Senigallia Atto

Regolamento comunale “Ecofeste”

Delibera del Consiglio Comunale N° CC/2019/38 del 29 maggio 2019

Presentazione
Approvazione
29.5.2019

Firmatari

  • Enzo Monachesi
    Assessore con delega a manutenzione e sicurezza del territorio, mobilità e trasporti, partecipazione, frazioni, politiche per lo sviluppo sostenibile, gestione dei rifiuti, nuove energie
    Monitorato da 25 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N° 38 
Seduta del 29/05/2019
OGGETTO:	APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO COMUNALE ECOFESTE
L’anno duemiladiciannove addì ventinove del mese di maggio alle ore 15:30  nel Palazzo Municipale di Senigallia e nella solita sala delle adunanze consiliari.
Previa convocazione nei modi di rito, si è oggi riunito, in seduta straordinaria il Consiglio Comunale.
Fatto l’appello nominale risultano:
ConsiglierePres.Ass.ConsiglierePres.Ass.1 Angeletti Margherita*-14 Paradisi Roberto*-2 Beccaceci Lorenzo *-15 Pedroni Luana*-3 Bedini Mauro-*16 Perini Maurizio*-4 Brucchini Adriano*-17 Pierfederici Mauro*-5 Canestrari Alan-*18 Profili Vilma*-6 Da Ros Davide*-19 Rebecchini Luigi*-7 Fileri Nausicaa-*20 Romano Dario*-8 Giuliani Ludovica*-21 Salustri Maurizio*-9 Gregorini Mauro*-22 Santarelli Luca*-10 Mandolini Riccardo*-23 Sardella Simeone-*11 Mangialardi Maurizio*-24 Sartini Giorgio*-12 Martinangeli Stefania*-25 Urbinati Sandro*-13 Palma Elisabetta*-T O T A L E     P R E S E N T I    N° 21

 Becka MaksimConsigliere Straniero Aggiunto*- Mraihi MohamedConsigliere Straniero Aggiunto-*
Sono altresì presenti gli assessori: Bucari Simonetta, Girolametti Carlo, Monachesi Enzo, Ramazzotti Ilaria
Essendo legale l’adunanza per il numero degli intervenuti, il Sig. Romano Dario nella qualità di Presidente dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario Comunale Dott. Morganti Stefano 
Chiama a fungere da scrutatori i Consiglieri Signori: 1°  Pedroni Luana; 2° Urbinati Sandro;  3° Martinangeli Stefania .


Il Presidente del Consiglio ROMANO enuncia l’argomento iscritto al punto 6 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari relativo a: APPROVAZIONE DEL REGOLAMENTO COMUNALE ECOFESTE e concede la parola all’Assessore allo sviluppo sostenibile, Enzo Monachesi, per la relazione introduttiva.

