Senigallia Atto

Approvazione modifiche al Regolamento generale per la gestione delle entrate comunali

Delibera del Consiglio Comunale N° CC/2018/117 del 20 dicembre 2018

Presentazione
Approvazione
20.12.2018

Firmatari

  • Gennaro Campanile
    Assessore con delega a risorse finanziarie e patrimoniali, sviluppo economico e commercio
    Monitorato da 17 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N° 117 
Seduta del 20/12/2018
OGGETTO:	APPROVAZIONE MODIFICHE AL REGOLAMENTO GENERALE PER LA GESTIONE DELLE ENTRATE COMUNALI.
L’anno duemiladiciotto addì venti del mese di dicembre alle ore 15:30  nel Palazzo Municipale di Senigallia e nella solita sala delle adunanze consiliari.
Previa convocazione nei modi di rito, si è oggi riunito, in seduta ordinaria il Consiglio Comunale.
Fatto l’appello nominale risultano:
ConsiglierePres.Ass.ConsiglierePres.Ass.1 Angeletti Margherita*-14 Paradisi Roberto-*2 Beccaceci Lorenzo *-15 Pedroni Luana*-3 Bedini Mauro*-16 Perini Maurizio*-4 Brucchini Adriano*-17 Pierfederici Mauro*-5 Canestrari Alan*-18 Profili Vilma*-6 Da Ros Davide*-19 Rebecchini Luigi*-7 Fileri Nausicaa-*20 Romano Dario*-8 Giuliani Ludovica*-21 Salustri Maurizio*-9 Gregorini Mauro*-22 Santarelli Luca*-10 Mandolini Riccardo*-23 Sardella Simeone*-11 Mangialardi Maurizio*-24 Sartini Giorgio*-12 Martinangeli Stefania*-25 Urbinati Sandro*-13 Palma Elisabetta-*T O T A L E     P R E S E N T I    N° 22

 Becka MaksimConsigliere Straniero Aggiunto*- Mraihi MohamedConsigliere Straniero Aggiunto*-
Sono altresì presenti gli assessori: Campanile Gennaro, Bucari Simonetta, Girolametti Carlo, Memè Maurizio, Monachesi Enzo, Ramazzotti Ilaria
Essendo legale l’adunanza per il numero degli intervenuti, il Sig. Romano Dario nella qualità di Presidente dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario Comunale Dott. Morganti Stefano 
Chiama a fungere da scrutatori i Consiglieri Signori: 1°  Urbinati Sandro; 2° Pedroni Luana;  3° Rebecchini Luigi .


Il Presidente del Consiglio ROMANO enuncia l’argomento iscritto al punto 9 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari relativo a: APPROVAZIONE MODIFICHE AL REGOLAMENTO GENERALE PER LA GESTIONE DELLE ENTRATE COMUNALI.

(La discussione generale è riportata nel verbale di cui alla delibera n. 112 in data odierna)

Il Presidente del Consiglio ROMANO: anche qui abbiamo un emendamento, lo diamo sempre per presentato, è l’emendamento numero 5.

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica, l’emendamento n. 5 che viene approvato con 17 voti favorevoli, 2 contrari (Da Ros, Martinangeli), 3 astenuti (Canestrari, Mandolini, Rebecchini), come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica, la proposta iscritta al punto 9 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari, così come emendata in corso di seduta, che viene approvata con 16 voti favorevoli, 5 contrari (Canestrari, Da Ros, Martinangeli, Rebecchini, Sartini), 1 astenuto (Mandolini), come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica, l’immediata eseguibilità dell’atto deliberativo che viene approvata con 16 voti favorevoli, 5 contrari (Canestrari, Da Ros, Martinangeli, Rebecchini, Sartini), 1 astenuto (Mandolini), come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Tutto ciò premesso

