Senigallia Atto

Concessione delle funzioni relative alla riscossione coattiva della IUC, Imposta di soggiorno e fitti attivi

Delibera del Consiglio Comunale N° CC/2019/71 del 29 ottobre 2019

Presentazione
Approvazione
29.10.2019

Firmatari

  • Gennaro Campanile
    Assessore con delega a risorse finanziarie e patrimoniali, sviluppo economico e commercio
    Monitorato da 17 cittadini

Testo

        
COMUNE DI SENIGALLIA
PROVINCIA DI ANCONA
DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE N° 71 
Seduta del 29/10/2019
OGGETTO:	ESTERNALIZZAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DELLE FUNZIONI RELATIVE ALLA RISCOSSIONE COATTIVA DELLA IUC, DEGLI IMPORTI CORRELATI AL MANCATO RIVERSAMENTO DELL'IMPOSTA DI SOGGIORNO E DEI FITTI ATTIVI. PRESA D'ATTO DELLA RELAZIONE DEL DIRIGENTE AREA RISORSE UMANE E FINANZIARIE PREDISPOSTA AI SENSI DELL'ART. 34 COMMA 20 DEL D.L. N. 179/2012.
L’anno duemiladiciannove addì ventinove del mese di ottobre alle ore 15:30  nel Palazzo Municipale di Senigallia e nella solita sala delle adunanze consiliari.
Previa convocazione nei modi di rito, si è oggi riunito, in seduta straordinaria il Consiglio Comunale.
Fatto l’appello nominale risultano:
ConsiglierePres.Ass.ConsiglierePres.Ass.1 Angeletti Margherita*-14 Paradisi Roberto*-2 Beccaceci Lorenzo *-15 Pedroni Luana-*3 Bedini Mauro*-16 Perini Maurizio*-4 Brucchini Adriano*-17 Pierfederici Mauro*-5 Canestrari Alan-*18 Profili Vilma*-6 Da Ros Davide*-19 Rebecchini Luigi*-7 Fileri Nausicaa-*20 Romano Dario*-8 Giuliani Ludovica*-21 Salustri Maurizio*-9 Gregorini Mauro*-22 Santarelli Luca*-10 Mandolini Riccardo*-23 Sardella Simeone*-11 Mangialardi Maurizio-*24 Sartini Giorgio*-12 Martinangeli Stefania*-25 Urbinati Sandro*-13 Palma Elisabetta*-T O T A L E     P R E S E N T I    N° 21

 Becka MaksimConsigliere Straniero Aggiunto*- Mraihi MohamedConsigliere Straniero Aggiunto*-
Sono altresì presenti gli assessori: Bomprezzi Chantal, Campanile Gennaro, Bucari Simonetta, Memè Maurizio, Monachesi Enzo
Essendo legale l’adunanza per il numero degli intervenuti, il Sig. Romano Dario nella qualità di Presidente dichiara aperta la seduta, alla quale assiste il Segretario Comunale Dott. Morganti Stefano 
Chiama a fungere da scrutatori i Consiglieri Signori: 1°  Angeletti Margherita; 2° Beccaceci Lorenzo;  3° Martinangeli Stefania .


Il Presidente del Consiglio ROMANO enuncia l’argomento iscritto al punto 4 all’ordine del giorno dei lavori consiliari relativo a: ESTERNALIZZAZIONE MEDIANTE CONCESSIONE DELLE FUNZIONI RELATIVE ALLA RISCOSSIONE COATTIVA DELLA IUC, DEGLI IMPORTI CORRELATI AL MANCATO RIVERSAMENTO DELL'IMPOSTA DI SOGGIORNO E DEI FITTI ATTIVI. PRESA D'ATTO DELLA RELAZIONE DEL DIRIGENTE AREA RISORSE UMANE E FINANZIARIE PREDISPOSTA AI SENSI DELL'ART. 34 COMMA 20 DEL D.L. N. 179/2012 e concede la parola all’Assessore alle Risorse Finanziarie, Gennaro Campanile, per la relazione introduttiva;

…… …… omissis …… ……

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica, la proposta iscritta al punto 4 dell’ordine del girono dei lavori consiliari che viene approvata con 14 voti favorevoli, 6 contrari (Da Ros, Martinangeli, Palma, Paradisi, Rebecchini, Sartini), nessuno astenuto, come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Il Presidente del Consiglio ROMANO pone in votazione, palese con modalità elettronica, l’immediata eseguibilità dell’atto deliberativo che viene approvata con 14 voti favorevoli, 6 contrari (Da Ros, Martinangeli, Palma, Paradisi, Rebecchini, Sartini), nessuno astenuto, come proclama il Presidente ai sensi di legge.