L’Assessore MONACHESI: questa è un’altra pratica importante nell’ambito ambientale, anche qui mi preme prima di tutto ringraziare la Commissione, il Presidente e tutti i commissari perché abbiamo spinto perché questa pratica avesse un’accelerazione particolare proprio perché è un’opportunità come noi pensiamo, è uno strumento indirizzato agli organizzatori delle nostre manifestazioni, degli eventi del nostro territorio, le feste, le sagre e di fatto se non fosse per il clima che ci ostacola saremmo già dentro la stagione estiva quindi ci premeva portarlo a compimento in questo periodo. Ecofeste è un marchio che viene messo a disposizione come dicevamo di tutte le manifestazioni e le feste e le sagre del nostro territorio. Quali sono i principi fondativi? Naturalmente chi vuole fregiarsi di questo marchio deve raggiungere obiettivi nella riduzione della produzione dei rifiuti, nell’incentivazione della raccolta differenziata e nella promozione di strumenti di sensibilizzazione e informazione ambientale, quindi questi sono i principi fondanti, l’articolato del regolamento è assolutamente molto semplice anche perché noi spinti da ATA rifiuti che seguendo le normative europee nazionali e regionali applica nella sua politica ambientale anche azioni come questa, quindi loro ci hanno stimolato, noi abbiamo fatto una rapida analisi rispetto a quello che esiste sul territorio e abbiamo visto che tutte le grandi manifestazioni del territorio di Senigallia di fatto già rispettano i principi base e fondanti di questo regolamento, molte sagre nostre storiche da tempo sono molto attente su questi argomenti e quindi potrebbero stare assolutamente all’interno di questo regolamento e quindi lo abbiamo presentato senza pensare che sia un ostacolo ma anzi sia un’opportunità. Ripeto non è chiaramente obbligatorio aderire alle ecofeste ma come ripeto è talmente tanto semplice per chi organizza nel nostro territorio che non vedo perché non debba essere fatto. Come dicevamo l’articolato è molto semplice, si individua naturalmente un responsabile dell’ecofesta che ha un rapporto diretto con i responsabili dell’Amministrazione comunale che si occupano di ambiente, bisogna avere un’attenzione particolare verso la riduzione degli scarti alimentari, l’eliminazione naturalmente delle stoviglie di plastica, minimizzare l’uso degli imballaggi e naturalmente potenziare al massimo la raccolta differenziata. C’è un aspetto molto importante, l’abbiamo anche approfondito abbastanza bene in Commissione, deve essere anche un’occasione di comunicazione per gli enti il poter avere uno spazio all’interno di tutte queste manifestazioni, spazio che deve essere considerato un canale di sensibilizzazione per i cittadini, soprattutto verso i temi che ho appena detto, quindi la produzione minima del rifiuto, la raccolta differenziata di qualità e quindi si chiede agli organizzatori di creare uno spazio di informazione all’interno della manifestazione. Chi ritiene opportuno fregiarsi del del marchio Ecofeste naturalmente non deve ottemperare immediatamente a tutto ciò che è necessario e che viene richiesto dal regolamento ma aderisce realizzando una serie di percorso a step, quindi con degli step iniziali molto molto semplici, degli step ulteriori che devono essere realizzati entro i quattro anni successivi. Penso di aver detto tutto, ripeto è una grandissima opportunità per le nostre manifestazioni, chi conosce, chi organizza, chi partecipa attivamente, molti di voi, alle feste e alle sagre di frazione dei nostri bellissimi borghi sa che quello che è scritto qui dentro viene per fortuna nel nostro territorio seguito già da diversi anni, quindi è semplicemente un cercare di mettere in regola una serie di pratiche che già vengono applicate e realizzate da tempo devo dire. Grazie a tutti e spero che come nella pratica precedente anche qui ci sia una larga adesione perché su questi temi penso che ci sia veramente poco da dibattere, anzi vorrei dire una cosa che è stata detta dalla consigliera Martinangeli in Commissione, è una pratica importante perché come diceva Mandolini si interviene sull’informazione e quindi può essere una grande occasione una grande vetrina ma soprattutto si interviene direttamente sui produttori di grandi rifiuti che poi sono le nostre manifestazioni, facevo l’esempio, per far capire a tutti come si può incidere in maniera positiva, del mercato europeo che ci spaventava in maniera clamorosa perché 150 stand gastronomici potete immaginare che cosa producevano prima dal punto di vista della plastica monouso, montagne, devo dire che grazie all’ordinanza plastic free e a un’attenzione particolare, a una collaborazione e a un dialogo con gli organizzatori che quindi è quello che stiamo facendo adesso con questo regolamento, abbiamo raggiunto un livello di produzione della plastica veramente residuale che è un grandissimo successo, come raccontava la consigliera Pedroni che spero lo faccia anche nel suo intervento, ci sono poi sagre di paese che fanno esattamente quello che viene elencato ma non da ieri, da anni quindi dobbiamo essere fieri di questo, noi l’abbiamo messo a sistema, adesso esiste un regolamento, la sagra, la festa, la manifestazione potrà dire io sono un’ecofesta, ne vado fiero, questo è un territorio sensibile e attento.

Si dà atto che esce il Consigliere Paradisi: Presenti con diritto di voto n. 20.

Il Presidente del Consiglio ROMANO: apriamo la discussione generale.

Il Consigliere PEDRONI (PD): sì Assessore la ringrazio di aver anticipato l’oggetto, io come partecipe della festa che facciamo dell’olio di Scapezzano stiamo già pubblicizzando da anni una parte di quello che poi viene descritto da regolamento che è di servire le pietanze nelle storie di ceramica e tutto quello che non è possibile comunque è tutto materiale compostabile e serviamo l’acqua potabile di Gorgovivo. Ho letto con soddisfazione questo regolamento, ho trovato anche degli spunti molto interessanti ai quali neanche avevamo pensato come ad esempio sul punto dove si dice per quanto riguarda la riduzione degli scarti alimentari che ovviamente noi siamo i primi per cercare di avere un minimo utile di gestire gli scarti, però di offrire la possibilità di portarsi a casa il cibo oppure di creare delle dosi ridotte, questo è uno spunto che sicuramente vedremo di poter portare anche alla festa. Mi sono soffermata un attimo sul garantire i necessari accordi con l’ATA Rifiuti e la ditta incaricata della raccolta dei rifiuti per la corretta gestione dei rifiuti e il loro ritiro, anche qui sicuramente dovremmo mettere a punto magari anche con i vostri uffici per quanto riguarda il ritiro quando la festa dura più di un giorno c’è necessità che venga ritirata magari più di una volta, sicuramente il fatto di individuare un responsabile trovo sia l’unico modo per poter in qualche maniera avere un risultato positivo e mirato, è molto complicato, il fatto di poter avere una raccolta differenziata durante una festa è una delle operazioni più complicate che c’è però ci si può arrivare, pian piano un passo alla volta quindi grazie per questo Regolamento ne prenderemo sicuramente atto.

