Senigallia Atto

Variazione di bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022

Delibera del Consiglio Comunale N° CC/2020/15 del 27 febbraio 2020

Presentazione
Approvazione
27.2.2020

Firmatari

Testo

        
proposta n°2020/298CONSIGLIO
COMUNE DI SENIGALLIAAREA RISORSE UMANE E FINANZIARIEPROVINCIA DI ANCONAUfficio   RAGIONERIA E BILANCIOPROPOSTA di DELIBERAZIONE del Consiglio Comunale
OGGETTO: VARIAZIONE DI BILANCIO DI PREVISIONE FINANZIARIO ARMONIZZATO 2020/2022 AI SENSI DELL’ART. 175, COMMA 3, DEL D.LGS. N. 267/2000.
Il RESPONSABILE del PROCEDIMENTO
	FIRMA
data, 06/02/2020L’ASSESSORE   PREPOSTO
Maurizio Mangialardi


Trasmessa per l’istruttoria ai seguenti Uffici:
in data
 Finanze Bilancio	___________
 Segreteria A.I.	___________
 Esaminata dalla Giunta.	___________
 Al Presidente del Consiglio Comunale	___________
 Alla Segreteria della _____ª C.C.P.	___________
 Pronta per O.d.G.	___________
	___________


IL CONSIGLIO COMUNALE
RICHIAMATA la propria deliberazione n. 113 del 19.12.2019, dichiarata immediatamente eseguibile, avente ad oggetto: Approvazione del bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022 di cui all’allegato 9 al D.Lgs. n. 118/2011; 

RICHIAMATI, altresì, gli atti di variazione del bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022 ad oggi adottati ai sensi dell’art. 175 del D.Lgs. n. 267/2000;

RICORDATO l’art. 175 del D.Lgs. n. 267/2000, comma 3, il quale prevede che le variazioni al bilancio possono essere deliberate non oltre il 30 novembre di ciascun anno, fatte salve alcune tipologie di variazioni, appositamente disciplinate, che possono essere deliberate sino al 31 dicembre di ciascun anno; 

VISTO l’art. 1, comma 554, della Legge n. 160/2019 (Legge di Bilancio 2020) il quale prevede che Per gli anni 2020, 2021 e 2022, a titolo di ristoro del gettito non più acquisibile dai comuni a seguito dell’introduzione della TASI di cui al comma 639 dell’articolo 1 della legge 27 dicembre 2013, n. 147, è attribuito ai comuni interessati un contributo complessivo di 110 milioni di euro annui da ripartire secondo gli importi indicati per ciascun comune nell’allegato A al decreto del Ministero dell’interno 14 marzo 2019, recante «Riparto a favore dei comuni del contributo compensativo, pari complessivamente a 110 milioni di euro, per l’anno 2019»;

PRESO ATTO che, per il Comune di Senigallia, l’importo del predetto contributo, a destinazione libera, è di euro 322.084,15;

VISTO il dato provvisorio del fondo di solidarietà comunale spettante al Comune di Senigallia per l’anno 2020, pari ad euro 3.282.851,02, come risultante dal portale ministeriale alla data del 05.02.2020, comprensivo della quota relativa all’incremento di cui all’art. 1, commi 848 e 849, della Legge n. 160/2019;

VISTO, altresì, l’art. 1, comma 854, della Legge n. 160/2019, il quale dispone la proroga all’anno 2021 della decorrenza dell’obbligo di accantonamento al fondo di garanzia debiti commerciali di cui all’art. 1, comma 862, della Legge n. 145/2018 per gli enti non in regola con gli indicatori di riduzione del debito pregresso o di ritardo annuale dei pagamenti, ovvero con la trasmissione delle informazioni alla PCC;

