Senigallia Atto

Campagna antiprostituzione

Interpellanza del Consiglio Comunale del 26 febbraio 2015

Presentazione
Discussione
26.2.2015
  • 26.2.2015
  • risposta

Proponenti

Il Consigliere BUCARI (PD): la mia interpellanza è rivolta al Sindaco e ha per oggetto la presenza di prostitute in alcune zone della città e conseguenti controlli da parte delle forze dell’ordine. Abbiamo letto Sindaco che negli ultimi periodi sono state elevate multe a potenziali o effettivi clienti e che è in corso questa efficace campagna antiprostituzione messa in atto dal commissariato, dalla polizia municipale. I residenti, i cittadini delle zone più a rischio, parlo del Ciarnin, delle Saline, di via Raffaello Sanzio, chiedono quindi una tolleranza zero verso questo fenomeno e un controllo anche nelle ore non notturne poiché affermano che spesso per sviare appunto i controlli della polizia e dei vigili le ragazze adottano spesso degli orari un po’ insoliti, magari nel primo pomeriggio, nelle prime ore della sera, creando spesso dei disagi per le famiglie che transitano e che frequentano quelle strade spesso anche in compagnia di minori, quindi era questo l’oggetto della mia interpellanza.

Vedi i dettagli dell'intervento

Risposta

Il SINDACO: buonasera Presidente, saluto i colleghi di Giunta, quelli che dicono la cose come stanno, tutti, i consiglieri comunali, il pubblico presente, quello che ci ascolta attraverso la onde di Radio Duomo, quelli che ci guardano in streaming attraverso la nostra struttura. Ringrazio per l’interrogazione e anche per la sottolineatura rispetto questa azione che si è messa in campo pianificata con le forze dell’ordine come elemento di dissuasione, perché abbiamo solo quello, e che sta dando però possiamo dire anche dei primi importanti effetti. Ci sono le sanzioni, soprattutto quelle verso i clienti, non potenziali, sono clienti, poi abbiamo emesso ordinanza per divieto di sosta e di fermata nelle strade, quelle che erano di maggiore utilizzo e sta tutto sommato garantendo un primo effetto, non basta. Non basta perché poi trovano subito contromisure e cambiano turno, e quindi ripasseremo attraverso il percorso che abbiamo pochi giorni fa riconfermato con il nostro Prefetto salutandolo, che ha convocato il Comitato dell’ordine e della sicurezza pubblica a Senigallia, anche ci fa molto molto piacere, abbiamo fatto il punto un po’ sulle questioni in essere compresa questa, quindi sappiamo che il fenomeno è molto difficile da contrastare, ci accorgiamo solo quando lo compariamo con i dati nazionali, noi siamo capaci ma questa non è un’isola felice, non è protetta da tutto, ci sono situazioni che hanno rispetto a quella proiezione che Senigallia ha in campo nazionale poi ha ricadute anche rispetto a questi fenomeni e che quindi vanno strutturati e vanno contrastati. Penso che a oggi, a normativa vigente, e spero che il legislatore proponga qualcosa di diverso, prima Rebecchini diceva non dobbiamo guardare solo al rigore, noi dobbiamo guardare alle cose che funzionano nelle altre parti d’Europa e quindi io non voglio dare indicazioni, però siccome quei fenomeni in altre parti e nelle nazioni che dobbiamo prendere di riferimento, sia sul piano economico che sul piano della gestione, sul piano delle capacità come la Germania, dobbiamo mutuare esempi che funzionano e allora il legislatore deve mettere mano a questa problematica, rimettendo dentro e non girando il volto in maniera ipocrita a un fenomeno che esiste, che è sempre esistito e che va riportato, va contrastato ma va anche gestito. Noi adesso lo stiamo contrastando, non è quella la finalità, dobbiamo farlo però all’interno di un quadro normativo vigente e metteremo in campo tutte le attenzioni e gli interventi che possono portare alla dissuasione, perché questo è, sappiamo tutto quello che c’è dietro, però devo ringraziare come sempre le forze dell’ordine ben organizzate in questa città che in maniera sinergica tra Polizia, Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia Municipale riescono a coprire in maniera attenta il territorio e speriamo anche questi mutamenti che lei ha sottolineato

Vedi i dettagli dell'intervento

Replica

Il Consigliere BUCARI (PD): per dirmi soddisfatta. Condivido personalmente le aspettative del Sindaco di una normativa nazionale più attenta e più efficace sul tema, continuiamo con questa opera di dissuasione coordinata dalle forze dell’ordine e magari con la collaborazione dei cittadini che sicuramente in questi momenti sono sempre molto utili.

Vedi i dettagli dell'intervento