Il Consigliere REBECCHINI (Unione Civica): anche il mio voto sarà favorevole per i contenuti di questa proposta di delibera e perché io la vedo anche come un incentivo, prima parlavamo d’ambiente, certamente è una sensibilizzazione ulteriore dei cittadini a rispettare l’ambiente. Può darsi che qualcuno dica ancora ulteriori difficoltà ad organizzare le feste, ulteriori regolamenti, io vorrei ricordare come diceva l’Assessore che non c’è nessuna imposizione però io penso che ogni festa farà in modo di essere un’ecofesta alla fine, io penso che meglio una festa in meno ma una festa di qualità e quando dico di qualità chiaramente è riferita soprattutto alla sicurezza della salute delle persone e quindi a quello che la festa organizza, quindi il mio voto è senz’altro favorevole e mi auguro che anche gli organizzatori delle feste accolgano in maniera positiva questo provvedimento.

Il Consigliere GREGORINI (Art. 1 MDP): avevo detto anche in Commissione facendo parte volontariamente frequento molte sagre perciò collaborò con varie associazioni e questo percorso è iniziato da tempo Assessore, è iniziato da tempo anche perché mi ricordo nel mandato precedente come assessorato si erano impegnati a far sì che chi usasse questi prodotti, perciò l’impatto ambientale, la riduzione di rifiuti, venivano a livello comunale riconosciute delle agevolazioni alle sagre sull’occupazione del suolo pubblico oppure sulla tassa dei rifiuti, lei già mi ha detto che questa è una cosa regionale perciò invito magari nel futuro per far sì che le associazioni, visto il grande volume del quantitativo di questo materiale perciò anche su un minimo costo di differenza per ogni singolo articolo però sul volume ampio va a incidere sulle casse delle associazioni che vivono per sensibilizzare il territorio, sono attenti e quel poco che rimane lo investono sulla frazione, perciò invito che nel prossimo bilancio magari si prevedano agevolazioni anche su questo, è un obiettivo che prosegue da tempo ed è molto importante perché come ha detto fa sì che anche il territorio venga sensibilizzato all’uso. L’altra parte che avevo messo in osservazione assessore è quello che per il trattamento dell’organico va bene la raccolta nei cassonetti però per il materiale monouso che fa molto volume e poco peso far sì che quando ci sono le sagre si possono avere dei contenitori grandi per accatastare questo materiale non lasciarlo in giro al di fuori dei contenitori.

Il SINDACO: solo per aggiornare il Consiglio e anche i miei colleghi di Giunta perché questa mattina dicevo ho avuto qualche difficoltà a parcheggiare ad Ancona ma sono andato come relatore per una legge che era in terza Commissione per mettere al bando le plastiche su scala regionale, ovviamente è inutile che lo stiamo a citare, noi siamo stati il primo Comune in Italia e immediatamente dopo perché questo rispondo anche al consigliere Pedroni che dice è molto complicato fare la raccolta differenziata, ma perché dobbiamo differenziare, ma se non dobbiamo differenziare più nulla quindi i piatti, le posate, tutto diventa organico la differenziazione è molto semplice perché diventa tutto organico, ho detto pure che fatto l’organico bisogna che facciamo impianti per l’utilizzo di quello e quindi lo dico a corollario della nostra azione un tema che noi abbiamo posto in questa città è diventato un tema della nostra Regione e siamo andati anche oltre perché ho chiesto di occuparsi dell’impianto di trattamento di biomasse che diventa assolutamente indispensabile perché pensate solo alle feste, diventa tutto organico, non c’è più niente da differenziare, ognuno ha l’esperienza propria, quando lo sbarazzino pulisce il tavolo, porta via la posata, il piatto, il bicchiere comunque materiale organico e tutti i residui quindi non solo si pone il grande tema perché adesso per la percentuale dell’organico diventa esponenziale rispetto a questa modalità e quindi se non facciamo gli impianti per il trattamento di quel materiale diventa un ulteriore costo poi dopo ci dicono ci fate fare tutta questa cosa perché invece quanto diminuisce la TARI? La risposta del Sindaco chiedetelo a Greta.