RICHIAMATI:
·	l’art. 3 del D.Lgs. n. 267/2000, il quale dispone che Le quote del risultato presunto derivanti dall’esercizio precedente, costituite da accantonamenti risultanti dall’ultimo consuntivo approvato o derivanti da fondi vincolati possono essere utilizzate per le finalità cui sono destinate prima dell’approvazione del conto consuntivo dell’esercizio precedente, attraverso l’iscrizione di tali risorse, come posta a sé stante dell’entrata, nel primo esercizio del bilancio di previsione o con provvedimento di variazione al bilancio;
·	l’art. 3-quinquies del D.Lgs. n. 267/2000, il quale prevede che Le variazioni di bilancio che, in attesa dell’approvazione del consuntivo, applicano al bilancio quote vincolate o accantonate del risultato di amministrazione, sono effettuate solo dopo l’approvazione del prospetto aggiornato del risultato di amministrazione presunto da parte della Giunta di cui al comma 3-quater;
·	l’art. 3-sexies del D.Lgs. n. 267/2000, secondo cui Le quote del risultato presunto derivante dall’esercizio precedente costituite dagli accantonamenti effettuati nel corso dell’esercizio precedente possono essere utilizzate prima dell’approvazione del conto consuntivo dell’esercizio precedente, per le finalità cui sono destinate, con provvedimento di variazione al bilancio, se la verifica di cui al comma 3-quater e l’aggiornamento dell’allegato al bilancio di previsione di cui all’art. 11, comma 3, lettera a), del decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, e successive modificazioni, sono effettuate con riferimento a tutte le entrate e le spese dell’esercizio precedente e non solo alle entrate e alle spese vincolate;

VISTO l’art. 1, comma 897, della Legge n. 145/2018 (Legge di Bilancio 2019) il quale stabilisce che […] l’applicazione al bilancio di previsione della quota vincolata, accantonata e destinata del risultato di amministrazione è comunque consentita, agli enti soggetti al decreto legislativo 23 giugno 2011, n. 118, per un importo non superiore a quello di cui alla lettera A) del prospetto riguardante il risultato di amministrazione al 31 dicembre dell’esercizio precedente, al netto della quota minima obbligatoria accantonata nel risultato di amministrazione per il fondo crediti di dubbia esigibilità e del fondo anticipazione di liquidità, incrementato dell’importo del disavanzo da recuperare iscritto nel primo esercizio del bilancio di previsione. A tal fine, nelle more dell’approvazione del rendiconto dell’esercizio precedente, si fa riferimento al prospetto riguardante il risultato di amministrazione presunto allegato al bilancio di previsione;

RICHIAMATA la deliberazione di Giunta municipale n. 12 del 28.01.2020 con la quale è stato approvato l’aggiornamento del prospetto dimostrativo del risultato di amministrazione presunto dell’esercizio 2019 con riferimento alla totalità delle entrate e delle spese dell’esercizio e non soltanto alle entrate e alle spese vincolate;

CONSIDERATO che l’importo del limite di cui all’art. 1, comma 897, della Legge n. 145/2018, come risultante dal prospetto aggiornato del risultato di amministrazione presunto dell’esercizio 2019 di cui all’Allegato A alla predetta deliberazione di Giunta municipale n. 12/2020, è determinato come segue:

Risultato di amministrazione presunto al 31.12.2018 (A)+29.049.987,92Fondo crediti di dubbia esigibilità-23.136.190,46Fondo anticipazioni di liquidità D.L. n. 35/2013-0,00Quota disavanzo da recuperare+141.350,90Importo massimo avanzi applicabili=6.055.148,36
DATO ATTO che si rende necessario applicare al bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022, annualità 2020, ai fini del relativo utilizzo, le seguenti quote accantonate del risultato di amministrazione presunto:
·	euro 1.095.833,54 relativi al fondo soccombenze legali risultante dall’ultimo rendiconto approvato (rendiconto 2018), applicato al bilancio di previsione finanziario armonizzato 2019/2021, annualità 2019, ma non impegnato;
·	euro 30.000,00 relativi a parte dell’accantonamento effettuato nel corso dell’esercizio 2019 a titolo di tutela legale di amministratori e dipendenti;
·	euro 3.269,15 relativi all’accantonamento effettuato nel corso dell’esercizio 2019 a titolo di indennità fine mandato Sindaco;
·	euro 17.236,00 relativi all’accantonamento effettuato nel corso dell’esercizio 2019 a titolo di attività professionale avvocato dell’Ente;