Tutto ciò premesso

IL CONSIGLIO COMUNALE

- Visto l'argomento iscritto al punto 4 dei suoi lavori;
- Udita la relazione dell'Assessore alle Risorse Finanziarie, Gennaro Campanile;
VISTI gli artt. 52 e seguenti del D.Lgs. 15/12/1997 n. 446, in materia di gestione del servizio di accertamento e riscossione dei tributi e delle entrate locali e relative attività;
PRESO ATTO che la gestione ordinaria delle funzioni relative alla tenuta dei ruoli, all’accertamento e alla riscossione ordinaria della I.U.C. viene ad oggi svolta totalmente all’interno dell’ente dall’Ufficio Tributi e canoni;
PRESO ATTO inoltre che, sempre internamente attraverso l’Ufficio Tributi e canoni, sono state sin qui attivate le procedure per il recupero dei mancati riversamenti dell’imposta di soggiorno mentre l’Ufficio Patrimonio gestisce le procedure correlate al mancato incasso dei fitti attivi;
RICHIAMATA la propria precedente deliberazione n. 49 del 27.06.2017, esecutiva, con la quale è stato disposto l’affidamento in concessione all’Agente Universale Agenzia delle Entrate  -  Riscossione dell’attività di riscossione coattiva di tutte le entrate comunali, tributarie e patrimoniali, a partire dal 01.07.2017;
DATO ATTO che, con specifico riferimento all’attività accertativa, si è potuto riscontrare che, nonostante la notificazione di numerosi avvisi per omissioni dichiarative o per omessi e ritardati versamenti e altre attività di recupero poste in essere, la capacità di riscossione dell’Ente fa rilevare alcune criticità, con particolare riguardo alla fase coattiva, così come dettagliatamente riportato nella relazione del  Dirigente dell’Area Risorse umane e finanziarie allegata al presente atto;
RICHIAMATA la propria precedente deliberazione n. 71 del 31.07.2018 con cui si è assunta una prima decisione di non procedere più tramite l’Agenzia delle entrate – Riscossione concedendo ad un soggetto privato tutte le funzioni afferenti la gestione dei tributi minori (COSAP, ICP, DIRITTO DI PUBBLICHE AFFISSIONI, TARIG) del Comune di Senigallia, inclusa la riscossione spontanea e coattiva;
RILEVATA ora la necessità di non proseguire con l’Agenzia delle entrate – Riscossione l’attività di riscossione coattiva della I.U.C., dell’imposta di soggiorno non riversata e dei fitti attivi al fine di migliorare le performances di riscossione delle predette entrate tributarie e patrimoniali, valutando la convenienza economica per l’ente a procedere con la concessione a terzi privati o con l’internalizzazione dell’attività; 
LETTA la relazione illustrativa del Dirigente dell’Area Risorse umane e finanziarie in ordine alle modalità di organizzazione delle funzioni relative alla riscossione coattiva della I.U.C. e dei mancati riversamenti dell’Imposta di soggiorno oltre che del mancato pagamento delle sanzioni amministrative applicate in materia e dei fitti attivi allegata al presente atto a farne parte integrante e sostanziale;
VISTO che:
- la scelta della forma di gestione delle entrate tributarie e dei fitti attivi deve essere improntata a criteri di economicità, efficienza, efficacia e funzionalità;
- la gestione, se non svolta direttamente, può essere, anche affidata in concessione a soggetti terzi iscritti in appositi albi in virtù delle specifiche previsioni normative e regolamentari;
- l’opportunità di una gestione mediante concessione ad un soggetto terzo si basa tanto sull’assetto organizzativo dell’Ente, quanto su un’analisi economica di gestione, pure svolta nella relazione del Dirigente dell’Area Risorse umane e finanziarie, con risultanze che qui si intendono riportate;
RILEVATO che:
- con D.M. 11 settembre 2000, n. 289, è stato adottato il Regolamento relativo all’albo dei soggetti abilitati ad effettuare attività di liquidazione e di accertamento dei tributi e di quelle di riscossione dei tributi e di altre entrate delle province e dei comuni da emanarsi ai sensi dell’art. 53, comma 1, del D. Lgs. 15.12.1997, n. 446, che ha fissato le condizioni per l’iscrizione all’albo dei concessionari, tra cui il possesso dei requisiti finanziari, dei requisiti di onorabilità e dei requisiti tecnici;
- la natura dell’affidamento dei servizi di riscossione rientra nella fattispecie della concessione in quanto il soggetto gestore potrà disporre di poteri propri dell’ente comunale dovendo provvedere, tra l’altro, ad assumere anche il ruolo di funzionario responsabile per quanto attiene alla riscossione coattiva della I.U.C.; 
