Senigallia Atto

Variante parziale al PRG “Smart 2018”

Deliberation del Consiglio Comunale N° CC/2019/52 del 30 luglio 2019

Presentazione
Approvazione
30.7.2019

Firmatari

  • Maurizio Memè
    First deputy mayor, Assessore con delega a pianificazione urbanistica e progettazione ambientale, gestione e manutenzione del litorale, area portuale, Suap
    Monitorato da 20 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N° 52 
Seduta del 30/07/2019
OGGETTO:	VARIANTE PARZIALE AL PRG SMART 2018. APPROVAZIONE EX ART. 26 L.R. 34/1992.
L’anno duemiladiciannove addì trenta del mese di luglio alle ore 15:30  nel Palazzo Municipale di Senigallia e nella solita sala delle adunanze consiliari.
Previa convocazione nei modi di rito, si è oggi riunito, in seduta straordinaria il Consiglio Comunale.
Fatto l’appello nominale risultano:
ConsiglierePres.Ass.ConsiglierePres.Ass.1 Angeletti Margherita*-14 Paradisi Roberto-*2 Beccaceci Lorenzo *-15 Pedroni Luana*-3 Bedini Mauro*-16 Perini Maurizio*-4 Brucchini Adriano*-17 Pierfederici Mauro*-5 Canestrari Alan-*18 Profili Vilma*-6 Da Ros Davide-*19 Rebecchini Luigi*-7 Fileri Nausicaa*-20 Romano Dario*-8 Giuliani Ludovica*-21 Salustri Maurizio*-9 Gregorini Mauro*-22 Santarelli Luca*-10 Mandolini Riccardo*-23 Sardella Simeone*-11 Mangialardi Maurizio*-24 Sartini Giorgio*-12 Martinangeli Stefania*-25 Urbinati Sandro*-13 Palma Elisabetta*-T O T A L E     P R E S E N T I    N° 22

 Becka MaksimConsigliere Straniero Aggiunto*- Mraihi MohamedConsigliere Straniero Aggiunto-*
Sono altresì presenti gli assessori: Campanile Gennaro, Girolametti Carlo, Memè Maurizio, Ramazzotti Ilaria
Essendo legale l’adunanza per il numero degli intervenuti, il Sig. Romano Dario nella qualità di Presidente dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario Comunale Dott. Morganti Stefano 
Chiama a fungere da scrutatori i Consiglieri Signori: 1°  Profili Vilma; 2° Bedini Mauro;  3° Mandolini Riccardo .


Il Presidente del Consiglio ROMANO enuncia l’argomento iscritto al punto 6 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari relativo a: VARIANTE PARZIALE AL PRG SMART 2018. APPROVAZIONE EX ART. 26 L.R. 34/1992 e concede la parola all’Assessore alla pianificazione urbanistica, Maurizio Memè, per la relazione introduttiva.

L’Assessore MEMÈ: è con grande soddisfazione mia, del Sindaco e dell’intera amministrazione che oggi portiamo a termine un percorso molto importante che riguarda la nostra città, ovverosia la variante denominata Smart con l’adozione definitiva. Siamo alle ultime battute dove la provincia di Ancona ha fatto pochissimi rilievi come ho detto in Commissione davanti a una variante che ricordo a tutti aveva come obiettivi la revisione normativa, la riduzione del consumo di suolo e la correzione delle incongruità nonché, e non ultimo, mettere il PRG on line con i riferimenti SID in modo da essere di facilissima consultazione anche da smartphone o da situazioni innovative di ricerca mediante internet. Dico questo perché secondo noi questa variante ha proprio come finalità di mettere il cittadino al centro dell’azione dell’amministrazione tenendo conto che, come già è stato evidenziato lungo il percorso di questa variante, è una variante che dà in qualche modo chiarezza al cittadino rispetto alla norma, una norma importante e complessa come il PRG. Sono state riscritte e reinterpretate le NTA perché di questo fondamentalmente si tratta tenendo conto come dicevo di quei principi che ho detto. Un ringraziamento, e lo faccio già da subito, va alla struttura tecnica e precisamente all’ingegner Roccato, all’architetto Giuliani Daniela, a Volpini, Mariani e Mario Cucchi che sono stati i veri promotori di tutto questo strumento di cui la nostra città oggi molto probabilmente con il voto dei Consiglieri avrà la piena funzionalità. Dico anche e concludo che le osservazioni o i rilievi erano sette quelli fatti dalla provincia nel merito senza dilungarci che sono stati già approfonditi in Commissione in modo adeguato, ne cito uno solo, il rilievo numero 6, che riguardava un tema caldo sia all’Amministrazione che ai cittadini di una parte della nostra città, l’abbiamo cassato in modo inequivocabile perché il rilievo fatto dalla provincia poteva mettere l’Amministrazione nelle condizioni di non potere esercitare poi un intervento mirato su quell’area e quindi abbiamo preferito toglierlo. Per il resto io direi ai consiglieri Presidente che chi vuole approfondire o se c’è bisogno di approfondire in modo dettagliato gli altri sei rilievi siamo a disposizione se no altrimenti ho terminato qua.