VERIFICATO che l’applicazione delle quote di avanzo accantonato di cui al presente atto, sommate alle quote di avanzo vincolato e accantonato già applicate in sede di approvazione del bilancio di previsione 2020/2022, garantisce il rispetto del limite di cui al paragrafo precedente di euro 6.055.148,36;

CONSIDERATO che, sulla base di quanto previsto dall’art. 187, comma 3-bis, del D.Lgs. n. 267/2000 in relazione all’utilizzo dell’avanzo di amministrazione non vincolato, l’Ente non si trova nelle situazioni previste dagli artt. 195 e 222 del medesimo D.Lgs. n. 267/2000;

RILEVATO che all’Ufficio Ragioneria e bilancio sono pervenute, da parte delle varie aree comunali, richieste di variazione agli stanziamenti previsti per gli anni 2020, 2021 e 2022 nel bilancio di previsione finanziario triennale 2020/2022 al fine di rendere gli stessi più rispondenti alle risultanze dell’attività gestionale dell’ente;
RITENUTO, per tutto quanto sopra esposto, di adeguare, con apposita variazione di bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022, gli stanziamenti di competenza e di cassa previsti per gli anni 2020, 2021 e 2022 nel bilancio di previsione finanziario triennale 2020/2022 al fine di recepire le variazioni normative intervenute dopo l’approvazione del bilancio medesimo, nonché di permettere la rappresentazione contabile delle richieste degli uffici entro i limiti imposti dal rispetto degli equilibri di bilancio e delle vigenti normative in materia di bilancio; 

DATO ATTO che le variazioni apportate agli stanziamenti di entrata e di spesa non modificano l’assetto di bilancio in termini di equilibrio di parte corrente e di parte capitale così come definito in sede di approvazione e che, pertanto, sono garantite:
·	la destinazione dei proventi dei titoli abilitativi edilizi e delle sanzioni in materia edilizia al finanziamento di spese di investimento nell’ambito degli interventi specificamente previsti dall’art. 1, comma 460, della Legge n. 232 del 11.12.2016 per una percentuale pari al 74,72% del totale per l’anno 2020 e per una percentuale pari al 100% del totale per gli anni 2021 e 2022;
·	per l’anno 2020, la destinazione delle entrate correnti di carattere non ricorrente, costituite dalle entrate da recupero evasione tributaria e dalla quota dei proventi da sanzioni del Codice della Strada non specificamente destinate ai sensi dell’art. 208 del C.d.S., al netto della relativa quota di accantonamento al Fondo crediti di dubbia esigibilità (FCDE), al finanziamento di spese di investimento e di spese correnti di carattere non ricorrente;

VISTI, dunque: 
- l’Allegato 1 riportante la variazione agli stanziamenti di competenza e di cassa del bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022, allegato al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale; 
- l’Allegato 2 (ex Allegato 8/1 al D.Lgs. n. 118/2011), riportante i dati di interesse del tesoriere, allegato al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale; 
- l’Allegato 3 (ex Allegato 8/2 al D.Lgs. n. 118/2011), riportante le variazioni dell’FPV, allegato al presento atto a formarne parte integrante e sostanziale; 

DATO ATTO che le previsioni di entrata e di spesa contenute nel bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022, così come modificate con la variazione di bilancio di cui al presente atto, riportano, per gli esercizi 2020/2022, le seguenti risultanze finali:

