Senigallia Atto

Salvaguardia degli equilibri di bilancio di previsione finanziario armonizzato 2019/2021, variazione di assestamento generale di bilancio di previsione finanziario armonizzato 2019/2021 e ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi

Deliberation del Consiglio Comunale N° CC/2019/48 del 30 luglio 2019

Presentazione
Approvazione
30.7.2019

Firmatari

  • Gennaro Campanile
    Assessore con delega a risorse finanziarie e patrimoniali, sviluppo economico e commercio
    Monitorato da 17 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N° 48 
Seduta del 30/07/2019
OGGETTO:	SALVAGUARDIA DEGLI EQUILIBRI DI BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO ARMONIZZATO 2019/2021, VARIAZIONE DI ASSESTAMENTO GENERALE DI BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO ARMONIZZATO 2019/2021 E RICOGNIZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI.
L’anno duemiladiciannove addì trenta del mese di luglio alle ore 15:30  nel Palazzo Municipale di Senigallia e nella solita sala delle adunanze consiliari.
Previa convocazione nei modi di rito, si è oggi riunito, in seduta straordinaria il Consiglio Comunale.
Fatto l’appello nominale risultano:
ConsiglierePres.Ass.ConsiglierePres.Ass.1 Angeletti Margherita*-14 Paradisi Roberto-*2 Beccaceci Lorenzo *-15 Pedroni Luana*-3 Bedini Mauro*-16 Perini Maurizio-*4 Brucchini Adriano-*17 Pierfederici Mauro*-5 Canestrari Alan-*18 Profili Vilma*-6 Da Ros Davide-*19 Rebecchini Luigi*-7 Fileri Nausicaa*-20 Romano Dario*-8 Giuliani Ludovica*-21 Salustri Maurizio*-9 Gregorini Mauro*-22 Santarelli Luca*-10 Mandolini Riccardo*-23 Sardella Simeone*-11 Mangialardi Maurizio*-24 Sartini Giorgio*-12 Martinangeli Stefania*-25 Urbinati Sandro*-13 Palma Elisabetta*-T O T A L E     P R E S E N T I    N° 20

 Becka MaksimConsigliere Straniero Aggiunto*- Mraihi MohamedConsigliere Straniero Aggiunto-*
Sono altresì presenti gli assessori: Campanile Gennaro, Bucari Simonetta, Girolametti Carlo, Memè Maurizio, Ramazzotti Ilaria
Essendo legale l’adunanza per il numero degli intervenuti, il Sig. Romano Dario nella qualità di Presidente dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario Comunale Dott. Morganti Stefano 
Chiama a fungere da scrutatori i Consiglieri Signori: 1°  Profili Vilma; 2° Bedini Mauro;  3° Mandolini Riccardo.


Il Presidente del Consiglio ROMANO enuncia l’argomento iscritto al punto 2 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari relativo a: SALVAGUARDIA DEGLI EQUILIBRI DI BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO ARMONIZZATO 2019/2021, VARIAZIONE DI ASSESTAMENTO GENERALE DI BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO ARMONIZZATO 2019/2021 E RICOGNIZIONE SULLO STATO DI ATTUAZIONE DEI PROGRAMMI e concede la parola all’Assessore alle Risorse Finanziarie, Gennaro Campanile, per la relazione introduttiva.

…… …… omissis …… ……

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica,  la proposta iscritta al punto 2 dell’ordine del giorno dei lavori consiliari, così come emendata in corso di seduta, che viene approvata con 17 voti favorevoli, 1 contrario (Rebecchini), 4 astenuti (Mandolini, Martinangeli, Palma, Sartini), come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica, l’immediata eseguibilità dell’atto deliberativo che viene approvata con 17 voti favorevoli, 1 contrario (Rebecchini), 4 astenuti (Mandolini, Martinangeli, Palma, Sartini), come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Tutto ciò premesso