Si dà atto che esce il Consigliere Sartini: Presenti con diritto di voto n. 21.

Il Presidente del Consiglio ROMANO: apriamo la discussione generale, c’è anche l’architetto Giuliani a disposizione nell’eventualità.

Il Consigliere MANDOLINI (Gruppo Misto): io voterò favorevolmente la variante, l’unica nota che sottolineo negativa è lo stralcio di questa osservazione che avevamo approvato in Consiglio comunale che, non so se mi sbaglio, ma io lo leggo come il venir meno a un impegno politico che si era preso la provincia anche in un’assemblea pubblica. Abbiamo avuto un incontro pubblico dove c’era sia il Sindaco che il Presidente della provincia e c’erano stati degli impegni ben precisi, ora il decreto a firma del Presidente della provincia che ci porta, non dice lo stralciate ma ti porta a fare quel tipo di operazione, politicamente lo considero un venir meno agli impegni presi e quindi ne prendo atto. Comunque era una norma che non nasceva nello specifico per la situazione che si era creata a Vallone ma andava a tutelare tutte le aree agricole, quindi era ovvio che veniva per il futuro e non per quella situazione nello specifico, quindi le attività in essere ovvio che avrebbero continuato a lavorare come avrebbero sempre fatto però al momento del rinnovo entravano quelle norme di piano che avevamo inserito per cui serviva una variante al piano regolatore per autorizzare determinati impianti di gestione dei rifiuti, penso che sia anche una norma di buonsenso. Questa è l’unica nota negativa che sottolineo.

Si dà atto che entra l’Assessore Bucari.

Il Consigliere GREGORINI (Art. 1 MDP): un intervento per ringraziare il lavoro svolto dall’assessore e da tutti coloro, ha elencato prima i nominativi che non ripeto, di coloro che hanno contribuito a fare questa variante Smart. È ritornata indietro perciò avete fatto un buon lavoro senza tante osservazioni, questo vi ripaga di quell’impegno e della professionalità che avete, grazie per il lavoro svolto.

Il Presidente del Consiglio ROMANO: non vedo interventi quindi chiudiamo la discussione generale. Dichiarazioni di voto.