RICHIAMATO l’art. 42 del D. Lgs. n. 267/2000 e s.m.i.;
RITENUTA l’opportunità di:
- esternalizzare le funzioni relative alla riscossione coattiva della I.U.C. e dei mancati riversamenti dell’Imposta di Soggiorno oltre che del mancato pagamento delle sanzioni amministrative applicate in materia e dei fitti attivi attraverso il modello della concessione a soggetti terzi iscritti in apposito albo, in quanto tale forma di gestione risulta essere più conveniente sotto il profilo di economicità, efficienza, efficacia e funzionalità;
- disporre l’affidamento  in concessione per la durata di anni cinque, con opzione di proroga per eventuale ulteriori anni tre, delle funzioni di riscossione coattiva della I.U.C. e dei mancati riversamenti dell’Imposta di soggiorno oltre che del mancato pagamento delle sanzioni amministrative applicate in materia dal Comune di Senigallia e dei fitti attivi;
RILEVATO che l’Ufficio Tributi e canoni manterrà internamente la gestione ordinaria di tutte le attività connesse all’applicazione della I.U.C. e dell’Imposta di soggiorno nonché lo svolgimento delle attività accertative di recupero evasione e di recupero dei mancati riversamenti dell’Imposta di soggiorno mentre l’Ufficio Patrimonio continuerà a promuovere le azioni di sollecito per i fitti attivi non corrisposti alle previste scadenze;
RITENUTO opportuno prevedere che il capitolato speciale d’oneri rechi almeno le seguenti condizioni che:
- la remunerazione del concessionario sia collegata esclusivamente ai risultati finanziari dell’attività svolta, fatti salvi i rimborsi delle spese previste dalla normativa vigente;
- il concessionario riscuota tutti i proventi oggetto della concessione esclusivamente a mezzo c/c dedicati intestati al Comune di Senigallia e che tali conti correnti debbano garantire il collegamento on-line, assicurando al Comune, sin dall’inizio del contratto e per tutta la durata dello stesso, la disponibilità della password per ottenere informazioni sui saldi e sui movimenti relativi allo stesso;
- siano previsti sistemi di controllo attraverso la richiesta al concessionario di rendicontazioni periodiche e la disposizione da parte del Dirigente dell’Ufficio Tributi e canoni e dell’Ufficio Patrimonio o di un suo delegato di ispezioni e controlli sull’andamento del servizio;
VISTI:
- Il Regolamento Comunale per l’applicazione dell’imposta unica comunale I.U.C., da ultimo modificato con deliberazione consiliare n. 116 del 20.12.2018;
- Il Regolamento Comunale per l’istituzione e l’applicazione dell’Imposta di Soggiorno, da ultimo modificato con deliberazione consiliare n. 118 del 20.12.2018;
- Il Regolamento Generale delle Entrate, da ultimo modificato con deliberazione di Consiglio Comunale n. 117 del 20.12.2018;
RITENUTO quindi demandare al Dirigente Area Risorse umane e finanziarie l’assunzione di tutti gli adempimenti necessari alla esecuzione del presente provvedimento;
VISTO il parere favorevole dell’Organo di revisione, così come previsto dall’art. 239, comma 1 del D.Lgs. n. 267/2000; 
- Preso atto dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali:
- del Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie;
- Con votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato;
D E L I B E R A
1°) - DI DICHIARARE la premessa narrativa parte integrante e sostanziale del presente atto;
2°) - DI PRENDERE ATTO con esito favorevole della relazione in merito presentata dal Dirigente dell’Area Risorse umane e finanziarie, che costituisce parte integrante e sostanziale del presente atto, e di condividerne tutte le argomentazioni e le risultanze da intendersi qui integralmente riportate;
3°) - DI ESTERNALIZZARE la gestione delle funzioni relative alla riscossione coattiva tramite ingiunzione di pagamento della I.U.C., dei mancati riversamenti dell’Imposta di soggiorno oltre che del mancato pagamento delle sanzioni amministrative applicate in materia e dei fitti attivi, attraverso il modello della concessione a soggetti terzi iscritti in apposito albo, in quanto tale forma di gestione risulta essere più conveniente sotto il profilo di economicità, efficienza, efficacia e funzionalità;