IL CONSIGLIO COMUNALE
- Visto l'argomento iscritto al punto 2 dei suoi lavori;
- Udita la relazione dell'Assessore alle Risorse Finanziarie, Gennaro Campanile;
RICHIAMATE le proprie deliberazioni:
·	n. 123 del 20.12.2018 avente ad oggetto: Approvazione del bilancio di previsione finanziario armonizzato 2019/2021 di cui all’allegato 9 al D.Lgs. n. 118/2011;
·	n. 114 del 20.12.2018 di approvazione della Nota di aggiornamento del Documento Unico di Programmazione (DUP) 2019/2021;
·	n. 28 del 29.04.2019 di approvazione del Rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2018 ai sensi dell’art. 227 del D.Lgs. n. 267/2000;
RICHIAMATI, altresì, gli atti di variazione del bilancio di previsione finanziario armonizzato 2019/2021 ad oggi adottati dal Consiglio comunale, dalla Giunta municipale e dai Dirigenti, ciascuno per la competenza attribuitagli dalla normativa vigente in materia di variazioni di bilancio di cui al predetto art. 175 del D.Lgs. n. 267/2000; 
RICORDATO l’art. 193 del D.Lgs. n. 267/2000, comma 2, il quale prevede che Con periodicità stabilita dal regolamento di contabilità dell’ente locale, e comunque almeno una volta entro il 31 luglio di ciascun anno, l’organo consiliare provvede con delibera a dare atto del permanere degli equilibri generali di bilancio o, in caso accertamento negativo, ad adottare, contestualmente:
·	le misure necessarie a ripristinare il pareggio qualora i dati della gestione finanziaria facciano prevedere un disavanzo, di gestione o di amministrazione, per squilibrio della gestione di competenza, di cassa ovvero della gestione dei residui;
·	i provvedimenti per il ripiano degli eventuali debiti di cui all’art. 194;
·	le iniziative necessarie ad adeguare il fondo crediti di dubbia esigibilità accantonato nel risultato di amministrazione in caso di gravi squilibri riguardanti la gestione dei residui.;
RICORDATO, altresì, l’art. 175, comma 8, il quale prevede che mediante la variazione di assestamento generale, deliberata dall’organo consiliare dell’ente entro il 31 luglio di ciascun anno, si attua la verifica generale di tutte le voci di entrata e di uscita, compreso il fondo di riserva e il fondo di cassa, al fine assicurare il mantenimento del pareggio di bilancio;
DATO ATTO che, relativamente all’esercizio 2019, l’analisi effettuata ai fini della verifica della salvaguardia degli equilibri ha avuto ad oggetto la gestione di competenza, la gestione dei residui, la gestione di cassa, nonché il permanere degli equilibri di bilancio a livello previsionale e in termini prospettici fino alla fine dell’esercizio; 
VISTO che all’Ufficio Ragioneria e Bilancio sono pervenute, da parte delle varie aree comunali, richieste di variazione di taluni stanziamenti di entrata e di spesa anche con riferimento all’esercizio 2019, sia relativamente alla parte corrente che alla parte in conto capitale del bilancio, al fine di rendere gli stessi più funzionali ed attendibili alle esigenze gestionali dell’ente e tali da garantire a livello previsionale il rispetto degli equilibri di bilancio alla chiusura dell’esercizio 2019;
DATO ATTO che, relativamente all’esito della verifica dell’andamento della gestione dei residui, non è stato riscontrato alcun elemento in grado di far ipotizzare il verificarsi di uno squilibrio, non essendosi verificati mutamenti in ordine alla ragione del mantenimento dei residui riaccertati con il Rendiconto della gestione dell’esercizio finanziario 2018;
RICHIAMATO, in proposito, l’art. 16-quater del D.L. n. 34/2019 convertito, con modificazioni, dalla Legge n. 58/2019, il quale, in relazione allo stralcio dei debiti fino a mille euro affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2010 di cui all’art. 4, comma 1, del D.L. n. 119/2018 convertito, con modificazioni, dalla Legge n. 136/2018, dispone che gli enti creditori, sulla base dell’elenco trasmesso dall’agente della riscossione, adeguino le proprie scritture contabili entro la data del 31.12.2019, tenendo conto degli eventuali effetti negativi già nel corso della gestione e vincolando allo scopo le eventuali risorse disponibili alla data della comunicazione;
DATO ATTO che questo Ente, già in sede di rendiconto della gestione 2018, ha provveduto ad accantonare a fondo crediti di dubbia esigibilità l’intero importo dei residui attivi iscritti in bilancio relativamente ai ruoli affidati ad Equitalia, ora Agenzia delle Entrate Riscossione, nel periodo suindicato, e che, pertanto, l’eliminazione di tali residui attivi, da attuarsi in sede di rendiconto 2019, non produrrà impatto negativo in termini di risultato di amministrazione;
VERIFICATO l’andamento della gestione di cassa in termini di incassi e pagamenti effettuati nell’anno 2019 in conto competenza e in conto residui, dal quale si rileva a livello previsionale il mantenimento alla chiusura dell’esercizio 2019 dell’equilibrio di cassa;
VISTO l’art. 1, comma 897, della Legge n. 145/2018 (Legge di Bilancio 2019) il quale stabilisce che ….l’applicazione al bilancio di previsione della quota vincolata, accantonata e destinata del risultato di amministrazione è comunque consentita, agli enti soggetti al decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, per un importo non superiore a quello di cui alla lettera A) del prospetto riguardante il risultato di amministrazione al 31 dicembre dell’esercizio precedente, al netto della quota minima obbligatoria accantonata nel risultato di amministrazione per il fondo crediti di dubbia esigibilità e del fondo anticipazione di liquidità, incrementato dell’importo del disavanzo da recuperare iscritto nel primo esercizio del bilancio di previsione.;
CONSIDERATO che l’importo del limite di cui al paragrafo precedente è determinato come segue:

Risultato di amministrazione al 31.12.2018 (A)+23.465.604,40Fondo crediti di dubbia esigibilità-19.315.825,90Fondo anticipazioni di liquidità D.L. n. 35/2013-0,00Quota disavanzo da recuperare+141.350,90Importo massimo avanzi applicabili=4.291.129,40
TENUTO CONTO che prioritariamente è necessario garantire margini di applicabilità alle quote di avanzo vincolato e che pertanto è possibile applicare al bilancio di previsione finanziario armonizzato 2019/2021, annualità 2019, quote di avanzo accantonato del risultato di amministrazione 2018 pari ad euro 1.167.938,67 e quote destinate ad investimenti del risultato di amministrazione 2018 per un importo di euro 1.390.000,00;
VERIFICATO che l’applicazione delle quote di avanzo accantonato e destinato ad investimenti di cui al presente atto, sommate alle quote di avanzo vincolato di parte corrente e di parte capitale applicate e da applicare al bilancio di previsione mediante determinazioni dirigenziali, garantisce il rispetto del limite di cui al paragrafo precedente di euro 4.291.129,40;
CONSIDERATO che, sulla base di quanto previsto dall’art. 187, comma 3-bis, del D.Lgs. n. 267/2000 in relazione all’utilizzo dell’avanzo di amministrazione non vincolato, l’Ente non si trova nelle situazioni previste dagli artt. 195 e 222 del medesimo D.Lgs. n. 267/2000;
PRESO ATTO delle richieste di variazione di taluni stanziamenti di entrata e di spesa anche relativamente agli esercizi 2020 e 2021 pervenute all’Ufficio Ragioneria e Bilancio da parte delle varie aree comunali, sia relativamente alla parte corrente che alla parte in conto capitale del bilancio, al fine di rendere gli stessi più funzionali ed attendibili alle esigenze gestionali dell’ente;
RITENUTO necessario, per tutto quanto sopra esposto, adeguare, con apposita variazione di assestamento generale, così come illustrata nella nota sottoscritta dalla Dirigente dell’Area Risorse Umane e Finanziarie, allegata al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale (Allegato 1), gli stanziamenti previsti per gli anni 2019, 2020 e 2021 nel bilancio di previsione finanziario triennale 2019/2021, al fine sia di permettere la rappresentazione contabile delle richieste degli uffici di cui sopra e dell’applicazione delle predette quote accantonate e destinate del risultato di amministrazione 2018, sia di garantire a livello previsionale gli equilibri di bilancio alla chiusura dell’esercizio 2019;
DATO ATTO che il nuovo assetto di bilancio di previsione finanziario armonizzato 2019/2021, così come risultante a seguito della presente variazione, prevede:
	la destinazione dei proventi dei titoli abilitativi edilizi e delle sanzioni in materia edilizia al finanziamento di spese di investimento nell’ambito degli interventi specificamente previsti dall’art. 1, comma 460, della Legge n. 232 del 11.12.2016 per una percentuale pari al 66,14% del totale per l’anno 2019 e per una percentuale pari al 100% del totale per gli anni 2020 e 2021;
	per l’anno 2019, la destinazione delle entrate correnti di carattere non ricorrente, costituite dalle entrate da recupero evasione tributaria e dalla quota dei proventi da sanzioni del Codice della Strada non specificamente destinate ai sensi dell’art. 208 del C.d.S., al netto della relativa quota di accantonamento al Fondo crediti di dubbia esigibilità (FCDE), al finanziamento di spese di investimento;
VISTI, dunque:
	l’Allegato 2 riportante la variazione agli stanziamenti di competenza e di cassa del bilancio di previsione finanziario armonizzato 2019/2021, allegato al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale;
	l’Allegato 3 (ex Allegato 8/1 al D.Lgs. n. 118/2011), riportante i dati di interesse del tesoriere, allegato al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale; 
	l’Allegato 4 (ex Allegato 8/2 al D.Lgs. n. 118/2011), riportante le variazioni al fondo pluriennale vincolato, allegato al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale; 
DATO ATTO che le previsioni di entrata e di spesa contenute nel bilancio di previsione finanziario armonizzato 2019/2021, così come modificate con la variazione di assestamento di bilancio generale  di  cui  al  presente  atto,  riportano,  per  gli  esercizi 2019/2021, le seguenti risultanze finali:

ENTRATEVOCI 201920202021Applicazione quote vincolate avanzo di amministrazione di parte corrente324.401,770,000,00Applicazione quote vincolate avanzo di amministrazione di parte capitale193.232,070,000,00Applicazione quote accantonate avanzo di amministrazione 1.167.938,670,000,00Applicazione quote destinate ad investimenti avanzo di amministrazione1.390.000,000,000,00FPV di parte corrente1.163.290,1948.990,0048.990,00 FPV di parte capitale2.844.759,86380.251,910,00 Titolo I - Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa33.114.763,8631.512.566,5331.511.566,53 Titolo II - Trasferimenti correnti8.357.675,406.978.906,506.898.456,50 Titolo III - Entrate extratributarie14.432.696,6213.605.088,0213.730.404,85 Titolo IV - Entrate in conto capitale11.217.733,098.627.753,001.626.666,67    Titolo V – Entrate da riduzione di attività finanziarie122.265,00122.265,00122.265,00 Titolo VI - Accensione di prestiti1.575.494,000,000,00 Titolo VII Anticipazioni di istituto tesoriere/cassiere13.818.851,0013.818.851,0013.818.851,00 Titolo IX - Entrate per partite di giro34.768.000,0034.768.000,0034.768.000,00 TOTALE ENTRATE124.491.101,53109.862.671,96102.525.200,55
SPESEVOCI201920202021FPV di parte corrente48.990,0048.990,0048.990,00 FPV di parte capitale380.251,910,000,00Disavanzo di amministrazione141.350,90141.350,90141.350,90Titolo I - Spese correnti55.782.863,7249.515.349,3649.548.268,50(al netto di FPV di spesa)48.990,0048.990,0048.990,00 Titolo II - Spese in conto capitale17.047.853,079.686.597,082.305.258,84(al netto di FPV di spesa)380.251,910,000,00 Titolo III - Spese per incremento attività finanziarie0,000,000,00 Titolo IV - Rimborso prestiti2.502.940,931.883.533,621.894.481,31 Titolo V - Chiusura anticipazioni ricevute da istituto tesoriere/cassiere13.818.851,0013.818.851,0013.818.851,00 Titolo VII – Spese per conto terzi e partite di giro34.768.000,0034.768.000,0034.768.000,00 TOTALE SPESE124.491.101,53109.862.671,96102.525.200,55
DATO ATTO, altresì, che le previsioni di entrata e di spesa contenute nel bilancio di previsione finanziario armonizzato 2019/2021, così come modificate con la predetta variazione di assestamento generale di bilancio, garantiscono a livello previsionale:
·	gli equilibri di parte corrente e gli equilibri di parte capitale, così come stabilito dall’art. 162, comma 6, del D.Lgs. n. 267/2000, di cui all’Allegato 5, allegato al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale;
·	per il solo anno 2019, un fondo di cassa finale non negativo, così come stabilito dall’art. 162, comma 6, del D.Lgs. n. 267/2000, così articolato:

Fondo di cassa iniziale al 01.01.201911.439.080,13Entrate di cassa previste 2019133.624.848,68Uscite di cassa previste 2019136.225.633,93Fondo di cassa finale previsto 20198.838.294,88
DATO ATTO che, mediante la variazione di assestamento di bilancio di previsione finanziario armonizzato 2019/2021 si è provveduto a dare copertura, nell’esercizio 2019, a debiti fuori bilancio da riconoscersi per l’importo complessivo stimato di euro 1.235.371,23 riguardanti spese derivanti da sentenze esecutive e da spese relative all’acquisto di beni e servizi di cui all’art. 194, comma 1, lett. e), sulla base delle comunicazioni pervenute da parte dei Dirigenti delle varie Aree comunali;
VISTA  la  nota  del  Dirigente  dell’Area  Risorse Umane e Finanziarie allegata alla presente atto a formarne parte integrante e sostanziale (Allegato 1) di illustrazione dei contenuti della variazione di assestamento generale del bilancio di previsione finanziario 2019/2021;
VISTA, altresì, la ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi, comprensiva della variazione  di  assestamento  generale  di  cui  al  presente  atto,  così  come  rappresentata nell’Allegato 6, allegato al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale;
VISTO il parere favorevole dell’Organo di revisione, così come previsto dall’art. 239, comma 1 del D.Lgs. n. 267/2000; 
VISTI:
- lo Statuto comunale;
- il Regolamento di contabilità; 
- l’art. 42 del D.Lgs. n. 267/2000;
- i nuovi principi contabili di cui al D.Lgs. n. 118/2011, così come modificato dal D.Lgs. n. 126/2014;
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- del Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;
- Con votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato;
D E L I B E R A
1°) - DI APPROVARE le premesse quale parte integrante e sostanziale del presente atto;
2°) - DI APPROVARE, al fine sia di permettere la rappresentazione contabile delle richieste degli uffici e dell’applicazione delle quote accantonate e destinate del risultato di amministrazione 2018, di cui in narrativa, sia di garantire a livello previsionale gli equilibri di bilancio alla chiusura dell’esercizio 2019, la variazione agli stanziamenti di competenza e di cassa del bilancio di previsione  finanziario  armonizzato  2019/2021  di  cui  all’Allegato 2  al  presente atto, così come illustrata nella nota del Dirigente dell’Area Risorse Umane e Finanziarie (Allegato 1);
3°) - DI DARE ATTO che le previsioni di entrata e di spesa contenute nel bilancio di previsione finanziario armonizzato 2019/2021, così come modificate con la variazione di assestamento generale di bilancio, di cui al presente atto, riportano, per gli esercizi 2019/2021, le seguenti risultanze finali:
ENTRATEVOCI 201920202021Applicazione quote vincolate avanzo di amministrazione di parte corrente324.401,770,000,00Applicazione quote vincolate avanzo di amministrazione di parte capitale193.232,070,000,00Applicazione quote accantonate avanzo di amministrazione 1.167.938,670,000,00Applicazione quote destinate ad investimenti avanzo di amministrazione1.390.000,000,000,00FPV di parte corrente1.163.290,1948.990,0048.990,00 FPV di parte capitale2.844.759,86380.251,910,00 Titolo I - Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa33.114.763,8631.512.566,5331.511.566,53 Titolo II - Trasferimenti correnti8.357.675,406.978.906,506.898.456,50