IL CONSIGLIO COMUNALE
- Visto l'argomento iscritto al punto 9 dei suoi lavori;
- Udita la relazione;
- Visto il Regolamento Generale per la gestione delle Entrate Comunali come da ultimo modificato con deliberazione Consiliare n. 11 del 30.01.2017; 
- Visto l’art. 1, comma 26, della Legge 28 dicembre 2015, n. 208, il quale prevede che Al fine di contenere il livello complessivo della pressione tributaria, in coerenza con gli equilibri generali di finanza pubblica, per gli anni 2016, 2017 e 2018 è sospesa l'efficacia delle leggi regionali e delle deliberazioni degli enti locali nella parte in cui prevedono aumenti dei tributi e delle addizionali attribuiti alle regioni e agli enti locali con legge dello Stato rispetto ai livelli di aliquote o tariffe applicabili per l'anno 2015….(omissis)…;
- Visto il Disegno di Legge n. 1334 avente ad oggetto Bilancio di previsione dello Stato per l’anno finanziario 2019 e bilancio pluriennale per il triennio 2019-2021, il quale non estende all’anno 2019 la predetta sospensione dell’efficacia delle leggi regionali e delle deliberazioni degli enti locali nella parte in cui prevedono aumenti dei tributi e delle addizionali attribuite alle regioni e agli enti locali con legge dello Stato rispetto ai livelli di aliquote o tariffe applicabili per l’anno 2015;
- Ritenuto pertanto di prevedere alcune modificazioni al testo vigente del Regolamento anzidetto per quanto riguarda il regime delle rateizzazioni;
- Visto il D.Lgs. n. 360/1998 "Istituzione di una addizionale comunale all’Irpef a norma dell’art. 48 comma 10 della L. 449/1997 come modificato dall’art. 1 comma 10 della legge 191/1998 e dall’articolo 12 - 1° comma della legge 133/1999", che stabilisce che i comuni possono istituire, un’addizionale all’IRPEF, fissandone l’aliquota in misura non eccedente lo 0,8%;
- Considerato l'art. 151, comma 1, del D.Lgs. n. 267/2000, che fissa al 31 dicembre il termine per l'approvazione del bilancio di previsione e dispone che detto termine possa essere differito con decreto del Ministero dell'Interno, non ancora intervenuto per l’anno 2019;
- Ricordato che con deliberazione del Consiglio Comunale n. 38/2016 l’aliquota applicata è stata confermata nella misura dello 0,8 per cento ma con una soglia di esenzione pari a Ђ 13.000,00;
- Ritenuto di confermare anche per l'anno 2019 lo stesso regime di aliquota dell’addizionale dell’anno 2018, nonché la previsione di una soglia di esenzione in favore dei contribuenti con un reddito imponibile complessivo fino a Ђ 13.000,00 dando atto che al di sopra di detto limite l’addizionale si applica sull’intero reddito;
- Verificata quindi la competenza consiliare in materia di determinazione dell’aliquota dell’addizionale Comunale all’Imposta sul reddito delle persone fisiche ai sensi dell’art. 1 comma 3 del D.Lgs. n. 360/1998;
- Vista l’allegata tabella contenente le modifiche da apportare al vigente Regolamento Generale per la gestione delle Entrate Comunali, che forma parte integrante e sostanziale del presente atto, nella quale vengono evidenziate le variazioni apportate con il presente atto;
- Visto il parere favorevole dell’organo di revisione contabile sulla presente deliberazione ai sensi dell’art. 239 del D. Lgs. n. 267/2000;
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- del Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;
- Con votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato;
D E L I B E R A
1°) - DI APPROVARE le modifiche contenute nell’allegata tabella, che forma parte integrante e sostanziale del presente atto, nella quale le parti modificate sono indicate in grassetto, al vigente Regolamento Generale per la gestione delle Entrate Comunali;
2°) - DI DARE MANDATO all’Ufficio competente di redigere il testo coordinato del  regolamento in questione, che si approva integralmente nella versione riportata nella seconda colonna della tabella anzidetta;
3°) - DI INVIARE la presente deliberazione al Ministero dell'Economia e delle Finanze, come previsto dall'art. 52, comma 2, del D. Lgs. n. 446/1997, seguendo la procedura di trasmissione telematica disponibile sul portale www.portalefederalismofiscale.gov.it, secondo quanto, da ultimo, disposto dall'art. 1 del D.L. 9 giugno 2014, n. 88; 
4°) - DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato.
      



Letto, confermato e sottoscritto
	Il Presidente	Il  Segretario Comunale
	F/to Romano Dario	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 4 febbraio 2019 al 19 febbraio 2019 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 20 febbraio 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 15 febbraio 2019, essendo stata pubblicata il 4 febbraio 2019
Lì, 18 febbraio 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,