Il SINDACO: licenziamo questa pratica senza nemmeno tanto dibattito, senza nemmeno troppo approfondimento, senza nemmeno rendere merito, lo dico per il lavoro fatto perché ovviamente diamo già per acquisiti tutti i passaggi che ci sono stati, oggi siamo in definitiva approvazione dopo i passaggi dell’adozione, pubblicazione, osservazioni, controdeduzioni siamo venuti in Consiglio, poi trasmessa alla provincia e poi oggi. Io penso che sia utile ricordare che cosa è la variante Smart e che cosa significa. Significa azione di governo lungimirante con tutto il bene che voglio per gli asfalti, azione di governo lungimirante significa, e lo diceva bene l’assessore che ringrazio per il rapporto, come sono stati costruiti, chi ha partecipato, hanno partecipato i cittadini sollecitati da noi, le imprese sollecitate da noi, ma abbiamo cercato il contributo, lo ricordavano proprio qualche giorno fa e partono da un’esperienza come quella di Senigallia per costituire una piattaforma di confronto, gli ordini professionali e tecnici, abbiamo incontrato le categorie, abbiamo fatto partecipazione vera ma non come dire vera perché era necessario incontrarli, perché eravamo disponibili, come abbiamo sempre dimostrato ad accogliere, anche a ritornare indietro su alcune scelte o rilanciare in avanti se c’erano le occasioni. Una variante che riconferma l’impostazione dello stop al consumo di suolo, guardate oggi ne parliamo e lo diamo per scontato, molti lo scrivono nei propri cartelli elettorali e ci vincono come a Pesaro, il sindaco Ricci dice la prossima Amministrazione sarà quella che approverà uno strumento che dice basta al consumo di suolo, lo dico sempre pensando all’essere asincroni, è una cosa eccezionale perché ti porta ad avere visione, ti porta a guardare l’orizzonte, lo dico sempre, ti porta a essere un po’ solo perché devi spiegare, perché fai scelte che consentono a chi vuole investire di farlo più rapidamente, ma fai contemporaneamente della possibilità del cittadino semplice che vuol capire che cosa si può fare nella mia casa, dove è la mia casa, qual è il contesto che poi si svilupperà intorno oppure rimarrà così come programmato, ma ha bisogno di intermediazioni di sorta, un clic, forse magari il figlio o il nipote, un clic e ti dice chi sei, dove sei, cosa fai, che cosa ci puoi fare, quanto dal punto di vista anche della nomenclatura, quanti volumi, quanta SUL, quante ce n’hai e quanta può diventare. Oggi la licenziamo, approviamo magari all’unanimità però abbiamo fatto un grandissimo lavoro, guardo alla mia maggioranza, sul piano politico. Questo è uno strumento che può avere ovviamente tanti limiti come noi tutti, quando pensiamo una cosa la pensiamo in grande, sul piano politico conta, qui c’è un mandato amministrativo intero, anzi forse ce ne sono due anzi sono tre perché Pesaro inizia adesso quindi due nostri e uno loro, abbiamo aperto una stagione diversa, io vado in Regione e mi dicono come la calcoliamo la SUL, io dico prendete quel che abbiamo fatto noi e si capisce bene che cos’è la superficie netta qual è lorda, si capisce bene e abbiamo ridisegnato un percorso anche per altri perché le varianti di solito portano a stratificazioni anche di linguaggi diversi e adesso invece era sperimentale però da domani mattina qualcuno può andare sul proprio telefono e può scaricare e può vedere direttamente tutto. Forse facilita il tecnico ma fa anche più chiarezza nei confronti dei tecnici, dei professionisti, molti sono molto bravi e molto onesti, qualcun altro un po’ meno invece tu sai esattamente che cosa c’è e cosa può accadere. Di questo sono particolarmente soddisfatto, lo chiudiamo forse tante volte che ce lo diciamo, Presidente grazie per il lavoro che avete fatto in Commissione con tutti i commissari, un grande grazie all’architetto Giuliani non perché lei sia qui, però tanti anni fa, forse lei nemmeno se lo ricorda e forse non era nemmeno dipendente del non nostro Comune non lo so, però la memoria mia va sempre oltre, facevamo un piano particolareggiato di Montignano, dicevamo bisogna fare un percorso di condivisione con i cittadini, era la modalità, quella di rendere più trasparente possibile gli strumenti per dare consapevolezza, io che faccio sempre difficoltà a riconoscere per me fu invece un grande insegnamento quello perché cambiai anche la modalità poi di approcciare l’urbanistica e non guardai più gli imprenditori come faceva qualcuno come se fosse nemico, il cittadino che richiedeva chissà quale tipo di speculazione, nemmeno più le associazioni che magari ti puntano un tema e quindi tutto quello che poi ne è seguito lo vedete e lo stiamo costruendo fuori e lo mettiamo anche sugli strumenti che semplificano, facilitano e aiutano. Poteva avere anche un’altra acronimo partendo da queste parole. Grazie davvero a tutti.

Il Presidente del Consiglio ROMANO: non ci sono altre dichiarazioni di voto quindi mettiamo in votazione la pratica numero 6, Variante parziale al PRG Smart 2018 approvazione ex articolo 26 legge regionale 34 del 1992. Apriamo il voto, no no no niente, annulliamo il voto.