4°) - DI DISPORRE l’affidamento in concessione delle funzioni relative alla riscossione coattiva tramite ingiunzione di pagamento della I.U.C., dei mancati riversamenti dell’Imposta di soggiorno oltre che del mancato pagamento delle sanzioni amministrative applicate in materia e dei fitti attivi, per la durata di anni cinque, con opzione di proroga per un ulteriore triennio;
5°) - DI STABILIRE che l’affidamento in concessione del servizio in oggetto avvenga nel rispetto di quanto previsto dal D. Lgs. n. 50/2016 e s.m.i. con aggiudicazione a favore dell’offerta economicamente più vantaggiosa;
6°) - DI DARE ATTO che la selezione sul mercato di un concessionario iscritto all’albo dei soggetti abilitati alla riscossione, liquidazione e accertamento dei tributi ex art. 53 del D. Lgs. n. 446/97, consentirà all’Ente di usufruire del vantaggio di una tecnologia specifica applicata a una gestione ormai consolidata, specializzata e funzionale che, unita all’apporto di risorse umane appositamente formate ed esclusivamente dedicate alla materia, potrà sicuramente ottimizzare l’efficienza dell’azione amministrativa, l’efficacia, la speditezza e l’economicità dei procedimenti e garantire più cospicue entrate all’Ente stesso, anche in ragione del possibile potenziamento delle attività interne di contenuto accertativo;
7°) - DI DARE ATTO che l’Ufficio Tributi e canoni manterrà internamente la gestione ordinaria di tutte le attività connesse all’applicazione della IUC e dell’Imposta di soggiorno nonché lo svolgimento delle attività accertative di recupero evasione e di recupero dei mancati riversamenti dell’Imposta di soggiorno mentre l’Ufficio Patrimonio continuerà a promuovere le azioni di sollecito per i fitti attivi non corrisposti alle previste scadenze;
8°) - DI STABILIRE che il capitolato speciale d’oneri rechi almeno le seguenti condizioni:
- la remunerazione del concessionario sia collegata esclusivamente ai risultati finanziari dell’attività svolta, fatti salvi i rimborsi delle spese previste dalla normativa vigente;
- il concessionario riscuota tutti i proventi oggetto della concessione esclusivamente a mezzo c/c dedicati intestati al Comune di Senigallia e che tali conti correnti debbano garantire il collegamento on-line, assicurando al Comune, sin dall’inizio del contratto e per tutta la durata dello stesso, la disponibilità della password per ottenere informazioni sui saldi e sui movimenti relativi allo stesso;
- siano previsti sistemi di controllo attraverso la richiesta al concessionario di rendicontazioni periodiche e la disposizione da parte del Dirigente dell’Ufficio Tributi e Canoni e dell’Ufficio Patrimonio o di un suo delegato di ispezioni e controlli sull’andamento del servizio;
- il concessionario assumerà la veste di funzionario responsabile per la fase della riscossione coattiva della I.U.C.;
9°) - DI DARE ATTO che nel bilancio di previsione finanziario armonizzato 2019/2021 sono previsti appositi stanziamenti di spesa che assicurano la copertura finanziaria dei costi annui della concessione previsti nella relazione del Dirigente dell’Area Risorse umane e finanziarie allegata al presente atto;
10°) - DI DEMANDARE al Dirigente Area Risorse umane e finanziarie tutti gli adempimenti necessari e conseguenti per l’esecuzione del presente provvedimento;
11°°) – DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato.-
      

Letto, confermato e sottoscritto
	Il Presidente	Il  Segretario Comunale
	F/to Romano Dario	F/to  Morganti Stefano

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,


La presente deliberazione è stata pubblicata all’Albo Pretorio dal 31 ottobre 2019 al 15 novembre 2019 ai sensi dell’art. 124, 1° comma, del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267.
Lì, 18 novembre 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
La presente deliberazione, non soggetta a controllo, è divenuta esecutiva, ai sensi dell’art. 134 del D.Lgs. 18/8/2000, n° 267, in data 11 novembre 2019, essendo stata pubblicata il 31 ottobre 2019
Lì, 12 novembre 2019	Il       Segretario Comunale
	F/to 
Spazio riservato all’eventuale controllo preventivo di legittimità, richiesto ai sensi dell’art. 127 del D.Lgs. 18/8/2000 n° 267:



 

Per copia conforme ad uso amministrativo.
Lì,