Il Presidente del Consiglio ROMANO: non ci sono altri interventi quindi chiudiamo la discussione generale. Dichiarazioni di voto.

Il Consigliere MARTINANGELI (Movimento 5 Stelle): non volevo intervenire perché già in commissione avevo espresso il mio parere favorevole anche del gruppo consiliare perché quando si parla di ambiente e di ciclo dei rifiuti, di chiusura del ciclo dei rifiuti specialmente qui si va a parlare di incidere proprio sulla produzione che è molto importante e quindi il nostro voto è favorevole al regolamento comunale sulle ecofeste proprio escludendo dal nostro voto l’ultimo intervento del Sindaco sulle biomasse perché proprio non c’entra niente su questa cosa, anzi chiaramente è contrario ad ogni nostro principio e quindi volevo focalizzare l’attenzione e dire che noi votiamo il regolamento comunale sulle ecofeste.

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica, la proposta iscritta al  punto 6 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari che viene approvata con 20 voti favorevoli, nessuno contrario, nessuno astenuto, come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica, l’immediata eseguibilità dell’atto deliberativo che viene approvata con 20 voti favorevoli, nessuno contrario, nessuno astenuto, come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Tutto ciò premesso

IL CONSIGLIO COMUNALE
- Visto l'argomento iscritto al punto 6 dei suoi lavori;
- Udita la relazione dell'Assessore per lo sviluppo sostenibile, Enzo Monachesi;
- Visto il D. Lgs. n. 152/2006 e s.m.i. recante: Norme in materia ambientale;
- Visto la Legge Regionale 12 ottobre 2009, n.24 e s.m.i. recante: Disciplina regionale in materia di gestione integrata dei rifiti e bonifica dei siti inquinati;
- Vista la Deliberazione regionale n. 128 del 14 aprile 2015: Piano Regionale di Gestione dei Rifiuti – Parte Terza: Programma Regionale di Prevenzione dei Rifiuti;
- Vista l’Ordinanza Sindacale del Comune di Senigallia n. 96 dell’01/03/2019 recante: Disposizioni alle attività commerciali operanti sul territorio comunale ed agli istituti scolastici per la riduzione dell’impatto ambientale dovuto alla produzione di rifiuti plastici. Divieto di utilizzo di sacchetti monouso, posate, piatti, bicchieri e cannucce di materiale non biodegradabile e non compostabile. 
- Vista la vocazione del Comune di Senigallia ad ospitare manifestazioni, eventi, rievocazioni storiche, fiere e sagre strettamente legate sia alla propria natura di città turistica sia alle proprie tradizioni storiche, culturali ed eno-gastronomiche;
- Considerato che tali manifestazioni costituiscono un veicolo importante di promozione dei luoghi, della cultura e dei prodotti agroalimentari del nostro territorio, nonché un richiamo a flussi turistici in tutti i periodi dell’anno;
- Ravvisata la necessità di approvare ed adottare un nuovo regolamento per definire con chiarezza quali regole debbano essere seguite dagli organizzatori delle manifestazioni sul territorio del Comune di Senigallia per raggiungere gli obiettivi di: riduzione della produzione di rifiuti, aumento e valorizzazione della raccolta differenziata, riduzione di consumo di materie prime non rinnovabili o vergini, utilizzo di materie prime rinnovabili quali ad esempio le bioplastiche e la carta,  orientare e sensibilizzare la comunità verso scelte e comportamenti consapevoli in campo ambientale.
- Constatato che l’adozione del presente atto rientra, sulla base delle previsioni del vigente Statuto comunale, tra le competenze del Consiglio Comunale;
- Preso atto del seguente parere favorevole reso ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente Responsabile dell’Area Tecnica Territorio Ambiente;
- Con votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato;
D E L I B E R A
1°) - DI CONSIDERARE le premesse di cui sopra quale parte integrante e sostanziale del presente atto;
2°) - DI APPROVARE il nuovo REGOLAMENTO COMUNALE DELLE ECOFESTE che si allega al presente atto per formarne parte integrante e sostanziale;
3°) - DI TRASMETTERE copia del presente provvedimento all’Assemblea Territoriale d’Ambito - ATA ATO 2 Ancona in qualità di soggetto gestore del servizio integrato inerente i rifiuti urbani;
4°) – DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato.-
      


Letto, confermato e sottoscritto
	Il Presidente	Il  Segretario Comunale
	F/to Romano Dario	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dall’11 giugno 2019 al 26 giugno 2019 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 27 giugno 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data  22 giugno 2019, essendo stata pubblicata l’11 giugno 2019
Lì, 24 giugno 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,