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica, la proposta iscritta al punto 6 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari, che viene approvata con 21 voti favorevoli, nessuno contrario, nessuno astenuto, come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Il Presidente del Consiglio ROMANO  pone in votazione, palese con modalità elettronica, l’immediata eseguibilità dell’atto deliberativo, che viene approvata con 21 voti favorevoli, nessuno contrario, nessuno astenuto, come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Tutto ciò premesso

IL CONSIGLIO COMUNALE
- Visto l'argomento iscritto al punto 6 dei suoi lavori;
- Udita la relazione dell'Assessore alla pianificazione urbanistica, Maurizio Memè;
Premessa
- Il Consiglio comunale con Delibera C.C. n. 8 del 14 febbraio 2019, ha adottato definitivamente, ai sensi e per gli effetti dell’art. 26 L.R. 34/92, la Variante al P.R.G. denominata SMART 2018, controdeducendo alle osservazioni pervenute. 
- In data 07/03/2019 è stato richiesto alla Provincia di Ancona il prescritto parere di conformità del PRG con la normativa vigente e con le previsioni dei piani territoriali e dei programmi di carattere sovracomunale e, in particolare, con le previsioni e gli indirizzi del PPAR, del PIT e del PTC.
Visto
- che in data 11/07/2019 la Provincia ha espresso il parere di competenza con Decreto del Presidente della Provincia n. 109, come segue:
Esprimere, tenuto conto degli atti presentati e di quanto espresso nel documento istruttorio, parere con rilievi alla Variante SMART 2018 del Comune di Senigallia, adottata con deliberazione del Consiglio Comunale n. 80 del 27/09/2018  e in via definitiva con deliberazione del Consiglio Comunale n. 8 del 14/02/2019 conformemente a quanto indicato nelle risultanze istruttorie
Visto 
- Il Documento istruttorio dell’Ufficio Governo del Territorio e Protezione Civile, allegato parte sostanziale al presente atto, in cui sono riportati i rilievi della Provincia, nonchè le modalità e i contenuti per l’adeguamento del PRG, ivi compresi gli allegati con le modifiche indotte dai rilievi formulati;
- che i documenti della Variante SMART 2018 a seguito delle modifiche indotte dai rilievi provinciali sono così costituiti: 
1_Relazione illustrativa
2_Norme Tecniche di Attuazione (versione comparata Vigente/Variante)
3_Verifiche degli Standard urbanistici 
4_Book comparativo delle zone urbanistiche soggette a modifica
- Ritenuto deliberare in merito;
- Su proposta della Giunta Comunale;
- Richiamata la L.R. n° 34 del 5 agosto 1992 e successive modificazioni;
- Richiamato l’art. 42 del D.Lgs. 18 agosto 2000, n° 267;
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- dal Dirigente Responsabile dell’Area Tecnica Territorio Ambiente;
- del Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;
- Con votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato;
D E L I B E R A
1°) - APPROVARE il Documento istruttorio  in cui sono illustrate le modalità e i contenuti per l’adeguamento del PRG adottato in via definitiva ai rilievi ex art.26, comma 6 della Provincia di Ancona, a cura dell’Ufficio Governo del Territorio e Protezione Civile, ivi compresi gli allegati con le modifiche indotte al PRG;
2°) - APPROVARE, ai sensi dell’art. 26, comma 6, lett. a) della L.R. 34/92, il Piano Regolatore Generale -Variante SMART 2018 – redatto dall’Ufficio Governo del Territorio e Protezione Civile, e costituita dai seguenti documenti allegati al presente atto, modificati a seguito dei rilievi formulati dalla Provincia di Ancona, come evidenziato dal Documento istruttorio:
1_Relazione illustrativa
2_Norme Tecniche di Attuazione (versione comparata Vigente/Variante)
3_Verifiche degli Standard urbanistici 
4_Book comparativo delle zone urbanistiche soggette a modifica
3°) - DARE MANDATO all’Ufficio Governo del Territorio di aggiornare gli elaborati del PRG in conformità ai rilievi pervenuti e di provvedere alla pubblicazione del PRG vigente aggiornato alla approvazione della Variante SMART 2018;
4°) - DARE ATTO che il Responsabile del procedimento è l’arch. Daniela Giuliani, Responsabile Ufficio Governo del Territorio e Protezione Civile;
5°) - DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato.-
      



Letto, confermato e sottoscritto
	Il Presidente	Il  Segretario Comunale
	F/to Romano Dario	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 9 agosto 2019 al 24 agosto 2019 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 26 agosto 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 20 agosto 2019, essendo stata pubblicata il 9 agosto 2019
Lì, 21 agosto 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,