 Titolo III - Entrate extratributarie14.432.696,6213.605.088,0213.730.404,85 Titolo IV - Entrate in conto capitale11.217.733,098.627.753,001.626.666,67    Titolo V – Entrate da riduzione di attività finanziarie122.265,00122.265,00122.265,00 Titolo VI - Accensione di prestiti1.575.494,000,000,00 Titolo VII Anticipazioni di istituto tesoriere/cassiere13.818.851,0013.818.851,0013.818.851,00 Titolo IX - Entrate per partite di giro34.768.000,0034.768.000,0034.768.000,00 TOTALE ENTRATE124.491.101,53109.862.671,96102.525.200,55SPESEVOCI201920202021FPV di parte corrente48.990,0048.990,0048.990,00 FPV di parte capitale380.251,910,000,00Disavanzo di amministrazione141.350,90141.350,90141.350,90Titolo I - Spese correnti55.782.863,7249.515.349,3649.548.268,50(al netto di FPV di spesa)48.990,0048.990,0048.990,00 Titolo II - Spese in conto capitale17.047.853,079.686.597,082.305.258,84(al netto di FPV di spesa)380.251,910,000,00 Titolo III - Spese per incremento attività finanziarie0,000,000,00
 Titolo IV - Rimborso prestiti2.502.940,931.883.533,621.894.481,31 Titolo V - Chiusura anticipazioni ricevute da istituto tesoriere/cassiere13.818.851,0013.818.851,0013.818.851,00 Titolo VII – Spese per conto terzi e partite di giro34.768.000,0034.768.000,0034.768.000,00 TOTALE SPESE124.491.101,53109.862.671,96102.525.200,55
4°) - DI DARE ATTO, altresì, che le previsioni di entrata e di spesa contenute nel bilancio di previsione finanziario armonizzato 2019/2021, così come modificate con la variazione di assestamento generale di bilancio, di cui al presente atto, garantiscono a livello previsionale:
·	gli equilibri di parte corrente e gli equilibri di parte capitale, così come stabilito dall’art. 162, comma 6, del D.Lgs. n. 267/2000 (Allegato 5);
·	per il solo anno 2019, un fondo di cassa finale non negativo, così come stabilito dall’art. 162, comma 6, del D.Lgs. n. 267/2000, così articolato:

Fondo di cassa iniziale al 01.01.201911.439.080,13Entrate di cassa previste 2019133.624.848,68Uscite di cassa previste 2019136.225.633,93Fondo di cassa finale previsto 20198.838.294,88
5°) - DI APPROVARE, altresì, la ricognizione sullo stato di attuazione dei programmi così come rappresentata nell’Allegato 6 inclusiva della variazione di assestamento generale di cui al presente atto;
6°) - DI TRASMETTERE copia della presente al Tesoriere, in ossequio al comma 9-bis dell’art. 175 del D.Lgs. n. 267/2000;
7°) – DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato.-
      
Letto, confermato e sottoscritto
	Il Presidente	Il  Segretario Comunale
	F/to Romano Dario	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 9 agosto 2019 al 24 agosto 2019 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 26 agosto 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 20 agosto 2019, essendo stata pubblicata il 9 agosto 2019
Lì, 21 agosto 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,