ENTRATEVOCI 202020212022Utilizzo avanzo presunto di amministrazione parte corrente1.648.861,940,000,00Utilizzo avanzo presunto di amministrazione parte capitale0,000,000,00FPV di parte corrente512.089,4561.140,0061.140,00 FPV di parte capitale3.774.834,661.125.000,00138.592,17 Titolo I - Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa31.386.037,6131.251.849,6131.251.849,61 Titolo II - Trasferimenti correnti2.784.093,062.369.381,652.347.685,04 Titolo III - Entrate extratributarie14.510.973,5713.384.357,0713.384.357,07 Titolo IV - Entrate in conto capitale10.820.629,1910.695.666,448.409.669,28    Titolo V – Entrate da riduzione di attività finanziarie122.265,00122.265,00122.265,00 Titolo VI - Accensione di prestiti1.250.000,001.200.000,000,00 Titolo VII Anticipazioni di istituto tesoriere/cassiere13.749.918,4513.749.918,4513.749.918,45 Titolo IX - Entrate per partite di giro34.749.000,0034.749.000,0034.749.000,00 TOTALE ENTRATE115.308.702,93108.708.578,22104.214.476,62SPESEVOCI202020212022FPV di parte corrente61.140,0061.140,0061.140,00 FPV di parte capitale1.125.000,00138.592,170,00Disavanzo di amministrazione141.350,90141.350,90141.350,90Titolo I - Spese correnti46.702.036,7644.263.501,0644.215.860,70(al netto di FPV di spesa)61.140,0061.140,0061.140,00 Titolo II - Spese in conto capitale16.365.723,2013.380.105,579.349.292,75(al netto di FPV di spesa)1.125.000,00138.592,170,00 Titolo III - Spese per incremento attività finanziarie0,000,000,00 Titolo IV - Rimborso prestiti2.414.533,622.224.970,071.947.913,82 Titolo V - Chiusura anticipazioni ricevute da istituto tesoriere/cassiere13.749.918,4513.749.918,4513.749.918,45 Titolo VII – Spese per conto terzi e partite di giro34.749.000,0034.749.000,0034.749.000,00 TOTALE SPESE115.308.702,93108.708.578,22104.214.476,62
DATO ATTO, altresì, che le previsioni di entrata e di spesa contenute nel bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022, così come modificate con la predetta variazione di bilancio, garantiscono a livello previsionale: 
- gli equilibri di parte corrente e gli equilibri di parte capitale, così come stabilito dall’art. 162, comma 6, del D.Lgs. n. 267/2000, di cui all’Allegato 4, allegato al presente atto a formarne parte integrante e sostanziale; 
- per il solo anno 2020, un fondo di cassa finale non negativo, così come stabilito dall’art. 162, comma 6, del D.Lgs. n. 267/2000, così articolato: 

Fondo di cassa iniziale al 01.01.202011.820.101,60Entrate di cassa previste 2020124.584.149,61Uscite di cassa previste 2020129.666.820,90Fondo di cassa finale previsto 20206.737.430,31
VISTO il parere favorevole dell’Organo di revisione, così come previsto dall’art. 239, comma 1, del D.Lgs. n. 267/2000;

VISTI: 
- lo Statuto comunale; 
- il Regolamento di contabilità; 
- l’art. 42 del D.Lgs. n. 267/2000; 
- i principi contabili di cui al D.Lgs. n. 118/2011, così come modificato dal D.Lgs. n. 126/2014; 

PRESO ATTO dei seguenti pareri favorevoli resi ai sensi dell’art. 49 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 sull'Ordinamento degli Enti Locali dal Dirigente responsabile dell’Area Risorse Umane e Finanziarie; 

Con votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato;

D E L I B E R A

1°) - DI APPROVARE le premesse quale parte integrante e sostanziale del presente atto; 

2°) - DI APPROVARE, al fine di recepire le variazioni normative intervenute dopo l’approvazione del bilancio, nonché di rappresentare contabilmente le richieste degli uffici entro i limiti imposti dal rispetto degli equilibri di bilancio e delle vigenti normative in materia di bilancio, la variazione agli stanziamenti di competenza e di cassa del bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022 di cui all’Allegato 1 al presente atto; 

3°) - DI DARE ATTO che le previsioni di entrata e di spesa contenute nel bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022, così come modificate con la variazione di bilancio di cui al presente atto, riportano, per gli esercizi 2020/2022, le seguenti risultanze finali:

ENTRATEVOCI 202020212022Utilizzo avanzo presunto di amministrazione parte corrente1.648.861,940,000,00Utilizzo avanzo presunto di amministrazione parte capitale0,000,000,00FPV di parte corrente512.089,4561.140,0061.140,00 FPV di parte capitale3.774.834,661.125.000,00138.592,17 Titolo I - Entrate correnti di natura tributaria, contributiva e perequativa31.386.037,6131.251.849,6131.251.849,61 Titolo II - Trasferimenti correnti2.784.093,062.369.381,652.347.685,04 Titolo III - Entrate extratributarie14.510.973,5713.384.357,0713.384.357,07 Titolo IV - Entrate in conto capitale10.820.629,1910.695.666,448.409.669,28    Titolo V – Entrate da riduzione di attività finanziarie122.265,00122.265,00122.265,00 Titolo VI - Accensione di prestiti1.250.000,001.200.000,000,00 Titolo VII Anticipazioni di istituto tesoriere/cassiere13.749.918,4513.749.918,4513.749.918,45 Titolo IX - Entrate per partite di giro34.749.000,0034.749.000,0034.749.000,00 TOTALE ENTRATE115.308.702,93108.708.578,22104.214.476,62SPESEVOCI202020212022FPV di parte corrente61.140,0061.140,0061.140,00 FPV di parte capitale1.125.000,00138.592,170,00Disavanzo di amministrazione141.350,90141.350,90141.350,90Titolo I - Spese correnti46.702.036,7644.263.501,0644.215.860,70(al netto di FPV di spesa)61.140,0061.140,0061.140,00 Titolo II - Spese in conto capitale16.365.723,2013.380.105,579.349.292,75(al netto di FPV di spesa)1.125.000,00138.592,170,00 Titolo III - Spese per incremento attività finanziarie0,000,000,00 Titolo IV - Rimborso prestiti2.414.533,622.224.970,071.947.913,82 Titolo V - Chiusura anticipazioni ricevute da istituto tesoriere/cassiere13.749.918,4513.749.918,4513.749.918,45 Titolo VII – Spese per conto terzi e partite di giro34.749.000,0034.749.000,0034.749.000,00 TOTALE SPESE115.308.702,93108.708.578,22104.214.476,62
4°) - DI DARE ATTO, altresì, che le previsioni di entrata e di spesa contenute nel bilancio di previsione finanziario armonizzato 2020/2022, così come modificate con la variazione di bilancio di cui al presente atto, garantiscono a livello previsionale: 
- gli equilibri di parte corrente e gli equilibri di parte capitale, così come stabilito dall’art. 162, comma 6, del D.Lgs. n. 267/2000 (Allegato 4); 
- per il solo anno 2020, un fondo di cassa finale non negativo, così come stabilito dall’art. 162, comma 6, del D.Lgs. n. 267/2000, così articolato:

Fondo di cassa iniziale al 01.01.202011.820.101,60Entrate di cassa previste 2020124.584.149,61Uscite di cassa previste 2020129.666.820,90Fondo di cassa finale previsto 20206.737.430,31
5°) - DI TRASMETTERE copia del presente atto all’Istituto Tesoriere, in ossequio al comma 9-bis dell’art. 175 del D.Lgs. n. 267/2000; 

6°) – DI DICHIARARE il presente atto immediatamente eseguibile, ai sensi dell’art. 134 del D. Lgs. 18/8/2000 n° 267 mediante separata votazione palese che ha dato il risultato sopra riportato.-